Servizi e Sportelli Sociali

Notizie

In questa rubrica troverete notizie attinenti le attività e le funzioni degli sportelli sociali e sui servizi e le politiche sociali:

- avvio di nuovi servizi/prestazioni e relativi criteri di accesso
- modifiche ad orari e sedi di servizi
- approvazioni di leggi/piani/regolamenti che offrono nuove opportunità ai cittadini
- segnalazioni di fonti di informazione e documentazione per approfondire i temi di interesse
- segnalazione di bandi, avvisi e quant'altro implica la presentazione di domande
- notizie su progetti e iniziative anche di altri enti e del terzo settore sulle politiche e tematiche sociali
- notizie da siti, quotidiani, riviste, agenzie stampa attinenti i mondi della marginalità e dei servizi sociali
- altro ancora per qualificare l'accesso alle rete dei servizi e delle opportunità territoriali e facilitare la comprensione dei fenomeni sociali

Avvertenza:
Le notizie riportate nel sito da agenzie stampa e siti web, che non sono fonte diretta del Comune di Bologna, vogliono avere le finalità di essere un contributo al dibattito e non riflettono necessariamente le eventuali posizioni in materia del Comune di Bologna.

 

  • 24 Aprile 2018 | Convegni, corsi, conferenze a Bologna...e non solo (maggio 2018) vedi

    sala convegnosala convegno
    Convegni, corsi, conferenze, presentazioni di libri su tematiche sociali a Bologna, e non solo, nel mese di maggio 2018


    mercoledì 2 maggio (altre 30 date in maggio)
    ciclo di incontri: “Primavera di informazione psicologica" (ciclo di incontri divulgativi su temi psicologici come adolescenza, lutti e malattie,
    demenze senili, rapporti di coppia e con i figli.....)
    a cura dell’Associazione Progetto Psicologia
    varie sedi ed orari a Bologna e provincia

    giovedì 3 maggio (e fino al 6/5)
    IV edizione del “Festival della Scienza Medica. Il tempo della cura" (vari eventi anche su tematiche connesse al sociale)
    a cura UniBo, Fondazione Cassa Risparmio
    varie sedi ed orari a Bologna

    giovedì 3 maggio (e altre due date fino al 17 maggio)
    reading musicale "Per una Città responsabile. Letture dalla Berlino di Christiane F." (nell’ ambito del percorso “Droghe: tra dipendenze, narcotraffico e strumenti di contrasto”)
    a cura di Libera Bologna, U-Lab
    ore 20, Portico del Teatro Comunale, Piazza Verdi, Bologna

    venerdì 4 maggio (e anche 5/5)
    convegno nazionale "Autismi. Benessere e sostenibilità"
    a cura Centro Erickson
    Palacongressi di Rimini

    venerdì 4 maggio
    laboratorio “Generazioni a confronto, un incontro per il dialogo tra attivisti di tutte le età”
    a cura di Anziani e non solo, Gruppo senior del Cassero LGBT Center
    ore 19, sede del Cassero LGBT Center, via Don Minzoni 18, Bologna

    martedì 8 maggio (e anche 5 e 29/5 e 5/6(
    Corso di formazione "Quando il volontariato sviluppa competenze"
    a cura di Volabo
    dalle 18 alle 21, sede Volabo, Via Scipione dal Ferro 4, Bologna

    martedì 8 maggio
    convegno "Parchi Collaborativi: un convegno sulla gestione collaborativa delle aree verdi urbane tra resilienza, attivazione sociale e servizi ecosistemici"
    a cura Comune Bologna, Centro Antartide
    dalle 9 alle 17, Sala Biagi del Quartiere Santo Stefano, in via Santo Stefano 119

    giovedì 10 maggio
    incontro “Dislessia. Strategie di successo”
    a cura AID
    ore 21, sede APE Onlus, Via Piero della Francesca 1/2, Bologna

    giovedì 10 maggio (fino al 11/05/2018)
    corso di formazione “Promuovere la cultura della mutualità per favorire la nascita di gruppi nel territorio”
    a cura di Coordinamento progetto “Rete dei Gruppi di Auto Mutuo Aiuto, Area Metropolitana “ Ausl di Bologna
    dalle 8,30 alle 17, Aula Gabriella Corazza, Casa della Salute,  Casalecchio di Reno (Bo)

    giovedì 10 maggio
    seminario "Europa e discriminazioni" (ciclo Di fronte all'Europa: radici, sfide, conflitti, tradimenti)
    a cura UniBo
    ore 15, aula II, Dip.Filosofia e comunicazione, via Zamboni 38, Bologna

    giovedì 10 maggio
    convegno "L'impossibile può diventare possibile. Territori ancora capaci di inclusione sociale" (Convegno naziionale a 40 anni dalla approvazione della legge Basaglia)
    a cura della rivista Animazione sociale, Consorzio Cascina Clarabella
    ore 9.00, Aula Magna Istituto Antonietti, via Paolo VI 3, Iseo (Bs)

    giovedì 10 maggio
    seminario "Potenziare e integrare gli interventi nei primi mille giorni di vita. Itinerari per lo sviluppo di bambine e bambini tra famiglie, servizi, contesti professionali e sociali" (ciclo Officina del welfare)
    a cura Regione E.Romagna
    dalle 9 alle 13,30, Sala 20 maggio 2012, terza torre della Regione, viale della Fiera 8, Bologna

    venerdì 11 maggio (e anche 12/5)
    "Diritti, Libertà, Servizi. Verso una conferenza nazionale per la Salute Mentale"
    a cura di UNASAM
    ven 9-18,30, sab 9-13, Sala della Protomoteca del Campidoglio,  Roma

    sabato 12 maggio
    seminario ISNB “Epilepsy Seminar Series 2018: Le epilessie in età evolutiva: le problematiche cognitivo comportamentali”
    a cura AEER - Associazione Epilessia Emilia-Romagna
    dalle 8,30 alle 13, Ospedale Bellaria, via Altura 1/8, Bologna

    giovedì  17 maggio
    convegno "La vita dentro e oltre gli ospedali. Valutazione partecipata della qualità"
    a cura Agenzia sanitaria e sociale regionale dell’Emilia-Romagna
    dalle 9 alle 15, presso Terza Torre, Regione E.Romagna, viale della Fiera 8, Bologna

    giovedì 17 maggio (e anche 18/5)
    seminario "Impresa sociale e innovazione sociale dopo la riforma del Terzo settore"
    a cura Fondazione Zancan, in collaborazione con TeSSeRe
    ore 9.00, presso la sede della Fondazione Zancan, via Vescovado, Padova

    venerdì 18 maggio
    convegno "Etnopsicologia: interventi, modelli operativi e nuovi strumenti"
    a cura Ordine psicologi E.Romagna
    dalle 9 alle 17,30, Sala Traslazione Convento S.Domenico, Piazza San Domenico 13, Bologna

    venerdì 18 maggio (e anche 19/5)
    corso: “Il Servizio Sociale nelle aziende private: quali opportunità nell’ambito del welfare aziendale?”
    a cura di Studio di Servizio Sociale Frugli
    ore 9.00, sede Studio di Servizio Sociale Frugli, via XX settembre 29, Imola (Bo)

    martedì 22 maggio (fino al 7 giugno)
    Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018 (per realizzare l’Agenda 2030 ONU nel nostro Paese)
    300 eventi in tutta Italia per diffondere la cultura della sostenibilità
    vari eventi in E.Romagna (seleziona al link data/regione/obiettivo)

    giovedì 24 maggio (fino al 26 maggio)
    3° edizione del Social Cohesion Days “Disuguaglianze e democrazia: dal Nobel Amartya Sen a Romano Prodi, fino a Simran Sethi”
    a cura di Fondazione Easy Care
    vari eventi in varie sedi a Reggio Emilia

    giovedì 24 maggio
    convegno e workshop: “L’obiettivo della cura e dell'assistenza. Idee, percorsi, soluzioni per una sanità a misura della persona”
    a cura di Chronic care forum, Maggioli Editore
    dalle 9.30, Centro Congressi SGR, via Chiabrera 34/D, Rimini

    venerdì 25 maggio (e anche 26 e 27/5)
    evento Mens-a 2018 "Futura umanità"(evento internazionale sulla cultura della ospitalità)
    a cura di associazione APUN
    vari eventi in varie sedi a Bologna

  • 23 Aprile 2018 | Carcere. Antigone: torna l’affollamento, ma diminuiscono i reati vedi

    sbarre cellasbarre cella
    È quanto afferma il XIV Rapporto sulle condizioni di detenzione dell’associazione presentato a Roma. A marzo 2018 sono oltre 58 mila i detenuti: 6 mila in più di due anni fa. Nel 2016 il numero di reati denunciati è il più basso degli ultimi 10 anni. Tra i temi trattati: calano reati e anche omicidi; che esce dal carcere spesso vi ritorna; sempre più bambini sotto i 3 anni in carcere con le medri; sanità in carcere più ombre che luci; aumentano i suicidi nel 2017; 16.800 i volontari nelle carceri.
    Leggi su redattoresociale.it
    Scarica il rapporto di Antigone

  • 23 Aprile 2018 | Sono 893 mila le madri sole con i figli minori: situazione economica critica vedi

    mamma con bambinimamma con bambini
    In Italia, nel biennio 2015-2016, si stima che in media i nuclei familiari monogenitore in cui è presente almeno un figlio minore siano pari a 1 milione 34 mila, il 15,8% del totale dei nuclei con figli minori. Si tratta di un fenomeno in persistente crescita se si considera che nel 1983 erano 468 mila (il 5,5% del totale).
    Nel 2015-2016 si stima che le madri sole siano 893 mila e rappresentino l'86,4% dei nuclei monogenitore (402 mila nel 1983). Molto più contenuto il numero dei padri soli: 141 mila nel 2015-2016 e 66 mila nel 1983.
    Il 52,9% delle madri sole con figli minori ha un figlio, il 38,2% ne ha due e l'8,9% tre o più. Per un terzo delle madri sole il figlio più piccolo ha fino a 5 anni di età, per il 42,7% da 6 a 13 anni. In totale nel 2015-2016 sono 1 milione e 215 mila i bambini fino a 17 anni che vivono solo con la madre, pari al 12,1% dei minori. Si tratta di una quota che è molto cresciuta rispetto al 1995-1996 quando si attestava al 5,3% (per un totale di 558 mila bambini).
    Leggi tutto nel sito ISTAT e scarica il rapporto integrale

  • 23 Aprile 2018 | Oltre i falsi miti e la propaganda: 10 cose da sapere sui migranti vedi

    ne uccide più la pennane uccide più la penna
    “Sono troppi”. “Sono tutti terroristi”. “Portano solo degrado”. “Vengono tutti in Italia”. Sono queste soltanto alcune delle frasi che si sentono ripetere di continuo sui migranti, specialmente in periodi di propaganda pre-elettorale. Ma quante di queste affermazioni sono vere? E quanti sono, invece, soltanto dei luoghi comuni? Per sfatare i falsi miti sul tema Caritas italiana ha realizzato un sussidiario dal titolo “10 cose da sapere su migranti e immigrazione”. L’obiettivo è quello di fare chiarezza, dati alla mano, su una serie di affermazioni fuorvianti.
    Leggi si redattoresociale
    Scarica il dossier Caritas

  • 23 Aprile 2018 | Metropolis, le notizie di Bologna nella lingua dei segni italiana vedi

    mani coloratemani colorate
    Metropolis è una rubrica nella Lingua dei segni italiana, la LIS, online tutte le settimane su Repubblica Bologna. Una selezione delle principali notizie della città e della provincia. Realizzazione video a cura di: Laura Di Gioia (docente sorda di Lingua dei Segni Italiana), Gianpaolo Catone (tecnico video e montaggio), Silvia Pelanda (Interprete Lis), Alessandro Paola (Interprete Lis) e alla collaborazione del Senza Nome.
    Guarda ogni settimana sulla home page di Repubblica Bologna.it

  • 20 Aprile 2018 | T-per, importanti risultati per l'accessibilità delle persone disabili vedi

    bus con pedanabus con pedana
    Crescono i mezzi con pianale ribassato e pedana (quasi l’84% della flotta in area urbana e oltre il 70 % in area suburbana è dotato di pedana.) le cui dotazioni sono segnalate in tempo reale dalle pensiline elettroniche a messaggio variabile. Le informazioni sulle dotazioni dei mezzi sono inoltre fornite sul sito dell’azienda, accessibile anche da smartphone e tablet. Si consolida e si amplia inoltre la possibilità di richiedere su una specifica corsa la presenza di un autobus con pianale ribassato e pedana contattando, come di regola, l’apposito servizio del call center Tper tre giorni prima dell’esigenza del viaggio (051 290 290). Questo ed altro in una recente riunione in cui T-per, Consulta comunale handicap, ufficio del Disability manager hanno fatto il punto della situazione. Leggi il comunicato stampa

  • 16 Aprile 2018 | Informare e documentare sui servizi sociali. Un anno di lavoro vedi

    taccuino e pctaccuino e pc
    E' dal 2009, anno di apertura degli Sportelli sociali, che il Comune di Bologna si è dotato di una redazione interna all'ambito dei servizi sociali (Area benessere di comunità) per gestire attività di informazione ai cittadini e alla rete degli operatori sociali e dei soggetti, terzo settore in primis, con cui più attivamente collabora. Dal 2015 la redazione gestisce anche le attività informative dello Sportello lavoro del Comune.
    Sintetizzando potrebbero essere riassunte in quattro le logiche attraverso cui si concretizza il lavoro redazionale:
    - alternare primi piani e visioni di sfondo, per dare conto della concreta realtà quotidiana dei fenomeni, cronaca compresa, ma anche da "dove" essi abbiano origine e quali siano gli elementi che compongono, molto spesso, la loro complessità;
    - gestire giorno per giorno il linguaggio del sociale o che i media affibbiano al sociale, cercando una sintesi che possa essere compresa dagli operatori, dai diretti interessati, dai cittadini, accompagnando le evoluzioni del linguaggio sottolineandone continuità e discontinuità. Usare un linguaggio giornalistico senza cadere nella banalità o eccessiva semplificazione;
    - tenere fortemente collegate le attività di informazione e documentazione, permettendo che siano i dati a corredare le riflessioni e non viceversa e offrendo spunti di approfondimento e informazioni sulle fonti a cui poter fare riferimento;
    - promuovere una continua tensione alla collaborazione, allo scambio con altri uffici del Comune, di altre amministrazioni, del terzo settore, per tenere conto, nell'informare, di una pluralità di punti di vista, per evitare duplicazioni, per attivare strategie di rete con le decine e decine di iniziative informative (siti, newsletter, social media, sportellistica...) che popolano il territorio reale e virtuale.

    E' dentro a questo tentativo di avere idee e strumenti per una possibile "rotta di navigazione" che nel tempo sono nati prodotti e servizi informativi e di documentazione, rivolti alla generalità degli interlocutori, cittadini in primis, o pensati specificatamente per la rete degli operatori dei servizi "pubblici", quindi non solo necessariamente della "holding" del Comune, che a Bologna conta numeri piuttosto elevati (non meno di alcune migliaia).

    Tralasciando ulteriori considerazioni più di natura prettamente informativa, documentativa, giornalistica, per le quali rimandiamo alla lettura del Rapporto 2017 della redazione che alleghiamo, vi segnaliamo i principali dati di attività dell'anno passato:
    - Sito Servizi e sportelli sociali: ha avuto 220mila accessi (+5,2%) e oltre mezzo milione di pagine visitate (circa 3mln e mezzo dall'avvio). Il 70% del traffico arriva da motori di ricerca, il che da conto del buon posizionamento del sito
    - Le tre Newsletter (Sportelli sociali, Disabilità, InfoDoc) hanno superato i 7mila iscritti (+17,6%) e le 10mila notizie inviate, segnale di un rinnovato interesse per strumenti meno dispersivi e semplificatori dei social media (...almeno per come sono, purtroppo, usati). Il pubblico è al 50% di cittadini e al 50% di operatori e soggetti del terzo settore
    - La pagina Facebook, avviata a settembre 2017 conta ad oggi mille "seguaci", anche se il tema del cambio di algoritmo operato da Facebook a fine '17  ne ha rallentato la capacità di penetrazione a cui si cerca di ovviare con un maggior lavoro redazionale e con sinergie con la pagina Facebook generale del Comune che ha oltre 77mila "seguaci"
    - Il sito dello Sportello lavoro ha avuto 544mila pagine visitate e 270mila visitatori
    - La pagina Facebook dello sportello lavoro ha aumentato i "seguaci" in termini molto significativi (+34%) ed ha raggiunto quota 6370 svolgendo molto bene la sua natura di servizio utile a chi cerca lavoro e occasioni formative
    - completano il quadro dei servizi offerti al pubblico i Cataloghi delle risorse informative sociali italiane (Riviste specializzate, Newsletter e agenzie stampa, centri di documentazione)

    Nel rapporto 2017 troverete anche i dati riferiti ai servizi "interni", riservati agli operatori, che coinvolgono complessivamente circa 500 persone. Segnaliamo:
    - la rassegna stampa sociale quotidiana (estratta da quella del Comune)
    - 17 mailing list specializzate rivolte a gruppi di operatori o di lavoro. Si va dai classici target di utenza, come anziani, disabili, minori...ai temi più di carattere innovativo come lavoro di comunità, innovazione sociale, ai temi principe di questa età della "crisi" come immigrazione e povertà
    - gli "Indici della riviste specializzate" che arrivano in redazione (circa un cinquantina)
    - i servizi specifici di "rifornimento" ai 40 operatori degli sportelli sociali che aggiornano con cadenza settimanale su tutte le novità e cambiamenti dei servizi e della miriade di forme di sostegno che ci restituisce la stagione dei bonus e delle card

    Leggi il Rapporto 2017 della redazione Area benessere di comunità

  • 11 Aprile 2018 | Alla scoperta dei Sinti vedi

    bandiera sintabandiera sinta
    Il Comune e il Quartiere Navile, in collaborazione con l’associazione Africa e Mediterraneo presentano "Alla scoperta dei Sinti", un evento organizzato nell’ambito del progetto Welcoming Bologna con l'intento di approfondire la conoscenza dei Sinti a partire dalla loro storia più recente. L'evento si terrà martedì 24 aprile 2018 dalle ore 17.30 alle 20 c/o il Centro per l'Infanzia e la famiglia IL CUBO, in via Zanardi 249 a Bologna.
    Dopo il saluto del Presidente Daniele Ara è prevista una performance teatrale sull'olocausto degli zingari, a cura di Pino Petruzzelli e Luca Bravi e, a seguire, una Tavola rotonda con la parteciupazione di mediatori culturali, insegnanti, operatori sociali, la Presidente della Consulta eslusione e il Presidente del Coordinamento Volontariato Lame. In chiusura l'intervento di Gianluca Borghi, Amministratore Unico di ASP Città di Bologna che gestisce progetti e servizi nell'ambito del sostegno e dell'integrazione della popolazione sinta-rom-caminante.
    Welcoming Bologna, è un progetto metropolitano ispirato allo sviluppo di comunità. Il progetto prende spunto da Welcoming America, un movimento di città che, negli Stati Uniti, si adoperano per essere accoglienti e inclusive verso tutti, nella convinzione che ciò porti un beneficio concreto per tutta la comunuità. L’idea di fondo è che la diversità dei cittadini sia una risorsa per la comunità e che se l’incontro con l’altro da sé, l’estraneo, sempre suscita paura e preoccupazioni, queste possano essere superate grazie ad una maggiore conoscenza reciproca e ad una migliore e positiva interazione.
    Scarica il volantino dell'iniziative

  • 11 Aprile 2018 | Sportelli sociali: chiusure o riduzioni di orario nei mesi di aprile e maggio vedi

    logo sportellilogo sportelli
    Per questioni organizzative non altrimenti risolvibili potrenno crearsi alcuni disagi presso gli sportelli sociali nei mesi di aprile e maggio per alcune chiusure o riduzioni di orario. Ve le elenchiamo:
    - il giorno giovedì 19 aprile tutti gli sportelli sociali rimarranno chiusi per un incontro di aggiornamento di tutto il personale del Servizio sociale territoriale non programmabile in altra data;
    - nel quartiere Borgo-Reno lo sportello della zona Reno di via Battindarno 123 rimarrà chiuso tutto il mese di aprile e nel mese di maggio aprirà solo nella giornata del martedì dalle 8,15 alle 13,00. Rimane aperto e regolarmente operante l'altro sportello del quartiere nella zona Borgo (via M.E.Lepido 25/3) salvo che nella giornata del 3/5 in cui chiude anticipatamente alle 13,00;
    - il giorno giovedì 3/5 lo sportello del quartiere S.Donato/S.Vitale (via Rimesse 1/13) chiude alle ore 13,30.
    Ricordiamo che il normale orario di apertura degli Sportelli sociali è: martedì e giovedì, dalle 8,15 alle 17,30, qui sedi ed orari

  • 10 Aprile 2018 | Comprendere la complessità...o cedere alla "paura" vedi

    libro e chiavilibro e chiavi
    E' difficile negare che viviamo in un’epoca di incertezza, che riguarda tutti gli aspetti della vita individuale e sociale e che non è solo un sentimento, ma una condizione materiale che investe – seppure con gradi diversi – la maggioranza dei cittadini e che dobbiamo imparare a condividere con il resto del mondo, il quale di certezze ne ha sempre avute di meno della vecchia Europa.
    Penso che una tentazione da evitare o da contrastare sia quella di sfuggire al confronto con la complessità della realtà, scegliendo le scorciatoie di generalizzazioni indebite, ma anche di rappresentazioni caricaturali, costruite su una piccola base di realtà e una enorme quantità di pregiudizi, paure e sogni. Misurarsi con la complessità è più faticoso che ripetere luoghi comuni o accettare le rappresentazioni offerte dai media e dalle classi dirigenti; ma è un compito non eludibile che spetta a tutti.
    Un caso emblematico di questa fuga dalla complessità è quello della immigrazione. Ci sono tre aspetti del fenomeno migratorio che possono essere richiamati qui per rendere evidente quanto la realtà sia differente dalle versioni ufficiali o di comodo che ci vengono offerte.
    Leggi l'articolo di Giovanni Moro, sociologo, nel sito della associazione San Marcellino

  • 10 Aprile 2018 | L'ambulatorio che accoglie stranieri senza tessera sanitaria e homeless vedi

    locali ambulatoriolocali ambulatorio
    Venticinque anni fa, quando hanno aperto l’ambulatorio, avevano circa 300 pazienti. Oggi hanno quasi 24 mila cartelle e fanno 6/7 mila visite all’anno. Sono i volontari dell’associazione Sokos, fondata nel 1993 a Bologna per prestare assistenza medica di base e specialistica gratuita e prescrivere farmaci a persone che altrimenti non potrebbero accedere alle cure, perché senza dimora o stranieri senza tessera sanitaria. Molti tornano anche dopo la regolarizzazione. Perché come racconta il direttore sanitario dell'ambulatorio Natalia Ciccarello: “Qui si sentono ascoltati e accolti”
    Leggi tutto su redattoresociale
    Visita il sito dell'ambulatorio Sokos

     

  • 10 Aprile 2018 | Me encanta el ciel vedi

    sguardi di bambinisguardi di bambini
    La storia di Amedeo, un giovane bolognese di 22 anni, che alla Cattolica di Milano si era distinto per il modo di vestire, per i pantaloni larghi, l’eterno zainetto, e poi la sua passione per la musica e il rap e gli interessi più vari; i tanti amici e poi, alla prima occasione, la voglia di mettersi alla prova e l’incontro entusiasmante coi bambini di uno sperduto paesino colombiano; “Sono al settimo cielo” aveva detto ai genitori alla vigilia del ritorno... intervista a Rossana Guffanti e Stefano Granelli, madre e padre di Amedeo.
    Leggi sulla bella rivista Una Città

  • 9 Aprile 2018 | Reddito di inclusione. Dal 1° luglio diventa universale vedi

    Reddito di inclusioneReddito di inclusione
    Il Reddito di inclusione diventa universale. Come previsto dalla Legge di stabilità 2018 dal 1° luglio il REI (Reddito di Inclusione) diventerà a tutti gli effetti uno strumento di contrasto alla povertà universale, basato solo sul soddisfacimento dei requisiti economici.
    Da quella data spariscono quindi i requisiti familiari oggi indispensabili per far domanda (ossia la presenza nel nucleo di figli minori o disabili a carico oppure di una persona over 55 disoccupata) e la misura diventa richiedibile da tutti i cittadini purché rientrino nei requisiti economici e anagrafici previsti.

    Oltre a questo la Legge di Bilancio 2018 interviene anche in tema di durata e decorrenza della misura. In particolare prevede che, se all'atto del riconoscimento del REI il beneficio economico risulta di ammontare inferiore o pari a 20 euro mensili, lo stesso sia erogato anticipatamente in un'unica soluzione su base annua. Nel caso in cui, pur essendo soddisfatti i requisiti per il diritto alla misura, il beneficio economico connesso al REI risulti di ammontare pari a zero, non potendosi dar seguito ad alcun pagamento la domanda verrà respinta e il richiedente potrà rinnovarla, in caso di variazione della condizione economica, senza attendere alcun termine.

    Tutte le informazioni sul REI sono disponibili nella nostra scheda>>

    Per approfondimenti sul funzionamento del REI sono a disposizioneanche le Linee guida del Ministero che riepilogano e organizzano per argomenti le disposizioni normative e gli indirizzi attuativi della misura.

  • 6 Aprile 2018 | Servizi per la cronicità. L'esperienza di Bologna nel progetto europeo ADAPT vedi

    logo adaptlogo adapt
    Nello scorso mese di marzo si è svolto a Venezia su iniziativa dell'Università Cà Foscari e del progetto europeo ADAPT, un importante convegno dedicato al tema dei sistemi di welfare europei nel campo dell'assistenza continuativa di lungo periodo (persone con malattie croniche). Tra le relazioni anche quella dei Servizi sociali del Comune di Bologna sul tema "La domiciliarità a Bologna tra innovazione, organizzazione e valutazione".
    Approfondisci i temi del convegno e scarica tutte le relazioni

  • 30 Marzo 2018 | Piano di Zona 2018-2020: al via la programmazione partecipata vedi

    RiunioneRiunione
    Prende il via nei sei Quartieri bolognesi il percorso partecipato di confronto in vista del Piano di Zona 2018-2020.
    Durante gli incontri dei Laboratori di Quartiere sono state illustrate anche le priorità e le finalità della nuova stagione di programmazione sociale, con l'obiettivo di promuovere un confronto ampio e partecipato con gli attori sociali attivi nei Quartieri della città. Dalle associazioni, ai sindacati, alle reti di cittadini impegnate nella cura della comunità.

    Ora il percorso entra nel vivo. Due le fasi previste. La prima (aprile-giugno 2018) sarà incentrata sulla programmazione con l'obiettivo di confrontarsi sui bisogni e condividere obiettivi e azioni a partire dalla priorità individuata dal Comitato di Distretto: la lotta alla povertà, intesa nel senso più ampio quale contrasto alle forme di privazione e disuguaglianza sociale, economica, educativa, formativa, lavorativa, culturale, il contrasto alla solitudine e all'isolamento. A questo scopo in ogni quartiere tra la fine di aprile e i primi di giugno verranno realizzati due incontri aperti a tutti i soggetti della società civile organizzata, dalle associazioni, ai sindacati, ai gruppi e reti di cittadini (anche informali) attivi sul territorio.

    A questa prima fase seguirà una seconda fase di co-progettazione, che partirà nel mese di settembre, con l'obiettivo di costruire in modo condiviso le azioni delineate nella prima fase, coinvolgendo così gli attori sociali del territorio in tutto il percorso di attuazione del Piano di Zona.

    CALENDARIO DEI PROSSIMI INCONTRI:

    Borgo Panigale-Reno: 1° incontro: 17 aprile, ore 20,30, Centro Bacchelli, via Galeazza 2
    Borgo Panigale-Reno: 2° incontro: 8 maggio, ore 20,30, Centro Bacchelli, via Galeazza 2
    Navile: 1° incontro: 23 aprile, ore 17,30, via Saliceto 3/30
    Navile: 2° incontro: 15 maggio, ore 17,30, via Saliceto 3/30
    S.Donato-S.Vitale: 1° incontro: 16 maggio, ore 18, presso C.Stav Fondazione A.Pini, via Collamarini 22
    S.Donato-S.Vitale: 2° incontro: 4 giugno, ore 18, presso C.Stav Fondazione A.Pini, via Collamarini 22
    S.Stefano: 1° incontro: 9 maggio, ore 17, c/o Casa associazioni, Baraccano, via S.Stefano 119/2
    S.Stefano: 2° incontro: 7 giugno, ore 17, c/o Casa associazioni, Baraccano, via S.Stefano 119/2
    Porto-Saragozza: 1° incontro: 3 maggio, ore 18,30, c/o centro sociale Saffi, via L.Berti 2/8
    Porto-Saragozza: 2° incontro: 31 maggio, ore 18,30, c/o centro sociale Saffi, via L.Berti 2/8
    Savena: 1° incontro: 15 maggio, ore 18, Centro civico, via Faenza 4
    Savena: 2° incontro: 5 giugno, ore 18, Centro civico, via Faenza 4

     

    Calendario incontri

    Programmazione Piano di zona

    1° incontro

    Programmazione Piano di zona

    2° incontro

    BORGO PANIGALE - RENO

    17 aprile ore 20.30 c/o centro Bacchelli, Via Galeazza 2

    8 maggio ore 20.30, c/o centro Bacchelli, Via Galeazza 2

    NAVILE

    23 aprile ore 17.30 Via di Saliceto, 3/20

    15 maggio ore 17.30 Via di Saliceto, 3/20

    SAN DONATO SAN VITALE

    16 maggio ore 18, c/o C.STAV - Fondazione Augusta Pini, Via Collamarini 22

    4 giugno ore 18, c/o C.STAV - Fondazione Augusta Pini, Via Collamarini 22

    SANTO STEFANO

    9 maggio dalle 17 alle 19 , c/o Casa delle Associazioni, via Santo Stefano 119/2 (Baraccano)

    7 giugno dalle 17 alle 19, c/o Casa delle Associazioni, via Santo Stefano 119/2 (Baraccano)

    PORTA SARAGOZZA

    3 maggio ore 18:30 - c/o Centro sociale Saffi, via L.Berti 2/8

    31 maggio ore 18:30 , c/o Parrocchia regina Mundi, via P.Inviti 1

    SAVENA

    15 maggio ore 18 Via Faenza 4

    5 giugno ore 18.00 Via Faenza 4

  • 28 Marzo 2018 | Contributo agli anziani vittime di furti e truffe. Anche Tper aderisce all'iniziativa del Comune vedi

    Anziana al telefonoAnziana al telefono
    Anche Tper – Trasporto passeggeri Emilia-Romagna aderisce al nuovo progetto del Comune di Bologna a sostegno delle persone anziane vittime di truffe, furti o rapine.
    Dopo la conclusione dell'iniziativa, sostenuta da Hera spa, che prevedeva la stipula di un'assicurazione per i pensionati residenti nel territorio, il Comune di Bologna lo scorso luglio ha scelto di intervenire con risorse proprie stanziando 80 mila euro, finalizzati all'erogazione di contributi diretti a titolo risarcitorio. A questi ora si aggiungono ulteriori 22 mila euro messi a disposizione dall'Azienda di trasporto emiliano-romagnola.

    In particolare è previsto un contributo forfettario di 100 euro per tutti gli anziani vittime di furti, scippi, truffe e rapine, che salgono a 500 euro se il furto o la rapina avverranno nel giorno del ritiro della pensione. Inoltre, qualora il furto generi la necessità di un intervento di un fabbro o di un falegname (ad esempio nel caso del furto di una borsa contenente anche le chiavi di casa), sarà possibile ricevere un ulteriore rimborso per le spese sostenute fino a un massimo di 300 euro. Tutti i contributi  sono “una tantum” all’anno e non possono essere richiesti da anziani già titolari di polizze assicurative a copertura delle medesime tipologie di danno.

    A oggi sono una quarantina le segnalazioni raccolte dagli Sportelli territoriali delle organizzazioni partner del progetto – i sindacati pensionati CGIL-SPI, CISL-FNP, UIL-UILP e l'Associazione San Bernardo – impegnate nella raccolta e nell'invio delle pratiche e nella promozione e diffusione dell'iniziativa tra i propri associati.
    Accanto a questo, attraverso gli Sportelli territoriali, sarà anche possibile richiedere un nuovo servizio gratuito di supporto psicologico promosso dalle associazioni di volontariato Anteas e Rivivere per aiutare gli anziani ad affrontare i traumi derivanti da furti, truffe e raggiri.

    Per favorire la diffusione del progetto nei prossimi giorni verranno affisse locandine e distrubuiti volantini presso le sedi dei partner e dei Servizi sociali territoriali.

    Scarica il volantino>>


    Consulta la scheda con i dettagli e i recapiti degli Sportelli>>


     

  • 27 Marzo 2018 | Lotta alla povertà e welfare comunitario. Il 19 aprile al Mast il seminario del Servizio sociale territoriale vedi

    Welfare di comunitàWelfare di comunità
    "Lotta alla povertà e contrasto alla vulnerabilità sociale: la sfida del welfare comunitario e partecipativo". E' questo il titolo del seminario promosso dal Servizio Sociale Territoriale del Comune di Bologna, a un anno dall'avvio del proprio processo di riordino, per confrontarsi sul nostro welfare cittadino e sulle sfide che ci attendono. Prima tra tutte quella della lotta alla povertà, intesa non soltanto come impoverimento economico, ma anche come contrasto a tutte le forme di privazione e disuguaglianza sociale, di impoverimento relazionale e culturale. 
    In questo contesto assume un valore fondamentale lo sviluppo del lavoro di comunità, quale strumento di  rafforzamento dei legami sociali delle persone vulnerabili valorizzazione e di attivazione delle risorse proprie dei cittadini e della società civile organizzata (dalle associazioni, alle reti di vicinato, al rafforzamento delle risorse individuali degli utenti stessi).

    L'appuntamento è in programma giovedì 19 aprile dalle ore 9 presso la Fondazione Mast di Bologna (via Speranza 42). La mattinata sarà aperta a tutti i cittadini interessati e vedrà gli interventi di docenti ed esperti di politiche e servizi sociali; nel pomeriggio è invece prevista un'assemblea plenaria riservata ai soli operatori dei Servizi (di seguito il programma completo).

    >>>>>>> Termine iscrizioni scaduto il 12/4. Tutti i 400 posti della sala sono prenotati.


    PROGRAMMA COMPLETO

    Ore 9-9.30, registrazione partecipanti e caffè di benvenuto

    ore 9.30, Saluti Istituzionali:
    Fondazione Mast
    Elisabetta Gualmini, Vicepresidente e Assessore al welfare Regione Emilia Romagna

    ore 10, Introduzione ai lavori:
    Giuliano Barigazzi, Assessore alla sanità e al welfare Comune di Bologna

    ore 10.30-13.30, "Lotta alla povertà e welfare di comunità. Letture, modelli e prospettive a confronto". Intervengono:
    Maurizio Bergamaschi, Coordinatore del Corso di laurea in servizio sociale – Università di Bologna
    Roberta Paltrinieri, Coordinatrice del Corso di Laurea Magistrale in Sociologia e servizio sociale – Università di Bologna
    Tiziano Vecchiato, Direttore Fondazione Zancan Onlus
    Franco Floris, Direttore Rivista Animazione sociale
    Vincenza Pellegrino, Docente sociologia dei processi culturali e comunicativi – Università di Parma
    Giovanni Fosti, Dipartimento di analisi delle politiche e management pubblico – CERGAS Bocconi

    ore 13.30-14.30, Pausa pranzo

    ore 14.30-17.30, incontro degli operatori del Servizio Sociale Territoriale sullo stato di avanzamento del processo di riordino (riservato agli operatori del Comune di Bologna).

    Per informazioni
    tel. 051 2194320 (Annalisa Bolognesi, Daniele Pellegrini)
    udpbologna@comune.bologna.it

    Per approfondire il tema del Riordino del Servizio sociale territoriale
    www.comune.bologna.it/sportellosociale/articoli/91007

     

    Lotta alla povertà e contrasto alla vulnerabilità sociale:

    la sfida del welfare comunitario e partecipativo

     

    SEMINARIO PUBBLICO

     

    Giovedì 19 aprile dalle ore 9 alle 13

    Fondazione Mast Bologna (via Speranza, 42)

     

    A un anno dall'avvio del proprio processo di Riordino e in occasione della nuova stagione di programmazione sociale e sanitaria, il Servizio Sociale Territoriale del Comune di Bologna promuove un confronto e un approfondimento sul nostro welfare cittadino (...e non solo) e sulle sfide che ci attendono. Prima tra tutte quella della lotta alla povertà, intesa non soltanto come impoverimento economico, ma anche come contrasto a tutte le forme di privazione e disuguaglianza sociale, di impoverimento relazionale e culturale.

    In questo contesto assume un valore fondamentale lo sviluppo del lavoro di comunità, quale strumento di rafforzamento dei legami sociali delle persone vulnerabili valorizzazione e di attivazione delle risorse proprie dei cittadini e della società civile organizzata (dalle associazioni presenti sul territorio, alle reti di vicinato, al rafforzamento delle risorse individuali degli utenti stessi).

     

    PROGRAMMA


    Ore 9-9.30, registrazione partecipanti e caffè di benvenuto

    ore 9.30, Saluti Istituzionali:

    • Fondazione Mast

    • Elisabetta Gualmini, Vicepresidente e Assessore al welfare Regione Emilia Romagna

    ore 10, Introduzione ai lavori:

    • Giuliano Barigazzi, Assessore alla sanità e al welfare Comune di Bologna

    ore 10.30-13.30, "Lotta alla povertà e welfare di comunità. Letture, modelli e prospettive a confronto". Intervengono:

    • Maurizio Bergamaschi, Coordinatore del Corso di laurea in servizio sociale – Università di Bologna

    • Roberta Paltrinieri, Coordinatrice del Corso di Laurea Magistrale in Sociologia e servizio sociale – Università di Bologna

    • Tiziano Vecchiato, Direttore Fondazione Zancan Onlus

    • Franco Floris, Direttore Rivista Animazione sociale

    • Vincenza Pellegrino, Docente sociologia dei processi culturali e comunicativi – Università di Parma

    • Giovanni Fosti, Dipartimento di analisi delle politiche e management pubblico – CERGAS Bocconi

     

    ore 13.30-14.30, Pausa pranzo

     

    ore 14.30-17.30, incontro degli operatori del Servizio Sociale Territoriale sullo stato di avanzamento del processo di riordino (riservato agli operatori).

  • 27 Marzo 2018 | Convegni, corsi, conferenze sociali a Bologna... e non solo (aprile 2018) vedi

    sala convegnosala convegno
    Convegni, corsi, conferenze, presentazioni di libri su tematiche sociali a Bologna, e non solo, nel mese di marzo.


    martedì 3 aprile (e anche 10 e 17/4 e 2 e 9/5)
    corso "Dare senso all'esperienza di volontariato"
    a cura di Volabo, Anteas
    dalle 18 alle 21, sede Anteas regionale, via Milazzo 16, Bologna

    mercoledì 4 aprile 2018 (e anche 18/4, 9 e 21/5)
    ciclo di incontri "Nuove adolescenze: quattro incontri per accompagnare i genitori"
    a cura di Comune di Bologna
    ore 17,30, Cappella Farnese di Palazzo d'Accursio, Piazza Maggiore 6, Bologna

    mercoledì 4 aprile (e fno al 15/4)
    Auto aut, Festival regionale contro le mafie
    a cura Fondazione Rocca dei Bentivoglio
    vari eventi e sedi nel comune d Valsamoggia, Unione Terre di Castelli e di Castelfranco (Mo)

    giovedì 5 e venerdì 6 aprile
    seminario di formazione "Impresa sociale e innovazione sociale dopo la riforma del Terzo settore"
    a cura Fondazione Zancan Padova
    sede Fond.Zancan, via Vescovado 66, Padova

    venerdì 6 Aprile 2018
    convegno “L'impatto del gioco d'azzardo in Italia”
    a cura di UniBo, Az.USL Bologna, Cesaf
    dalle 13 alle 17, Aula Zam 2 UniBo, Via Zamboni 32, Bologna

    sabato 7 aprile
    seminario "seminario dal titolo Prendere la parola nei luoghi dell’esilio" (ciclo di incontri Al di là e al di qua dei confini. Sguardi alle radici delle migrazioni contemporanee)
    a cura associazione Diversa/mente
    dalle 9 alle 13,  Centro CostArena, via Azzo Gardino 48, Bologna

    domenica 8 aprile (e fino al 12 maggio)
    ciclo di incontri rivolti a genitori di bambini e ragazzi su tematiche educative (..autonomie, diversità,
    bullismo, adolescenze, comunuicaziione genitori/figli...)
    a cura associazione Piccole mani
    varie sedi ed orari a Granarolo e Castenaso (Bo)

    lunedì 9 aprile
    convegno “Multiservizi, innovative, pubbliche. Il contributo delle Aziende di Servizi alla persona al nuovo welfare di comunità dell’Emilia-Romagna”
    a cura di Cispel, Regione Emilia-Romagna
    dalle 9,15 alle 13, Aula Magna della Regione Emilia-Romagna, via Aldo Moro 30, Bologna

    martedì 10 aprile 2018
    presentazione del "Osservatorio regionale sulla condizione delle persone con disabilità in Emilia Romagna"
    a cura di Forum terzo settore, FISH, FAND, Regione E.Romagna
    ore 11,30, Centro di Documentazione Handicap, Via Pirandello 24, Bologna

    mercoledì 11 aprile (e anche 19 e 26/4 e 2, 3, 9, 10, 16, 17/5)
    seminario "Dati e statistiche" (nell'ambito del ciclo "Le violenze maschili contro le donne")
    a cura UniBo
    ore 17, Dipartimento di Scienze giuridiche, Aula Grande Via Zamboni 22, Bologna

    mercoledì 11 aprile
    incontro "Cultura psicoAttiva: riflessione su uso e abuso di sostanze stupefacenti nella zona universitaria" (nell'ambito diella ressegna Civica2018)
    a cura di Libera, Area15
    ore 18.30, La Bottega dell’Ortica, via Mascarella 30/a, Bologna

    giovedì 12 aprile
    presentazione del volume " “L’aurora delle trans cattive – storie, sguardi e vissuti della mia generazione transgender” (R.Marcasciano, ediz.Allegre)(nell'ambito diella ressegna Civica2018)
    a cura di Libera,  OFF, Libreria Trame, MIT
    ore 19,  OFF, via Testoni 5/a, Bologna

    giovedì 12 aprile
    Inaugurazione della mostra fotografica "Itineraires interieurs. Le abitazioni dei migranti nei campi di Francia e GreciaE e presentazione dell' "Atlas des migrants en Europe. Approches critiques des politiques migratoires"
    a cura Centro Cabral, Alliance Française, Medicins sans frontières
    ore 17, Biblioteca Amilcar Cabral, via San Mamolo 24, Bologna

    venerdì 13 aprile
    convegno ""Relazione di aiuto e terapie non farmacologiche con persone anziane con demenza. L'apporto dell'educatore professionale nel lavoro di equipe"
    a cura di ANEP
    dalle 10 alle 14, Palazzo dei Congressi, Firenze

    venerdì 13 e sabato 14 aprile
    51° Convegno nazionale Seac "La riforma penitenziaria: lo stato della pena. Il progetto nazionale Seac per le misure di comunità"
    a cura di SEAC
    Prima sessione: Carcere di Regina Coeli, Via della Lungara, 29 Roma
    Seconda e Terza sessione: Istituto Maria SS. Bambina, Via Paolo VI, 21 Roma

    lunedì 16 aprile
    seminario "Il registro unico nazionale del terzo settore"
    a cura dui Volabo, Università del volontariato
    dalle 17 alle 19, Centro servizi volbntariato Volabo, via Scipione dal Ferro 4, Bologna

    lunedì 16 aprile
    convegno “Abbattere le barriere della comunicazione per una società inclusiva anche per le persone sorde”
    a cura di FIADDA
    dalle 9,30 alle 13, Assemblea legislativa Regione E.Romagna, Sala G.Fanti, viale Aldo Moro 50, Bologna

    lunedì 16 aprile
    seminario "Reddito di base: realtà o utopia?"
    a cura Unibo
    ore 15, Sala delle Armi, Palazzo Malvezzi, Va Zamboni 22, Bologna

    martedì 17 aprile
    convegno "Binge drinking: valutare la prevenzione. Promuovere l'uso responsabile dell'alcol e approcci di riduzione del danno"
    a cura UniBo, AZ.Usl Bologna
    dalle 13 alle 17, Aula Magna Regione E.Romagna, Via A. Moro 30, Bologna

    mercoledì 18 e fino al 21 aprile 2018
    I 235 Convegni, seminari, workshop a Exposanità 2018
    Fiera di Bologna

    mercoledì 18 aprile
    seminario "Le rotte della sostenibilità" (nell'ambito del Salone della CSR e dell’innovazione sociale)
    a cura Salone della CSR e dell’innovazione sociale
    ore 9, Foyer Teatro Comunale, Largo Respighi 1, Bologna

    giovedì 19 aprile
    convegno "Lotta alla povertà e contrasto alla vulnerabilità sociale: la sfida del welfare comunitario e partecipativo"
    a cura di Comune di Bologna, Servizio sociale territoriale (iscrizioni al completo)
    dalle 9,30 alle 13,30, Fondazione MAST, via Speranza 42, Bologna

    giovedì 19 Aprile 2018
    convegno "Verso una nuova domiciliarità: ambienti di vita assistiti e tecnologie a sostegno della qualità di vita e assistenza alla persona anziana"
    nell'ambito di Exposanità, Fiera di Bologna

    giovedì 19 Aprile
    Seminario "I dispositivi per il controllo ambientale: una novità del nuovo Nomenclatore Tariffario"
    nell'ambito di Exposanità, Fiera di Bologna

    giovedì 19 Aprile
    Seminario "Approfondimento sul Nuovo Nomenclatore, presentazione libro Guida alla Prescrizione delle Tecnologie Assistive"
    nell'ambito di Exposanità, Fiera di Bologna

    giovedì 19 Aprile
    Convegno "Gli ausili tecnologici nel nuovo Nomenclatore"
    a cura di GLIC nell'ambito di Exposanità, Fiera di Bologna

    giovedì 19 Aprile
    Convegno "Cronicità e non autosufficienza"
    nell'ambito di Exposanità, Fiera di Bologna

    giovedì 19 aprile
    incontro ""Storie di vita di migranti: la presentazione del libro con i dati e le storie dello Sportello Immigrati delle Acli di Bologna"
    a cura Acli Bologna
    ore 17, Libreria Mondadori Bookstore, via D’Azeglio 34, Bologna

    venerdì 20 Aprile
    convegno "Gli accessi al pronto soccorso per intossicazioni alcoliche acute"
    a cura di Az.Usl Bologna, UniBo
    dalle 9 alle 14, Sala 417/C, Regione Emilia Romagna, Viale A. Moro 21, Bologna

    venerdì 20 Aprile
    incontro "Promuovere comunità anche per la felicità dei minori"
    a cura di Volabo, Città metropolitana
    alle 17, sede Volabo, via Scipione dal ferro 4, Bologna

    venerdì 20 (e anche 21 e 22) aprile
    Seconda edizione del "Festival dell'Antropologia di Bologna. Tema: immigrazione"
    a cura Rete degli Universitari di Bologna
    66 eventi in vari sedi ed orari: laboratori, workshop, presentazioni di libri, conferenze, spettacoli e altre attività culturali e artistiche

    sabato 21 aprile
    seminario "Al-Anon e le Istituzioni. Le realtà delle Istituzioni ci conoscono, si raccontano e ci raccontano" (tema dipendenze da alcool)
    a cura  Associazione gruppi famigliari Al Anon    
    dalle 9,30 alle 14, sede Opera Marella, via del Lavoro 13, Bologna

    lunedì 23 aprile
    presentazione in musica e parole del libro "Il diario di Anna Frank" (versione in simboli a cura del Centro Documentazione Handicap)
    a cura CDH Bologna
    ore 18, libreria-cafè La confraternita dell'uva, via Cartoleria 20/b, Bologna

    martedì 24 aprile
    incontro "Alla scoperta dei Sinti"
    a cura di Comune Bologna, Q.re Navile, Africa e mediterraneo
    dalle 17,30 alle 20, Centro per l'Infanzia e la famiglia IL CUBO, via Zanardi 249, Bologna

    venerdì 27 aprile
    incontro "La politica della paura" (nell'ambito del ciclo Game of Fears deduicato al tema della paura)
    a cura Istituto di Studi Avanzati dell’Università di Bologna
    ore 10, Palazzo Marchesini, Via Marsala 26, Bologna

    sabato 28, domenica 29 aprile
    Terra equa, Festival del commercio equo e solidale
    ore 10-23, Palazzo Re Enzo, piazza del Nettuno 1, Bologna

  • 26 Marzo 2018 | “Ricci Ri-belli”, le detenute della Dozza diventano parrucchiere vedi

    Carcere BolognaCarcere Bologna
    Un laboratorio pratico e artistico per imparare il mestiere di parrucchiera. Prende il via “Ricci Ri-belli”, il laboratorio pratico/artistico promosso, all’interno della sezione femminile della casa circondariale di Bologna, dall’associazione Artemisia in collaborazione con Orea Malià e l’associazione Kinodromo. “Tra le detenute c’è una forte tendenza a lasciarsi andare, a non curare il proprio aspetto, la femminilità – ha detto Claudia Clementi, direttrice del carcere – Gesti come guardarsi allo specchio al mattino, truccarsi e pettinarsi noi li diamo per scontati, dentro il carcere c’è bisogno di recuperarli: questo progetto è importante perché insegna alle donne a prendersi cura di sé”.

    Il laboratorio coinvolgerà 12/15 detenute, su un totale complessivo di 80 presenti oggi nella casa circondariale femminile. Oltre all’aspetto legato alla bellezza e all’estetica, il progetto punta anche a far acquisire alle partecipanti una professionalità, da spendere una volta uscite. “Il senso di questo progetto non è quello di far passare alle detenute il tempo, non è ricreativo ma è più profondo – ha affermato Massimo Ziccone, responsabile dell’Area educativa della Casa circondariale di Bologna – . Vogliamo far risaltare le parti positive delle persone, che vengono annullate dall’esperienza detentiva”

    Leggi tutto su Redattore Sociale>>

  • 23 Marzo 2018 | “Agenda Urbana per lo sviluppo sostenibile, obiettivi e proposte”. Al Sindaco di Bologna il coordinamento del progetto nelle città Metropolitane vedi

    logo agenda Onulogo agenda Onu
    È consultabile il documento “l’Agenda Urbana per lo sviluppo sostenibile. Obiettivi e proposte”, curato da Asvis - Alleanza per lo sviluppo urbano sostenibile, e Urban@it - Centro nazionale di studi per le politiche urbane. Il documento contiene un’introduzione del presidente dell’Anci che sottolinea come i Comuni accettino la sfida posta dagli Obiettivi (povertà, fame, clima...) per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030 ( leggi in sintesi ) e ripropongano l’esigenza di una Agenda urbana nazionale.  L’impegno dell’Anci in questa direzione è confermato dalla recente attribuzione al sindaco di Bologna Virginio Merola della responsabilità del progetto per la realizzazione dell’Agenda Urbana delle Città Metropolitane per lo sviluppo sostenibile.
    Leggi nel sito ANCI e scarica il documento

  • 21 Marzo 2018 | Casa della Salute Navile, il 24 marzo la festa di inaugurazione vedi

    Casa della saluteCasa della salute
    Sabato 24 marzo inaugura la Casa della Salute Navile con una giornata di festa aperta a tutti i cittadini.
    La Casa della Salute ha aperto le porte lo scorso 5 febbraio in via Svampa 8 (alle spalle di Piazza Liber Paradisus) con l'attivazione dei primi servizi dall'assistenza infermieristica, alla pediatria, al consultorio familiare. Nelle prime settimane di marzo si è completato il trasferimento dei servizi dalle sedi di via Tiarini, via Lame, via Montebello e via Byron, compreso il nuovo punto CUP, che subentra a quello già presente presso il poliambulatorio Tiarini.

    La Festa del 24 marzo si aprirà alle ore 11 con il taglio del nastro e gli interventi delle Istituzioni e proseguirà per tutto il giorno, sino al tardo pomeriggio. Per tutta la giornata si succederanno spettacoli e cori musicali, performance teatrali, proiezione di video, ed interventi mirati di promozione della salute, come la scuola della schiena, test per la prevenzione delle patologie del cavo orale e del volto, la carta del rischio cardio-vascolare, gli esercizi per la memoria, dimostrazioni di primo soccorso, informazioni sull’accesso ai servizi della Casa della salute e del Servizio Sanitario Regionale.

    Consulta il programma completo dell'inaugurazione>>

    Maggiori informazioni sul sito dell'Ausl

  • 19 Marzo 2018 | Abitare solidale, insieme per una comunità più coesa vedi

    logo iniziativalogo iniziativa
    Case oramai troppo grandi perché i figli sono andati via, bisogno di assistenza a superare vecchi gradini ormai diventati barriere architettoniche o semplicemente necessità di avere qualcuno con cui scambiare una parola per riscoprirsi magari ancora utili e in grado di dare un nuovo impulso alla propria vita.
    Questi solo alcuni dei motivi che possono spingere proprietari o affittuari che vivono soli, in prevalenza anziani ma non solo, a voler condividere il proprio spazio abitativo in una nuova dimensione, ospitando qualcuno che si trova in una situazione di temporanea fragilità sociale ed economica in un'ottica di reciproco aiuto e solidarietà, in cui l'ospitalità viene ripagata con un piccolo contributo economico o semplicemente con un aiuto materiale nella gestione della casa o nell'assistenza.
    A far incontrare questa nuova tipologia di "domanda e offerta" a Bologna c'è l'associazione di volontariato Auser che, grazie anche alla collaborazione con il Servizio Sociale Territoriale del Comune di Bologna, proverà a creare nuovi contatti tra soggetti potenzialmente lontani.
    Leggi nel sito del Comune
    Scarica il depliant dell'iniziativa

    Per informazioni sul progetto:

    - Auser, via Gobetti 52/3, Bologna, Tel. 051/63.52.911, e-mail: info@auserbologna.it
    - Sportelli sociali del Comune

  • 15 Marzo 2018 | Dove andare per..., pronta l'edizione 2018 della guida di Bologna per le persone senza dimora vedi

    Conferenza stampaConferenza stampa
    Giunge alla sua decima edizione "Dove andare per…", la guida di Bologna per le persone senza fissa dimora, realizzata e aggiornata dall'associazione Avvocato di strada per dare informazioni a chi vive in strada su dove andare per vestirsi, lavarsi, mangiare, trovare lavoro e assistenza legale.
    La guida rappresenta un utile strumento anche per tutte quelle persone che quotidianamente lavorano nell'ambito dell'esclusione sociale perché mappa tutte le risorse del welfare cittadino sia pubblico che di comunità.

    "La guida è anche qualcosa di più - sottolinea l'assessore al Welfare, Giuliano Barigazzi - perché può aiutare le persone in difficoltà ad aumentare la consapevolezza circa la propria condizione di disagio e a maturare il desiderio e la volontà per superarla, sapendo che non si è soli in questo percorso".
    "Chi vive i disagi della vita di strada – spiega Antonio Mumolo, presidente di Avvocato di strada - impara a (soprav)vivere con quello che gli viene dato. É una lotta quotidiana, fatta di ricerche continue e di piccole conquiste momentanee. Una coperta, un pasto caldo, un riparo dove scaldarsi, per qualcuno è nulla, per altri è la vita. Diventa così essenziale sapere dove andare per nutrirsi, vestirsi, lavarsi, dormire, curarsi, trovare un lavoro"

    La nuova edizione della guida verrà stampata in cinquemila copie e nel corso dell’anno verrà distribuita gratuitamente in stazione, nei centri diurni, nei dormitori, nelle mense per i poveri e in tutti i luoghi frequentati dalle persone senza dimora, grazie al supporto dei Servizi sociali territoriali.
    Le associazioni che vogliono richiedere alcune copie della guida possono richiederle ad Avvocato di strada chiamando lo 051/227143 o mandando una e-mail a info@avvocatodistrada.it
    Nel frattempo è già possibile consultarla in formato pdf>>

  • 14 Marzo 2018 | Contributo baby-sitter: dal 2018 niente più voucher ed erogazione tramite il Libretto Famiglia vedi

    Baby sitterBaby sitter
    Con l'abrogazione dal 1° gennaio 2018 del sistema dei voucher, il voucher per l'acquisto di servizi di baby-sitting cambia nome in "contributo per l’acquisto di servizi di baby-sitting" e viene erogato tramite il Libretto Famiglia.
    Il contributo (conosciuto anche come voucher Fornero) è alternativo al congedo parentale e può arrivare fino a un massimo di 600 euro mensili per un massimo di 6 mesi per i lavoratori dipendenti (anche iscritti alla gestione separata) e 3 mesi per i lavoratori autonomi ed è proporzionato allo stipendio della collaboratrice.

    Con la formula del Libretto Famiglia le mamme beneficiarie - entro 120 giorni dall'accoglimento della domanda da parte di Inps - devono registrarsi alla piattaforma Prestazioni di Lavoro Occasionale e Libretto famiglia, selezionare l'apposita voce del menù a tendina "acquisto di servizi di baby-sitting" e inserire mensimente (entro il giorno 3 di ogni mese) le prestazioni lavorative ricevute in modo che Inps possa procedere al pagamento della baby-sitter.
    La registrazione alla piattaforma Inps Prestazioni di Lavoro Occasionale e Libretto famiglia dovrà essere effettuata anche dalle baby-sitter per poter ricevere il pagamento.

    Maggiori informazioni nella nostra scheda e nella sezione dedicata del Portale Inps.


  • 13 Marzo 2018 | Contributo Bimbobò. A casa dal lavoro col tuo bambino vedi

    giochi per bambinigiochi per bambini
    Prorogata al 30 giugno la data di presentazione delle domande per Bimbobò, il contributo rivolto ai genitori di bambini residenti a Bologna dalla nascita che vogliono usufruire del congedo parentale facoltativo entro l'anno di vita del bambino.
    Serve un ISEE del nucleo non superiore a 25mila euro; il contributo può arrivare anche a 2mila euro nel caso di 5 mesi di congedo usufruito in alternanza da entrambi i due genitori.
    Leggi la notizia nel sito del Comune e scarica il bando

  • 13 Marzo 2018 | Cambia l'orario dello Sportello Informafamiglie vedi

    logo centro famiglielogo centro famiglie
    Lo Sportello Informafamiglie è la porta di accesso ai servizi erogati dal Centro per le famiglie di Asp Città di Bologna, da poco trasferitosi nella nuova sede di via Carracci 59.
    Lo sportello dal 12 marzo è aperto nelle giornate di martedì e giovedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30.
    Visita la scheda informativa sul Centro per le famiglie e consulta i servizi erogati a sostegno della genitorialità-

  • 9 Marzo 2018 | Una web serie sul lavoro dell'assistente sociale vedi

    voltivolti
    Molteplici possono essere le motivazioni e le cause che hanno contribuito a costruire un immaginario pubblico degli assistenti sociali tanto distante dalla realtà (*), ma una ha senza dubbio inciso più delle altre: la mancanza di una dimensione narrativa della professione; la mancanza di storie, di miti, di personaggi e situazioni in cui riconoscersi e in cui gli altri possano riconoscerci.
    La serie web è nata da un'intuizione di COeSO SDS Grosseto e Associazione Storie di Cinema/Scuola di Cinema Grosseto, basandosi anche sul saggio Aiutanti di mestiere di Simone Giusti. Davanti alla macchina da presa docenti e studenti della Scuola di Cinema, corsi di recitazione. Invece, alla regia, i giovani allievi del corso di filmaker coordinati da Francesco Falaschi.
    Le vicende narrate si incentrano sul lavoro quotidiano di due colleghi assistenti sociali, Vincenzo e Maria Chiara, lui navigato e un po’ cinico, lei fresca di studi, inesperta ma tenace e pronta ad imparare.
    I temi toccati nelle sette puntate sono svariati: dalla devianza giovanile alla ludopatia, dalla violenza assistita all’allontanamento di minore, dall’immigrazione alla disabilità, dall’emarginazione degli anziani alle problematiche dell’adozione.
    Scarica le sette puntate e leggi un breve riasunto di ognuna
    Il sito del progetto

    (*) per approfondire il tema:
    - La rappresentazione della assistente sociale nel cinema e nella narrativa
    - Le rappresentazioni del Servizio sociale nei media
    - La rappresentazione dell'assistente sociale: ladra di bambini?
    Segnaliamo anche il film francese del 2015 "A testa alta" disponibile per il prestito alla Biblioteca di Sala Borsa.

  • 8 Marzo 2018 | Emarginazione: storie al femminile vedi

    ospedale psichiatrico anni ospedale psichiatrico anni '30
      8 marzo si, 8 marzo no, 8 marzo se....le posizioni sono variegate, sia nel dibattito politico che fuori da questo. Il tempo inesorabilmente in parte usura le date (25 aprile, 1 maggio...la stessa più giovane Giornata della memoria del 27 gennaio) e rende necessario riattualizzare i temi e le parole che li declinano.
    Al di la di questo, ma anche tenendo presente questo, la realtà dell'emarginazione e del mondo dei servizi e delle politiche sociali che a questa si rivolge, incontra ripetutamente spunti e stimoli legati alle differenze di genere. Stimoli che a volte assumono anche un carattere di peculiarità. Dietro a questo le storie personali; di bambine, di ragazze, di donne giovani e meno giovani.
    In questo otto marzo 2018 diamo spazio alle immagini, con tre video che toccano alcune delle realtà, per motivi differenti,  più difficili dell'emarginazione "al femminile": le donne rom, il carcere, l'ambito della salute mentale.

    Prendere la parola: donne rom si raccontano
    Le donne rom vivono, loro malgrado, la condizione di minoranza nella minoranza: perché sono rom e perché sono donne. Dopo anni fianco a fianco all'interno della bottega di stireria e sartoria Taivè, voluta da Caritas Ambrosiana, abbiamo imparato a conoscerle meglio. Attorno alle macchine da cucire si ritrovano donne con storie, prospettive e idee che faticano a trovare ascolto.

    Il loro Natale, storie di donne legate al mondo del carcere
    "Il loro Natale" è un film documentario diretto da Gaetano Di Vaio e narra le storie di donne legate al mondo del carcere. Mogli, mamme e figlie di persone recluse, che si ritrovano da sole a fronteggiare le difficoltà quotidiane legate alla sopravvivenza, di provvedere a se stesse, ai propri figli e ai congiunti detenuti.

    Di Passaggio
    Spettacolo teatrale tratto dal volume "Passaggio a Trieste" di Fabrizia Ramondino,  Einaudi, 2000
    Raccontare il dramma dell'esperienza manicomiale in modo "leggero" non è semplice.

  • 8 Marzo 2018 | Vacanze disabili 2018. Dal 12 marzo parte il bando per i soggiorni collettivi e le vacanze con operatore vedi

    spiaggiaspiaggia
    Rispetto ad alcune decine di anni fa la logica delle vacanze per le persone disabili si è completamente ribaltata: da tanti in pochi posti (colonie, soggiorni...) a pochi in tanti posti (Italia, estero, mare, montagna, città, viaggi, trekking...) con tanta informazione disponibile sul turismo accessibile.
    Anche per il 2018 è al via il primo dei bandi dedicati alle vacanze per le persone con disabilità. Si riferisce a soggiorni di sollievo di gruppo, organizzati da soggetti del terzo settore, e a vacanze organizzate in autonomia dalla persona disabile con un operatore di appoggio regolarmente retribuito.
    Il secondo Bando, per le vacanze  con la famiglia o in autonomia e relativo contributo forfettario, uscirà successivamente.
    Il criterio per accedere a questo primo bando è l'essere persone disabili adulte (tra i 18 e i 64 anni) in carico al  servizio USSI disabili adulti della Azienda USL Bologna. Una quota di contributi è anche riservata a minori disabili (14-17 anni) in carico ai servizi di Neuropsichiatria dell'Az.Usl Bologna.
    Le domande si presentano su apposito modulo tra il 12 marzo e il 12 aprile per il tramite dei soggetti organizzatori dei soggiorni collettivi e/o presso gli Sportelli sociali per le vacanze organizzate in autonomia.
    Consulta la scheda informativa nel sito dello sportello sociale
    (fonte redazione servizi e sportelli sociali)

  • 3 Marzo 2018 | Per un voto maggiormente autonomo delle persone con disabilità vedi

    logo elezionilogo elezioni
    Si sposta più in alto "l'asticella del rapporto tra disabiliità e voto elettorale". Buon segno. Dati per scontati alcuni servizi che ormai sono consolidati nella nostra città da anni, per favorire il voto delle persone non autosufficienti ( leggi la ns scheda apposita ) in questa vigilia elettorale arrivano dalle associazioni altre proposte. Rendere il voto non solo accessibile, ma “indipendente” anche per chi ha una disabilità: è la richiesta che arriva sopratutto dalle associazioni che si occupano di cecità (Uici, Blidsight project), per le quali è urgente superare la modalità del voto “assistito”, oggi l'unico possibile per chi ha una disabilità visiva. Anche da parte di Anffas arriva la richiesta di rendere non solo il voto, ma anche il materiale informativo e divulgativo accessibile e comprensibile anche a chi ha una disabilità intellettiva: a questo scopo, Anffas ha elaborato un apposito “kit” e Aipd ha realizzato una “guida in linguaggio semplificato”.
    (fonte superabile.it)






  • 28 Febbraio 2018 | Inaugurato il cohousing l'Oasi, un progetto di vita indipendente per le persone con disabilità vedi

    Locandina inaugurazioneLocandina inaugurazione
    Ha preso il via il cohousing l'Oasi, un progetto di vita indipendente per le persone con disabilità.
    Nato dalla collaborazione tra Azienda USL Distretto di Bologna, ASP Città di Bologna e Comune di Bologna, il progetto si pone l'obiettivo di offrire opportunità abitative in grado di valorizzare l'autonomia della persona con disabilità garantendo pari opportunità, dignità e riservatezza. Il tutto anche grazie ad un intervento di accompagnamento educativo sostenuto dai contributi per progetti di vita indipendente riconosciuti dalla Regione Emilia Romagna a Comune e Ausl di Bologna.

    ASP Città di Bologna ha così scelto di mettere a disposizione di questo percorso un intero stabile in via Barozzi, adiacente al centro storico di Bologna e alla stazione ferroviaria, costituito da 7 appartamenti e da ampi spazi comuni che potranno essere gestiti in modo condiviso dagli abitanti.
    Il progetto di cohousing si avvale del supporto educativo di AIAS (Associazione Italiana Assistenza Spastici), soggetto gestore con grande esperienza appositamente selezionato dall’Azienda USL. AIAS avrà soprattutto il compito di mettere insieme le risorse e i bisogni delle diverse persone che hanno scelto questo percorso, prospettando ed agendo soluzioni personalizzate e promuovendo percorsi virtuosi per tutti i soggetti coinvolti, nel dichiarato intento di promuovere una convivenza stabile nel tempo tra persone con disabilità, in una esperienza abitativa improntata a criteri di ottimizzazione delle risorse assistenziali nonché di quelle ambientali ed energetiche.

    Lo stabile è stato inaugurato il 28 febbraio alla presenza di Giuliano Barigazzi, Assessore Sanità e Welfare Comune di Bologna; Rosa Amorevole, Presidente Quartiere Santo Stefano; Chiara Gibertoni, Direttore Generale AUSL; Gianluca Pizzi, Presidente AIAS; Gianluca Borghi, Amministratore unico ASP Città di Bologna.

    Leggi l'articolo che l'agenzia redattoresociale dediuca al progetto
    (Fonti. asp bologna., redattoresociale)

  • 27 Febbraio 2018 | Un incontro sul Piano di zona 2018/20 e il Servizio Sociale Territoriale unitario del Comune di Bologna vedi

    logo pdzlogo pdz
    L’Ufficio di Piano e Servizi Sociali Territoriali del Comune di Bologna, in collaborazione con Volabo, propone un incontro rivolto alle organizzazioni non profit del territorio, per presentare l’attuale sistema di Riordino dei Servizi socio-assistenziali e socio-sanitari e il percorso di partecipazione che partirà a breve per definire gli obiettivi e i progetti del Piano di zona per la salute e il benessere sociale 2018-2020.
    Il profondo cambiamento sociale, economico e demografico che da tempo stiamo attraversando, sta portando una trasformazione anche nei bisogni dei cittadini e alla necessaria evoluzione delle risposte, sempre più personalizzate e multidimensionali, in sinergia con le risorse della comunità e rafforzando le potenzialità individuali degli stessi utenti.
    Il seminario sarà l’occasione, partendo dal quadro socio-economico del nostro territorio e dalle politiche di sviluppo e di welfare di comunità del Comune di Bologna, per aggiornare sulle azioni portate avanti dall’Ufficio di Piano e per aprire un primo confronto sulla costruzione di percorsi di risposta per il sostegno ai cittadini più fragili e vulnerabili, con le organizzazioni attive nel welfare.
    L'incontro, tenuto da da Chris Tomesani, Responsabile Ufficio di Piano e servizio sociale territoriale del Comune di Bologna, si terrà mercoledì 7 marzo 2018, dalle ore 18,00 alle 20,30 presso la sede di Volabo, via Scipione dal ferro 4 (zona via Libia).

    Per approfondire il tema del riordino del Servizio sociale territoriale consulta la sezione Gorvernance e programmazione del sito servizi e sportelli sociali.
    Per il tema del Piano di zona e della programmazione più in generale consulta la sezione Programmazione del sito servizi e sportelli sociali.

  • 26 Febbraio 2018 | Convegni, corsi, conferenze sociali a Bologna... e non solo (marzo 2018) vedi

    sala convegnosala convegno
    Convegni, corsi, conferenze, presentazioni di libri su tematiche sociali a Bologna, e non solo, nel mese di marzo.



    giovedì 1 marzo
    Zero Discriminazione - libreria umana per conoscere e conoscersi
    Centro sociale A.Montanari, ANCeSCAO e Comune di Bologna
    ore 15.30-17, Centro Montanari, via Saliceto 3/21, Bologna

    sabato 3 marzo
    I Disturbi del Comportamento Alimentare: una patologia del nostro secolo
    Comune di Bologna, Face Onlus, Fanep Onlus, Istituto Farlottine
    ore 10-12, Istituto Farlottine, via della Battaglia 10, Bologna

    sabato 3 marzo
    Burocrazie dell'aiuto: analisi e criticità delle procedure per l’attribuzione della protezione internazionale
    Associazione Diversa/mente
    ore 9-13, Centro CostArena, via Azzo Gardino 48, Bologna

    martedì 6 marzo (e altre 7 date fino all'8 maggio)
    primo incontro del corso di formazione "In-Formarsi 2018" ( corso dedicato a volontari, assistenti familiari e familiari di persone affette da demenza)
    a cura ass.ne Non perdiamo la testa
    ore 15,30,  sede "Non perdiamo la testa",  via Mazzini 6, Bologna

    mercoledì 7 marzo
    seminario per assistenti sociali "Comunità professionale a confronto per affrontare le sfide del servizio sociale professionale"
    a cu Ass.naz.assistenti sociali,sede E.Romagna
    dalle 15 alle 18, Sala Falcone/Borsellino Q.re Borgo Reno, via Battindarno 123, Bologna

    giovedì 8 marzo
    Il Reddito di Inclusione
    Anci Emilia Romagna
    ore 9.30-16.30, sala Platino, viale Aldo Moro 66

    giovedì 8 e venerdì 9 marzo
    Alterità e differenza: corpi da paura (Rassegna Games of fears)
    a cura di Istituto di Studi Avanzati Università di Bologna
    ore 9 Palazzo Marchesini, Via Marsala 26, Bologna

    venerdì 9 marzo
    incontro "Welfare aziendale,  un’opportunità per migliorarsi"
    a cura RS Centro Servizi Rieducatore Sportivo
    alle 14,30, FICO Eataly World, Via Paolo Canali, 8,  Bologna

    sabato 10 marzo
    incontro "Narrazioni cruente" (rassegna DISumanità: aggressività, odio, violenza nella realtà contemporane)
    a cura di Centro Psicoanalitico di Bologna e Biblioteca Salaborsa
    ore 16.30, Auditorium Enzo Biagi di Salaborsa, p.Nettuno 3, Bologna

    sabato 10 marzo
    "Malattie rare: formazione, informazione ed ascolto in Emilia-Romagna"
    a cura di Regione Emilia Romagna
    ore 9-15.30 - Istituto Codivilla-Putti, Via di Barbiano 1/10, Bologna

    sabato 10 marzo
    incontro "Sul far comunità: narrazioni, riflessioni e letture al PraT"
    a cura Teatro del Pratello, Ist.GF.Minguzzi
    alle 9,30 alle 13,15 (segue pranzo insieme), PraT teatri comunità, via del Pratello 53, Bologna

    lunedì 12 marzo
    presentazione del volume "Alla fine della vita" (M.Barbagli, Il Mulino)
    a cura Il Mulino
    ore 18, Libreria Coop Ambasciatori, vio Orefici 19, Bologna

    martedì 13 marzo
    Gestire l'utenza problematica
    Anci Emilia Romagna
    ore 9.30-16.30, sala convegni Anci Emilia Romagna, viale Aldo Moro 64

    martedì 13 marzo
    Convegno "Probation e messa alla prova negli Uffici Esecuzione Penale Esterna dell’Emilia  Romagna: una ricerca per riflettere"
    a cura Min.Giustizia, UniBo, UniPr, Ordine Ass.sociale, Regione E.Romagna
    dalle 9 alle 16,30, Regione E.Romagna, Sala Poggioli, Viale della Fiera 8, Bologna

    mercoledì 14 marzo (anche 21 e 28)
    corso di fornazione "La gestione del conflitto"
    a cura di Volabo, Università della strada
    dalle 18 alle 21, Volabo, via Scipione dal ferro 4, Bologna

    mercoledì 14 marzo
    incontro "Donne del sud del mondo. uno sguardo antropologico su mutilazioni, diritti e identità culturale"
    a cura Centro Donati
    ore 21, UniBo, Aula 1, via del Guasto angolo Via Zamboni 32, Bologna

    venerdì 16 marzo
    Carta dei diritti responsabili della persona anziana fragile – Un percorso di ascolto attivo nel territorio metropolitano bolognese
    Tavolo fragilità Regione Emilia Romagna
    ore 9-14, Centro Montanari, via Saliceto 3/21, Bologna

    lunedì 19 marzo ( e fino al 26)
    Settimana della Legalità a Bologna (varie iniziative)
    a cura Regione E.Romagna

    lunedì 19 marzo
    incontro "L'azzardo non è un gioco"
    a cura di Comune Bologna, CTSS, Asl Bologna
    ore 17, Sede Arci Mauro Trigari, via Bertini 9/2, Bologna

    martedì 20 marzo
    convegno internazionale “United in diversities e similarities. L'impegno interculturale per contrastare la discriminazione verso genere e colore della pelle"
    a cura UniBo, Making Europe Educazione
    dalle 9,30 alle 17, Aula Magna del Dipartimento di Scienze dell'Educazione, via Filippo Re 6, Bologna

    martedì 20 marzo
    seminario "Riqualificazione urbana-umana: mediazione e gestione sociale per città delle persone"
    a cura di  Rete D.N.A.(Dialogo-Negoziazione-Ascolto), Mediattivi
    dalle 9,30 alle 16,30,  Regione E.Romagna terza torre, Sala 20 Maggio 2012, via della Fiera 8, Bologna

    martedì 20 marzo
    Economia circolare: dalla teoria alla pratica
    Università di Bologna, Campus di Forlì
    ore 14-19, viale Corridoni 20, Forlì

    mercoledì 21 marzo
    seminario "Educazione alla cittadinanza e beni comuni"
    a cura Regione E.Romagna
    ore 10, Spazio Battirame, via Battirame 11, Bologna

    giovedì 22 marzo
    corso di formazione "Le politiche di cura a favore della fragilità e della non autosufficienza"
    a cura di Caldarini&Associati
    dalle 9 alle 16,30, Zanhotel Europa, via Cesare Boldrini 11, Bologna

    giovedì 22 marzo
    presentazione del volume "La vita non finisce con la diagnosi" (di Letizia Espanoli)(nell'ambito del progetto semte-mente sul tema delle demenze)
    a cura Coop Elleuno
    ore 20.30, Cra Virgo Fidelis, via Dino Campana 57, Bologna

    giovedì 22 marzo
    convegno "Rappresentazioni sociali della violenza di genere: femminicidio"
    a cura UniBo Dip. scienze politiche e sociali
    dalle 9,30 alle 18,30, Aula Poeti, Palazzo hercolani, strada Maggiore 45, Bologna

    venerdì 23 marzo
    incontro formativo "Cura e stili genitoriali nelle famiglie della migrazione"
    a cura Centro RIESCO Comune Bologna
    dalle 15 alle 17, Centro RiESco, via Ca' Selvatica 7, Bologna

    sabato 24 marzo
    Perché innamorarsi dei bambini che odiano. Incontro sul tema dell'adozione
    Associazione Kairos
    ore 15, Borgo dei servizi, via San Donato 74, a Granarolo Emilia (Bologna)

    sabato 24 marzo
    La sofferenza dei richiedenti asilo tra clinica e burocrazia
    Associazione Diversa/mente
    ore 9-13, Centro CostArena, via Azzo Gardino 48, Bologna

    domenica 25 marzo
    giornata d'incontro "Crocevia di culture: danze, musica, immagine"
    a cura Centro interculturale Zonarelli
    dalle 15,30 fino a sera, Centro Zonarelli, via Sacco 14, Bologna

    martedì 27 marzo
    incontro "L'azzardo non è un gioco"
    a cura di Comune Bologna, CTSS, Asl Bologna
    ore 15, Sede Centro Sociale Ruozzi, via Castelmerlo 13, Bologna

    giovedì 29 marzo (e anche 5-12-19-26 aprile)
    corso di formazione "Diventare amministratore di sostegno"
    a cura Progetto Sostengo, Città Metropolitana, Ist.Minguzzi, Volabo, UniBo, Fond.Dopo di noi, Tribunale di Bologna
    dalle 17,30 alle 20, sala riunioni Osp.S.Salvatore, via E.Palma 1, S.Giovanni P.(Bo)

  • 26 Febbraio 2018 | Piano freddo. Operatori in strada anche all'alba per intercettare le persone fragili vedi

    senza dimorasenza dimora
    Dal 26 febbraio fino a domenica 4 marzo gli operatori in servizio nell'ambito del Piano freddo del Comune di Bologna usciranno ogni mattina all'alba dalle 5.30 alle 9.30 per intercettare le persone che si trovano in strada in queste giornate di temperature particolarmente rigide. Si tratta di un rafforzamento del lavoro quotidiano che già negli ultimi giorni si è intensificato con l'uscita quotidiana dei servizi di strada e la messa a disposizione di 30 posti in più nelle strutture di accoglienza.
    La nuova organizzazione, per cui è indispensabile la stretta collaborazione in atto con ARPAE, prevede anche un rinforzo dell'equipe dell'Help Center in Stazione per ottimizzare al massimo il raccordo con le strutture, recuperare coperte e altro materiale per le uscite dei servizi di strada.

    Tutte le informazioni sul Piano Freddo nella nostra scheda >>

  • 22 Febbraio 2018 | Comunicazione. L'AGCOM richiama al rispetto della dignità umana e alla prevenzione dell’incitamento all’odio vedi

    Esaminati i dati di monitoraggio sul pluralismo politico/istituzionale in televisione forniti dalla società Geca Italia S.r.l. relativi al periodo 29 gennaio-4 febbraio 2018 pubblicati sul sito dell’Autorità delle comunicazioni AGCOM e relativi ai notiziari e ai programmi di approfondimento diffusi da diverse testate giornalistiche si evince che la trattazione di casi di cronaca relativi a reati commessi da immigrati extra-comunitari, appare orientata, in maniera strumentale, ad evidenziare un nesso di causalità tra immigrazione, criminalità e situazioni di disagio sociale e ad alimentare forme di pregiudizio razziale nei confronti dei cittadini stranieri immigrati in Italia,contravvenendo ai principi di non discriminazione e di tutela delle diversità etniche e culturali che i fornitori di servizi media audiovisivi sono tenuti ad osservare nell’esercizio dell’attività di diffusione radiotelevisiva. Rilevato che nei notiziari e nei programmi di approfondimento si registra una situazione non coerente con i principi fondamentali del Testo unico e con i criteri dell’atto di indirizzo di cui alla delibera n. 424/16/CONS, l’Autorità richiama i fornitori di servizi media audiovisivi e radiofonici nei programmi di informazione e di intrattenimento all’effettivo rispetto dei diritti fondamentali della persona e ad avere particolare riguardo alle persone a rischio di discriminazione, vietando forme di informazione e comunicazione di incitamento o incoraggiamento all’odio e alla discriminazione razziale, così come delineato nell’atto di indirizzo di cui alla delibera n. 424/16/CONS. Delibera n. 46/18/CONS.
    Leggi nel sito dell'AGCOM

     

  • 22 Febbraio 2018 | Lai-Momo e Africa e Mediterraneo mettono in rete la più grande collezione di fumetti, disegni e illustrazioni africane vedi

    fumetto disneyfumetto disney
    Arriva in rete www.africacomics.net, la più grande collezione di fumetti, disegni e illustrazioni africane. Una ricca raccolta che attraversa tutto il continente e che è racconto colorato, vivido e intenso di un mondo da sempre presente nel nostro immaginario occidentale. Ma grazie alle immagini realizzate dalle mani di chi lo abita, per la prima volta è possibile entrare dentro il dolore, le contraddizioni, i sogni e l’allegria di questa terra, guardandola con gli occhi di chi la vive. Una collezione unica nel suo genere, che si snoda tra guerre, storie di rinascita, immaginario collettivo e fame. Sono 2500 i disegni, provenienti da 32 Paesi africani, scansionati e messi in rete sul sito africacomics.net per essere consultati gratuitamente. All’interno del sito è possibile fare ricerche in inglese, cercando per nomi, per argomenti, ma anche per illustratore, per sceneggiatore e per paese.
    Leggi tutto su bandieragialla.it

  • 21 Febbraio 2018 | Canone Rai: aumenta il limite di reddito per esenzione a favore degli anziani vedi

    Canone RAICanone RAI
    "E' stato firmato da parte del ministro dell'Economia e del ministro dello Sviluppo economico il decreto per l'aumento della fascia di reddito di esenzione del canone Rai per gli over 75" così ha dichiarato il Presidente del Consiglio Gentiloni intervenendo ad una conferenza stampa nella giornata del 19 febbraio.
    Il Decreto porta a 8.000 euro il tetto di reddito che consente l'esenzione dal pagamento del canone per coloro che abbiano compiuto 75 anni e che ad oggi erano circa 115mila. Il limite precedente era di 6.714 euro. Si prevede in questo modo di raggiungere un bacino di ulteriori 235mila persone.

    Tutte le informazioni utili sull'esenzione del canone Rai nella nostra scheda>>

  • 21 Febbraio 2018 | Persone disabili che diventano anziane vedi

    disabile anzianodisabile anziano
    Il tema dell’eventuale trasferimento delle persone con disabilità che abbiano raggiunto i 65 anni dalle strutture dedicate ai disabili a quelle per anziani è stato al centro del dibattito negli ultimi mesi. L'agenzia stampa radattoresociale, l'unica agenzia stampa italiana specifica sui temi del sociale e dell'emarginazione, ha seguito da vicino il dibattito dando conto delle prese di posizioni nelle varie Regioni e dell'avviio della attività ispettiva nelle strutture residenziali per disabili, iniziata già a dicembre nella provincia di Cremona, che è stata affidata (...scelta certamente emblematica, ndr) al Garante nazionale dei diritti delle persone detenute.
    Riportiamo qui i sommari dei contributi di redattoresociale ed i relativi link:

    Disabili over 65, in Emilia-Romagna confronto e nessun obbligo di trasferimento
    Il tema dell’eventuale trasferimento delle persone con disabilità che abbiano raggiunto i 65 anni dalle strutture dedicate ai disabili a quelle per anziani è stato affrontato dalla Regione Emilia-Romagna e discusso anche attraverso il confronto con le parti sociali.  Non esiste nessuna norma che preveda l’obbligo di trasferimento, un principio che la Regione ha ribadito anche nella Delibera sul Dopo di noi (Dgr 733/2017) in cui a pagina 14 si legge: “Al compimento del 65esimo anno di età le persone con disabilità, beneficiari delle misure a valere sul fondo della legge 112/2016 dovranno continuare a beneficiarne in continuità con il loro progetto di vita. I comuni e Ausl dovranno dunque assicurare continuità di intervento, evitando revisioni del progetto individuale basate esclusivamente sul criterio anagrafico, quali il trasferimento in strutture per anziani al compimento del 65esimo anno di età”.

    Disabili over 65, in Toscana si può scegliere di non andare nelle strutture per anziani
    Una misura, spiegano dall’assessorato alle politiche sociali, che serve a mantenere le persone disabili nell’ambiente in cui sono vissute, sempre però entro i limiti dell’appropriatezza del percorso

    Disabili over 65, in Sicilia è "deregulation"
    In mancanza di una precisa regolamentazione in materia, ogni realtà opera in maniera diversa. Lirosi (Coresam): “Il problema è ancora più ampio per la sopravvivenza delle realtà perché non è ancora operativo il piano socio-integrato per le comunità alloggio”

    Disabili over 65, il Veneto evita il trasferimento nei centri per anziani
    Le persone con disabilità “over 65” prese in carico dalla rete dei servizi della Regione sono oltre 900. Di queste, 590 sono in regime residenziale, 114 in regime semiresidenziale e 239 con impegnativa di cura domiciliare. In partenza la sperimentazione annuale per la permanenza in strutture per disabili già ospitanti

    Disabili over 65, nelle Marche il nodo del trasferimento nelle strutture per anziani

    Una panoramica del Gruppo Solidarietà su numeri e normative: "La regione Marche sta elaborando i nuovi requisiti dei servizi sociali, sociosanitari e sanitari e può essere questa l’occasione per vietare la possibilità che al compimento dei 65 anni si venga dimessi e trasferiti in strutture per anziani”

    Residenze per disabili, visite a sorpresa per scongiurare la segregazione

    Al via da marzo le visite a campione del Garante nazionale dei diritti delle persone detenute, a cui è stato assegnato il compito di monitorare le strutture per persone disabili. Oltre 13 mila le strutture mappate con 220 mila ospiti fra anziani non autosufficienti e persone disabili. Palma: “Garantire il più possibile il diritto di scelta”. Leggi nel sito della Comunità di Capodarco

  • 16 Febbraio 2018 | Ritornano i finanziamenti statali per abbattere le barriere architettoniche. Ancora numerosi passaggi per l'iter legislativo e amministrativo vedi


    planimetrie edificoplanimetrie edifico
    “Un importante riparto per l’eliminazione delle barriere architettoniche è stato approvato oggi in sede di Conferenza Unificata”, dichiara Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni. “Si tratta di 180 milioni che andranno alle Regioni per favorire il superamento delle barriere architettoniche e in particolare negli edifici privati (lg.13/89). E’ una battaglia di civiltà e una misura fortemente voluta insieme al Governo, che ha inserito queste risorse nella legge di Bilancio". Questi fondi coprono buona parte dei fabbisogni inevasi fino al 2017, segnalati negli ultimi mesi dalle Regioni al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
    Le Regioni ripartiranno a loro volta queste risorse verso i Comuni. E’ da sottolineare come la legge non venisse più rifinanziata da oltre quindici anni, nonostante i continui richiami dei cittadini e delle loro associazioni (da notare che la Regione E.Romagna ha ovviato a questo fin da subito, mettendo a disposizione propri fondi con la legge regionale 24/01).
    Ovviamente saranno necessari tutti i tempi tecnici prima che tali finanziamenti siano concretamente disponibili nelle casse dei Comuni (firma del decreto, sua pubblicazione, trasferimento dei fondi alle Regioni, tutte le azioni degli Uffici regionali e comunali relativi alle domande eventualmente non finanziate fino al 2017). Tempi che non si prospettano brevi.
    Leggi tutto nel sito della rete dei Caad compresi i vari link di approfondimento segnalati

  • 14 Febbraio 2018 | Reddito di Solidarietà: in quattro mesi 11mila domande. Il picco a Bologna e Modena vedi

    Banner RESBanner RES
    Dopo quattro mesi di applicazione sono 11mila in tutta la regione le domande presentate per avere il Res, il Reddito di solidarietà introdotto dalla Regione Emilia-Romagna, con una media di 93 domande per ogni giorno lavorativo.
    E' quanto emerge dall'ultima elaborazione realizzata dall'Università di Modena e Reggio-Emilia relativamente al periodo dal 18 settembre scorso al 18 gennaio di quest'anno. A livello territoriale, il maggior numero di domande si registra nella provincia di Bologna (2.346 domande su 482.861 famiglie residenti), segue l'ambito provinciale di Modena  (1.533 domande su 300.584 famiglie).

    Riguardo al profilo di coloro che richiedono il Res, le informazioni di dettaglio restano per ora quelle relative a due mesi fa. I richiedenti si dividono pressoché alla pari fra uomini (50,6%) e donne (49,4%) e nella gran parte dei casi (69%) senza minori a carico. A conferma di come la misura regionale, pur avendo parametri reddituali differenti, affianchi e integri quella nazionale (Reddito di inclusione), allargandone la platea dei destinatari.
    Se il Reddito di Inclusione infatti si rivolge a famiglie con figli minori o disabili e ai nuclei, anche unipersonali, dove sia presente un over 55 disoccupato, il Res amplia la platea anche ai singoli e a tutte le coppie senza figli minori sotto ai 55 anni di età, nonché a tutti i cittadini stranieri con permesso di soggiorno non di lungo periodo.

    Per maggiori informazioni è possibile consultare le nostre schede informative:
    Res - Reddito di solidarietà (misura regionale)
    Rei - Reddito di inclusione (misura nazionale)

    (Fonte: sociale.regione.emilia-romagna.it, redazione sportelli sociali)

  • 12 Febbraio 2018 | Riforma del terzo settore: un incontro con Alessandro Lombardi, direttore del terzo settore presso il Ministero del lavoro vedi

    Convegno ForumConvegno Forum
    "Terzo settore. Che forma prende la Riforma". E' questo il titolo di un incontro promosso dal Forum Terzo Settore Emilia Romagna per fare il punto sulla Riforma del Terzo Settore interloquendo con Alessandro Lombardi, Direttore Generale dell'Ufficio Terzo Settore presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

    L'appuntamento è per martedì 20 febbraio dalle ore 10.00 presso il Mercato Sonato, in via Tartini 3, a Bologna.

    Dopo l'intervento di Lombardi, in programma una Tavola rotonda con gli interventdi di:
    Federico Alessandro Amico, Portavoce Forum Terzo Settore Emilia Romagna;
    Elisabetta Gualmini, Vice Presidente della Regione Emilia Romagna;
    Maurizio Mumolo, Direttore del Forum Nazionale del Terzo Settore;
    Alberto Bellelli, coordinatore welfare ANCI Emilia Romagna e sindaco di Carpi;
    Marina Balestrieri, segreteria CGIL Emilia Romagna.

    Per informazioni: info@forum3er.it

  • 8 Febbraio 2018 | Diventa volontario per un giorno: il 24 febbraio torna la colletta alimentare vedi

    targa emporiotarga emporio
    Sabato 24 febbraio 2018 alcuni punti vendita Nordiconad di Bologna ospiteranno una raccolta di beni di prima necessità per sostenere gli Empori Solidali di Case Zanardi, il Banco di Solidarietà, le Cucine Popolari, la Mensa dell’Antoniano e quella dell'Opera Padre Marella.
    Per aderire ed aiutare nella raccolta dei beni alimentari, anche solo per alcune ore nella giornata, basta compilare il modulo online. Leggi su bandieragialla.it

  • 8 Febbraio 2018 | Elezioni politiche del 4 marzo e persone con difficoltà nell'esercizio del voto vedi

    scheda elettoralescheda elettorale
    In vista del turno elettorale del 4 marzo p.v. sono attivati vari servizi ed interventi per facilitare il diritto di voto alle persone con difficoltà nell'esercizio del voto, disabili e anziani in primis. Il Comune di Bologna rende disponibili nel suo sito, nella sezione Partecipazione e diritti, alcune pagine specifiche in materia.
    In particolare, poichè legati a scadenze, segnaliamo:
    - nel caso si richieda il voto domiciliare è necessario attivare la procedura preventivamente (entro il 12/2).
    - se si desidera votare assistiti da una persona esistono varie casistiche, compresa quella di produrre una certificazione dell'Ausl che, ovviamente, va richiesta per tempo (per rendere più agevole l'esercizio del diritto di voto, le ASL rafforzeranno il servizio di rilascio dei certificati di accompagnamento e dell'attestazione medica).
    Attivate anche le informazioni per:
    - il servizio di trasporto ai seggi. Le modalità e tempi di prenotazione sono diversificate a seconda della necessità di trasporto con mezzi attrezzati o ambulanza. E' utile informarsi per tempo e prenotare entro le date stabilite (Per il trasporto con mezzi attrezzati entro il 1/3, per il trasporto in ambulanza si prenota invece nelle giornate del 2,3,4 marzo)
    Leggi la scheda nel ns sito con tutte le informazioni

  • 8 Febbraio 2018 | 1 marzo. Scadono i bandi lg.13/89 e Lg.29/97 su barriere architettoniche, acquisto/adattamento auto disabili, acquisto attrezzature/arredi/tecnologie disabili vedi

    logo casa disabililogo casa disabili
    Come ogni anno scade il 1 marzo il termine per la presentazine delle domande dei bandi citati: quello sugli interventi di abbattimento barriere negli edifici residenziali e quello relativo ai contributi previsti dalla legge regionale 29/97 sia per acquisto o adattamento veicoli per persone disabili (trasportati o guidatori) che per acquisto di attrezzature, arredi, tecnologie utili per l'autonomia a domicilio o per affettuare attività di studio/lavoro/riabilitazione altrimenti impossibili da svolgere fuori dal domicilio.

    Informazioni presso gli sportelli sociali (per barriere a arredi/tecnologie anche presso lo Sportello del CAAD). Le domande vanno presentate su apposita modulistica, presso gli sportelli sociali

    Le tre schede informative nel ns sito (quali spese finanziabili, chi può accedere ai bandi, quali documneti allegare...):
    - Contributi per opere finalizzate al superamento e all'eliminazione delle barriere architettoniche (Legge 13/89)
    - Contributi per l'acquisto di attrezzature ed altri interventi che favoriscano la permanenza nella propria abitazione delle persone disabili gravi (LR 29/97, art.10)
    - Contributo per l'acquisto e/o l'adattamento di veicoli privati destinati a disabili (LR 29/97, art.9)

  • 6 Febbraio 2018 | La scelta di Bologna: i quartieri, culle di welfare vedi

    logo partecipazionelogo partecipazione
    Nati storicamente come centri di raccolta delle istanze politiche e sociali dei cittadini, i quartieri bolognesi, nell’ultimo decennio, hanno progressivamente perso molte funzioni gestionali poichè ricollocate a livello centrale, accentuando i propri poteri consultivi e di rappresentanza e caratterizzandosi come luoghi della partecipazione, atti, pertanto, a promuovere anche con l'ausilio di nuove modalità sociali e tecnologiche, la presenza e il coinvolgimento della cittadinanza e di tutte le realtà del territorio. Un lungo articolo del sito nuovowelfare.it dedicato alla riforma dei quartieri, alla riorganizzazione del Servizio sociale territoriale, alla prospettiva del lavoro di comunità.

  • 1 Febbraio 2018 | Concorso di idee E-Care. Al via la settima edizione vedi

    volto anzianovolto anziano
    Sono sette, con quella del 2018, le edizioni del "Concorso di idee e-Care", il bando finanziato attraverso il FRNA (Fondo Regionale per la Non Autosufficienza) e rivolto ad associazioni del Terzo settore - volontariato, promozione sociale, libere forme associative e cooperative - per ottenere un contributo da utilizzare in progetti di sostegno a favore della popolazione anziana fragile residente nei territori dell'AUSL di Bologna.
    Il bando è aperto dal 5 febbraio al 14 marzo e sarà presentato il 12 febbraio (9,30-13,00) in un incontro pubblico presso l'Area Monumentale Roncati, Aula delle Colonne, in via S.Isaia 94 a Bologna.
    L'obiettivo, come nelle sei precedenti edizioni, è supportare la fragilità e prevenire la non autosufficienza. Il Concorso, organizzato dall’Azienda Usl di Bologna e da CUP2000, si svolge grazie a un finanziamento della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria di Bologna.
    Leggi tutto nel sito dell'Az.Usl Bologna

  • 31 Gennaio 2018 | Contrasto alla povertà e all'esclusione sociale, al via la cabina di regia vedi

    GermoglioGermoglio
    Una cabina di regia contro la povertà e l'esclusione sociale. Il progetto è stato lanciato dal sindaco Virginio Merola e dall'assessore Giuliano Barigazzi, che nei giorni scorsi hanno incontrato esponenti di Confindustria Emilia Area Centro, Legacoop Bologna, Confcooperative, Cgil Bologna, Cisl Area Metropolitana Bolognese, Uil, Forum del terzo settore e Fondazione Carisbo.

    Secondo i dati Eurostat (l'istituto europeo di statistica) nel 2016, in Emilia Romagna, era a rischio di povertà il 16,4% della popolazione a fronte del 30% in Italia e del 23,5% in Europa. Non esistono stime precise per gli altri livelli del territorio ma in Città Metropolitana si possono stimare circa 165 mila persone (64mila nel comune di Bologna) che sono a rischio di povertà o di esclusione sociale. Negli anni della crisi, a partire dal 2008, l’analisi delle dichiarazioni dei redditi ha fatto emergere che a pagare il prezzo maggiore sono stati i giovani che non hanno potuto contare su salari certi e adeguatamente retribuiti mentre gli anziani hanno avuto redditi certi dovuti in primo luogo alle pensioni.

    Dati che evidenziano la necessità di costruire politiche pubbliche e integrate che vadano a incidere in particolare sulle persone a rischio di impoverimento, dal momento che, per le persone in povertà assoluta, il Governo ha varato il Reddito d’inclusione (REI) cui la Regione Emilia Romagna ha affiancato il Reddito di solidarietà (RES).

    La cabina di regia sarà quindi un luogo di condivisione di politiche contro la povertà e l’esclusione sociale basata su una forte collaborazione tra istituzione pubbliche, Comune e Città Metropolitana, associazioni di categoria, il terzo settore su cui ha agito recentemente un’importante riforma legislativa, la Curia e le Fondazioni bancarie. Alla cabina di regia si affiancherà un tavolo tecnico che, entro due mesi, attuerà una prima ricognizione degli strumenti che sono in campo e che possono essere oggetto di progettazione condivisa.

    (Fonte: Ufficio stampa Comune di Bologna)

  • 31 Gennaio 2018 | Bonus nido: dal 29 gennaio è di nuovo possibile fare domanda vedi

    asilo nidoasilo nido
    Dal 29 gennaio è di nuovo possibile fare domanda per il Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione per bambini affetti da gravi patologie. La misura, introdotta con la finanziaria 2017, riguarda i bambini nati dal 1° gennaio 2016 che frequentano asili nido pubblici e privati e o che usufruiscono di forme di assistenza domiciliare perché affetti da gravi patologie croniche.

    Per ottenere il bonus per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione basterà semplicemente allegare all’atto della domanda, un’attestazione rilasciata dal pediatra di libera scelta, che dichiari per l’intero anno di riferimento, “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”. Il contributo, dell'importo di 1000 euro, verrà erogato in un'unica soluzione.

    Se richiesto per l'asilo nido, il contributo viene invece erogato con cadenza mensile parametrando l’importo massimo di 1.000 euro su 11 mensilità, per un importo massimo di 90,91 euro, direttamente al beneficiario che ha sostenuto il pagamento, per ogni retta mensile pagata e documentata.
    Per presentare domanda sarà necessario dimostrare l'iscrizione del bambino presso il nido (attraverso documentazione relativa all'inserimento in graduatoria del bambino oppure alle rette pagate) e indicare tutte le mensilità per le quali si richiede il beneficio, anche quelle da settembre in poi (riguardanti cioè l'anno scolastico 2018/2019).
    Coloro che hanno giù usufruito del bonus per alcune mensilità durante l'anno solare 2017, per ricevere il contributo durante tutti gli 11 mesi spettanti, dovranno ripresentare domanda nel 2018.

    Tutte le informazioni utili nella nostra scheda>>

  • 30 Gennaio 2018 | Convegni, corsi, conferenze sociali a Bologna... e non solo (febbraio 2018) vedi

    sala convegnosala convegno
    Convegni, corsi, conferenze, presentazioni di libri su tematiche sociali a Bologna, e non solo, nel mese di febbraio.

    giovedì 1 febbraio
    convegno "20 anni al Rizzoli. La Scuola in Ospedale"
    a cura Ist.Ortopedico Rizzoli
    dalle 9 alle 17, Istituto Rizzoli, Sala Vasari, ala monumentale Ospedale,  via Pupilli 1, Bologna

    giovedì 1 febbraio
    incontro "Accogliere come. Per una riforma del Sistema Nazionale di Accoglienza"
    a cura di  Europasilo - Rete nazionale per il diritto d'asilo
    dalle 10 alle 17, Auditorium Enzo Biagi, Biblioteca Salaborsa, Piazza del Nettuno 3, Bologna

    sabato 3 febbraio
    convegno "Autismo: conoscere per agire"
    a cura di Angsa Ravenna
    dalle 8.30 alle 17.30, via Piemonte 7, Ravenna

    sabato 3 febbraio
    incontro di presentazione del progetto "Mi racconto la mia storia", un laboratorio di scrittura per adottivi adulti
    a cura CIAI - Centro Italiano Aiuti all'Infanzia
    alle 15, sala incontri CostArena, via Azzo Gardino 40, Bologna

    sabato 3 febbraio
    incontro "Sussidiarietà, inclusione, fraternità" (Prima lezione ad ingresso libero del corso "La riforma del terzo settore")
    a cura Scuola diocesana di formazione all’impegno sociale e politico
    dalle 10 alle 12, Istituto Vertitatis splendo, via Riva Reno 57, Bologna

    lunedì 5 febbraio (e anche 12, 19 e 26/2)
    ciclo "Gli adolescenti nel cinema. Film e conferenze gratuiti" (i 4 film: "17 anni e come uscirne vivi", “Microbo e gasolina”, “My skinny sister”, “The bling ring”)
    a cura di Az.Usl, Comune Bologna
    alle 20.15, Cinema Antoniano in Via Guido Guinizelli 3, Bologna

    lunedì 5 febbraio
    incontro "Migranti: un’occasione per informarsi e riflettere. Secondo in contro: i dati"
    a cura Ist.De Gasperi
    ore 21, Chiesa S.M.della carità, Via San Felice 64, Bologna

    martedì 6 febbraio (e anche 23/2)
    seminaro "Dal welfare aziendale al welfare di comunità - Incontro pubblico"
    a cura Fond.Manodori
    ore 9, Fond.Manodori, via Carducci 1/c, Reggio Emilia

    mercoledì 7 Febbraio
    incontro "Accoglienza, immigrazione e declino demografico" (ciclo Game of Fears: appuntamenti con il gioco della paura)
    a cura Istituto di Studi Avanzati dell’Università di Bologna
    ore 9, Palazzo Marchesini, Via Marsala 26, Bologna

    mercoledì 7 Febbraio
    incontro “Religiosità, educazione, cittadinanza. Costruire la pace nella convivenza democratica: quali compiti per l’educazione”
    a cura dell'Associazione Abramo e Pace
    ore 15.30, Sala Farnese di Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore 6, Bologna

    mercoledì 7 febbraio
    incontro con Andrea Segre regista del film “L’ordine delle cose” e proiezione del film
    a cura rivista “Africa e Mediterraneo”
    ore 20, cinema Tivoli, via Massarenti 418, Bologna

    giovedì 8 Febbraio
    seminario "Globale, postcoloniale e storia dei concetti politici"
    a cura  Unibo Dipartimento di Storia Culture Civiltà
    ore 16, Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Aula Gambi, Piazza San Giovanni in Monte 2, Bologna

    giovedì 8 Febbraio
    incontro "Amministrazione di sostegno. Cos'è, a cosa serve, cosa bisogna fare"
    a cura centro G.F.Minguzzi
    ore 16, centro sociale Malpensa.via Jussi 33, S.Lazzaro di Savena (Bo)

    venerdì 9 (anche 16) Febbraio
    incontro "Diritti a fior di pelle"
    a cura di Avvocato di strada
    dalle 15 alle 18, sala prof. Marco Biagi, via santo Stefano 119, Bologna

    sabato 10 febbraio
    incontro "Legami e duelli: giudice e psicoanalista davanti alla coppia in conflitto"
    a cura centro psicoanalitico di Bologna
    dalle 9,30 alle 18, Centro Psicoanalitico di Bologna, Via Cesare Battisti 24, Bologna

    sabato 10 febbraio
    seminario "Giornata formativa "Prendersi cura con le parole"
    a cura di Unika Conferences Events
    dalle 9 alle 17.30 presso l'Aemilia Hotel, Via G. Zaccherini Alvisi 16

    lunedì' 12 febbraio
    incontro di presentazione del bando "Concorso di idee E-Care 2018" (Contributi progetti per anziani fragili)
    a cura Distretto Asl Bologna, Cup2000
    dalle 9,30 alle 12,30, Area Monumentale Roncati, Aula delle Colonne, in via S.Isaia 94, Bologna

    mercoledì 14 Febbraio
    incontro "Il caso delle vaccinazioni infantili" (ciclo Game of Fears: appuntamenti con il gioco della paura)
    a cura Istituto di Studi Avanzati dell’Università di Bologna
    ore 9, Palazzo Marchesini, Via Marsala 26, Bologna

    mercoledì 14 febbraio
    incontro "I cieli sopra Bologna"
    a cura di Centro interculturale Massimo Zonarelli
    dalle ore 9.30 alle 13, Centro Interculturale Massimo Zonarelli, Via Giovanni Antonio Sacco 14, Bologna

    giovedì 15 febbraio
    incontro "Campi profughi, mobilità forzata e soggettività migrante"
    a cura di Mediateca Gateway e Pettirouge Prod
    dalle 18 alle 22, Mediateca Gateway, via San Petronio Vecchio 33/b, Bologna

    Sabato 17 febbraio
    INCONTRO "Haters: l'odio corre in rete" (rassegna DISumanità: aggressività, odio, violenza nella realtà contemporane)
    a cura di Centro Psicoanalitico di Bologna e Biblioteca Salaborsa
    ore 16.30, Auditorium Enzo Biagi di Salaborsa, p.Nettuno 3, Bologna

    sabato 17 febbraio (e anche 3 e 24/3 e 7/4)
    incontro "Alle radici delle migrazioni del terzo millennio"
    a cura Associazione Diversa/mente
    dalle 9 alle 13, Centro CostArena, via Azzo Gardino 48, Bologna

    lunedì 19 febbraio (e fino al 23/2)
    "7° Workshop internazionale del Laboratorio italo-brasiliano" (ruolo delle reti internazionali di cooperazione nella sanità e nel welfare)
    orari e sedi degli incontri delle 5 giornate in corso di definizione

    lunedì 19, martedì 20 febbraio
    "Prima Conferenza nazionale delle operatrici e degli operatori Sprar"
    a cura ANCI, SPRAR
    lun 9,30-18; mar 9,30-13, Auditorium Parco della Musica, Sala Sinopoli, Roma

    martedì 20 febbraio
    incontro "La Riforma del Terzo Settore"
    a cura Forum Terzo Settore Emilia-Romagna
    dalle 10 alle 13, Mercato Sonato, via Tartini 3, Bologna

    mercoledì 21 febbraio
    incontro "Lo sguardo del cinema sulla disabilità. La Mediateca di LedHa tra passato e futuro"
    a cura di LEDHA
    ore 16, Rob de Matt, Via Enrico Annibale Butti 18, Milano

    mercoledì 21 febbraio
    incontro "Presentazione del progetto Sente-mente Bologna" (Ben-essere nelle case residenza anziani di Bologna)
    a cura  Coop Elleuno, Beata Vergine delle Grazie, Istituto S.Anna e Santa Caterina, Coop Sollievo, ASP Laura Rodriguez, ASP Città di Bologna
    ore 18,30, Sala Parrocchia San Giovanni Bosco, via B. Maria Dal Monte 12, Bologna

    venerdì 23 febbraio
    incontro  "Giovani e futuri immaginati. Quando l'innovazione è sociale"
    a cura di Gruppo tematico nazionale Giovani politiche, CNCA
    dalle 9.30 alle 12, Spazio Eco, via dei Mille 2, Casalecchio di Reno (Bo)

    Venerdì 23 febbraio
    seminario "I comuni e l’attuazione del reddito di inclusione"
    a cura Lega Autonomie
    dalle 10 alle 13, Legautonomie Sala Gualandi, via degli Scialoja 3, Roma

    venerdì 23 febbraio
    incontro "11° Giornata Nazionale del Braille e 30° anniversario di fondazione del Centro Braille San Giacomo di Bologna"
    a cura Unione italiana ciechi e ipovedenti, Istituto dei ciechi Cavazza, Movimento Apostolico Ciechi, Centro Braille San Giacomo
    ore 17,30, Istituto dei ciechi F.Cavazza, Sala Paolo Bentivoglio, Via Castiglione 71, Bologna

    sabato 24 febbraio
    seminaro "Epilessia e desiderio genitoriale"
    a cura Ass.AEER - Associazione Epilessia Emilia-Romagna
    dalle 8,30 alle 10,30, Ospedale Bellaria, Pad. G, 1° piano aule B e C, via Altura 1/8 , Bologna

    lunedì 26 febbraio
    "Incontro di presentazione delprogetto PUERI"
    a cura CIES, Fond.Assistenti sociali, Ministero interno
    ore 17, Teatro Dusem via cartoleria 42, Bologna

    martedì 27 febbraio
    incontro "La dipendenza da gioco d’azzardo a Bologna e in Romagna: evidenze da una ricerca"
    a cura IPSSER
    dalle 16,30 alle 19, IPSSER, Via Riva di Reno 57, Bologna

    mercoledì 28 febbraio
    Inaugurazione del cohousing L'Oasi, progetto di vita indipendente per persone con disabilità
    a cura di Azienda USL Distretto di Bologna, ASP Città di Bologna, Comune di Bologna e AIAS
    dalle 12 alle 14, via Barozzi 7, Bologna

  • 29 Gennaio 2018 | La pagina Facebook Servizi e Sportelli Sociali diventa "Politiche sociali e salute" e si arricchisce di tanti nuovi contenuti vedi

    Copertina facebookCopertina facebook
    E' online la nuova pagina Facebook Politiche sociali e Salute del Comune di Bologna. Una pagina che raccoglierà tutte le attività dell'Assessorato e che testimonierà il lavoro di rete del Comune con l'obiettivo di dare conto di una struttura sempre più solida di welfare di comunità che l'amministrazione Comunale intende realizzare a Bologna in dialogo con tutto il territorio metropolitano.
    Accanto a questo la pagina Facebook Politiche sociali e Salute raccoglie il testimone della precedente Servizi e sportelli sociali - avviata ad agosto 2017 e ora confluita nella nuova pagina - proponendosi come uno strumento di dialogo con i cittadini, di informazioni su servizi e opportunità, nonché come un luogo dove il welfare si racconta, dando una faccia e una voce alla tradizione bolognese delle politiche sociali.

    "Vorremmo che questo diventasse un luogo di confronto e discussione - è l'auspicio dell'assessore Giuliano Barigazzi - una possibilità in più per i cittadini ma, anche, una rappresentazione di un lavoro capillare che deve continuare a interrogarsi per essere adeguato ai tempi".

    Visita la pagina facebook Politiche sociali e salute>>

  • 26 Gennaio 2018 | Giornata della Memoria 1: esce Il Diario di Anna Frank in versione adatta a chi ha disabilità cognitive o linguistiche vedi

    diario anna frankdiario anna frank
    "Caro diario spero di confidarti ogni mio pensiero, come non ho mai potuto fare": inizia così il diario di Anna Frank, che diventa ora accessibile anche ai giovani adulti con disabilità cognitive o linguistiche per cui i testi tradizionali risultano spesso inavvicinabili.
    Il diario di Anna Frank è infatti il primo volume di una nuova collana editoriale nata dalla collaborazione tra edizioni La Meridiana, il CDH/Accaparlante di Bologna e l'associazione Arca Comunità "l’Arcobaleno" di Granarolo, sotto la supervisione del Centro Studi INBook. Il volume è arricchito da illustrazioni in mixed media realizzate dagli studenti delle scuole medie “Saffi” dell'Istituto Comprensivo 11 di Bologna.
    Il volume esce nella collana "Parimenti. Proprio perché cresco", che è una collana INBook, libri in simboli codificati che rendono la lettura accessibile a tutti. La scelta della casa editrice, maturata nel corso del 2017 insieme alle due associazioni collaboratrici, è stata quella di dedicarsi alla traduzione in simboli di libri per giovani adulti, da portare in biblioteche, scuole e librerie per rendere i classici della narrativa per ragazzi accessibili davvero a tutti.

    La collana editoriale ha come pubblico di riferimento giovani adulti con disabilità, una fetta di lettori completamente dimenticata dal panorama editoriale italiano. "L'editoria italiana ha fino ad ora investito poco su questa tipologia di testi - afferma Elvira Zaccagnino, direttore generale della casa editrice - quando lo ha fatto, ha scelto di rivolgersi soprattutto ai bambini, traducendo in simboli albi illustrati e libri per la primissima infanzia. La scelta editoriale nostra invece è di pubblicare classici della narrativa per ragazzi in INBook".
    In questo modo, anche i giovani adulti con disabilità possono leggere libri adatti alla loro età, come fanno i loro coetanei, e accedere alla conoscenza, alla relazione con gli altri, all'autonomia sul piano dei saperi. La collana si avvale anche del contributo di alcune persone con disabilità della cooperativa Accaparlante che trasformano il testo in simboli.
    La collana Parimenti proseguirà con la pubblicazione di altri volumi e il prossimo sarà Dracula di Bram Stoker.
    Approfondisci e scarica ulteriori materiali sul volume

    Un ponte per la memoria: Moni Ovadia parla de "Il diario di Anna Frank" in INBook
    «Questa edizione del libro di Anna Frank è particolarissima e ha un valore simbolico e concreto straordinario e che io saluto come un'iniziativa che dovrebbe essere presa a paradigma per dare futuro a questa idea della Memoria che è tanto importante per le nostre società quanto rischiosa nella sua gestione. [...] Questa pubblicazione non è scritta con il linguaggio consueto, ma con un linguaggio nuovo e a mio parere straordinario. Parliamo di un linguaggio di immagini e di simboli che permette alla storia paradigmatica di questa ragazzina [...] con un talento straordinario [...] di essere accessibile a persone e esseri umani che hanno deficit cognitivi. Questo libro stabilisce un ponte tra le vittime ebree della Shoah e le prime vittime sterminate dal regime nazista, i portatori di handicap. Fu quello il primo sterminio, il primo marchio di quello che era il nazi-fascismo.»

  • 26 Gennaio 2018 | Giornata della Memoria 2. "Porrajmos. Il dovere della memoria" un incontro a Bologna sul genocidio di Rom, Sinti e Jenisch vedi

    schedaturaschedatura
    Martedì 30 gennaio dalle ore 21 alle ore 23, l’Officina I Care – Centro Studi Donati invita all’incontro dal titolo “Porrajmos: il dovere della memoria", in via Mascarella 46. Si parlerà dello sterminio nazista dei Rom e dei Sinti, insieme agli ospiti della serata Dijana Pavlović, attrice e attivista per i diritti umani, e Luca Bravi, storico dell’Università di Firenze.

    Fra il 1939 e il 1945, con l’obiettivo di eliminare chi non apparteneva alla “razza pura”, circa 6 milioni di Ebrei, 500.000 Rom, Sinti e Jenisch furono uccisi dai nazisti insieme a persone con disabilità, appartenenti a minoranze religiose, omosessuali. Ma quanto ancora c’è da scrivere sulla storia di quegli anni?  Se la parola Shoah ha un significato sempre più conosciuto, c’è ancora molto silenzio intorno al Porrajmos, il genocidio di Rom, Sinti e Jenisch. Come già avvenuto per gli Ebrei e non solo, questo sterminio è stato rimosso par la fatica dei sopravvissuti nel raccontare ciò che subirono, temendo di non essere creduti per il pregiudizio che pesava e pesa ancora su di loro.
    Leggi tutto su bandieragialla
    Per approfondire visita il sito porrajmos.it


  • 18 Gennaio 2018 | Razzismo brutta storia: dalla campagna al sito web vedi

    Il razzismo è una brutta storiaIl razzismo è una brutta storia
    Lanciata alla fine del 2008 e divenuta associazione culturale nel 2011, la campagna Il razzismo è una brutta storia ha l'obiettivo primario di "smontare gli stereotipi e i luoghi comuni alla base di razzismo e discriminazioni". Sul portale ad essa dedicato si individuano, oltre l'obiettivo citato, i luoghi di azione: la scuola, la biblioteca, la libreria, il carcere, ma anche diversi festival e luoghi di incontro e di fermento culturale.
    Per realizzare quest'opera di sensibilizzazione, la piattaforma offre una serie di contributi, che vanno dai servizi informativi (news e newsletter) alla proposta dei quattro settori in cui si inseriscono tutti i progetti promossi: educazione, calendario, campagne e network.
    Per il primo, il focus è individuato soprattutto nella scuola. Sul sito può essere infatti comodamente scaricato il kit didattico "La scuola oltre la siepe", contenente materiali di promozione della cultura della non-discriminazione e dell’inclusione. Altre iniziative educative sono poi segnalate, tra cui laboratori, concorsi e festival di sensibilizzazione.
    Col motto "Per una memoria attiva, per imparare dal passato, e perché il futuro sia meglio del presente" si presenta invece la sezione calendario. Al suo interno viene proposto, infatti, un calendario annuale, su cui risultano evidenziate una serie di date significative per il percorso dell'integrazione.
    Il razzismo è una brutta storia si rende partecipe o promotore anche di una serie di campagne di sensibilizzazione; lo fa raccontando storie migranti e conducendo - tra le altre - battaglie contro l'esclusione dalla cittadinanza per i nati in Italia da genitori di origini straniere.
    La campagna è, inoltre, anche parte di un network più ampio, ENAR, che unisce ONG antirazziste locali e nazionali in tutta Europa, partecipando attivamente ai lavori di questo e diffondendo il materiale elaborato al suo interno.
    Il razzismo è una brutta storia  è, infine, aperto a chiunque voglia parteciparvi, diventando socio, collaborando nell'ospitare una delle sue iniziative, o donando tempo e competenze come volontario.

  • 18 Gennaio 2018 | Badanti in calo. "Peso maggiore sulle famiglie, avremo più anziani soli" vedi

    badantebadante
    In Italia si contano 13,4 milioni di anziani. Gli ultra 65enni aumentano al ritmo di 260 mila all’anno. Ma mentre il paese invecchia, i servizi per la non autosufficienza sono in affanno. Il numero degli assistente familiari diminuisce anno
    dopo anno: calano le colf regolarmente registrate, restano pressoché stabili le cosiddette badanti. A fotografare la situazione è Welforum, l’osservatorio nazionale sulle politiche sociali. Come spiega Sergio Pasquinelli, responsabile di ricerca presso Ars e Irs e vicedirettore dell’osservatorio, le conseguenze di questa situazione peseranno soprattutto sulle famiglie. Col rischio di avere sempre più anziani soli, e senza assistenza.

    “Una delle cause della diminuzione degli assistenti familiari sono i costi. La badante ha un costo non indifferente per le famiglie che, come sappiamo, negli ultimi anni si sono sempre più impoverite -. spiega Pasquinelli -. Dunque ci troviamo davanti a un problema non solo di offerta ma anche di domanda. Un secondo motivo che vediamo è la diminuzione di offerta di convivenza da parte delle badanti: ci sono meno donne disposte alla convivenza con l’anziano rispetto a una volta. Sono aumentate, infatti, le badanti integrate in Italia, che preferiscono quindi lavorare a ore.
    Leggi tutto su redattoresociale.it

  • 18 Gennaio 2018 | Di comunità, generativo, secondo..perfino sartoriale. I tanti "nuovi" welfare vedi

    welfarewelfare
    La crisi del welfare è tema che tiene banco da oltre 30 anni (..."Crisi del welfare, handicap, richiesta di nuiovo servizi", data 1985 il convegno organizzato a Bologna da Anffas e Aias) e con la crisi economica iniziata nel 2008 ha preso il via una forte accelerazioni sui possibili modelli di riforma. Il lessico ha testimoniato di questa accelerazione facendoci conoscere molteplici "ricette" tra cui quello di comunità,  generativo e il cosiddetto secondo welfare sono quelle che hanno avuto più risonanza. Ma molti autori si sono inoltrati su altri e più di dettaglio territori, lessicali e non. Giorgi Merlo nel suo sito programmazionesociale ci da conto in una scheda di sintesi delle varie "vie al welfare" attraverso l'analisi di una quarantina di termini.
    Leggi tutto

  • 18 Gennaio 2018 | Disabilità: il Programma di azione biennale è legge vedi

    logo ministerologo ministero
    È dunque finalmente legge il Secondo Programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l'integrazione delle persone con disabilità. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (12 dicembre 2017) il Programma di azione, adottato con decreto del Presidente della Repubblica, conclude la sua lunga fase di gestazione giacché lo specifico Osservatorio nazionale sulla Disabilità lo aveva licenziato già nel 2016.
    Ora dovrebbe iniziare l’articolata fase applicativa che vede interessati, con responsabilità diverse, Governo, Ministeri, Parlamento, Regioni ed Enti locali, oltre ad istituzioni ed organismi pubblici. Il Programma infatti reca indicazioni operative (linee di azione) su moltissimi ambiti che interessano direttamente o indirettamente la qualità della vita delle persone con disabilità: dalla revisione dai criteri per il riconoscimento della stessa, alla salute, al lavoro, allo studio e alla mobilità. Senza tralasciare temi quali lo sviluppo del sistema statistico e del monitoraggio dell’attuazione delle politiche o la cooperazione internazionale.
    Il Programma in sé è molto articolato e indica azioni specifiche, soggetti attuatori e coinvolti, sostenibilità economica, ma la sua reale applicazione dipende dalle reali volontà politiche, organizzative ed amministrative.
    Leggi tutto e scarica il testo del Programma biennale nel sito handylex.org

  • 18 Gennaio 2018 | Emilia Romagna. Ispezioni Nas in 170 strutture per anziani vedi

    carabiniericarabinieri
    Operazione dei Carabinieri del Nas di Bologna in dicembre sulle strutture ricettive per anziani ubicate nelle province di Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Le attività ispettive, che hanno interessato oltre 170 strutture (case di riposo, residenze sanitarie assistenziali, case famiglia e comunità alloggio) sono state programmate per aumentare il livello di controllo e tutela delle fasce sociali più deboli, con particolare riferimento agli anziani.
    Nella provincia di Bologna, riferisce una nota dei Nas, sono state controllate 81 attività, denunciando all’autorità giudiziaria 3 operatori per lesioni colpose e somministrazione di medicinali scaduti, mentre ulteriori 3 titolari di centri sono stati segnalati all’autorità amministrativa e sanitaria per violazioni amministrative.
    In un intervento è stato necessario sospendere l’attività di una struttura ricettiva, la cui attività è stimata in 500 mila euro, che ospitava persone anziane non autosufficienti in ambienti non autorizzati e non idonei allo scopo, sequestrando farmaci scaduti di validità. Sono state inoltre contestate varie sanzioni amministrative pari a  20 mila euro per irregolarità gestionali ed organizzative, tra cui aver allestito posti letto in esubero rispetto alla capacità ricettiva autorizzata.
    Leggi tutto su quotidianosanità

  • 18 Gennaio 2018 | Papa Francesco sui migranti. Incontri a Bologna vedi

    logo incontrilogo incontri
    L'Istituto De Gasperi di Bologna ha organizzato un ciclo di tre incontri sui temi delle migrazioni che si svolgeranno tra il 29 gennaio e il 12 febbraio p.v. in collaborazione con la sede ISTAT di Bologna e la Parrocchia si S.Maria della carità.
    Come di consueto l'Istituto mette a disposizione interessanti materiali di documentazione di corredo.
    A proposito di orientamenti di fondo in tema di migranti anche recentemente Papa Francesco ha detto cose assai significative ed impegnative: nel Messaggio per la Giornata mondiale della Pace prima, in quello per la Giornata del migrante e del rifugiato poi, e anche l'omelia pronunciata in San Pietro nella Messa di domenica 14 gennaio. Scarica i documenti
    Il programma del ciclo di incontri

  • 18 Gennaio 2018 | Bonus e card. Fuori dalla Finanziaria due altre misure di sostegno economico per ora non attivabili vedi

    euroeuro
    Oltre a quanto previsto dalla Finanziaria per il 2018 (vedi altra notizia) sono state approvate nelle ultime settimane due altre misure di sostegno economico sulle quali tuttavia per ora non è possibile attivare domanda.

    La prima è la Carta della famiglia prevista già due anni orsono dalla legge finanziaria 2016. E' stato emanato il decreto attuativo che prevede tutta una serie di passi da fare da parte dei Comuni, compreso l'integrazione con misure analoghe locali, e ricordiamo che a Bologna è attiva da anni la Family card che però ha dei requisiti diversi. Bisognerà quindi aspettare i temi tecnici necessari ai Comuni per oraganizzarsi, integrare le misure e attivare le convenzioni previste per faciluitaziioni su acquisto di beni e servizi. Il Ministero deve inoltre varare un sito specifico sulla misura. Tempi necessariamente non brevissimi.  Leggi tutto nel sito del Ministero welfare

    La seconda misura è il Bonus idrico nazionale, analogo ai bonus gas ed elettricità. Il Ministero segnala che prima di luglio non è possibile fare domanda in quanto è necessario fare modifiche al programma informatico nazionale di gestione (Sgate). Inoltre in sede locale è necessariio integrare la misura con quella locale di carattere regionale, le "Agevolazioni sul servizi idrico" il cui bando 2018 non è ancora uscito. Anche qui occorre attendere.
    Leggi sul sito autorità energia

  • 18 Gennaio 2018 | Bando per la concessione delle borse di studio a.s. 2017/18 rivolte agli studenti delle scuole superiori vedi

    logo borse studiologo borse studio
    La Città Metropolitana di Bologna ha pubblicato il 15 gennaio il Bando per la concessione delle borse di studio a.s. 2017/18 rivolte agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.
    Le domande potranno essere presentate unicamente on-line utilizzando l'apposito applicativo all'indirizzo https://scuola.er-go.it/ a partire dal 15 gennaio e fino alle ore 14.00 del 28 febbraio 2018. Il requisito per accedere al bando è un ISEE del nucleo famigliare non superiore a 10.632,94 euro. Gli studenti con la media almeno del 7 e quelli disabili riceveranno un importo maggiorato del 25%.
    Gli studenti frequentanti l’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado che hanno già presentato domanda per il contributo libri di testo a.s. 17/18, residenti in Emilia-Romagna, saranno considerati di diritto beneficiari della borsa di studio finanziata con risorse statali e pertanto non dovranno presentare domanda di borsa di studio.
    Leggi nel sito della Città Metropolitana e scarica il Bando

  • 18 Gennaio 2018 | Disumanità: aggressività, odio, violenza nella realtà contemporanea. Ciclo di incontri vedi

    simboli dsimboli d'odio
    Il Centro Psicoanalitico di Bologna e Biblioteca Salaborsa propongono la quinta edizione de "Il Lettino e la Piazza", ciclo di incontri fra psicoanalisti, intellettuali e rappresentanti della società civile per riflettere e dialogare sui temi sensibili del presente. Tema della rassegna di quest'anno è DISumanità: aggressività, odio, violenza nella realtà contemporanea.
    Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti e si tengono alle 16.30 in Auditorium Enzo Biagi di Salaborsa:
    - sabato 20 gennaio "Tempi Efferati"
    Guido Rampoldi, giornalista e scrittore La violenza come scelta razionale
    Irene Ruggiero, psicoanalista Le radici affettive della distruttività
    Modera Franco D'Alberton, psicoanalista
    - sabato 17 febbraio "Haters: l'odio corre in rete"
    Giovanni Foresti, psicoanalista Odio e colpa nell'età del virtuale
    Chiara Lalli, giornalista e scrittrice Odiatori, narcisisti e mitomani
    Modera Roberto Verlato, psicoanalista
    - sabato 10 marzo "Narrazioni cruente"
    Carlo Lucarelli, scrittore, regista, giornalista Perche' siamo così cattivi (noi giallisti)?
    Mario Vittorangeli, psicoanalista Racconto della violenza e violenza del racconto
    Modera Piero Di Domenico, giornalista
    Leggi tutto nel sito di sala Borsa

  • 17 Gennaio 2018 | Le politiche della Regione per la Terza Età, il 22 gennaio la VI Conferenza PAR vedi

    anzianianziani
    Confronto sulla sensibilizzazione dei temi del welfare e dell'innovazione di comunità, nonché sulle sfide legate ai nuovi modelli di sostegno alla domiciliarità: sono tra i principali ambiti che verranno affrontati nel corso della VI Conferenza del PAR (Piano di azione regionale per la popolazione anziana) in programma per lunedì 22 gennaio alle ore 9.30 a Bologna, presso la Regione Emilia-Romagna (Sala "20 maggio 2012" - Terza Torre - Viale della Fiera 8).
    La riflessione partirà dai risultati dei lavori svolti nel 2017 nell'ambito dei vari tavoli tecnici e del tavolo politico. A tirare le fila degli interventi saranno l'assessore alle Politiche per la Salute Sergio Venturi, che aprirà con un intervento su "L'invecchiamento attivo come risorsa sociale" e, in chiusura, la vice presidente e assessore al Welfare Elisabetta Gualmini che esaminerà "Le sfide e i nuovi bisogni sociali in Emilia-Romagna".
    Leggi su sociale.emiliaromagna.it

  • 17 Gennaio 2018 | Azienda Usl di Bologna: richiedere online le esenzioni dai ticket vedi

    logo azienda usllogo azienda usl
    Sono centinaia le prestazioni che si possono ottenere evitando le code agli sportelli CUP. Da gennaiio tutte le autocertificazioni necessarie per ottenere l’esenzione per reddito dai ticket per le prestazioni sanitarie, si possono fare anche online, senza recarsi agli Sportelli CUP. Si tratta di un ulteriore passo avanti nel percorso di progressiva dematerializzazione della documentazione sanitaria, avviato da tempo dall’Azienda Usl di Bologna. In particolare, sul sito dell’Azienda Usl di Bologna sono da oggi disponibili anche i moduli per richiedere l’esenzione disposta dalla Regione Emilia-Romagna riservata ai cittadini e ai loro famigliari che hanno perso il lavoro, o si trovano in cassa integrazione o in mobilità, o hanno un contratto di solidarietà (codice di esenzione E99).
    Questa prestazione si aggiunge a quelle già disponibili online sul sito dell’Azienda Usl di Bologna nella sezione Anagrafe Sanitaria.

    Nel dettaglio, online è possibile
    - Richiedere le vaccinazioni obbligatorie
    - Scegliere, cambiare o revocare il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta
    - Autocertificare il diritto alle esenzioni da reddito (codici di esenzione E01, E02)
    - Autocertificare la propria fascia di reddito per il ticket
    - Contestare gli eventuali accertamenti dell’autocertificazione della fascia di reddito
    - Giustificare una mancata disdetta
    - Collegarsi alla pagina web del Fascicolo Sanitario Elettronico. Attraverso il FSE è possibile prenotare, modificare e disdire l’appuntamento per esami e visite specialistiche; pagare i ticket sanitari; cambiare il medico di famiglia; inserire altri documenti sanitari cartacei, come referti di visite o esami effettuati in strutture private o precedenti all’attivazione; consultare i tempi di attesa delle visite specialistiche.

    In generale, nel territorio metropolitano bolognese è possibile prenotare, cambiare e disdire gli appuntamenti attraverso 225 farmacie e 9 parafarmacie (elenchi disponibili sul sito dell’Azienda Usl di Bologna) che effettuano servizio CUP, l’app “ER Salute”, il sito cupweb.it, il Fascicolo Sanitario Elettronico www.fascicolo-sanitario.it o, solo per la disdetta, il sito opencup.cup2000.it.
    I pagamenti, invece, possono essere effettuati online sul sito pagonlinesanita.it, presso le farmacie e parafarmacie che effettuano servizio CUP, i riscuotitori automatici presso le strutture sanitarie e le casse abilitate dei supermercati Coop.
    Leggi tutto nel sito dell'Az.USL
    Accedi al servizio on line di autocertificazioni

  • 17 Gennaio 2018 | ISTAT: La spesa dei comuni per i servizi sociali nel 2015 vedi

    logo istatlogo istat
    È confermata anche nei dati relativi al 2015 la tendenza alla ripresa della spesa per il welfare locale dei Comuni, singolarmente o in forma associata. L'incremento è dello 0,2% rispetto al 2014, anno in cui era stata registrata una crescita dello 0,8%, dopo un triennio di flessione.
    Nel 2015 la spesa dei Comuni per i servizi sociali, al netto del contributo degli utenti e del Servizio Sanitario Nazionale, ammonta in volume a circa 6 miliardi 932 milioni di euro, corrispondenti allo 0,42% del Pil nazionale. La spesa di cui beneficia mediamente un abitante in un anno è pari a 114 euro a livello nazionale e rimane invariata dal 2013 al 2015.
    Al Sud la spesa pro-capite è decisamente inferiore rispetto al resto d'Italia: da 50 euro pro-capite si passa a valori superiori a 100 euro annui in tutte le altre ripartizioni, con un massimo di 166 euro per il Nord-est.
    Il 38,5% delle risorse è destinato alle famiglie con figli, il 25,4% ai disabili, il 18,9% agli anziani, il 7% al contrasto della povertà e dell'esclusione sociale, il 4,2% agli immigrati e lo 0,4% alle dipendenze.
    Leggi tutto nel sito di ISTAT

  • 17 Gennaio 2018 | Lo sviluppo della riforma del Terzo settore in Emilia Romagna vedi

    terzo settoreterzo settore
    Il 3 luglio 2017 è stato promulgato il Decreto Legislativo 117, il "Codice del Terzo settore", che
    rappresenta uno degli elementi più importanti della cosiddetta Riforma del Terzo settore. Poiché le politiche sociali sono materia di potestà concorrente tra Stato e Regioni - e, quindi, anche le attività che in tale campo vengono sviluppate dal Terzo settore - agli enti regionali spetta il compito di implementare la Riforma per quel che riguarda diversi aspetti di loro competenza. In questo articolo si vedranno, a titolo di esempio, le attività messe in campo dalla Regione Emilia Romagna per attuare quanto previsto dal d.lgs 117/2017.
    Leggi su secondo welfare

  • 17 Gennaio 2018 | Media, immaginari, paure. Ciclo "La politica della paura" a cura dell'Università vedi

    volto spaventatovolto spaventato
    Terrorismo, complottismo internazionale, immigrazione, bullismo e manifestazioni di odio; serie tv, horror e fantascienza: lo sfruttamento dell’immaginario della paura percorre l’intero ecosistema mediale, dalle produzioni audiovisive alla Rete, rendendo sempre più labile il confine fra reale e finzionale. I media non esercitano solo funzioni di tipo informativo, ma attivano processi latenti che amplificano l’effetto emotivo nella sfera pubblica, con effetti importanti a livello politico, commerciale e giuridico.
    Primo incontro il 19 gennaio con la prof.ssa Joke Hermes (Inholland University, Amsterdam), dalle 10 alle 13,  Sala Rossa, Palazzo Marchesini, via Marsala 26, Bologna.
    Il programmna e gli annunci degli incontri successivi

  • 17 Gennaio 2018 | Non profit: l'altra faccia della luna vedi

    lunaluna
    Recentemente tutto il dibattito nazionale sul cosiddetto non profit è stato assorbito dalla legge di riforma e relativi provvedimenti collegati. Non mancano però voci che segnalano anche limiti e contraddizioni della fase legislativa e culturale che in Italia si sta affrontando su questi aspetti. Vi segnaliamo due qualificati contributi in materia:

    La riforma del terzo settore e i rischi per il volontariato
    Ugo Ascoli e Emmanuele Pavolini si occupano di volontariato, uno dei fenomeni più dinamici ed interessanti di partecipazione socio-politica. Dopo averne illustrato i caratteri di fondo e le trasformazioni in atto, sostengono che da un attento esame del mondo del volontariato risulta confutata l’idea che vi sia una crisi della partecipazione socio-politica, anche se permangono alcune preoccupanti criticità. La loro conclusione è che la riforma del Terzo Settore, di cui offrono una prima valutazione, rischia di danneggiare più che aiutare una vasta parte di tale mondo.

    Non profit e il trend anticiclico. Una crescita contro corrente
    Il direttore di Aiccon Paolo Venturi e il segretario di Iris Network e ricercatore di Euricse Flaviano Zandonai commentano il censimento dell’Istat sul Terzo settore pubblicato il 20 dicembre: forse più difficoltà a rappresentare la voce della società: "Dal 2011 al 2015 si è assistito a una specie di rivolgimento settoriale. Sembra di intravedere, ad esempio, una «istituzionalizzazione» dell’advocacy, con una diminuzione dell’ambito «tutela dei diritti e attività politica» (-22,9%) e una quasi corrispondente crescita delle «relazioni sindacali e rappresentanza di interessi» (+21,5%), a indicare un non profit sempre più presente ai «tavoli» del dialogo istituzionale ma forse più in difficoltà a rappresentare la voce di una società profondamente mutata nella sua
    stratificazione socioeconomica e politico culturale".

  • 17 Gennaio 2018 | Razzisti della porta accanto, un italiano su due giustifica violenze e aggressioni sui social vedi

    uova diverso coloreuova diverso colore
    Dei 55 italiani su cento che, rispondendo a un sondaggio di Swg (15 novembre 2017), hanno
    giustificato il razzismo, la gran parte probabilmente escluderebbe di essere razzista. La domanda era diretta: «Determinate forme di razzismo e discriminazione possono essere giustificate?». Per il 45 per cento è «no mai». Per il 29 «dipende dalle situazioni». Per il 16 «solo in pochi specifici casi». Per il 7 «nella maggior parte dei casi». Per il 3 «sempre». Se la domanda fosse stata «lei è razzista?» è presumibile che avrebbe risposto sì il 3 per cento per cui il razzismo è giustificabile sempre, e forse alcuni del 7 per cento per cui è accettabile nella maggior parte dei casi. Il razzismo è una malattia insidiosa, dà sintomi vaghi, talvolta deboli o indecifrabili: non si prende il razzismo come un’influenza, dall’oggi al domani.
    Leggi su La Stampa

  • 17 Gennaio 2018 | Riforma del Terzo Settore: un corso a cura della Scuola Diocesana di Formazione all’Impegno Sociale e Politico vedi

    terzo settoreterzo settore
    “La Riforma del Terzo Settore al via”: è il titolo del ciclo di incontri che, a partire da febbraio 2018, la Chiesa di Bologna e la Scuola Diocesana di Formazione all’Impegno Sociale e Politico organizzano in collaborazione con Istituto Veritas Splendor e Fondazione Ipsser. Gli incontri saranno in totale otto e andranno dal 3 febbraio  al 24 marzo; si terranno il sabato mattina dalle ore 10 alle ore 12 principalmente presso l’Istituto Veritatis Splendor in via Riva Reno 57 a Bologna.
    L’iniziativa è rivolta a tutte le persone impegnate in attività sociali e politiche, e a chiunque voglia approfondire la tematica. Il primo incontro, dal titolo “Sussidiarietà, inclusione e fraternità”, sarà tenuto da Don Matteo Prodi, professore di Morale Sociale e da Don Paolo Boschini, professore di Filosofia, entrambi della Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna. I temi trattati durante tutta l’iniziativa saranno vari, e andranno da “L’iter legislativo e le
    principali novità della Riforma” a “Il ruolo del volontariato e il servizio civile”, ma anche “Terzo Settore e processi di integrazione dei migranti” e “L’impresa sociale nei nostri territori”. Interverranno anche l’Onorevole Luigi Bobba, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ed Elisabetta Gualmini, vicepresidente e assessore al welfare della Regione.
    Leggi su sociale.emiliaromagna.it

  • 17 Gennaio 2018 | Sanità: tutti pazzi per il Secondo Pilastro vedi

    ospedale stilizzatoospedale stilizzato
    C’è una straordinaria e inedita convergenza d’interesse sul Secondo pilastro di finanziamento dei
    servizi sanitari, basato su assicurazioni private e varie forme di welfare aziendale. Ma questo Secondo pilastro è veramente integrativo? È forse orientato sulla assistenza domiciliare, su cronicità e non autosufficienza, su attività di assistenza sociosanitaria con valenza territoriale? Non sembra. Una semplice lettura delle proposte assicurative e dei piani previsti nei diversi Fondi sanitari ci indica tutt’altro: un insieme di prestazioni, talora offerte con modalità inappropriate, largamente duplicative di quelle presenti nel Servizio sanitario nazionale.
    Leggi il contributo di Marco Geddes pubblicato su saluteinternazionale.info e ripreso nel sito del Gruppo
    solidarietà

  • 16 Gennaio 2018 | Per il 2018 cresce di 92 centesimi al mese l'indennità di accompagnamento vedi

    spicciolispiccioli
      Come ogni anno vengono ridefiniti, collegandoli agli indicatori dell'inflazione e del costo della vita, gli importi delle pensioni, assegni e indennità che vengono erogati agli invalidi civili, ai ciechi civili e ai sordi e i relativi limiti reddituali previsti per alcune provvidenze economiche. L'indennità di accompagnamento per le persone incapaci di compiere gli atti quotidiani della vita cresce di 92 centesimi, la pensione per invalidi civili parziali di 3 euro e 8 centesim. "Se la passano meglio" sordi e ciechi i cui aumenti sfiorano i 4 euro mensili.
    Leggi su handylex.org

  • 16 Gennaio 2018 | Pensioni/indennità relative all'invalidità civile. Piccole trattenute a gennaio e febbraio vedi

    busta pagabusta paga
    Nel mese di gennaio 2018 e per alcuni anche nel mese di febbraio, saranno operate piccole trattenute sugli importi relativi alle provvidenze dell'invalidità civile. Così come gli aumenti sono risicatissimi per l'anno 2018, anche queste trattenute saranno di lievissima entità, pochi euro, e dovute al recupero della percentuale di variazione delle rivalutazione delle pensioni dell’anno 2015 che era sta calcolato allo 0,3% ed invece il tasso effettivo è risultato essere dello 0,2%.
    Leggi tutto su disabili.com e consulta la circolare Inps in materia

  • 16 Gennaio 2018 | Censimento ISTAT non profit 1. I primi risultati. vedi

    logo istatlogo istat
    Al 31 dicembre 2015 le istituzioni non profit in Italia sono 336.275, l’11,6% in più rispetto al 2011, e complessivamente impiegano 5 milioni 529mila volontari e 788mila dipendenti. È la fotografia del settore contenuta nel “Primo censimento permanente sulle istituzioni non profit” svolto dall’Istat nel 2016 con riferimento al 2015 e presentata il 20 dicembre scorso a Roma.
    Leggi tutto nel sito di Aiccon
    Per un riassunto dei dati leggi la nota ISTAT


  • 16 Gennaio 2018 | Censimento ISTAT non profit 2. E' Natale..."si può...DIRE di più" vedi

    pinzepinze
    Sulla stampa, dopo la presentazione di ISTAT dei dati sul Censimento delle organizzazioni non proft relativi al 2015, è tutto un coro entusiastico su quell'11,6% di organizzazioni in più. Nemmeno questa volta, al pari dei censimenti precedenti, la stampa ritiene di dover precisare che l'ISTAT nell'universo non profit ricomprende anche gli enti religiosi, le organizzazioni sindacali e professionali, le persone impegnate nel servizio civile, le ONG e anche i partiti politici (vedi qui per i criteri del censimento), quindi tutta una serie di soggetti che pur svolgendo una funzione sociale e avendo, a volte, forma associativa, non sono certo per tanti aspetti equiparabili al volontariato, la cooperazione sociale, l'associazionismo, e in particolare quello impegnato nell'ambito sociale, dell'emarginazione, della sanità, della protezione civile.  E anche i 5milioni e mezzo di volontari sparati nei titoli andrebbero "letti" forse con maggiore attenzione.
    Leggi su bandieragialla.it

  • 10 Gennaio 2018 | Innovare i servizi e consolidare i risultati, presentato il bilancio preventivo 2018 di Asp Città di Bologna vedi

    Logo AspLogo Asp
    Innovare nei servizi e consolidare i risultati: sono questi i prossimi obiettivi di ASP Città di Bologna, che ha presentato in conferenza stampa il bilancio preventivo 2018. Al centro del lavoro dell’Azienda Servizi alla Persona, l’attenzione ai cambiamenti sociali e all’evoluzione dei bisogni dei cittadini.
    Tra le sfide, sintetizzate dall'assessore al welfare e alla sanità, Giuliano Barigazzi: "L'invecchiamento della popolazione, che crea esigenze di mantenimento dei diversi gradi di autonomia; le nuove povertà, che richiedono un'integrazione delle politiche di welfare a tutto tondo e la messa a sistema metropolitano delle politiche dei diversi enti".

    Con un risultato stimato d’esercizio di + € 122.653 (nel 2014 il dato era di - € 909.425) l'ASP prosegue nella tendenza in crescita degli anni passati e conferma l’esito positivo dell’ultimo consuntivo. Pari a 89.382.112 euro sono le entrate previste per il 2018 a fronte di spese per 87.071.444 euro: dati a cui contribuisce, dal 2017, anche l’affidamento ad ASP Città di Bologna dell’attuazione del progetto SPRAR per il settore delle protezioni internazionali (32 milioni di fondi destinati dal Ministero). Altre entrate arrivano dalle rette, oltre 11 milioni, e 18,1 milioni dal Comune per i servizi relativi al disagio adulto, alla domiciliarità e ai minori. Tra le principali voci di spesa si registrano invece 45 milioni per servizi socio-assistenziali-sanitari, 2,1 per sussidi-borse-lavoro, 16,6 per personale dipendente, 4 per imposte e tasse e 1,7 per manutenzioni e riparazioni.

    Leggi tutto sul sito di Iperbole>>

    Le slide di presentazione e la rassegna stampa sul sito di Asp>>

  • 7 Gennaio 2018 | Cittadini in difficoltà, anche nel 2018 esenzione dai ticket per visite ed esami e farmaci gratuiti vedi

    ricetta medicaricetta medica
    La Giunta regionale, anche per tutti il 2018, si impegna a sostenere i lavoratori colpiti dalla crisi, i cittadini interessati dal terremoto del 2012 e le famiglie indigenti individuate dai Servizi sociali dei Comuni.
    È stato infatti prorogato fino al 31 dicembre di quest'anno un pacchetto di misure che vanno dall’esenzione dal ticket per visite, esami specialistici ed assistenza farmaceutica, alla distribuzione gratuita dei farmaci di fascia C, a seconda dei destinatari interessati dal provvedimento. Interventi introdotti già nel 2009, all’inizio della difficile congiuntura economico-finanziaria, e rafforzati dopo il sisma, che ora vengono così confermati per il nono anno consecutivo.
    Leggi tutto su sociale emilia romagna

     

  • 22 Dicembre 2016 | Convegni, corsi, conferenze sociali a Bologna (gennaio 2017) vedi

    Gli appuntamenti per informarsi, formarsi, aggiornarsi per chi lavora ed opera nell'ambito dei servizi sociali e del terzo settore. A Bologna nel mese di gennaio 2017

    venerdì 13 gennaio
    convegno  "Aggiungi un orto a tavola - La buona salute dall’orto solidale alla tavola senza sprechi e senza barriere”
    a cura Regione E.Romagna
    dalle 9.30 alle 13,  Centro sociale  Montanari,  via Saliceto 3/21, Bologna

    domenica 15 gennaio (e fino al 29 gennaio)
    Mostra fotografica "Europe around the borders" (mostra fotografica di Ivano di Maria sul tema dei confini)
    a cura Cefa
    Palazzo D'Accursio, Piazza Maggiore 6, Bologna

    lunedì 16 gennaio
    incontro "Conflitto coniugale e processi comunicativi all’interno della rete" nell'ambito del corso di formazione "Genitorialità, processo evolutivo complesso: come rispondere a bisogni affettivi, emotivi, educativi e valoriali in una società reale e virtuale"
    a cura di fondazione IPSSER
    dalle 14 alle 18, presso via Riva di Reno 57, Bologna

    giovedì 19 gennaio (e anche 19/02, 16/03, 20/04, 4/05 e 18/05)
    incontro nell'ambioto del percorso formativo "La tratta ai fini dello sfruttamento sessuale" all'interno del Progetto "NON PIU' SOLE. Azioni integrate di prevenzione e contrasto alla violenza di genere contro le donne"
    a cura di Associazione MondoDonna Onlus
    dalle 9 alle 16.30, presso Sala Marco Biagi, Quartiere S. Stefano 119, Bologna

    venerdì 20 gennaio
    convegno "Vivere soli nel mondo: bisogno di sostegno e di rete"
    a cura Ordine Psiciologi E.Romagna, ass.Agevolando
    dalle 9.00 alle 16.00, Sala Bolognini, Convento di San Domenico, Piazza San Domenico 13, Bologna

    venerdì 20 gennaio
    presentazione del volume "Il mestiere più difficile del mondo. Genitori" (di M.Ammaniti, ed. Corriere della sera)
    a cura Fondazione Golinelli e da Aismi (Associazione per la salute mentale infantile)
    ore 18,15, Opificio Golinelli, via P.Nanni Costa, Bologna

    sabato 21 gennaio
    convegno “Qual è la differenza? Percorsi di potenziamento cognitivo nella sindrome di Down”
    a cura Comitato amici di Lejeune
    dalle 9,30 alle 15,30, Palazzo D'Accursio, Sala Franese, p.Maggiore 6, Bologna

    sabato 21 gennaio
    incontro "Città amica: luoghi e modi per educare e fare comunità. Buone pratiche per innovare"
    a cura Ass.ne Senza il banco
    dalle 9,30 alle 13, Sala Consiglio Comunale, Municipio di Sasso Marconi (Bo)

    martedì 24 gennaio
    incontro "Antibiotici, maneggiare con cura"
    a cura Fondazione Golinelli
    dalle 17,30 alle 19, Opificio Golinelli, via Paolo Nanni Costa 14, Bologna

    martedì 24 gennaio
    incontro "Nessuno è straniero: le attese delle seconde generazioni tra pregiudizi e opportunità"
    a cura ass.ne G.Donati
    ore 21, Aula 1 di via del Guasto (angolo via Zamboni 32), Bologna

    giovedì 26 gennaio
    incontro con Lorenzo Luatti che presenta il suo libro "Adulti si nasceva. Immagini e metafore sull'emigrazione minorile girovaga e di lavoro dall'ottocento ai giorni nostri" nell'ambito della rassegna "Specialmente in Biblioteca..."
    a cura di Centro RiESco
    dalle 16 alle 18, centro RiESco, via Ca' Selvatica 7, Bologna

    venerdì 27 gennaio
    seminario "Il fenomeno delle Social Street a Bologna. Una risposta innovativa al bisogno di socialità e rigenerazione urbana"
    a cura UniBo, Centro Studi MoDI (Mobilità, Diversità, Inclusione sociale)
    ore 10, Dipartimento di Scienze dell’Educazione, Sala Riunioni, via Filippo Re 6, Bologna

    sabato 28 gennaio (e anche 11 e 25/2 e 11/3)
    incontro "Nuvole all'orizzonte" (ciclo Genitori, adolescenza, consumi, dipendenza)


    a cura di Comune Bologna, coop Carovana
    dalle 10 alle 12, Sala Tassinari, palazzo d'Accursio, p.zza Maggiore 6, Bologna

    lunedì 30 gennaio (e anche 8/02)
    incontro "Figli adottivi, genitori biologici, genitori adottivi in “Rete” nell'ambito del corso di formazione "Genitorialità, processo evolutivo complesso: come rispondere a bisogni affettivi, emotivi, educativi e valoriali in una società reale e virtuale"
    a cura di fondazione IPSSER
    dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18, presso via Riva di Reno 57, Bologna