Servizi e Sportelli Sociali

Contributi per soggiorni di sollievo per persone con disabilità (bando vacanze)

I contributi intendono favorire la fruizione di soggiorni estivi da parte di persone disabili. Vengono erogati con modalità differenziate a seconda delle diverse tipologie di soggiorni: la prima prevede soggiorni collettivi di sollievo o vacanze autonome con operatore (contributo in percentuale sui costi), la seconda vacanze autonome senza operatore (contributo forfettario).

Bando 1. Soggiorni collettivi e vacanze con operatore (Bando bando cessato in data 7 aprile 2017)

Le domande per questa tipologia di soggiorno fanno riferimento a soggiorni collettivi organizzati da soggetti del terzo settore (associazioni, cooperative, altri enti) e a soggiorni autogestiti dalle stesse persone disabili che organizzano la vacanza autonomamente con la presenza di un operatore di supporto regolarmente retribuito.

Bando 2. Contributi forfettari per vacanze disabili (Bando attivo dal 16 maggio al 15 giugno 2017)

Le finalità dell’intervento sono dirette a contrastare il fenomeno della povertà, a favorire l’integrazione sociale  delle persone disabili, offrendo la possibilità di concedersi un periodo di vacanza in autonomia, attraverso un contributo forfettario alle spese in carico al soggetto richiedente o alla famiglia.

Requisiti per presentare la domanda
- residenza nel Comune di Bologna
- disabilità attestata da certificazione di invalidità civile superiore a 66% o certificazione di hadicap ex Legge n.104/92 anche non in situazione di gravità
- attestazione ISEE (DPCM n.159/2913) pari o inferiore a 6.524,57 euro (**)

(**) Per il contributo oggetto della presente scheda, può essere effettuata DSU ISEE (Dichiarazione sostitutiva unica) per prestazioni socio-sanitarie con nucleo ordinario o ristretto o ISEE corrente.
- Il nucleo familiare di riferimento ordinario per l'ISEE è costituito dai soggetti che compongono la famiglia anagrafica del richiedente e dagli altri soggetti eventualmente attratti nel nucleo (coniuge separato di fatto, figli maggiorenni non conviventi con i genitori e a loro carico ai fini IRPEF, nel caso non siano coniugati e non abbiano figli) alla data di presentazione della dichiarazione sostitutiva unica presso un caaf o patronato.
- Il nucleo di riferimento ristretto per l'ISEE è composto dalla persona con disabilità, dal coniuge e dai figli minori nonchè dai figli maggiorenni a carico ai fini IRPEF qualora vengano attratti nel nucleo in quanto non conviventi, e purchè non coniugati e senza figli . Nel caso in cui la persona con disabilità non abbia nè coniuge nè figli, la situazione economica sarà riferita solo a lui con la scelta del ristretto.
- E' possibile presentare ISEE corrente nel caso in cui nei 18 mesi precedenti alla richiesta di prestazione sociale sia intervenuta una variazione della situazione lavorativa con variazione dellIndicatore Situazione Reddituale superiore al 25 per cento.
Maggiori informazioni sulle diverse tipologie di ISEE indicate sopra,possono essere richieste presso i caaf o patronati in cui sarà effettuata la dichiarazione sulla situazione economica."

N.B. Chi ha presentato domanda ed è stato ammesso al riconoscimento del contributo per i soggiorni organizzati e per quelli con operatore regolarmente retribuito, non può ricevere anche il contributo forfettario.

Quando e dove presentare domanda
Le domande per tale tipologia di contributi potranno essere presentate presso gli sportelli sociali del quartiere di residenza dal 16 maggio al 15 giugno  2017
Scarica il modulo di domanda



Modalità di concessione dei contributi forfettari

Al termine della raccolta delle domande sarà formulata una graduatoria, elementi relativi al punteggio per la graduatoria sono:
- Composizione del nucleo familiare
- presenza nel nucleo di almeno un familiare convivente anziano
- capacità economica del nucleo basata sul valore ISEE (Si specifica che per la formulazione della graduatoria e verifica degli elementi di priorità il valore ISEE preso in considerazione è quello del nucleo)
- capacità economica del nucleo dovuta a provvidenze non assoggettate ad irpef
- livello di gravità di invalidità civile e/o di certificazione di handicap ex  Legge n.104/92
- situazione abitativa
- presenza di provvedimenti di tutela al Comune o Ausl

L'entità del contributo massimo, individuato a seguito di approvazione della graduatoria, sarà di importo variabile in base al numero di domande presentate (comunque non superiore a 520,00 e non inferiore a 380,00 €) e le domande saranno ammesse fino ad esaurimento della somma stanziata in bilancio per tale intervento. La liquidazione del contributo sarà poi corrispondente al valore della documentazione valida presentata agli sportelli sociali.

Liquidazione del contributo
Gli sportelli sociali del Quartiere comunicheranno ai richiedenti la posizione in graduatoria e l'importo del contributo.  
La liquidazione dei contributi avverrà a seguito di presentazione allo sportello sociale, entro il  21 settembre 2017 pena l’esclusione dal contributo, della documentazione attestante la vacanza.
Lo sportello sociale effettuerà la verifica della corrispondenza di tale documentazione, che può  essere riferita anche a vacanze godute in periodi non necessariamente estivi, anche in periodi diversificati, a partire dal 22/9/2016 (ovvero nei 12 mesi precedenti la data di scadenza di consegna della documentazione comprovante le spese sostenute, riferite al bando 2017, che è fissata per il 21/9/2017).
Documentazioni valutabili a tal fine sono le ricevute o fatture fiscalmente valide, intestate al destinatario del contributo o al tutore, curatore, amministratore di sostegno o a chi esercita la patria potestà relative a:
- spese alberghiere o di locazione di immobile;
- spese di viaggio

Per informazioni
Per le informazioni è possibile rivolgersi agli sportelli sociali dei Quartieri

Categorie di Utenza

  • Disabili