Laboratori artigianali alimentari

Gli artigiani e le imprese artigiane aventi i requisiti previsti dalla legge n. 443/1985 (Legge Quadro per l'artigianato) sono tenuti a iscriversi nell'Albo Imprese Artigiane tenuto dalla Camera di Commercio.

L'operatore del settore alimentare deve effettuare la propria registrazione con la presentazione dell'apposita notifica ASL attestante il possesso dei requisiti al SUAP del Comune competente per territorio. Per il Comune di Bologna il SUAP è in Piazza Liber Paradisus, n. 10 - Torre A - 40129 Bologna.

Il modulo per la notifica ASL è scaricabile dalla sezione modulistica raggiungibile da questa pagina e deve essere presentato esclusivamente via pec allo sportello imprese.

La cessazione di un'attività artigianale senza subingresso va comunicata via pec utilizzando solo il modulo di autodichiarazione disponibile nella sezione modulistica.

 

Caratteristiche

L'attività artigianale svolta nel settore alimentare deve rispettare:

- i requisiti di igiene fissati dalla normativa per coloro che si occupano della produzione, della trasformazione e della distribuzione degli alimenti;
- le vigenti normative in materia edilizia e ambientale.

Le regole che disciplinano l'attività dei laboratori alimentari prevedono:

1 ) la possibilità di vendita al minuto dei propri prodotti esclusivamente presso la sede produttiva e senza mettere a disposizione arredi ed attrezzature particolari per agevolare il consumo sul posto;

2 ) qualora la vendita al minuto avvenga in sedi diverse (non è considerata tale la consegna a domicilio), oppure si vendano beni diversi da quelli prodotti dovrà essere osservata la disciplina del commercio al dettaglio in sede fissa;

3) il divieto di vendita per asporto di qualsiasi bevanda alcolica, nonchè di ogni altra bevanda in contenitori di vetro o lattina vetro dalle ore 22,00 alle ore 06,00 del giorno successivo(art. 14 del Regolamento di Polizia Urbana);

4) gli altri obblighi previsti dal  Regolamento di Polizia Urbana

 

Non vi sono orari di apertura da rispettare, fatte salve eventuali ordinanze sindacali specificamente previste.

L'unico obblico in capo all'esercente è quello di rendere noto al pubblico l'orario di effettiva apertura e chiusura mediante l'apposizione di cartelli ben visibili.


Riferimenti organizzativi:

Unità Intermedia Attività Produttive e Commerciali - Dott. Fabrizio Fugattini
Unità Operativa Responsabile U.O. Somministrazione, manifestazioni ed artigianato - Dott.ssa Tiziana Spedicato
Responsabile del Procedimento: Dott. Fabrizio Fugattini

Competenza

Settore Attività Produttive e Commercio
  • Responsabile direzione: Pierina Martinelli