Servizi e Sportelli Sociali

Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione per bambini affetti da gravi patologie

La misura, introdotta con la finanziaria 2017, riguarda i bambini nati nel 2016 che frequentano asili nido pubblici e privati e o che usufruiscono di forme di assistenza domiciliare perché affetti da gravi patologie croniche.

Il contributo può arrivare fino a un massimo di 1000 euro.
Il bonus asilo nido viene erogato con cadenza mensile parametrando l’importo massimo di 1.000 euro su 11 mensilità, per un importo massimo di 90,91 euro, direttamente al beneficiario che ha sostenuto il pagamento, per ogni retta mensile pagata e documentata.
Mentre il bonus per le forme di supporto presso la propria abitazione per i bambini affetti da gravi patologie viene erogato dall’Inps in un’unica soluzione.

Il contributo non è compatibile con il  “Voucher asilo nido e baby sitter”, istituito già dal 2013. Il genitore dovrà quindi scegliere quale dei due contributi è per lui più conveniente.

Chi può fare domanda

La domanda può essere presentata dal genitore di un minore nato o adottato dal 1° gennaio 2016 in possesso dei seguenti requisiti:
- cittadinanza italiana;
- cittadinanza UE;
- permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo;
- carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea;
- carta di soggiorno permanente per cittadini extracomunitari;
- status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;

Relativamente al contributo asilo nido, la domanda deve essere presentata dal genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta; mentre relativamente al contributo per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve coabitare con il figlio e avere dimora abituale nello stesso comune.

Come presentare domanda

Le domande possono essere presentate a partire dal 17 luglio 2017 e fino al 31 dicembre 2017, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, con le seguenti modalità:
- on line tramite i servizi telematici dell'Inps
- via telefono chiamando il Contact Center dell'istituto al numero verde 803.164 gratuito da rete fissa o il numero 06164.164 da rete mobile (con tariffazione a carico);
- di persona rivolgendosi ad un patronato

Documentazione da presentare

1) Contributo per forme di supporto presso la propria abitazione
Per ottenere il bonus per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione basterà semplicemente allegare all’atto della domanda, un’attestazione rilasciata dal pediatra di libera scelta, che dichiari per l’intero anno di riferimento, “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”.

2) Bonus nido
Per quanto riguarda il bonus nido potranno verificarsi due casistiche:
- Per i minori iscritti al nido nel periodo gennaio-luglio 2017 (anno scolastico 2016/2017) il genitore richiedente dovrà indicare gli estremi della documentazione attestante l’avvenuto pagamento delle rette, che dovrà essere allegata in un momento successivo a quello di presentazione della domanda. Per continuare ad avere il bonus nell’anno scolastico successivo (fino a un massimo di 1000 euro) il richiedente dovrà inoltre dichiarare che il minore è già iscritto per l’anno scolastico 2017/2018.
-  Per i minori iscritti per la prima volta all’asilo nido a decorrere da settembre 2017 (anno scolastico 2017/2018) la presentazione della domanda sarà possibile solo nel caso in cui sia fornita prova dell’avvenuta iscrizione e del pagamento almeno di una retta di frequenza, oppure dell’avvenuto inserimento in graduatoria del bambino.
NB Dal momento che il contributo verrà erogato da Inps fino ad esaurimento delle risorse disponibili in entrambi i casi è consigliabile fare richiesta il prima possibile; ma il rimborso da parte di Inps avverrà solo a seguito di allegazione di ricevuta di pagamento

Tutte le informazioni utili per la presentazione della domanda e il format per presentarla online sono disponibili sul sito dell’Inps

Categorie di Utenza

  • Famiglia e minori