Servizi e Sportelli Sociali

Piano Freddo

Il piano freddo consiste nell’accoglienza notturna in luogo protetto di tutti coloro che sono costretti a dormire in strada nelle notti invernali. É prevista l’accoglienza anche nelle ore diurne all'interno delle strutture notturne, limitatamente ai periodi di neve e freddo intensissimo.
Oltre ai posti letto, sono previsti numerosi altri servizi offerti prevalentemente dal volontariato, quali distribuzione di coperte, sacchi a pelo, bevande calde e generi di conforto a cui si aggiunge la somministrazione di pasti presso le strutture del piano freddo.
Il piano freddo del Comune di Bologna per l’anno 2016-2017 prevede l’indispensabile collaborazione di ARPA e Asp Città di Bologna.
La realizzazione di tutte le attività non può prescindere dalla forte e significativa collaborazione delle associazioni e organizzazioni del territorio che hanno messo in rete le proprie disponibilità e il proprio servizio.

Accoglienza e accesso alle strutture

L'accesso alle strutture avviene compatibilmente con la disponibilità di posti ed esclusivamente su invio dei  servizi presso i quali è necessario recarsi per essere poi inviati alle strutture di accoglienza.

Strutture e modalità di accoglienza: Piano Freddo 2016-2017

Il Piano freddo 2016/17 ha preso il via giovedì 1 dicembre 2016; quest'anno sono disponibili complessivamente 278 posti (quaranta in più dell'anno scorso, aumentabili in caso di particolari necessità e picchi di gelo) suddivisi in 12 strutture.

Non è possibile l’ammissione diretta alle strutture per chi si presenta presso le stesse. Gli interessati devono quindi presentarsi esclusivamente presso il Servizi inviante, di seguito descritto:

  • Servizio Help Center, c/o  Stazione Centrale FS Piazzale Est
    orari: dalle 14.30 alle 18.30


Inoltre anche il Servizio di Unità di strada e il Servizio mobile saranno impegnati, oltre che in attività di monitoraggio e riduzione del danno e nella mappatura del territorio, anche con invii diretti, qualora incontrino situazioni di difficoltà.


Modalità di accesso e permanenza:
L'accesso al servizio avviene compatibilmente con la disponibilità ed è rivolto a tutte le persone in condizione di bisogno. L’invio ordinario viene effettuato per 15 notti con eventuale successivo rinnovo da parte del soggetto inviante attraverso foglio di invio; dopo 2 notti di assenza la persona perde il diritto al posto letto.

All’ingresso in struttura viene fatto firmare agli ospiti il regolamento interno tradotto anche nelle principali lingue. Quotidianamente verranno inviate le presenze all’interno delle strutture alla Questura.

Modalità operative: Le strutture sono aperte nella fascia serale e notturna.
Oltre all’accoglienza notturna, sarà garantito un riparo diurno (fascia oraria 10.00-18.00) ad accesso libero e diretto, presso la sala multifunzionale del Centro Beltrame (via Sabatucci 2).
E’ prevista una ammissione per le situazioni di emergenza riscontrate dalle forze dell’ordine o dai pronto soccorso, tramite il servizio di Pronto Intervento Sociale (Pris) che potrà usufruire di posti dedicati, che si vanno ad aggiungere a quelli elencati precedentemente.

A chi rivolgersi:
Per ogni informazione è possibile rivolgersi preferibilmente ai Servizi invianti o, per informazioni di carattere generale, agli Sportelli sociali dei Quartieri.

 

Categorie di Utenza

  • Disagio Sociale Adulti