Servizi e Sportelli Sociali

Ricerche e pubblicazioni

Oltre all'attività didattica la Scuola Achille Ardigò promuove ricerche in collaborazione con Università e Istituzioni.
In questa sezione puoi consultare e scaricare i report delle indagini e i volumi pubblicati.

Sicurezza integrata e welfare di comunità, ed. Bologna University Press, 2022

Ricerca curata dal Prof. Tommaso Francesco Giupponi e dal Dott. Alberto Arcuri, Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna.
Esito delle proposte elaborate nel corso di un laboratorio su sicurezza integrata e welfare di comunità (2021), il volume è frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna e la Scuola Achille Ardigò del Comune di Bologna.
Con l’obiettivo di proporre una panoramica ampia sui diversi punti di vista riguardanti la sicurezza integrata, in quanto strumento di inclusione sociale e promotore di cittadinanza attiva, vengono individuate la base teorico-normativa, gli attori e gli strumenti a disposizione per la sua pratica, con riflessioni critiche sul cosiddetto Daspo urbano, sulla rigenerazione urbana, sulla prevenzione della sicurezza domestica e sulla sicurezza “partecipata”.
Con un approccio interdisciplinare e teorico-pratico, le riflessioni contenute nel volume si collocano al crocevia tra evoluzione del concetto di sicurezza, trasformazione dell’azione dei pubblici poteri e valorizzazione del protagonismo della comunità cittadina. In questo senso, infatti, vengono approfondite alcune traiettorie dell’articolato rapporto tra sicurezza integrata e welfare di comunità.

Volume a cura di Prof. Tomaso Francesco Giupponi e Dott. Alberto Arcuri, Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna.

Il volume affronta il rapporto tra la sicurezza integrata (intesa come l’insieme degli interventi assicurati dai diversi livelli territoriali di governo al fine di concorrere alla promozione e all’attuazione di un sistema unitario e integrato di sicurezza per il benessere delle comunità territoriali) e il welfare di comunità (inteso come l’insieme delle azioni che istituzioni e comunità territoriali realizzano per creare un senso condiviso di benessere e una maggiore inclusione sociale).
L’obiettivo è quello di offrire un contributo alla riflessione che, negli ultimi tempi, si va sviluppando intorno all’evoluzione che ha aperto la nozione giuridica di sicurezza oltre il nucleo primigenio della tutela all’integrità fisica delle persone e dei loro beni, per agganciarla alla questione sociale e ai temi del welfare, con un approccio integrato non solo a livello istituzionale, ma anche sociale, grazie all’apporto di quella “capillare” rete di prossimità fatta di singoli cittadini, enti e associazioni del c.d. privato sociale.
I diversi contributi ospitati, in questo senso, offrono uno sguardo, interdisciplinare e teorico-pratico, su alcune delle principali manifestazioni di tale complesso rapporto. Infatti, se la sicurezza integrata deve essere intesa come una richiesta di protezione complessiva, allora essa non può prescindere né dai meccanismi attraverso cui la Repubblica garantisce i diritti e redistribuisce risorse e oneri, né dalla partecipazione attiva dei cittadini e delle comunità, le cui energie possono (e devono) essere valorizzate non solo nella realizzazione di specifici interventi, ma anche nella loro ideazione e programmazione, in conformità con le recenti previsioni del Codice del Terzo settore.

Consulta e scarica il volume>>

 

Politiche integrative e servizi per le famiglie vulnerabili con figli minori nella città di Bologna

Report a cura del Dott. Andrea Baldazzini, con la supervisione scientifica del Prof. Paolo Prandini, del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Bologna.

La ricerca nasce dalla necessità di esplorare come stanno cambiando le condizioni di vita di una particolare fascia di popolazione, a seguito delle trasformazioni del contesto socioeconomico intercorse nell’ultimo decennio e di quelle indotte dall’attuale crisi a seguito della pandemia da Covid-19. In particolare, l’obiettivo è quello di conoscere quali sono da un lato i nuovi bisogni e dall’altro le strategie messe in atto per rispondere ad essi, di quelle famiglie che stanno vivendo un processo di impoverimento, materiale ma non solo, causato in primis da un recente peggioramento della situazione lavorativa di uno o entrambi i genitori. I soggetti presi in considerazione non sono utenti abituali dei servizi sociali.

Consulta la ricerca>>
Scarica le slide della presentazione>>
Guarda il video della presentazione>>

Report d'impatto sociale 2020: Empori Solidali Case Zanardi

Ricerca condotta dalla Dott.ssa Giorgia Bonaga della Scuola Superiore di Politiche per la Salute dell'Università di Bologna.

Lo studio si pone come obiettivo la valutazione di impatto del progetto Empori Solidali Case Zanardi, ovvero l’analisi degli esiti delle attività di supporto e distribuzione di generi di prima necessità (alimentari e non) rivolte a famiglie residenti nella Citta Metropolitana di Bologna che versano in condizioni di fragilità economica e sociale.

Scarica la ricerca>>
Scarica le slide della presentazione>>
Guarda il video della presentazione>>

Silver Economy: un approccio innovativo alle politiche e ai servizi per gli anziani a Bologna

Report condotto dalla Dott.ssa Rebecca Paraciani, ricercatrice del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Bologna.

La ricerca dal titolo “Silver economy: un approccio innovativo alle politiche e ai servizi per gli anziani a Bologna” si pone l’obiettivo di indagare i bisogni della popolazione anziana di Bologna, esplorando come questi sono mutati a seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19, considerando che gli anziani sono stati e sono tutt’ora la categoria più a rischio a livello sanitario, ma non solo.

Scarica lo studio>>
Consulta le slide della presentazione>>
Guarda il video della presentazione al minuto 4'03''>>