Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / ultimamusica | Anima

Musica

ultimamusica | Anima

ultimamusica musiche “inaudite” di questo (ed altri) secoli

Anima
il neoespressionismo di Gilberto Cappelli
prima assoluta di Anima (dedicato a Tito Gotti) di Gilberto Cappelli
con Sebastiano Severi (violoncello) ed Enrico Girardi (critico musicale del Corriere della Sera)

Gilberto Cappelli, classe 1952, ha studiato Composizione con Giacomo Manzoni, Aldo Clementi, Giordano Noferini e Tito Gotti al Conservatorio G.B. Martini di Bologna e Pittura all’Accademia della Romagna. Insegna Composizione al Conservatorio Bruno Maderna di Cesena.
Ha partecipato 5 volte alla Biennale Musica di Venezia.
Nel 1985 Claudio Abbado e Luigi Nono lo scelsero come rappresentante dell’Italia per scrivere una composizione per l’Orchestra Giovanile della Comunità Europea (ECYO).
Nel 2002 ha vinto il Premio Abbiati della critica italiana per la migliore composizione dell’anno e nel 2012 ha ricevuto la Chitarra d’oro di Alessandria per la sua produzione chitarristica.
Durante tutti questi anni l’interesse per l’arte visiva non l’ha mai abbandonato a tal punto che lavorare per le due arti, parallelamente, durante l’arco della giornata, è diventato per lui una cosa irrinunciabile. Il suo lavoro è stato recensito e documentato sulla rivista trimestrale di Arte e Letteratura GRAPHIE.

Sebastiano Severi ha intrapreso gli studi musicali all’età di sette anni con il Maestro Leonello Godoli. Grazie ad una borsa di studio ha studiato nel Collegio del Mondo Unito dell’Atlantico dal 1992 al 1994, dove ha proseguito gli studi liceali e musicali sotto la guida della violoncellista Sharon McKinley, avvicinandosi anche alla prassi esecutiva antica con la violinista rinascimentale Katherine Mackintosh. Nel 1995 gli è stato assegnato il Primo Premio al Concorso “Dino Caravita”. Nel 1997 ha conseguito il Diploma di Violoncellista alla Regia Accademia Filarmonica di Bologna, diventandone Accademico, e nel 1998 si è diplomato sotto la guida del Maestro Rocco Filippini presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano.
Si è poi perfezionato con M. Brunello, R. Filippini, M. Scano, e per la musica da camera con PierNarciso Masi, Krista Butzberger, Trio di Milano e Lucy Van Dall. Collabora regolarmente con l’Orchestra Internazionale d’Italia, l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Orchestra Città di Ferrara, l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “A. Toscanini”, L’Orchestra Philarmonia Veneta, l’Orchestra da Camera Italiana, l’Orchestra Filarmonica della Scala, I Barocchisti di Lugano, la Bombay Chamber Orchestra, l’Orchestra Pro- Musica di Pistoia. Membro del quintetto d’archi Nu Ork, nel 2005 si è esibito in numerosi anfiteatri greci e romani d’Italia fra i quali quelli di Pompei e Verona al fianco di Lucio Dalla.
Col violoncello barocco collabora con Diego Fasolis e i Barocchisti di Lugano, Federico Ferri e l'Accademia degli Astrusi, Alessandro De Marchi e l’Academia Montis Regalis di Mondovì.
Dal 2007 è membro dell’Ensemble di musica contemporanea Fontana Mix di Bologna.

Quando

13 Dicembre 2019
ore 18

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
fax 051 2757728
email

gratuito fino ad esaurimento posti

Prenota il tuo biglietto:
fino alle ore 12 del giorno dell'evento (salvo esaurimento anticipato dei posti disponibili) è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell'evento) da questo link [bit.ly/ultimamusica_anima].

I biglietti prenotati devono essere ritirati entro 15 minuti dall’inizio dell’evento presso la biglietteria, oltre i quali la prenotazione non sarà più ritenuta valida e i biglietti saranno rimessi in vendita.

In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (dal martedì alla domenica ore 10>18.30).

Rassegna

#novecento 2019 - i musicisti raccontano i musicisti

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna

Documenti