Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Al festino dissonante

Musica

Al festino dissonante

Al Festino dissonante
liberamente tratto da Festino del giovedì grasso avanti cena di Adriano Banchieri
in occasione della Festa della musica 2017

Ensemble La Musica Interna
Direzione artistica: Rosita Ippolito, Erica Scherl, Silvia Testoni

Con voci, flauti, violini, liuti e viole da gamba, si entra nel clima scherzoso e gaio del celebre lavoro del monaco bolognese: un florilegio di frottole, moresche e madrigali (riarrangiati per l'occasione dall'ensemble), perfetto esempio di un'arte compositiva di altissimo livello, incorniciata da una discorsiva narrazione.

Adriano Banchieri (1568 – 1634) fu un monaco, letterato, musicista e compositore bolognese del tardo Rinascimento e inizio dell’era barocca.
Figura centrale della vita musicale bolognese, ebbe una ricchissima creatività che espresse soprattutto nella sua intensa attività pratica, esercitata non solo come musicista, organista e compositore, ma anche come organizzatore delle manifestazioni liturgiche-musicali della sua chiesa, come insegnante e fondatore di un’Accademia musicale.
Fu un prolifico compositore di musica vocale, sia profana, sia sacra, di musica strumentale e di opere didattiche. Tra i molti generi, si cimentò anche nella cosiddetta commedia madrigalistica (o anche commedia harmonica), che consisteva in una successione di madrigali che, eseguiti uno dietro l’altro, dava vita a una storia.
Il Festino nella sera del giovedì grasso avanti cena è uno dei più begli esempi di questo genere musicale: pubblicato nel 1608 come raccolta di madrigali, narra una serata di festa organizzata durante il periodo di Carnevale dal Diletto Moderno, personificazione dello stile moderno musicale (di cui Monteverdi fu il principale rappresentante), alla quale partecipano svariati personaggi che di volta in volta fanno il loro ingresso alla festa, concludendosi con l’arrivo dell’ora di cena, il congedo del Diletto Musicale da tutti gli invitati.
Dal punto di vista strutturale il Festino è una successione di 18 brani, che comprende varie forme musicali, che vanno dallo stile serio a quello d’ispirazione popolare, dal madrigale (a due e più voci), alla moresca, alla villanella su testi poetici di vario registro, dal dialetto alla lirica.
Sintesi geniale dei più vari generi musicali, il Festino rappresenta una trasfigurazione ironica e affascinante dei topoi compositivi tipici dell’epoca.

Quando

21 Giugno 2017
ore 21

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel. 051 2757711
fax 051 2757728

ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

Prenotazioni on line

Da giovedì 23 febbraio è possibile prenotare i biglietti gratuiti da questo link.

I biglietti prenotati possono essere ritirati fino a 15 minuti prima dell’inizio dell’evento presso la biglietteria, oltre i quali la prenotazione non sarà più ritenuta valida e i biglietti saranno rimessi in vendita.
In caso di disdetta si prega di annullare la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (dal martedì al venerdì ore 10>16)

Rassegna

Nell'anno di ... i musicisti raccontano i musicisti 2017_1

Dove

Ingrandisci mappa

Biblioteca | Biblioteca

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna