Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Com’è fatto? - Liuteria e strumenti ad arco

Conferenze/Convegni

Com’è fatto? - Liuteria e strumenti ad arco

Com’è fatto? la musica vista da dentro

Liuteria e strumenti ad arco
un viaggio dalle origini ai giorni nostri

narrazione musicale con Duo Leuterius
Alessandro Urso (maestro liutaio e violinista) e Fabio Tricomi (polistrumentista ed etnomusicologo)

Il violino, non è apparso un bel giorno sotto un cavolo... ma è il frutto di infiniti tentativi e successive trasformazioni di un oggetto sonoro che nel corso dei secoli ha cercato di imitare quello che di più potente esisteva nella natura umana, il canto.
Per questo valore simbolico, potere esprimere una voce che non provenisse da un corpo ma da un congegno magico, ha sempre rappresentato lo strumento musicale più vicino alle sfere celesti, dal medioevo in poi, ma anche il contatto con l’aldilà nell’animismo.
Nel percorso guidato dal maestro liutaio Alessandro Urso e dal polistrumentista Fabio Tricomi scoprirete molti segreti costruttivi che i liutai hanno tramandato gelosamente e sentirete suoni da cordofoni ad arco molto rari in occidente e in questo periodo storico, per giungere infine al "rassicurante" suono del violino (ovviamente di pura scuola bolognese) come oggi lo si conosce.

Alessandro Urso si diploma nel 1983 presso la Scuola di Liuteria Artistica Bolognese (Bologna, Italia), sotto la guida del Maestro Otello Bignami.
Inizia la sua attività artistica nel settore della liuteria nel 1984, dedicandosi anche al restauro, nel quale si specializza seguendo gli insegnamenti del Maestro Bignami e partecipa ai seminari presso il Museo Nazionale Germanico di Norimberga (Germania), tenuti dal prof. Friedman Helwig. Consegue il Diploma di Professore di Violino nel 1987 presso l'Istituto Musicale parificato A. Peri di Reggio Emilia (Italia). Partecipa alla fondazione del Gruppo Liuteria Bolognese (G.L.B.), costituito nel 2000, con la finalita’ di diffondere la conoscenza e valorizzare l’importante scuola liutaria di Bologna.
Gli studi musicali, uniti ad una grande passione verso l'arte della liuteria, lo portano ad acquisire una profonda conoscenza degli strumenti ad arco.
La costruzione di strumenti di alta qualita’ e la specializzazione nella messa a punto degli strumenti ad arco ha prodotto un vasto riconoscimento ed apprezzamento da parte di musicisti italiani ed internazionali.
Dal Giugno 2005 collabora con l'Orchestra Mozart, fondata e diretta dal Maestro Claudio Abbado, per la fornitura di strumenti ad arco classici.
In collaborazione con il musicista ed etnomusicologo Fabio Tricomi, dal 2002 all’Aprile 2013 ha gestito Leuterius, un negozio dove era presentata al pubblico una vasta raccolta di antichi strumenti musicali, provenienti da vari paesi del mondo: e in un prossimo futuro questa importante collezione di strumenti antichi troverà adeguata collocazione in uno spazio più ampio e verrà offerta all’attenzione dei visitatori e dei clenti.

Fabio Tricomi, musicista ed etnomusicologo, dal 1983 si dedica alla ricerca e alla documentazione degli aspetti musicali legati alla tradizione siciliana.
L'esperienza diretta con i musicisti tradizionali della sua regione lo ha portato ad approfondire la conoscenza e lo studio, non solo teorico, delle tecniche e degli stili esecutivi su vari strumenti di pertinenza agropastorale (come scacciapensieri, tamburello, flauto di canna, zampogna). Contemporaneamente si è dedicato allo studio della chitarra classica e successivamente si è specializzato su strumenti a pizzico più antichi (liuti) e strumenti ad arco medioevali (viella, lira). Interessato all'interpretazione e alla riesecuzione
della musica antica, Tricomi attualmente suona da solista e in gruppo in affermati ensemble e importanti rassegne di musica antica del mondo.
Ha all'attivo la pubblicazione di vari scritti sulla musica di tradizione orale, sulla musica medievale e CD di registrazione sul campo.

Quando

21 Marzo 2020
ore 17

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
fax 051 2757728
email

gratuito fino ad esaurimento posti

Prenotazioni on line
fino alle ore 12 del giorno dell'evento (salvo esaurimento anticipato dei posti disponibili) è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell'evento) da questo link [bit.ly/liuteria_strumenti_arco]

I biglietti prenotati devono essere ritirati entro 15 minuti dall’inizio dell’evento presso la biglietteria, oltre i quali la prenotazione non sarà più ritenuta valida e i biglietti saranno rimessi in vendita.

In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (dal martedì alla domenica ore 10>18.30).

Rassegna

#wunderkammer - il museo delle meraviglie 2020

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna