• registrati
    Registrazione

    La parola chiave dovrebbe essere da 6 a 8 caratteri. I campi contraddistinti da * sono obbligatori.

16 Novembre 2013 Bologna Città delle Bambine e dei Bambini 2013

Dal 16 al 24 novembre, 9 giorni di incontri, spettacoli, mostre, attività culturali e di gioco, per bambini, famiglie, studenti, educatori e insegnanti intorno alla giornata dedicata ai diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

Nella sezione proposte dalla rete le iniziative della settimana.

>> L'art. 29 della Convenzione, scelto quest'anno dai partecipanti al "tavolo dei diritti" che hanno collaborato all'organizzazione di questa manifestazione, ci parla di identità, educazione e valori culturali. Per tale ragione, in tutta la città, nei luoghi dell'arte, della musica, del gioco, dei libri, cioè nei luoghi più spesso pensati per gli adulti, sono stati promossi incontri per consentire alle bambine e ai bambini di trovarsi insieme e sperimentare anche fuori dalla scuola il diritto all'educazione.
Si è voluto, in questo modo, rendere ancora più visibile quel sistema formativo che trasforma i luoghi della città in aule didattiche e che propone spazi e opportunità a misura di bambino.

Le offerte educative e ludiche rivolte alle molte infanzie sono un modo per esprimere l'amicizia verso i cittadini più piccoli. Si vuole riconoscere loro il diritto a essere se stessi, scegliendo forme e modi di socialità e approfondendo interessi che possano promuovere idee.

Perché, come Malala Yousafzai, la più giovane candidata di sempre al Premio Nobel per la Pace, ogni bambino e ogni bambina possa dire "Io ho dei diritti. Ho il diritto all’istruzione. Ho il diritto di giocare. Ho il diritto di cantare. Ho il diritto di parlare. Ho il diritto di andare al mercato. Ho il diritto di parlare in pubblico".<<

Dalla Premessa di
Marilena Pillati
Assessore Scuola, Formazione e Politiche del Personale del Comune di Bologna

 

settimana dei diritti 2013 Zoom-in
  • settimana dei diritti 2013