Servizi e Sportelli Sociali

Sia – Sostegno per l'inclusione attiva

Il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate e, accanto a questo, l'attivazione di un progetto personalizzato, volto al superamento della condizione di povertà, al reinserimento lavorativo e all'inclusione sociale, che è vincolante per accedere al beneficio.

Il SIA nasce come "misura ponte" varata in vista dell'istituzione del REI - Reddito di inclusione sociale, che ha preso il via il 1° dicembre 2017. Con l'istituzione del REI il SIA non può più essere richiesto. Resta invece in vigore per tutte le famiglie che avevano presentato richiesta prima della sua cessazione e che potranno continuare a beneficiare della misura per la sua intera durata (12 mesi), per poi eventualmente passare, qualora sussistano i requisiti, alla misura del REI (di cui potranno fruire per ulteriori 6 mesi, per un totale complessivo di 18 mesi tra SIA e REI).

Tutte le informazioni utili sulla misura del REI e sul passaggio da SIA a REI sono disponibili nella scheda dedicata; di seguito, invece, i dettagli sulle caratteristiche e requisiti del SIA.

REQUISITI PER ACCEDERE AL SIA

Requisiti del richiedente
Il richiedente deve essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, oppure cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, oppure titolari di protezione internazionale (asilo politico e protezione sussidiaria).
Deve essere inoltre residente in Italia da almeno 2 anni al momento della presentazione della domanda.

Requisiti familiari

Il nucleo familiare deve possedere almeno uno dei seguenti requisiti:

  • presenza di almeno un componente di età minore di anni 18;
  • presenza di un figlio con disabilità (anche maggiorenne) e di almeno un suo genitore;
  • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l’unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica).

Per i soli residenti in Emilia Romagna da almeno 24, che non dovessero essere in possesso dei sopracitati requisiti familiari o dei requisiti relativi al possesso del permesso di soggiorno di lungo periodo (fermo restando il requisito dell'Isee inferiore a 3000 euro), pur non essendo possibile usufruire del SIA, è possibile accedere alla misura del RES, promossa dalla Regione Emilia Romagna a integrazione del SIA. Tutte le informazioni utili nella SCHEDA DEDICATA>>

(*) Nota bene: ai fini del SIA la disabilità non viene certificata con le usuali modalità (invalidità; certificazione legge 104 grave o meno) ma si considera il nucleo familiare in cui per uno o più figli sia stata accertata una condizione di "disabilità media", "disabilità grave" o "non autosufficienza" come definite ai fini del cosiddetto "nuovo" ISEE. Vedi la tabella delle equivalenze nel sito handylex.org

Requisiti economici e condizioni
Per accedere al SIA è necessario avere un  ISEE del nucleo familiare inferiore o uguale a 3mila euro.
E' inoltre necessario che i componenti del nucleo familiare assolvano tutte le seguenti condizioni:
- non beneficiare di altri trattamenti economici rilevanti (di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale) superiori a 606,60 euro mensili , elevati a 909,90 euro in caso di presenza nel nucleo di  persona  non autosufficiente, come definita ai fini ISEE(*)
- non beneficiare di strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati  quali la NASPI e l'ASDI o altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati;
- non essere in possesso di beni durevoli di valore, quali: autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda. Fatti  salvi  gli  autoveicoli  e  i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente.
(**)(Citiamo alcuni esempi tra i più conosciuti nelle tre categorie. Pensioni di vecchiaia, anzianità, superstiti, anticipate. Pensioni e assegni sociali, prestazioni legate all'invalidità civile. Indennità di frequenza per minori disabili, indennità di accompagnamento. Prestazioni erogate da INAIL...)

Valutazione multimensionale del bisogno

Infine per accedere al beneficio il nucleo familiare dovrà  ottenere un punteggio relativo alla valutazione multidimensionale del bisogno uguale o superiore a 25 punti (la soglia è stata abbassata da 45 punti a 25 con decreto ministeriale del 16 marzo 2017, "Allargamento del Sostegno per l'inclusione attiva (SIA), per il 2017". )
La valutazione  viene calcolata dall'Inps a seguito della presentazione della domanda sulla base di precisi criteri che favoriscono i nuclei con il maggior numero di figli minori, quelli monogenitoriali e quelli con componenti con disabilità  (consulta la tabella con i criteri e i relativi punteggi )


IMPORTI E MODALITA' DI EROGAZIONE

Il beneficio previsto è di 80 euro mensili per ogni membro del nucleo familiare fino a un massimo di 400 euro (per famiglie con 5 o più componenti).
Questo il dettaglio degli importi mensili in base al numero dei componenti del nucleo familiare:

  • 1 componente: 80 €
  • 2 componenti: 160 €
  • 3 componenti: 240 €
  • 4 componenti: 320 €
  • 5 o più componenti: 400 €

In virtù del decreto ministeriale del 16 marzo 2017 le famiglie composte esclusivamente da un genitore solo e da figli minorenni (come definito ai fini Isee e risultante dalla DSU***) avranno diritto a un incremento del beneficio di ulteriori 80 euro (che si applicherà anche a tutte le famiglie che già beneficiavano del SIA prima dell'entrata in vigore del Decreto).
Il beneficio è concesso bimestralmente entro due mesi dalla presentazione della domanda (previo accertamento da parte dell'Inps dei requisiti) e verrà caricato sull'apposita Carta di pagamento elettronica (Carta SIA) che verrà recapitata agli aventi diritto tramite raccomandata. Con la Carta è possibile effettuare acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard e può anche essere utilizzata presso gli uffici postali per pagare le bollette elettriche e del gas.
(***) Vi rientrano i casi in cui uno dei due genitori: viva all'estero, sia deceduto, sia decaduta la responsabilità genitoriale, non abbia riconosciuto il figlio alla nascita

Il progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa
Entro la fine del bimestre successivo a quello di presentazione della domanda dovranno essere inoltre attivati i programmi personalizzati di presa in carico del nucleo familiare, finalizzati al superamento della condizionedi povertà, al reinserimento lavorativo e all'inclusione sociale.
I programmi dovranno essere sottoscritti per adesione da tutti i componenti del nucleo familiare beneficiario; l'adesione al progetto ed il mantenimento da parte del nucleo familiare degli impegni connessi, rappresentano una condizione necessaria per avere il contributo.

Periodicamente verranno effettuati incontri mirati a verificare l'andamento del percorso e, in caso di mancato rispetto degli impegni assunti, si perderà il diritto al contributo.

Per approfondire
>> Il Decreto del Ministero sul SIA (Decreto 26 maggio 2016)
>> Il Decreto "Allargamento del SIA per il 2017"(Decreto interministeriale 16 marzo 2017)
>> Il vademecum completo sul "Funzionamento del SIA"



Categorie di Utenza

  • Anziani
  • Disabili
  • Disagio Sociale Adulti
  • Famiglia e minori
  • Immigrati

Normativa di riferimento