Servizi e Sportelli Sociali

Accreditamento

 

AccreditamentoAccreditamento
Previsto dalla Legge Regionale 2/03 , l'accreditamento è un processo che mira a garantire precisi standard di qualità dei servizi socio-sanitari per le persone anziane e disabili, superando la precedente procedura di selezione dei fornitori basata sugli appalti, e promuovendo nel contempo la trasparenza nella gestione dei servizi e valorizzando e tutelando la professione del lavoro di cura.

La regolazione dei rapporti tra committenti pubblici e soggetti produttori (pubblici o privati) avviene mediante contratti di servizio.

Il sistema di accreditamento prevede dunque precise garanzie: sulle professionalità impiegate nei servizi (sia per numero di professionisti da impiegare che per formazione);sulla continuità assistenziale, tenendo conto dei bisogni e delle abitudini degli utenti; sulla trasparenza e sull'unitarietà nella gestione (superando i sistemi a gestione mista); sulla qualità, la sicurezza e l'organizzazione delle strutture; sulla valutazione del servizio svolto, per migliorarlo anche con l’aiuto di famigliari e utenti.

La Regione con la delibera della Giunta regionale 514/2009 ha definito i requisiti e gli standard per l’accreditamento di:

  • Assistenza domiciliare
  • Casa residenza per anziani non autosufficienti
  • Centro diurno assistenziale per anziani non autosufficienti
  • Centro socio-riabilitativo residenziale per disabili
  • Centro socio-riabilitativo semiresidenziale (diurno) per disabili.

 

In un arco di tempo prestabilito dalla Regione (fase di accreditamento transitorio), ciascuno di questi servizi è stato quindi chiamato a progettare un proprio percorso di adeguamento graduale e progressivo ai requisiti ed agli standard definiti dalla normativa regionale (la normativa, attualmente, non tocca invece gli altri servizi che prestano assistenza agli anziani e ai disabili, che continuano dunque a svolgere la loro attività con le modalità di prima). Dal 1 gennaio 2015 è invigore il regime di accreditamento definitivo.

Infine è la programmazione locale (Comuni, Aziende sanitarie) che, sulla base della valutazione dei bisogni delle persone e delle risorse disponibili, identifica il fabbisogno di servizi (strutture, posti letto, interventi...) da accreditare in ogni territorio. Tale valutazione è effettuata attraverso la partecipazione e il confronto con gli altri attori del territorio: dalle associazioni di familiari, alle organizzazioni di volontariato, a tutte quelle realtà impegnate a vario titolo nella promozione del benessere dei cittadini.

>> Normative sull'accreditamento