Servizi e Sportelli Sociali

Disabili

DisabiliDisabili
Quelle che state leggendo sono le pagine del portale degli Sportelli sociali dedicate al tema della disabilità. La malattia, la disabilità, l'handicap spesso irrompono nella vita inaspettatamente, alla nascita o per un incidente. Parrebbero fare terra bruciata. Lasciare a volte senza speranza. Eppure non è così ed oltre ad essere "accolti ed ascoltati" nellla propria fatica l'essere informati è l'altra grande risorsa necessaria. Informazioni per conoscere diritti e doveri, gli aiuti su cui si può contare, le risorse dei servizi territoriali, le risorse delle tante associazioni, le opportunità che di volta in volta si offrono per conoscere altre esperienze e confrontarsi con queste.
Queste pagine sono dedicate a tutti coloro che vogliono orientarsi nell’offerta di servizi, interventi, risorse del nostro territorio; un sistema che qui sinteticamente proviamo a descrivere.

Il sistema dei servizi per le persone disabili
Per illustrare sommariamente il sistema dei servizi e degli interventi per le persone disabili nel territorio bolognese può essere utile ragionare partendo dalle fasce di età. Proviamo ad essere schematici, con tutti i limiti della cosa ovviamente, e dividiamo per età della persona disabile:
Il primo incontro con la disabilita'
Ci riferiamo alla nascita di un bimbo disabile, o comunque all'arrivo della disabilità, ad esempio con un incidente in moto. Qui intervengono i servizi sanitari degli ospedali, le aree nascita, i reparti di riabilitazione. Ci sono le figure mediche per le cure e le terapie e il Servizio sociale ospedaliero (assistenti sociali) per le informazioni sulle cose più urgenti e necessarie: le visite per il riconoscimento dell'invalidità, la necessità di farmaci o ausili, i permessi lavorativi/congedi o altre facilitazioni sul lavoro per i genitori, le indicazioni su dove rivolgersi dopo la dimissione dall'ospedale e su eventuali Centri medici specializzati per ulteriori accertamenti.
I minori
per la fascia dei minori (0-18), quindi quella dell'età evolutiva. il servizio di riferimento è quello di Neuropsichiatria (NPIA) dell'Azienda USL dove si trova personale medico per gli aspetti clinici e riabilitativi ed educatori per progetti di appoggio alla famiglia. Con l'entrata nel sistema educativo-scolastico (nido, materna, elementare) possono intervenire una serie di figure (insegnanti di appoggio, educatori...) messe a disposizione da vari Enti (Comune. Quartieri, ASL, ex Provveditorato studi) che collaborano insieme per la miglior riuscita dei percorsi educativo-scolastici dei bambini disabili. Esiste un "Accordo di programma" sottoscritto dai vari Enti che dice cosa ognuno è tenuto a fare.
Nel caso che il nucleo famigliare dove c'è il minore disabile manifesti delle difficoltà possono anche intervenire i Servizi per minori e famiglie del Servizio sociale territoriale.
Gli adulti disabili
dopo i 18 anni, e fino ai 64, le persone passano in carico al Servizio disabili adulti dell'ASL (che si chiama USSI disabili adulti) che cura, attraverso assistenti sociali ed educatori, interventi di tipo domiciliare in appoggio al singolo e alla famiglia, di tipo educativo o di socializzazione, di appoggio all'inserimento lavorativo. L'USSI cura anche l'eventuale inserimento in strutture diurne o a carattere residenziale per chi non ha più una famiglia che possa accudirlo. Data la delicatezza delle fasi di passaggio di età l'ASL cura interventi congiunti tra servizi di NPI e USSI per il tempo che si rende necessario. Ogni persona ha una propria assistente sociale di riferimento.
Gli anziani disabili
dopo i 65 anni le persone passano in carico ai Servizi per anziani del Servizio sociale territoriale di Quartiere che cura interventi sia di tipo domiciliare, che diurno o residenziale. Ogni persona ha una propria assistente sociale di riferimento.
Altri servizi e risorse
Oltre a questa che rappresenta schematicamente la rete dei principali servizi sociosanitari, ci sono interventi di
- altri settori del Comune, come Mobilità (facilitazioni alla viabilità, contrassegni auto, parcheggi riservati), Lavori pubblici (eliminazione delle barriere architettoniche nell'ambiente urbano) ed altri per le rispettive competenze (accesso ai musei, accesso ai cataloghi bibliotecari, alla impiantistica sportiva....)
- altri Enti per il lavoro e la formazione professionale (Città metropolitana), per le pensioni e assegni di invalidità e per le agevolazioni sul posto di lavoro (INPS e Asl), per le agevolazioni fiscali (Agenzia delle entrate)
- associazioni di categoria, che sono oltre 120 nel territorio bolognese, che attivano una ricchissima progettualità e gestiscono servizi nei più disparati settori (informazione, assistenza, sanità, educazione, sport, cultura, tempo libero...)

Indice Categorie Servizi

Informazione e Documentazione

Interventi di sostegno economico

Scuola e servizi prima infanzia

Servizi Demografici

Servizi di Comunità

Servizi di Trasporto

Servizi e interventi domiciliari

Servizi per il lavoro

Servizi per l'accessibilità

Servizi Residenziali

Servizi semi residenziali

Servizi Socio-Sanitari

Tempo libero e Sport