Servizi e Sportelli Sociali

Dimissioni protette

Il servizio si propone di rispondere ai bisogni socio-sanitari e assistenziali che si presentano ai cittadini anziani nella fase di dimissione ospedaliera (sia ospedali pubblici, sia ospedali privati accreditati e convenzionati con l'Azienda USL). È realizzato da Azienda USL (Distretto di Committenza e Garanzia della Città di Bologna), Comune di Bologna, Asp Città di Bologna, Cup 2000. Per l'attivazione del servizio non è prevista contribuzione da parte dei beneficiari.

A chi si rivolge
Si rivolge, di norma,  ad anziani parzialmente autosufficienti o non autosufficienti in dimissione dagli ospedali pubblici o accreditati e convenzionati con l'Azienda USL, rispondendo ai bisogni socio-assistenziali, socio-sanitari e sanitari.
Di norma si tratta di persone non seguite dal Servizio Sociale Territoriale dei Quartieri.

La continuità assistenziale in fase di dimissione ospedaliera per le persone in carico al Servizio Sociale Territoriale è garantita, di norma, dallo stesso Servizio Sociale.

Come funziona
L'erogazione dei servizi socio-sanitari e assistenziali avviene mediante percorsi diversificati in base al bisogno assistenziale valutato:

1.Percorso per Profili Assistenziali
Il “Percorso per Profili Assistenziali”  presenta la seguente modalità operativa:
- l'accesso al percorso avviene attraverso la valutazione multidimensionale semplificata effettuata da assistente sociale ed infermiere dedicati;
- l'attivazione del servizio domiciliare socio-assistenziale e socio-sanitario temporaneo avviene attraverso l'attribuzione di Profili Assistenziali personalizzati;
- i servizi al domicilio sono pianificati dai Nuclei per la domiciliarità gestiti da ASP Città di Bologna in accordo con la persona dimessa e la sua famiglia per una durata massima di 30 giorni a seconda dell’esito della valutazione.

2.Progetto Pronta Attivazione Assistenti Famigliari
La Pronta Attivazione Assistenti Familiari  presenta le seguenti modalità operative:
- l'accesso al percorso avviene attraverso la valutazione multidimensionale semplificata effettuata da assistente sociale ed infermiere dedicati;
- l'attivazione del servizio domiciliare socio-assistenziale e socio-sanitario temporaneo avviene attraverso l'attribuzione di Profili Assistenziali personalizzati;
- i servizi al domicilio sono pianificati dai Nuclei per la domiciliarità gestiti da ASP Città di Bologna in accordo con la persona dimessa e la sua famiglia per una durata massima di 30 giorni a seconda dell’esito della valutazione.

Asp ha sottoscritto una convenzione con agenzie di somministrazione selezionate da apposito bando, che prevede la definizione di pacchetti tariffari agevolati in base all'intensità del bisogno assistenziale.
Già in ospedale l'assistente sociale ospedaliera valuta l'eventuale necessità di attivare in tempi rapidi (entro 72 ore dalla dimissione dell'anziano) un'assistente familiare qualificata, proponendo alla famiglia di attivare il servizio. Il costo del servizio dovrà essere anticipato dalla persona assistita o suo familiare e rimborsato interamente  a seguito della presentazione della fattura  presso la sede di ASP Città di Bologna. Successivamente l'anziano e la sua famiglia possono decidere se prorogare il rapporto con l'assistente familiare in forma diretta, alle tariffe convenute.

Per tutti  i percorsi il Nucleo per la domiciliarità assicura il raccordo con i Servizi Sociali Territoriali nel caso sia necessario garantire la continuità assistenziale attraverso la prosecuzione degli interventi oltre i giorni previsti dai rispettivi percorsi di dimissioni protette.

Categorie di Utenza

  • Anziani

Dettagli utenza

Anziani parzialmente autosufficienti o non autosufficienti.