Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899 Museo Internazionale e Biblioteca della Musica it-it info@comune.bologna.it Copyright 2023 Angeli che scuotono il tempo Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/108273 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/1_a.jpg' /></p> Angeli che scuotono il tempopresentazione del libro di Simona de Nicola ne parlano con l’autrice Matteo Casari (Università di Bologna), Alberto Merzari (Università di Bologna) e Pietro Antolini (artista) Angeli che scuotono il tempo prima ancora di essere un libro è un viaggio, una sollecitazione sensoriale sinestesica. Leggere, allora, è un verbo che non sa restituire appieno l’esperienza che questo oggetto permette di fare, un insieme di traiettorie danzanti che abbattono i confini tra i linguaggi, le culture, i saperi.Angeli che scuotono il tempo è un’indagine fotografico-semiotica che muove da un interrogativo: tradurre è tradire? A partire dal dialogo tra due codici, la danza e la scrittura, e nello specifico l’antica scrittura ideografica cinese e giapponese, questo lavoro interroga la natura intima del senso. Che cosa succede se mettiamo a confronto due codici e ne cerchiamo un’assonanza iconografica? Possiamo, a partire da una similitudine nelle loro forme, produrre un nuovo codice, con tutti i significati e le derive del senso che ne scaturiscono?Un libro d’artista, interamente rilegato a mano: 22 copie numerate, con una calligrafia donata dal calligrafo giapponese Nagayama Tijun e le serigrafie realizzate con la collaborazione della Stamperia e Galleria d’Arte Squadro, questa l'opera di Simona de Nicola. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/108273 Thu, 22 Jun 2023 Thu, 22 Jun 2023 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/1_a.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Various voices Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/108378 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/favicon.jpg' /></p> Various Voices 14-18 giugno 2023 Various Voices è il più importante festival di cori LGBTQIA+ d’Europa che si tiene ogni 4 anni in una diversa città europea: l’edizione 2023 è organizzata aBologna dall’associazione di promozione sociale Aulos, in collaborazione con Komos APS e per conto di Legato Choirs.L’obiettivo principale del festival è diffondere – attraverso la musica – messaggi, richieste, bisogni e istanze della comunità LGBTQIA+, per promuovere una società più accogliente e inclusiva.Various Voices ha una storia lunga 35 anni, con 15 differenti edizioni ospitate in varie città europee: dal 1985 a Colonia (Germania) con 4 cori provenienti da 4 nazioni, fino al 2018 a Monaco (Germania) con più di 100 cori arrivati da 19 nazioni e 2700 delegati. Scopri i cori partecipanti all'edizione di Bologna! Il Museo della musica è tra i partner dell'iniziativa e ospiterà una serie di visite guidate musicali: mer 14 giugno ore 16&gt; Barberfellas, Londragio 15 giugno ore 16&gt; Homonics, Dublinoven 16 giugno ore 11&gt; Classical Lesbians, Berlino | ore 16&gt; Kleine Berliner Chorversuchung, Berlinosab 17 giugno ore 11&gt; Three of a kind, Enschede | ore 16&gt; The friends of Dorothy, Helsinkidom 18 giugno ore 10.30&gt; Les Petit Ducs, Toulouse http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/108378 Wed, 14 Jun 2023 Wed, 14 Jun 2023 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/favicon.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Legature | Particolari universali Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/108132 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/18_particolari_universali.jpg' /></p> Particolari universalimusica oltre i perimetri esperienza d’ascolto con Riccardo Negrellilive Valentina Mattarozzi (voce), Fabio Galliani (ocarina), Gabriele Scopa (batteria) @ Museo della musica La musica è un linguaggio universale oppure è specchio del tempo, delle culture, dei territori e delle contraddizioni umane, sfuggendo a qualsiasi definizione assoluta? A cercare un'impossibile risposta ad un quesito tanto ancestrale quanto abusato, la narrazione condotta da Riccardo Negrelli, in cui i musicisti coinvolti, lontanissimi tra loro per estrazione, età, disciplina ed impegno artistico, daranno corpo ad un'esperienza d'ascolto unica: un labirinto performativo in cui esplorare le possibilità di contaminazione stilistica, linguistica, espressiva e produttiva tra blues, avanguardia e contemporanea. _______________________ Legaturetra Museo della musica e Sala della Musica La partnership tra il Museo della musica e la Sala della musica ha portato ad un progetto condiviso Legature che si propone di raccontare le diverse sfumature della storia musicale in città.La Sala della Musica, inaugurata nel 2021, è il primo percorso espositivo permanente in Italia dedicato alla storia della popular music di una città. Allestita negli spazi al secondo piano di Biblioteca Salaborsa, intitolati al grande poeta e paroliere Roberto Roversi, si affianca alle altre istituzioni musicali della città, completando il racconto della storia della musica a Bologna e suggerendo al visitatore un viaggio esperienziale che prevede diversi livelli di approfondimento. Alla storia, raccontata per decenni, si accompagnano avvenimenti e aneddoti inseriti in suggestive strutture architettoniche che propongono immagini lenticolari dei principali artisti, brani musicali selezionati, soundwave art e animazioni video, che permettono al visitatore di fare esperienza della musica in un ambiente immersivo che dà forma, corpo e voce al racconto. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/108132 Sat, 10 Jun 2023 Sat, 10 Jun 2023 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/18_particolari_universali.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Fotografare il rock Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/108407 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mark_allan_photo.jpg' /></p> Fotografare il rockworkshop con Mark Allan In Italia per partecipare all’apertura della mostra It's (NOT) only rock'n'roll Mark Allan terrà un workshop sulla fotografia musicale, condividendo la sua lunga esperienza con i partecipanti, raccontando la sua tecnica, gli strumenti utilizzati, gli incontri straordinari che hanno caratterizzato la sua lunga carriera.Dai rock club punk dell’Inghilterra di fine anni 70 ai grandi festival internazionali sino al suo lavoro al Barbican Center di Londra. Una occasione unica per conoscere il lavoro di uno dei più importanti fotografi musicali internazionali. Il workshop è in lingua inglese con traduzione simultanea. Mark Allan lavora da oltre 30 anni nel campo della fotografia di musica e spettacolo per tutti i settori della stampa inglese e internazionale. Ha inoltre collaborato con molte emittenti, tra cui BBC, ITV, Channel 4, MTV, HBO e NBC per speciali e serie (Most Wanted, The White Room, TOTP, Sound, Maestro, Let’s Sing and Dance. Non ha fotografato solo spettacoli, ma ha scattato ritratti in location e in studio a tutti i tipi di personalità per organizzazioni di stampa e broadcast. Ha dato prova della sua versatilità quando ha coperto eventi nazionali di grande importanza come il matrimonio reale e le Olimpiadi di Londra, da ultimo l'incoronazione di re Carlo III.Attualmente si occupa delle sessioni di Maida Vale della BBC, tra cui il Live Lounge di Radio 1, lo Zane Lowe Show, l'Huw Stephens Show, lo show di Jamie Cullum di Radio 2, il Late Junction di Radio 3, In Tune e altri programmi di musica classica, oltre a numerosi programmi di 6Music per BBC Online.È inoltre fotografo ufficiale di musica contemporanea e classica per il Barbican Centre, organizzazione per i diritti di trasmissione BMI e l'organizzazione di autori di canzoni BASCA, per la quale si occupa di tutti i premi annuali, compresi gli "Ivors".markallanphotography.co.uk http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/108407 Sat, 10 Jun 2023 Sat, 10 Jun 2023 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mark_allan_photo.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna It's (NOT) Only Rock'n'Roll Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/108389 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bozza_ma_poster_70x100_16_05_b.jpg' /></p> It’s (NOT) Only Rock’n’Roll le foto di Mark Allana cura di Pierfrancesco Pacoda Il Museo della musica di Bologna presenta - per la prima volta in Italia - il lavoro di Mark Allan, decano della fotografia musicale e fotografo ufficiale del Barbican Centre di Londra, uno degli spazi internazionali più importanti per la musica, la danza e il teatro, per il quale ha ritratto, in 30 anni di carriera, tutti i grandi protagonisti della musica classica e sinfonica internazionale. Dopo il successo riscosso dalla personale allestita alla Barbican Library nel 2019, saranno visibili – in un’ampia retrospettiva a cura di Pierfrancesco Pacoda – 48 degli scatti più iconici realizzati da Allan tra gli anni Ottanta e Duemila, che svelano la sua grande passione per la musica rock.Le sue fotografie documentano e raccontano linguaggi diversi e personaggi straordinari, narrati attraverso immagini fuori dalle convenzioni del ritratto, riuscendo, in molti casi, a trasformare relazioni professionali in rapporti di amicizia. Come accadde con David Bowie, che trovandosi a Roskilde, in Danimarca, per partecipare al celebre festival rock, lo invita a raggiungerlo per scattare alcune foto. Nasce così un ritratto che ci restituisce un Bowie mai visto, seduto in spiaggia su una sedia a sdraio che gioca con secchiello, paletta e sabbia. Una dimensione opposta a quella voluta, ad esempio, da Grace Jones che chiede al fotografo di esaltare il suo aspetto da inavvicinabile femme fatale. Il risultato sono alcuni scatti che amplificano il versante sensuale dell’artista, che si diverte a offrire all’obiettivo il suo lato più seducente. E proprio questa foto così particolare è stata scelta come visual della mostra. Poi ancora, tra le altre, le fotografie che un giovanissimo Allan fece a Freddie Mercury durante le registrazioni di Live Aid, gli scatti agli U2 negli studi di Radio Times, i concerti di Madonna, Metallica, Paul McCartney, Sex Pistols, Lou Reed, The Rolling Stones, Britney Spears, Bruce Springsteen, Tina Turner, The Who e gli incontri unici come quello con Amy Winehouse, colta durante una pausa nella registrazione di un concerto per BBC One Session. Il catalogo della mostra It’s (NOT) Only Rock’n’Roll sarà in vendita presso il bookshop del Museo. Mark Allan lavora da oltre 30 anni nel campo della fotografia di musica e spettacolo per tutti i settori della stampa inglese e internazionale. Ha inoltre collaborato con molte emittenti, tra cui BBC, ITV, Channel 4, MTV, HBO e NBC per speciali e serie (Most Wanted, The White Room, TOTP, Sound, Maestro, Let’s Sing and Dance. Attualmente si occupa delle sessioni di Maida Vale della BBC, tra cui il Live Lounge di Radio 1, lo Zane Lowe Show, l'Huw Stephens Show, lo show di Jamie Cullum di Radio 2, il Late Junction di Radio 3, In Tune e altri programmi di musica classica, oltre a numerosi programmi di 6Music per BBC Online.È inoltre fotografo ufficiale di musica contemporanea e classica per il Barbican Centre, per BMI l'organizzazione per i diritti di trasmissione e per BASCA l'organizzazione di autori di canzoni, per la quale si occupa di tutti i premi annuali, compresi gli "Ivors".markallanphotography.co.uk Fotografare il rockworkshop con Mark Allan In Italia per l'apertura della mostra Mark Allan terrà il 10 giugno al Museo della musica Fotografare il rock workshop gratuito sulla fotografia musicale riservato a massimo 20 partecipanti con prenotazione obbligatoria. La mostra It’s (NOT) Only Rock’n’Roll è promossa dal Settore Musei Civici Bologna | Museo internazionale e biblioteca della musicamain sponsor Gruppo Heracon il sostegno di Orchestra Magna Grecia ICOin collaborazione con OTTO Gallery e MAP Festivale fa parte di Bologna Estate 2023, il cartellone di attività promosso da Comune di Bologna e Città metropolitana di Bologna - Territorio Turistico Bologna-Modena. La mostra segna anche l'avvio delle azioni del protocollo di intesa sottoscritto tra i Comuni di Bologna e di Taranto.Sarà proprio la fotografia di Mark Allan a creare un contrappunto ideale tra Bologna e Taranto grazie all’esposizione satellite che sarà allestita, sempre dal 9 giugno al 10 settembre, presso la Biblioteca Civica Pietro Acclavio di sue  quattro immagini, connotate dallo stesso timbro visivo rock presentato al Museo della Musica, nell’ambito della terza edizione di MAP Festival – Musica Architettura Parallelismi, la rassegna ideata e organizzata dall’Istituzione Concertistica Orchestrale Magna Grecia che unisce la musica all'architettura. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/108389 Fri, 09 Jun 2023 Fri, 09 Jun 2023 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bozza_ma_poster_70x100_16_05_b.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna