Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899 Museo Internazionale e Biblioteca della Musica it-it info@comune.bologna.it Copyright 2017 Al festino dissonante Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90432 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/v225_festino.jpg' /></p> Al Festino dissonanteliberamente tratto da Festino del giovedì grasso avanti cena di Adriano Banchieriin occasione della Festa della musica 2017 Ensemble La Musica InternaDirezione artistica: Rosita Ippolito, Erica Scherl, Silvia Testoni Con voci, flauti, violini, liuti e viole da gamba, si entra nel clima scherzoso e gaio del celebre lavoro del monaco bolognese: un florilegio di frottole, moresche e madrigali (riarrangiati per l'occasione dall'ensemble), perfetto esempio di un'arte compositiva di altissimo livello, incorniciata da una discorsiva narrazione. Adriano Banchieri (1568 – 1634) fu un monaco, letterato, musicista e compositore bolognese del tardo Rinascimento e inizio dell’era barocca.Figura centrale della vita musicale bolognese, ebbe una ricchissima creatività che espresse soprattutto nella sua intensa attività pratica, esercitata non solo come musicista, organista e compositore, ma anche come organizzatore delle manifestazioni liturgiche-musicali della sua chiesa, come insegnante e fondatore di un’Accademia musicale.Fu un prolifico compositore di musica vocale, sia profana, sia sacra, di musica strumentale e di opere didattiche. Tra i molti generi, si cimentò anche nella cosiddetta commedia madrigalistica (o anche commedia harmonica), che consisteva in una successione di madrigali che, eseguiti uno dietro l’altro, dava vita a una storia. Il Festino nella sera del giovedì grasso avanti cena è uno dei più begli esempi di questo genere musicale: pubblicato nel 1608 come raccolta di madrigali, narra una serata di festa organizzata durante il periodo di Carnevale dal Diletto Moderno, personificazione dello stile moderno musicale (di cui Monteverdi fu il principale rappresentante), alla quale partecipano svariati personaggi che di volta in volta fanno il loro ingresso alla festa, concludendosi con l’arrivo dell’ora di cena, il congedo del Diletto Musicale da tutti gli invitati.Dal punto di vista strutturale il Festino è una successione di 18 brani, che comprende varie forme musicali, che vanno dallo stile serio a quello d’ispirazione popolare, dal madrigale (a due e più voci), alla moresca, alla villanella su testi poetici di vario registro, dal dialetto alla lirica. Sintesi geniale dei più vari generi musicali, il Festino rappresenta una trasfigurazione ironica e affascinante dei topoi compositivi tipici dell’epoca. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90432 Wed, 21 Jun 2017 Wed, 21 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/v225_festino.jpg 53624 Biblioteca Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da vedere Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90439 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1.jpg' /></p> Musica da vederevisita guidata alla scoperta delle collezioni del Museo della musicacon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90439 Sun, 11 Jun 2017 Sun, 11 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna I 150 anni di Don Carlos Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90434 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/modellino_teatro.jpg' /></p> I 150 anni di Don CarlosVerdi tra Museo e Teatro Comunalevisita guidata con Roberto Marchi L'opera più complessa e monumentale di Giuseppe Verdi (Parigi, 11 marzo 1867) in un percorso storico attraverso l'opera dell'Ottocento tra partiture, libretti, locandine, scenografie e storie di cantanti e compositori. Poi si va a Teatro dove l'opera prende vita. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90434 Sat, 27 May 2017 Sat, 27 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/modellino_teatro.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Quattro passi con Rossini. L’arte della variazione Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90929 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diverdeinverde_logo_1.jpg' /></p> Quattro passi con RossiniL’arte della variazioneconcerto a cura di Cristina Giardini per Diverdeinverde Festival 2017a cura di Fondazione Villa Ghigi Solisti del Teatro Comunale di BolognaPaolo Grazia, oboeMassimo Ferretti, fagottoNicoletta Mezzini, pianoforte programma G. Rossini, Variazioni in Do maggioreJ.C. Triebert, Fantasia su SemiramideF. Chopin - G. Rossini, Variazioni sul Rondò di CenerentolaJ.C. Triebert, Fantasia su Italiana in Algeri Il concerto è inserito nel programma Quattro passi con Rossini rassegna musicale curata da Cristina Giardini per il festival Diverdeinverde che si tiene a Bologna dal 19 al 21 maggio. Il Cavalier Gioachino Rossini, com’era chiamato familiarmente a Bologna, ha vissuto in città per cinquant’anni dal 1799 al 1851, lasciando innumerevoli tracce della sua permanenza tra palazzi e giardini, luoghi d’arte e spazi all’aperto. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90929 Sun, 21 May 2017 Sun, 21 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diverdeinverde_logo_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Intorno a Zarlino Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90425 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dal_maso_1_2.jpg' /></p> Intorno a ZarlinoTeoria e Pratica della Musica Italiana del Rinascimentopresentazione del volume di Vania Dal Maso (LIM, 2017) con Mario Armellini e Romano Vettoriinterventi musicali di Vania Dal Maso (claviciterio) Dalla quarta di copertina: "Questo libro è un lavoro di sintesi sulla trattatistica della musica italiana del Cinquecento. Frutto di numerosi anni di docenza, è destinato a studenti, studiosi, esecutori e a tutti coloro (direttori, compositori, teorici o semplici appassionati) che intendano comprendere principi e strutture portanti della musica del XVI secolo e riportarne le pagine a vita sonora.Suddiviso in otto ampi capitoli tra loro indipendenti, prendendo avvio da una rassegna delle fonti didattiche più rappresentative e dall’accezione di ‘musica’ e ‘musico’, percorre e dipana con ordine e metodo gli argomenti considerati dai teorici del tempo, ovvero: scrittura e lettura, solmisazione, mensura, proporzioni e proporzionalità, modalità, contrappunto a due, segni e situazioni particolari. L’ultimo capitolo prende in considerazione alcuni aspetti di prassi esecutiva che, data l’essenzialità della scrittura musicale, sono convenzionalmente sottintesi e, se integrati nell’esecuzione, permettono di rendere opportunamente in suono la pagina scritta.Il volume è corredato di tabelle sinottiche e diagrammi, di esempi musicali e relative trascrizioni in notazione moderna, di illustrazioni tratte dalle fonti di riferimento e disegni appositamente realizzati, che, con le numerose citazioni guidano il lettore a calarsi dapprima nel pensiero dei teorici e successivamente nella pratica musicale secondo modalità proprie dell’epoca.   Vania Dal Maso, clavicembalista e musicologa, interprete alle tastiere antiche, è aggregata all’Accademia filarmonica di Bologna come clavicembalista; diplomata in Pianoforte, Clavicembalo, Musica corale e direzione di coro, è docente di Teoria e Semiografia musicale al Conservatorio di musica di Verona.Appassionata ed attenta studiosa, impegnata in attività di ricerca sulla prassi pedagogico-musicale antica, si dedica attualmente alla musica ed agli strumenti a tastiera del secolo XV (clavisimbalum, claviciterio, clavicordo), curandone la divulgazione in concerti e conferenze. Ha pubblicato per la casa editrice SPES di Firenze, per Armelin Musica di Padova, ed ha registrato CD con musiche inedite del Settecento veneziano. www.vaniadalmaso.it http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90425 Sat, 20 May 2017 Sat, 20 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dal_maso_1_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Diverdeinverde Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90933 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diverdeinverde2014_1.jpg' /></p> Diverdeinverde un progetto della Fondazione Villa Ghigi a cura di Silvia Cuttin Il Museo della musica fa parte del circuito di Diverdeinverde con il giardino interno di Palazzo Sanguinetti, le cui decorazioni rappresentano per Bologna una delle più significative testimonianze degli anni napoleonici, sia per la schiera degli artisti coinvolti che per la varietà dei soggetti trattati, tanto da costituire un'esemplare antologia della decorazione neoclassica tra Settecento e Ottocento.I più importanti pittori dell'epoca collaborarono all'impresa, sotto la direzione di Martinetti: Pelagio Pelagi, Serafino Barozzi, Vincenzo Martinelli, Antonio Basoli.Nel cortile interno in particolare gli spendidi alberi di banani svettano sullo sfondo dell'ottocentesco trompe l'oei: il paesaggio ad affresco, magnifica prospettiva a trompe-l'oeil, è di Luigi Busatti, mentre l'architettura illusoria è opera di Francesco Santini (1763-1840); del Santini, con la probabile collaborazione di Serafino Barozzi (1735-1810), sono inoltre gli ornati delle pareti dello scalone. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90933 Sat, 20 May 2017 Sat, 20 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diverdeinverde2014_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Telemann XXI Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90448 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/telemann2.jpg' /></p> Telemann XXIconcerto itinerante nelle sale musealicon Ensemble Polytropon (concerto con strumenti storici) Sergio Balestracci (flauto dolce e traversiere), Paolo Faldi (oboe e flauto dolce), Rosita Ippolito (viola da gamba), Miranda Aureli (clavicembalo) Considerato uno dei più grandi musicisti della sua epoca, in realtà Telemann si accostò alla musica soprattutto per passione e per tutta la vita mantenne questa attitudine nei confronti dell’arte musicale. Per questo, buona parte del suo sterminato catalogo fu composto per farsi eseguire da altri appassionati, conoscendone perfettamente limiti e preferenze e instaurando un rapporto vivo tra lui ed il suo pubblico.Georg Philipp Telemann (Magdeburgo, 14 marzo 1681 – Amburgo, 25 giugno 1767) espresse già nell'infanzia una spiccata facilità compositiva e una precoce padronanza di strumenti musicali quali violino, flauto dolce e clavicembalo. Contemporaneo di Bach e Händel, cui lo legava una profonda amicizia, ebbe una lunghissima parabola creativa (quasi settant'anni di attività) che gli consentì di attraversare le diverse fasi musicali dal pieno Barocco allo Stile galante fino alle soglie del Classicismo, con una prodigiosa capacità di aggiornamento stilistico fino a oltre gli 85 anni di vita. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90448 Fri, 19 May 2017 Fri, 19 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/telemann2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da vedere Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90438 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1.jpg' /></p> Musica da vederevisita guidata alla scoperta delle collezioni del Museo della musicacon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90438 Sun, 14 May 2017 Sun, 14 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Happy Birthday Museomusica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90440 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museomusicabosala5.jpg' /></p> Happy Birthday Museomusica!open day del Museo ad ingresso gratuito ore 10.30-15.30-17 | mini tour alla collezione del museoore 16.30-17.15-18 | mini tour al caveau della biblioteca Per il compleanno del Museo della musica, un'occasione per visitare il Museo e scoprire i suoi tesori nascosti! http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90440 Thu, 11 May 2017 Thu, 11 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museomusicabosala5.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Mamamusica I Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/89925 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mamamusica_2_1.jpg' /></p> Mamamusica Ilaboratorio in 4 incontri per bambini da 0-24 mesi e genitori un progetto del Museo della musicain collaborazione con Associazione Musica e nuvole con Chiara Bartolotta, Luca Bernard, Linda Tesauro Un cerchio di mamme e papà all’interno del quale tanti piccoli esploratori ai primi passi e provetti gattonatori si muoveranno e vocalizzeranno con la conduzione esperta di educatori e musicisti. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/89925 Sat, 06 May 2017 Sat, 06 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mamamusica_2_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da vedere Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90437 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6.jpg' /></p> Musica da vederevisita guidata alla scoperta delle collezioni del Museo della musicacon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90437 Sun, 30 Apr 2017 Sun, 30 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La pazzia del ballo Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90433 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/galleria_matthaus_38.jpg' /></p> La Pazzia del Ballodialogo tra danza barocca e danza contemporaneaun progetto di Claudio Ronda ed Ermanno Romanellicon la partecipazione della compagnia Fabula Saltica Il titolo è preso in prestito da un celebre pamphlet di Simeone Zuccolo, pubblicato a Padova nel 1549, di cui una delle rare copie esistenti al mondo è esposta nella sala 5 del Museo della musica, assieme ad altri innumerevoli “monumenti” della storia della danza. Nell’opera in questione brillano gli improbabili ragionamenti sulle cause da cui si origina la danza, accompagnati da una gustosa serie di invettive contro la stessa arte: è “somigliante al chiasso”, ritenuta cagione di follia, tradimenti coniugali, malattie. In questo progetto spettacolare e divulgativo, il coreografo Claudio Ronda e lo storico della danza Ermanno Romanelli propongono una rilettura di modi e codici della danza barocca, ristrutturati, con rispetto e attenzione, secondo una visione contemporanea. Il tutto colorito dalla presenza di attori, musicisti e dalle esibizioni dei ballerini della compagnia Fabula Saltica. sabato 29 aprile e 6 maggio ore 17La Pazzia del Ballocon Claudio Ronda ed Ermanno Romanelli sabato 13 maggio ore 21Fabula Saltica: In itinereperformance di danza nelle sale del museo http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90433 Sat, 29 Apr 2017 Sat, 29 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/galleria_matthaus_38.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Per sentieri di neve a un cor di foco Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90428 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bb003_01c_00.jpg' /></p> Per sentieri di neve a un cor di fococoncerto itinerante nelle sale del Museocon RossoPorpora ensemble Lucia Napoli (canto), Massimo Altieri e Giacomo Schiavo (tenori), Guglielmo Buonsanti (basso), Dario Carpanese (cembalo), Jadran Duncumb (tiorba)Walter Testolin (direttore) Lettere, racconti, desideri e guerre d’amore. Voci di uomini e voci di donna.Claudio Monteverdi prima di ogni altro musicista seppe dar suono alla nuova esigenza espressiva dell’uomo in un’epoca di profondi mutamenti estetici e sociali. Una musica tenera e crudele, aspra eppure dolce, un percorso musicale unico e appassionante per perdersi in sentieri di neve a un cor di foco. Cantante e direttore, Walter Testolin è riconosciuto come uno dei principali esecutori italiani di musica rinascimentale e barocca. Ha cantato e diretto nei principali festival di musica antica ed ha all'attivo oltre cento registrazioni discografiche tra le quali spiccano l'integrale dei madrigali di Monteverdi e di Gesualdo. Studioso dell'opera di Josquin Desprez, della quale è considerato uno dei più attenti e significativi conoscitori ed esecutori in assoluto, il suo nome è indissolubilmente legato a De labyrintho, ensemble vocale da lui fondato. Tiene corsi, conferenze e masterclass presso prestigiose istituzioni italiane ed estere. Dal 2011 dirige RossoPorpora Ensemble, collettivo musicale formato da giovani interpreti riuniti per studiare ed eseguire il prezioso repertorio tardo rinascimentale e barocco italiano ed europeo.L'idea di base è stata quella di creare un insieme vocale con il quale ha iniziato un percorso di studio, ricerca ed esecuzione del madrigale italiano basato sui nessi che legano la creazione musicale al verso poetico. Con esso prosegue un percorso che lo vede da anni vòlto ad affermare uno stile di esecuzione musicale frutto tanto di un approccio filologico comprendente gli aspetti culturali, politici, filosofici e religiosi, quanto di un avvicinarsi emotivo alla musica, costantemente teso alla ricerca di un colloquio emozionale con la partitura e con il pubblico dei nostri giorni.RossoPorpora ha già partecipato a prestigiosi festival in italia e all’estero, come il REMA (Réseau Européen de Musique Ancienne) show case a Marsiglia, Laus Polyphoniae ad Anversa, Pietà dei Turchini a Napoli, Teatro Olimpico di Vicenza ed ha avviato nel 2015 un progetto discografico di una collana dedicata al madrigale italiano per Stradivarius. www.rossoporporaensemble.com L'opera fa parte della collezione libraria del Museo della musica (collocazione: BB.3)Concerto. Settimo Libro di Madrigali a l. 2. 3. 4. &amp; Sei voci, con altri generi de Canti, di Claudio Monteverde Maestro di Capella della Serenissima Republica Nouamente Dato in Luce. Dedicato alla Serenissima Madama Caterina Medici Gonzaga Duchessa di Mantoua di Monferrato &amp;c. Stampa del Gardano. In Venetia. 1619. Appresso Bartolomeo Magni. - in 4°. Canto, Tenore, Alto, Basso, Quinto e Basso continuo. In tutto opuscoli sei. {La parte del Basso cantante è duplicata} http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/90428 Fri, 28 Apr 2017 Fri, 28 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bb003_01c_00.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Le Meraviglie Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/86840 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/p52_1.jpg' /></p> Le MeraviglieIsabelle Arsenault, tra realtà e immaginazionea cura di Hamelin Associazione Culturalein collaborazione con La Pastèque, Mondadori, Transbook Children’s Literature on the Movein occasione di Bologna Children’s Book Fair 2017 Per la prima volta in Italia il Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna ospita la mostra Le Meraviglie, Isabelle Arsenault tra realtà e immaginazione, personale che racconta l’universo raffinato e sospeso della talentuosa illustratrice canadese.Il lavoro di Isabelle Arsenault, che si muove fra fumetto e illustrazione, è caratterizzato dall’uso peculiare del colore che racconta e si fa portavoce delle emozioni dei suoi personaggi, quasi sempre adolescenti, alle prese con i rapporti familiari e il mondo che li circonda.Un incontro inaspettato con una volpe, il fantasticare per la città, l’immersione in un romanzo, diventano tutti momenti da sottolineare con colori accesi, si trasformano così in improvvise rivelazioni di meraviglie. Nelle illustrazioni dell’artista è proprio la presenzaassenza di colore a marcare i passaggi: da uno stato di realtà a uno stato d’immaginazione e di sogno e viceversa, dalla monotonia all’eccezionalità, dall’insicurezza alla piena presa di coscienza di se. Ed è proprio dal sogno che prendono vita i giardini di Isabelle Arsenault; realtà alternative fatte di elementi organici, delicate piante e fiori colorati.Storie profonde e temi difficili vengono raccontati con delicatezza e tatto dall’autrice usando un segno personale.In mostra saranno esposte le tavole originali del primo romanzo grafico dell’artista Jane, la volpe e io, insieme a quelle del suo ultimo lavoro Louis Parmi Les Spectres (in uscita per Mondadori), realizzati entrambi con la scrittrice canadese Fanny Britt. Uno spazio particolare verrà dato anche alle due biografie di artiste illustrate dall’autrice: Cloth Lullaby, The woven life of Louise Bourgeois (con Amy Novesky, edito da Abrams e vincitore del BRAW 2017 come miglior libro d’arte) sull’infanzia della celeberrima artista francese, Virginia Wolf (con Kyo Maclear, edito da Rizzoli), che narra l’intenso e intricato rapporto fra la scrittice e sua sorella Vanessa Bell bambine.Alpha (edito da La Pastèque), un ricco abbecedario visivo che reinterpreta il codice dell’alfabeto NATO con ingegno e fantasia, sarà esposto fra le sale del museo, facendo da controcanto visivo ai codici musicali e agli strumenti che il Museo conserva. Isabelle Arsenault è una prolifica illustratrice per l’infanzia. Ha studiato Graphic Design presso l'Università del Quebec a Montreal. Il suo lavoro le è valso numerose onorificenze, tra le quali il Prix du Gouverneur général, il massimo riconoscimento letterario del Canada, vinto per ben tre volte. Due dei suoi picture-books sono stati nominati dal New York Times come “Miglior libri illustrati dell’anno”. Cloth Lullaby, The woven life of Louise Bourgeois le è valso il BRAW 2017 come miglior libro d’arte. Ha pubblicato Migrant (con Maxine Trottier), Virginia Wolf, Cloth Lullaby The woven life of Luise Bourgeois, Alpha. Con la collaborazione della scrittrice Fanny Britt realizza il suo primo romanzo grafico Jane, la volpe e io e il suo ultimo lavoro Louis Parmi Les Spectres.Vive e lavora a Montreal. www.isabellearsenault.com La mostra è allestita nello spazio mostre e nella sala 6 del museo. http://www.museibologna.it/musica/eventi/51899/id/86840 Wed, 05 Apr 2017 Wed, 05 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/p52_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna