Museo del Patrimonio Industriale http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897 Museo del Patrimonio Industriale it-it info@comune.bologna.it Copyright 2019 Lo spuntino elegante Museo del Patrimonio Industriale http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98951 Mercoledì 24 luglio 2019 alle ore 20:00, per il ciclo "Un etto di Bologna", il Museo propone una visita guidata dedicata a: Lo spuntino elegante. Storia e tradizione della Mortadella a Bologna.Sin dal XVI secolo a Bologna si produceva un insaccato di carni suine macinate, cotte lentamente per garantirne un gusto particolare e una prolungata conservazione. Era la mortadella: un prodotto di lusso che nel Seicento costava nove volte più del pane, tre volte e mezzo più del prosciutto, due volte e mezzo più dell'olio.  Nel corso dell'Ottocento le nuove dinamiche industriali impongono anche a questo prodotto la meccanizzazione della sua lavorazione; in particolare l'impacchettamento e la conservazione in scatole di latta permettono la sua esportazione sul mercato internazionale, rendendo la mortadella un prodotto ampiamente popolare, ancora oggi conosciuto in molte parti del mondo sotto il nome di Bologna. Alle 21:00 segue al Battiferro lo spettacolo a cura dell'Associazione Vitruvio Il primo canale non si scorda mai con la zdàura Onorina Pirazzoli. La visita guidata è gratuita mentre l’ingresso al Museo è a pagamento (5-3 euro, gratuito con CARD). Per informazioni: telefono 051.6356611Per la prenotazione (obbligatoria): tel 329.3659446 (Vitruvio) http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98951 Wed, 24 Jul 2019 Wed, 24 Jul 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mortadella_nanni_1_2.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Pane e pasta a Bologna Museo del Patrimonio Industriale http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98950 Mercoledì 17 luglio 2019 alle ore 20:00, per la rassegna "Un etto di Bologna" in collaborazione con Vitruvio, il Museo propone una visita guidata dedicata a: Pane e pasta a Bologna: dai mulini da grano alle moderne tecnologie.Sin dal XV secolo a Bologna l'intera produzione della farina era concentrata nel Canale delle Moline. Pesanti macine giravano mosse da grandi ruote a pale piane che sfruttavano la forza dell'acqua proveniente dal Reno. La farina, disponibile per tutta la città, era così trasformabile principalmente in pane e pasta. Successivamente, tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo i processi di meccanizzazione della produzione di questi alimenti ottimizzano e velocizzano i procedimenti ormai consolidati. Sarà però con la Ditta Zamboni&Troncon, fondata nel 1906, che si affermerà a Bologna la produzione di macchine automatiche per la lavorazione della pasta ripiena. In particolar modo la tortellinatrice, che otterrà  la medaglia d'oro al "Premio Umberto I" nel 1912. Come dichiaravano i cataloghi di vendita, si trattava di una macchina dalla meccanica veramente "speciale" con automatismi di tale precisione da riprodurre l’agire delle mani. L'iniziativa termina al Battiferro, alle ore 21:00, dove si potrà proseguire la serata al fresco e in compagnia con lo spettacolo Il primo canale non si scorda mai con la zdàura Onorina Pirazzoli. La visita guidata è gratuita. Costo biglietto di ingresso: 5-3 euro (gratuito per i possessori di CARD).Per informazioni: telefono 051.6356611Per la prenotazione (obbligatoria): tel 329.3659446 (Vitruvio) http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98950 Wed, 17 Jul 2019 Wed, 17 Jul 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img011_1_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Il freddo che piace Museo del Patrimonio Industriale http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98949 Mercoledì 10 luglio 2019 alle ore 20:00 il Museo, per la rassegna Un etto di Bologna in collaborazione con Vitruvio, propone una visita guidata dedicata a: Il freddo che piace. Storia della produzione del gelato artigianale a Bologna.Apprezzato dai Bolognesi fin dalla fine dell'Ottocento, il gelato artigianale si diffonderà sempre più nel corso del Novecento grazie ad importanti innovazioni tecnologiche che ne consentiranno una migliore e più rapida lavorazione. Attraverso le collezioni del Museo ripercorreremo le principali tappe della storia della produzione del gelato artigianale: dal brevetto nel 1931 della “motogelatiera” di Otello Cattabriga in grado di riprodurre meccanicamente il movimento “stacca e spalma” della spatola per mantecare il gelato, fino alla rivoluzionaria “autogelatiera” ideata da Bruto Carpigiani nel 1945, che porterà alla nascita della Carpigiani Gelati, oggi leader mondiale nella produzione di macchine automatiche per gelati.L'iniziativa termina al Battiferro, alle ore 21:00 dove si potrà proseguire la serata al fresco e in compagnia con lo spettacolo Il primo canale non si scorda mai (con la zdàura Onorina Pirazzoli). La visita guidata è gratuita. Costo biglietto di ingresso: 5-3 euro (gratuito per i possessori di CARD).Per informazioni: telefono 051.6356611Per la prenotazione (obbligatoria): tel 329.3659446 (Vitruvio) http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98949 Wed, 10 Jul 2019 Wed, 10 Jul 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/carpigiani_pubblicit_1_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Quando il cibo viaggiava sul Navile Museo del Patrimonio Industriale http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98948 Mercoledì 3 luglio 2019 alle ore 20:00, per il ciclo "Un etto di Bologna", il Museo propone una visita guidata dedicata a: Quando il cibo viaggiava sul Navile. La produzione alimentare bolognese nei racconti di viaggio tra Sette e Ottocento.Bologna vanta una lunghissima tradizione in campo culinario: sono tante infatti le prelibatezze che hanno valso alla città l'appellativo di “grassa”, dalla mortadella ai tortellini, al tipico ragù.Con un percorso virtuale attraverso le testimonianze di viaggiatori stranieri che hanno descritto nei loro diari la città e i suoi prodotti più tipici, si ricostruiranno le ricette e le tecniche di produzione che hanno reso questi piatti famosi nel mondo. Alle 21:00 segue al Battiferro, a cura dell'Associazione Vitruvio, lo spettacolo Il primo canale non si scorda mai con la zdàura Onorina Pirazzoli. La zdàura di Bologna Onorina Pirazzoli interagisce con il pubblico e con rappresentanti del Comitato Salviamo il Navile per condividere alcuni aneddoti divertenti e curiosi di vita vissuta sulle sponde del Canale Navile. I racconti attingeranno alle sue esperienze personali e, cosa ancora più interessante, ai ricordi degli abitanti. Infatti la zdàura Onorina tirerà fuori anche delle lettere inviate dai bolognesi e chiamerà all’appello qualcuno tra il pubblico, per arricchire di particolari il suo racconto. La visita guidata è gratuita mentre l’ingresso al Museo è a pagamento (5-3 euro). Per informazioni: telefono 051.6356611Per la prenotazione (obbligatoria): tel 329.3659446 (Vitruvio) http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98948 Wed, 03 Jul 2019 Wed, 03 Jul 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/antica_bologna_4_1_1_1_2.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna MUSEI DEA: PRATICHE E METODOLOGIE Museo del Patrimonio Industriale http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98858 Sabato 22 giugno dalle 10 alle 18 presso l'Istituzione Villa Smeraldi - Museo della Civiltà Contadina si terrà il convegno "MUSEI DEA: PRATICHE E METODOLOGIE. Giornata di studi dedicata alla memoria di Carlo Poni". Il convegno partirà dal ricordo del prof. Carlo Poni, cofondatore del Museo della Civiltà Contadina di San Marino di Bentivoglio, per arrivare ad analizzare, attraverso una riflessione critica e approfondita sulla sua ricerca e sulla sua esperienza scientifica e culturale, il fondamentale ruolo che ha avuto, assieme ai suoi allievi e collaboratori, nella realizzazione del Museo. Con l'introduzione di una nuova impostazione museologica e la progettazione di laboratori didattici, infatti, ha narrato la collezione raccolta dall'Associazione Gruppo della Stadura dandole forma museale. Il convegno vuole anche essere un momento di confronto sul tema della museologia, della comunicazione delle collezioni e della capacità di coinvolgimento dei musei demoetnoantropologici, la cui sfida non è solo quella di offrire percorsi semplici, possibilmente accattivanti, basati su elementi concreti espositivi, adatti alle età dei visitatori, ma è quella soprattutto di interrogarsi sulla scelta di valori - cognitivi, affettivi e sociali - che caratterizzano il percorso e sulla qualità della comunicazione che si vuole ottenere. Approfondendone la storia, le pratiche ancora valide, le nuove opportunità e le criticità da affrontare, interverranno esperti e direttori di Musei Etnografici per un momento di confronto sulle attuali pratiche didattiche e comunicative nel tentativo di delinearne gli sviluppi futuri. Prenotazione consigliata (posti limitati) a: segreteria.museo@cittametropolitana.bo.it http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98858 Sat, 22 Jun 2019 Sat, 22 Jun 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/22_giugno_per_social.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Campi estivi 2019 al Museo Museo del Patrimonio Industriale http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98923 Anche quest’anno il Museo del Patrimonio Industriale organizza laboratori estivi su prenotazione rivolti ai ragazzi dai 4 ai 13 anni che partecipano ai campi solari. Tali attività sono state pensate per affrontare in modo divertente e coinvolgente semplici nozioni di fisica, chimica, tecnologia e storia, per avvicinare anche i più piccoli a queste tematiche in modo da rendere la scienza, attraverso giochi, esperimenti e animazioni, qualcosa di affascinante ed intrigante. I laboratori, riservati ai gruppi dei campi estivi (min 10 - max 30 partecipanti), disponibili su prenotazione al mattino dal martedì al venerdì, sono articolati per fasce d’età, hanno la durata di 75 minuti e un costo di 5 euro a partecipante.Per ulteriori informazioni e prenotazioni:tel. 051 6356605-06 http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/98923 Tue, 04 Jun 2019 Tue, 04 Jun 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/libro_1_1_2_1_2_1_1_1_1_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna La fabbrica del futuro Museo del Patrimonio Industriale http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97943 La fabbrica del futuro Nuovo spazio laboratoriale È attivo presso il Museo un nuovo spazio dedicato a La fabbrica del futuro. Lo spazio che ha le caratteristiche di un laboratorio interattivo e multimediale documenta le linee di sviluppo che stanno modificando l’ambiente e l’assetto produttivo e organizzativo delle aziende del nostro territorio. Si tratta di un luogo di interconnessione che mette in comunicazione il livello fisico delle cose e il livello digitale delle informazioni. L’obiettivo del nuovo spazio è quello di riflettere su tutti i processi e allo stesso tempo offrire simulazioni e contenuti per attrarre nuove generazioni e renderle consapevoli del valore e delle potenzialità del settore industriale bolognese. Lo spazio è visitabile in autonomia negli orari di apertura del Museo ad eccezione delle postazioni dedicate alla Realtà virtuale e alla Robotica che per la loro complessità richiedono la guida di un operatore specializzato (è possibile per gruppi programmare un'attività guidata). http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97943 Thu, 14 Mar 2019 Thu, 14 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/fabbrica_del_futuro_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Formazione professionale, lavoro femminile e industria a Bologna, 1946-1970 Museo del Patrimonio Industriale http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97663 Prorogata al 14 Luglio 2019 la mostra fotografica: “Formazione professionale, lavoro femminile e industria a Bologna: 1946-1970”, presso il Museo del Patrimonio Industriale. L’esposizione costituisce il primo appuntamento di un più ampio progetto dedicato al tema “Lavoro, formazione e cultura tecnica femminile”, nato da una partnership tra il Museo e l’Unione Donne in Italia (UDI), sede di Bologna, e che vede, per questa mostra, la collaborazione della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), Ufficio per l’Italia e San Marino.Al centro del percorso vi è il tema dell’istruzione professionale e del lavoro femminile nei contesti industriali, con un focus sul territorio bolognese. Bologna, e l’Emilia-Romagna nel suo complesso, conobbero un’impetuosa espansione industriale negli anni del miracolo economico (1958-1963), della quale anche le donne furono protagoniste. All’importante crescita quantitativa dell’occupazione femminile industriale, non corrispose tuttavia una qualificazione del lavoro delle donne.L’istruzione professionale divenne così un tema di discussione e azione politica per le associazioni femminili, impegnate a promuovere l’ingresso delle donne in istituti tecnico-industriali come l’Aldini Valeriani per offrire nuove opportunità di lavoro qualificato e una formazione non orientata esclusivamente ai lavori femminili tradizionali. Le fotografie esposte abbracciano l’arco cronologico compreso tra la seconda metà degli anni Quaranta e la fine degli anni Sessanta del Novecento e provengono dagli Archivi fotografici dell’UDI di Bologna, del Museo del Patrimonio Industriale di Bologna (Fondi Aldini Valeriani e Fototecnica Bolognese) e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna (Fondo dello Studio fotografico Villani). Nella parte iniziale spiccano due nuclei principali: le immagini relative ai corsi di cucito e sartoria, in particolare per ragazze disoccupate, e quelle dell’Istituto Tecnico Industriale Femminile, una nuova scuola afferente all’Aldini Valeriani. Nella seconda parte, dedicata al lavoro in fabbrica, si distinguono alcune serie relative ad ambienti e reparti di aziende storiche bolognesi, come Farmac-Zabban, Weber, Ducati Elettronica e Arco. L'esposizione può essere visitata negli orari di apertura del Museo previo pagamento del biglietto di accesso al Museo sino al 14 Luglio 2019.Per informazioni: telefono 051.6356611.ORARI:Martedì, mercoledì, giovedì, venerdì dalle 9 alle 13; sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18; domenica dalle 15 alle 18Chiuso tutti i lunedì e i festivi infrasettimanali. http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97663 Thu, 07 Mar 2019 Thu, 07 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bozza_mostra_formazione_professionale_femminile.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Attività didattica per A.S. 2018-2019 Museo del Patrimonio Industriale http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/95628 Anche quest'anno le attività didattiche sono gratuite per tutte le scuole grazie al sostegno dell'Associazione Amici del Museo del Museo del Patrimonio Industriale. Una nutrita offerta di visite guidate alle collezioni del Museo, laboratori scientifici, attività per i più piccoli.Sarà possibile prenotare on line a partire dall'11 Settembre 2018. In allegato le proposte educative http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/95628 Tue, 11 Sep 2018 Tue, 11 Sep 2018 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/superlab_4_1_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna