Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49387 Istituzione Bologna Musei it-it info@comune.bologna.it Copyright 2017 Sindacaliste emiliano-romagnole: cento nomi per cento anni Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91092 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/12_dicembrepelizza.jpg' /></p> Con Anna Salfi e Fiorenza Tarozzi. Attraverso la storia di protagoniste al femminile della storia del sindacalismo viene ricostruito il percorso delle donne nel mondo del lavoro, delle loro battaglie, delle loro sconfitte e, sopratttutto delle loro conquiste (tra fine Ottocento e avanzato Novecento) dalle pionieristiche società di mutuo soccorso femminili alle leghe, dalle camere del lavoro al sindacato. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Ultimo incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91092 Tue, 12 Dec 2017 Tue, 12 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/12_dicembrepelizza.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna “A tela e a seta ricamo in casa e fuori”. Donne al lavoro nel melodramma Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91091 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_dicembremestieri_femminili.jpg' /></p> Con Maria Chiara Mazzi. Regine afflitte, fanciulle sospirose, principesse abbandonate, madri sofferenti. Come la società, anche il teatro fa agire la donna solo nel mondo dei sentimenti. Eppure l’opera comica è piena di contadinelle sveglie, servette scaltre e governanti astute... Tuttavia è proprio nel mondo ‘libero’ del teatro a fianco di locandiere e vivandiere, appaiono nell’ Ottocento guerriere, attrici e operaie. Cambia il mondo, non solo nella finzione scenica, ma anche nella realtà. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91091 Tue, 05 Dec 2017 Tue, 05 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_dicembremestieri_femminili.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Più verità che mito | Donne al lavoro Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91090 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/28_novembreg._cadorin_le_tabacchine_1920.jpg' /></p> Con Jadranka Bentini. La donna lavoratrice è un'immagine nuova, spesso sfrontata, ancora ancella di una condizione subalterna che prende progressivamente a muoversi sicura nelle campagne come nelle fabbriche. Dalla seconda metà dell'Ottocento saranno anche le donne a raffigurare altre donne al lavoro, in un intreccio virtuoso fra creazione e narrazione. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91090 Tue, 28 Nov 2017 Tue, 28 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/28_novembreg._cadorin_le_tabacchine_1920.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna “O che bel mestiere, fare il carrettiere…” - Uomini al lavoro nel melodramma Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91089 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/att1etzm.jpg' /></p> Con Maria Chiara Mazzi. Cavalieri e principi sono ancora gli eroi del melodramma nell’Ottocento, anche se poco a poco si affacciano i mestieri del quotidiano, a mostrare la loro forza e persino la loro indispensabilità. Ecco entrare in scena barbieri e carrettieri, pescatori e marinai, banditi e barcaroli… ma anche pittori e poeti, scrittori, circensi e musicisti. Non era forse stato il cantante, Orfeo, il primo a salire su un palcoscenico dell’opera, all’inizio della sua storia? Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91089 Tue, 21 Nov 2017 Tue, 21 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/att1etzm.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Titani ed eroi "Le magnifiche sorti e progressive" fra Otto e Novecento Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91088 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/14_novembre_allegoria_del_lavoro.jpg' /></p> Con Jadranka Bentini. E' la fucina di Vulcano ad essere assunta efficacemente dalle arti figurative fra Otto e Novecento per rappresentare i lavoratori di un nuovo mondo economico alle porte: quello industriale. L'operaio tipico si trasfigura in un eroe e diviene il Prometeo forgiatore della materia stessa del lavoro e del progresso, tra verismo e glorificazione del quotidiano. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91088 Tue, 14 Nov 2017 Tue, 14 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/14_novembre_allegoria_del_lavoro.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Un altro Orfeo ovvero il ritorno di Euridice Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91379 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/trenodia27.jpg' /></p> Una inedita pièce musicale e teatrale ideata e scritta da Pier Paolo Scattolin appositamente per la Certosa, che conduce attraverso i meandri del mito, anche con interventi coreografici. Un tracciato musicale inframezzato da composizioni musicali ispirate ai testi aggiunti dall'autore rispetto all'originale di Monteverdi. Per il finale è stata scelta la versione originale del 1607, in cui Orfeo è drammaticamente alla mercede della vendetta delle Baccanti. Questo finale è stato musicato appositamente per quest’occasione, poiché l’originale monteverdiano è andato perduto. Direzione artistica Pier Paolo Scattolin. Coro Euridice di Bologna e Ensemble strumentale Circe. A cura di Coro Euridice. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria tel. 3296150164 (dalle 17 alle 19) info@coroeuridice.it Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91379 Sat, 30 Sep 2017 Sat, 30 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/trenodia27.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Piccoli artisti al Collegio Venturoli Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91230 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_piccoli_artisti1a.jpg' /></p> Visita guidata al Collegio con balli e recite dei danzatori dodicenni dell'Associazione 8cento che interpretano gli allievi del Collegio. Sceneggiatura tratta dai diari dell’800 dei giovani artisti. Visita guidata con Roberto Martorelli. A cura di Fondazione Collegio Artistico Venturoli in collaborazione con Associazione 8cento. Prenotazione obbligatoria 051 234866 (lun-ven 9.30-15.00). Ingresso gratuito con offerta libera, il ricavato sarà destinato ai restauri del Collegio. Fondazione Collegio Artistico Venturoli, via Centotrecento 4 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91230 Sat, 30 Sep 2017 Sat, 30 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_piccoli_artisti1a.jpg 70969 Collegio Artistico Venturoli Splendida Certosa: due secoli d'arte e storia Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91253 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_splendida_certosa1a.jpg' /></p> Ultimo percorso dell'estate tra capolavori d'arte dal neoclassico al liberty, insieme ad una selezione di ricordi letterari e aneddoti. Tra i chiostri e le gallerie della Certosa sono avvenuti fatti curiosi e tragici e furono scenario e fonte di ispirazione per poeti e scrittori. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91253 Wed, 27 Sep 2017 Wed, 27 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_splendida_certosa1a.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Zanardi: pane, alfabeto e socialismo - spettacolo itinerante in Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91261 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_zanardi2aa_3.jpg' /></p> Il drastico risveglio della Bologna di primo novecento detta “bella addormentata sopra un cumulo di letame” grazie all’opera del Sindaco Francesco Zanardi e della sua giunta che dal 15 luglio 1914 diede avvio a radicali riforme incidendo sullo spirito della città. Lo spettacolo ripercorrerà le tappe della vita di Zanardi raccontando le lotte sindacali, il ruolo di Sindaco, l'esilio dalla città voluto dal fascismo, terminando con il contributo dato nel dopoguerra alla ricostruzione e alla Costituente. Di e con Simona Sagone – attrice cantante, accompagnamento alla fisarmonica Salvatore Panu. A cura di Youkali, in collaborazione con AICS Bologna. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 333 4774139 (matt-pom) info@youkali.it Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91261 Tue, 26 Sep 2017 Tue, 26 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_zanardi2aa_3.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Alessandro Massarenti: uno scultore tra Minerbio, Bologna e Ravenna Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91229 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_alessandro_massarenti1a.jpg' /></p> Una passeggiata insieme a Roberto Martorelli in compagnia di Marijan Erste, autore di una tesi sullo scultore che finalmente ha dato una visione d'insieme del più importante scultore attivo a Ravenna alla fine dell'800, presente in Certosa con diversi capolavori in marmo e bronzo. A cura Museo del Risorgimento. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Info 051 225583 museorisorgimento@comune.bologna.it Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91229 Sun, 24 Sep 2017 Sun, 24 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_alessandro_massarenti1a.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Visita serale alla Chiesa di San Girolamo della Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91415 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sirani_giovanni_cena3_1.jpg' /></p> Tutto è davvero straordinario in questa visita: la chiesa dalle origini trecentesche e la storia di chi la costruì, i lavori di restauro e ricostruzione del ‘500, le stupende opere d’arte dei grandi maestri del ‘600 che fecero a gara per poter impreziosire queste sacre mura. Bartolomeo Cesi, Giovanni Andrea Sirani e la figlia Elisabetta, Giovanni Francesco Gessi ed altri ancora si cimentarono nella realizzazione delle gigantesche tele che costituiscono l’unico esempio di decorazione ancora collocato nel luogo originario esistente a Bologna. Un ciclo di pitture di straordinaria libertà compositiva e la sacralità del luogo come elementi distintivi. A cura di G.A.I.A. eventi. Prenotazione obbligatoria info@bolognaeventi.com o 051 9911923 (lasciare recapito telefonico). Durata: 1h30 circa. Costo: € 16,00 comprensivi di visita, contributi alla chiesa e ai lavori di restauro. Guida Monica Fiumi. Appuntamento davanti all’ingresso del chiostro della chiesa della Certosa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91415 Sun, 24 Sep 2017 Sun, 24 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sirani_giovanni_cena3_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Amore e Guerra Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91265 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_amore_e_guerra1a_1.jpg' /></p> Un percorso storico tra gli spiriti rivoluzionari fuori e dentro la nostra città, contaminato da romanzi quali 'Guerra e Pace' o 'Dottor Zivago'. Una storia attraverso intrighi ed amori dalle guerre napoleoniche fino alla rivoluzione russa. A cura del Teatro dei Mignoli e del gruppo Angeli alle Fermate con musica dal vivo della Compagnia D'Arte Drummatica. Ingresso € 15, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 338 3802652 (15-19.30 feriali) teatrodeimignoli@alice.it Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91265 Thu, 21 Sep 2017 Thu, 21 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_amore_e_guerra1a_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Romantici sepolcri: Foscolo, Leopardi, Byron ed altri poeti appassionati Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91251 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_romantici_sepolcri2a_3.jpg' /></p> Bologna fu crocevia della cultura ottocentesca, e tanti celebri scrittori europei vi soggiornarono, non mancando di visitare la Certosa. Camminando tra i chiostri visitati da Lord Byron, ammireremo opere e ricorderemo storie romantiche e pettegolezzi felsinei. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91251 Wed, 20 Sep 2017 Wed, 20 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_romantici_sepolcri2a_3.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Architetti Neoclassici e scultori Canoviani in Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91228 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_architetti_neoclassici2a.jpg' /></p> Un percorso con Roberto Martorelli dedicato ai tanti professionisti di primo '800 che hanno dato forma alle architetture, ai pieni ed ai vuoti della Certosa, realizzate con una libertà creativa maggiore rispetto alle opere urbane. A cura dell'Ordine degli Architetti di Bologna con l'Associazione Amici della Certosa. Ingresso riservato agli architetti iscritti all'Albo con prenotazione obbligatoria. Il ricavato del corso verrà donato dall'Ordine degli Architetti per il restauro della Tomba Strick, progettata da Ercole Gasparini ed eseguita da Giovanni Putti. Info 051 4399016 www.archibo.it Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91228 Sat, 16 Sep 2017 Sat, 16 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_architetti_neoclassici2a.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Viaggio nel labirinto. Io, l’Altro: la danza del doppio Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91263 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_viaggio_labirinto1a_1.jpg' /></p> Spettacolo itinerante con quadri di danza, musica e recitazione ispirato alla Certosa, al simbolo del Labirinto e al mito del Minotauro che lo abita. Un percorso inteso come metafora di un viaggio di esplorazione di diverse parti del Sé, attraverso l’incontro con il simbolo del Doppio – lo specchio, l’ombra, l’eco, la statua, il sosia - e le proprie emozioni, la parte razionale e la parte istintiva. Alla ricerca della loro integrazione ed equilibrio. Con Emilia Sintoni (regia e danza), Elena Bianchini (gong master), Irene De Bartolo (arpa classica e celtica), Matteo Gelatti (musicista olistico), Liliana Letterese (recitazione), Matilde Lotti (violoncello), Emmanuela Susca (flauto); Valeria Bertolasi, Michela Checchi, Bianca Dorobat, Lucia Pasquali (danzatrici). Progetto Sphera – Iride di Emilia Sintoni. Ingresso € 12, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 340 6435704 press@sphera.events www.sphera.events Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91263 Sat, 16 Sep 2017 Sat, 16 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_viaggio_labirinto1a_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Non solo Liberty: meraviglie dei maestri del Novecento Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91247 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_non_solo_liberty2a_3.jpg' /></p> Linee sinuose e sensuali, forme salde e vigorose. Candidi marmi, delicati mosaici, grandiosi bronzi. Tra sale eleganti e chiostri imponenti, alla scoperta dei capolavori dei nostri artisti che, celebri in vita, lavorarono in tutta Europa. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91247 Wed, 13 Sep 2017 Wed, 13 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_non_solo_liberty2a_3.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Sasha Karlic & Yefira Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91647 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/yefira_2.jpg' /></p> Sasha Karlic &amp; YefiraAleksandar Sasha Karlic, voce, oud, saz, tambura, defSimona Gatto, voce, def, daf persiano, darabuka, tapanFabio Resta, gajda macedone, kaval, nay, clarinettoDiego Resta, tambur turco, tambura, saz, def Yefira (ponte in greco moderno) nasce dall’incontro tra il cantante, compositore e polistrumentista italo/serbo/greco Aleksandar Sasha Karlic ed alcuni tra i migliori musicisti italiani specializzati nei repertori dell’Est Europa e del Medio Oriente.Il gruppo propone una formazione composta da voci ed autentici strumenti antichi tradizionali dei Balcani, coltivando sia i repertori cosiddetti “classici” che quelli più conosciuti e più propriamente “popolari”. Lo scopo è gettare i ponti tra le genti e le culture, grazie al potere della musica di trascendere facilmente ogni confine di geografia, storia, religione, etnicità, ritrovando nel vortice dei suoni di un passato apparentemente lontano un nostro mobile futuro. Aleksandar Sasha Karlic, nato in Jugoslavia, dopo l'avvio degli studi musicali a Belgrado, si trasferisce in Italia nel 1984, dove studia presso la Scuola di Musica di Fiesole, il Conservatorio “G. Verdi“ di Milano ed il Conservatorio “A. Boito“ di Parma. Si perfeziona in seguito in prassi esecutiva della musica antica con Jakob Lindberg, Christopher Wilson, Jesper Boye-Christensen, Anner Bylsma, Roberto Gini. Dopo il diploma in liuto e chitarra barocca si dedica sempre più spesso ai vari rami della musica etnica, con particolare riguardo all'oud e agli altri liuti orientali, alle percussioni tradizionali, nonché all’uso della voce. Parallelamente coltiva interessi di antropologia e storia delle religioni, con particolare riferimento all'area mediorientale e balcanica. Dal 1995 divide la sua attività equamente tra la musica antica e quella tradizionale. Ha all'attivo 19 CD per varie case discografiche italiane, europee e giapponesi. Simona Gatto inizia gli studi di violino con il M° Ezio Lappano e di tecnica vocale con il M° Carla Sconosciuto. Studia percussioni africane con Sakou Kande, e segue laboratori di percussioni cubane con Peppe Sannino presso la scuola “Musicisti associati” di Napoli. Contemporaneamente suona e canta in diverse formazioni di latin jazz, bossa nova, jazz e world music. Nel 2012 si appassiona alle musiche modali extraeuropee e segue corsi di canto classico Ottomano con Ahmet Erdogdular, tamburi a cornice con Zohar Fresco, musica modale con Christos Barbas, musica afghana con Daud Khan Sadozai presso la Labyrinth School di Creta, diretta da Ross Daly. Nel 2013 studia Canto indiano di stile Khayal con Sangeeta Bandyopadhyay a Calcutta e stile Dhrupad con i Gundecha Brothers a Bhopal (India). Attualmente collabora con diversi artisti e progetti musicali nell’ambito della musica antica, world ed extraeuropea. Diego Resta, musicista ed etnomusicologo, ha studiato liuti a plettro e ad arco con diversi maestri in Macedonia ed in Turchia investigando, oltre che la tecnica ed il repertorio degli strumenti dell'Europa medievale, anche i linguaggi delle tradizioni balcaniche e turco-ottomane. Si specializza nell'interpretazione delle forme musicali macedoni di estrazione popolare attraverso il liuto a manico lungo Tambura con i M. Stefce Stojkovski e Aleksandar Karlic. Contemporaneamente esegue ricerca ed interpreta attivamente il repertorio classico ottomano, interessandosi particolarmente alle composizioni di appannaggio secolare e mistico. Fabio Resta, da sempre si occupa di musiche tradizionali approfondendo il repertorio e le prassi esecutive di flauti, cornamuse e percussioni del vicino Oriente (kaval e gajda in Macedonia, ney in Turchia) e del Medioevo europeo. Particolarmente interessato alle musiche di tradizione orale, ha compiuto diversi viaggi nei Balcani e in Turchia, dove la musica viene tuttora insegnata rispettando un percorso tradizionale, assimilando i diversi linguaggi modali e le prassi esecutive che accomunano il panorama musicale del Medioriente e del Mediterraneo. Ha studiato e collaborato con importanti personalità del mondo delle musiche tradizionali tra cui Marco Ferrari, Aleksandar Karlic, Stefĉe Stojkovski, Christos Barbas, Kemal Karaöz, Salih Bilgin. Cura attraverso l'ensemble Meraklija la diffusione e la ricerca sulla musica macedone tramite l'attività concertistica e quella didattica.   Prenota il tuo biglietto:a partire da mercoledì 12 luglio e fino alle ore 12 del giorno del concerto è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) da questo link.La prenotazione sarà valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (attivo dal mercoledì al venerdì ore 10&gt;16). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91647 Tue, 12 Sep 2017 Tue, 12 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/yefira_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Alla conquista del mondo: viaggiatori ed esploratori bolognesi tra ‘800 e ‘900 Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91227 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_alla_conquista_del_mondo_sistemare_livelli1a.jpg' /></p> Il percorso individuerà personalità note - ma sopratutto poco note - che si sono lanciate in esplorazioni lunghissime e rischiose per il pianeta, spesso con mezzi di fortuna. Un viaggio avventuroso tra gli esploratori del passato. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91227 Sun, 10 Sep 2017 Sun, 10 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_alla_conquista_del_mondo_sistemare_livelli1a.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Shakespeare in death - passeggiate shakespeariane in Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91258 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_shakespeare1a_3.jpg' /></p> Ritornano i percorsi alla scoperta dei tesori della Certosa fra suggestioni di arte e teatro. Un omaggio al genio di Stratford-upon-Avon in un recital dell'attore regista Alessandro Tampieri. A cura di Rimachèride, in collaborazione con IAP, patrocinio Dipartimento di Lingue letterature e culture moderne dell'Università di Bologna. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 338 9300148 at.teatro@gmail.com Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. "E' con il teatro di William Shakespeare che la morte assume la concretezza dell'azione scenica. Da racconto a gesto fisico, la morte avviene in diretta. E la sua messa in scena assume colori e forme ben riconoscibili. Il veleno di Giulietta e Romeo, l'aspide di Cleopatra, le mani e le lingue mozzate nel Tito Andronico, il sangue di Lady Macbeth, il teschio di Yorick, le 23 pugnalate di Giulio Cesare, lo strangolamento a mani nude di Desdemona così come le numerose scene di duelli nell'Amleto, Riccardo III, Re Lear. Il palcoscenico elisabettiano si riempie di feretri e cortei funebri, in un itinerario che si snoda fra cripte, cimiteri, tombe, lapidi. Di molti protagonisti non restano che cadaveri svuotati dagli ideali di amore, politica, soldi o potere che ne hanno mosso le trame. La morte sembra toccare il destino di tutti. Quasi fosse un personaggio invisibile che passa indisturbato da un testo all'altro." (note di regia) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91258 Sat, 09 Sep 2017 Sat, 09 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_shakespeare1a_3.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Certosa criminale: storie di delitti e passioni Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91243 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_00certosa_39.jpg' /></p> Dopo il successo del 2016, un nuovo percorso dedicato ad alcuni eventi e personaggi della storia noir di Bologna. Nei chiostri, davanti a statue e memorie dei nostri concittadini, ricorderemo celebri processi, crimini efferati, truffe epocali, tragici amori. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91243 Wed, 06 Sep 2017 Wed, 06 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_00certosa_39.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Zanardi: pane, alfabeto e socialismo - spettacolo itinerante in Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91260 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_zanardi2aa_2.jpg' /></p> Il drastico risveglio della Bologna di primo novecento detta “bella addormentata sopra un cumulo di letame” grazie all’opera del Sindaco Francesco Zanardi e della sua giunta che dal 15 luglio 1914 diede avvio a radicali riforme incidendo sullo spirito della città. Lo spettacolo ripercorrerà le tappe della vita di Zanardi raccontando le lotte sindacali, il ruolo di Sindaco, l'esilio dalla città voluto dal fascismo, terminando con il contributo dato nel dopoguerra alla ricostruzione e alla Costituente. Di e con Simona Sagone – attrice cantante, accompagnamento alla fisarmonica Salvatore Panu. A cura di Youkali, in collaborazione con AICS Bologna. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 333 4774139 (matt-pom) info@youkali.it Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91260 Tue, 05 Sep 2017 Tue, 05 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_zanardi2aa_2.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Acquaforte Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91646 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/tangominas_2.jpg' /></p> Acquaforte TangominasFrancesca Esposito, canto, voce recitantePamela Falconi, flautoCarmen Falconi, pianoforteGiulia Costa, violoncello Un affresco argentino "inciso" in tango in memoria di Astor Piazzolla. Il tango è musica cosmopolita: ritmi africani, parole scritte da italiani in una lingua - il lunfardo - che è mélange di dialetti, spagnolo e altre lingue europee e non. Una musica meticcia, frutto di migrazioni, solitudini, perdite e rivincite contro "la suerte, que es grela".Acquaforte è l'affresco fatto di parole e suoni di una musica poetica e contraddittoria ma sempre viva che sin dalle origini accompagna la storia dell'Argentina, ora come effige del potere, ora canto di libertà. Le note degli strumenti si uniscono alla voce di Francesca Esposito che - incidendo l'aria - si fa canto e racconto per accompagnare lo spettatore in un mondo fatto di passioni, nostalgia, rabbia, poesia e storia: un mondo più complicato di quello che traspare dai mille stereotipi del e sul tango e - proprio per questo - molto, molto più affascinante. Francesca Esposito canta tango spesso quasi in incognito da oltre quindici anni. Avvistata rare volte e in formazioni diverse: nel duo Cronopios Tango, col chitarrista rioplatense Fernando Gallo, in trio con Max Tagliata e Marco Fabbri, con i Tangocinco, al festival NapoliTano tango, sotto la direzione artistica di Miguel Angel Zotto. Insegna alla SPM Ivan Illich (dove conduce il laboratorio stabile di canto sociale Hard Coro De' Marchi), si occupa di didattica della scrittura ed è docente contrattista presso la Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione dell'Università di Bologna. Contemporanemente, da moltissimi anni, lavora sui repertori di tradizione orale del sud Italia, nel gruppo Gráttula Beddáttula e con Nicola Scaldaferri, etnomusicologo dell'Università di Milano. Nel 2015 avvia il gruppo tutto al femminile Tangominas. Pamela Falconi si è diplomata in Flauto traverso presso l’Istituto musicale “G. Verdi” di Ravenna sotto la guida del M° F. Fiorio e ha studiato col M° M. Mercelli. Si dedica all’attività concertistica, collaborando con diverse formazioni (da camera, orchestrali ecc.). Dal 2002 fa parte del Tangocinco col quale studia ed esegue brani di A. Piazzolla ed altri autori, sperimentando la contaminazione tra musica colta, popolare e jazz. Ha frequentato il Seminario sull’interpretazione del Tango, tenuto dal Maestro H.U. Passarella. Fa parte dell’ensemble Controcanto e dal 2010 si esibisce in diversi spettacoli con la cantante P. Contavalli. Nel 2012 ha costituito il 40quartet, gruppo specializzato nell’esecuzione del repertorio anni Quaranta, in particolar modo italiano. Carmen Falconi diplomata in Pianoforte al Conservatorio “B. Maderna” di Cesena, ha seguito numerosi corsi di aggiornamento e perfezionamento in prassi esecutiva e didattica pianistica con illustri docenti tra cui P. Lachert e A. Rebaudengo. Affianca all'attività didattica un'intensa attività concertistica in varie formazioni da camera. Dal 2002 fa parte dell'ensemble Tangocinco, con cui si dedica allo studio e all'esecuzione della musica rioplatense. Ha seguito i corsi internazionali di perfezionamento tenuti dal celebre bandoneónista uruguayano H. U. Passarella, col cui ensemble ha collaborato più volte. Dal 2012 fa parte del 40quartet. Giulia Costa si è diplomata presso il conservatorio “G. B. Martini” di Bologna, perfezionandosi poi con il Maestro Marianne Chen. Ha al suo attivo un’intensa attività concertistica con varie orchestre. Col quintetto Tangocinco ha partecipato ai corsi internazionali tenuti dal maestro Hector Ulises Passarella e nel 2009- 2010 al Festival internazionale di tango a S. Ginesio. Spazia dal repertorio barocco a produzioni di musica leggera, in manifestazioni e sale d’incisione, con gruppi da camera trio e quartetto d’archi, quartetto archi flauto e pianoforte (trio Mariquita, quartetto Pegaso, trio Movie ecc..). Prenota il tuo biglietto:a partire da mercoledì 12 luglio e fino alle ore 12.00 del giorno del concerto è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) da questo link.La prenotazione sarà valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (attivo dal mercoledì al venerdì ore 10&gt;16). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91646 Tue, 05 Sep 2017 Tue, 05 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/tangominas_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Arte e storia fra i portici e la Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91232 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_arte_e_storia2a_2.jpg' /></p> Una serata all’insegna dell’arte e della gastronomia, per un’insolita e misteriosa esperienza: si parte da Piazza Maggiore a bordo dell’Open Bus per un tour serale, con destinazione la Certosa per una suggestiva passeggiata notturna. Prima della partenza piccolo rinfresco con prodotti del territorio offerti da Gelateria La Torinese. Ore 20: partenza da Piazza Maggiore; ore 20.50: arrivo in Certosa e visita guidata; termine in Piazza Maggiore entro le 23. A cura di City Red Bus. Ingresso € 25 (due euro devoluti per la Certosa) € 15 bambini sino a 10 anni. Prenotazione obbligatoria su www.cityredbus.com http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91232 Fri, 01 Sep 2017 Fri, 01 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_arte_e_storia2a_2.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Amore e Guerra Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91264 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_amore_e_guerra1a.jpg' /></p> Un percorso storico tra gli spiriti rivoluzionari fuori e dentro la nostra città, contaminato da romanzi quali 'Guerra e Pace' o 'Dottor Zivago'. Una storia attraverso intrighi ed amori dalle guerre napoleoniche fino alla rivoluzione russa. A cura del Teatro dei Mignoli e del gruppo Angeli alle Fermate con musica dal vivo della Compagnia D'Arte Drummatica. Ingresso € 15, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 338 3802652 (15-19.30 feriali) teatrodeimignoli@alice.it Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91264 Thu, 31 Aug 2017 Thu, 31 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_amore_e_guerra1a.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Angeli e demoni: simboli ed enigmi della Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91239 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_angeli_demoni1aa_2.jpg' /></p> Delicate statue alate, allegorie vigorose e simboli arcani. La Certosa è stata teatro per storie fantastiche immaginate dai nostri avi, tra cui amabili conversazioni con fantasmi e voli di pipistrelli al chiar di luna. Un percorso notturno tra arte, letteratura e mistero. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91239 Wed, 30 Aug 2017 Wed, 30 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_angeli_demoni1aa_2.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Ritual Moods Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91645 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bisha_4.jpg' /></p> Ritual Moods Robert Bisha pianoforte, saz, chitarra, percussioni Pianista eclettico e polistrumentista sperimentatore, la musica di Robert Bisha affianca una tecnica classica perfezionatissima alla ricerca armonica contemporanea ed allo studio del ricco folklore musicale albanese. Nei suoi concerti traduce queste varie esperienze sonore non solo sul pianoforte (di cui è considerato uno dei più interessanti interpreti della sua generazione) ma anche sulla chitarra, sulle percussioni tradizionali e sul saz curdo. Il suo motto è “Il suono è, vive tra due silenzi". Robert Bisha esordisce professionalmente sin dall’età di 12 anni nei palcoscenici albanesi con proprie composizioni. Inizia lo studio del pianoforte all’età di sei anni per poi dedicarsi anche allo studio della fisarmonica e della chitarra, percussioni e strumenti vari etnici. Studia pianoforte classico al conservatorio di Ferrara. Suona diversi generi musicali e dedica particolare attenzione agli strumenti del folklore, traducendo le varie esperienze nel suo strumento principale quale il pianoforte. Attualmente collabora con Fanfara Tirana, con la quale sta registrando un album di composizioni proprie, e con l’Albanian Iso-Polyphonic Choir dove la ricerca per piano e polifonia millenaria albanese lo hanno portato a rappresentare l’Albania al EXPO di Milano e al Meeting Internazionale della Diaspora. Ha suonato e condiviso il palco in svariati festival internazionali quali Les Nuits de Fourviere in Francia, Lange Nacht der Freiheit in Germania, Sponz Festival e Ariano Folk Festival in Italia, International World Culture Festival in Polonia e tanti altri con grandissimi artisti di fama internazionale. Vanta collaborazioni tra le tante con Vinicio Capossela, Giancarlo Schiaffini, l’Orchestra Sinfonica Nazionale d’Albania etc. Ha suonato per i seminari tenuti in Italia dal padre del minimalismo americano Terry Riley. E co-direttore artistico di due festival internazionali in Albania quali il Kaba 2.0 Festival e il Fustanella Festival.   Prenota il tuo biglietto:a partire da mercoledì 12 luglio e fino alle ore 12.00 del giornod el concerto è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) da questo link.La prenotazione sarà valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (attivo dal mercoledì al venerdì ore 10&gt;16). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91645 Tue, 29 Aug 2017 Tue, 29 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bisha_4.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Shakespeare in death - passeggiate shakespeariane in Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91257 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_shakespeare1a_2.jpg' /></p> Ritornano i percorsi alla scoperta dei tesori della Certosa fra suggestioni di arte e teatro. Un omaggio al genio di Stratford-upon-Avon in un recital dell'attore regista Alessandro Tampieri. A cura di Rimachèride, in collaborazione con IAP, patrocinio Dipartimento di Lingue letterature e culture moderne dell'Università di Bologna. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 338 9300148 at.teatro@gmail.com Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. "E' con il teatro di William Shakespeare che la morte assume la concretezza dell'azione scenica. Da racconto a gesto fisico, la morte avviene in diretta. E la sua messa in scena assume colori e forme ben riconoscibili. Il veleno di Giulietta e Romeo, l'aspide di Cleopatra, le mani e le lingue mozzate nel Tito Andronico, il sangue di Lady Macbeth, il teschio di Yorick, le 23 pugnalate di Giulio Cesare, lo strangolamento a mani nude di Desdemona così come le numerose scene di duelli nell'Amleto, Riccardo III, Re Lear. Il palcoscenico elisabettiano si riempie di feretri e cortei funebri, in un itinerario che si snoda fra cripte, cimiteri, tombe, lapidi. Di molti protagonisti non restano che cadaveri svuotati dagli ideali di amore, politica, soldi o potere che ne hanno mosso le trame. La morte sembra toccare il destino di tutti. Quasi fosse un personaggio invisibile che passa indisturbato da un testo all'altro." (note di regia) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91257 Fri, 25 Aug 2017 Fri, 25 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_shakespeare1a_2.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Romantici sepolcri: Foscolo, Leopardi, Byron ed altri poeti appassionati Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91250 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_romantici_sepolcri2a_2.jpg' /></p> Bologna fu crocevia della cultura ottocentesca, e tanti celebri scrittori europei vi soggiornarono, non mancando di visitare la Certosa. Camminando tra i chiostri visitati da Lord Byron, ammireremo opere e ricorderemo storie romantiche e pettegolezzi felsinei. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91250 Wed, 23 Aug 2017 Wed, 23 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_romantici_sepolcri2a_2.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Edges Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91642 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/edges_3.jpg' /></p> EdgesEloisa Atti 5tetEloisa Atti, voce, ukulele, concertinaMarco Bovi, chitarraEmiliano Pintori, pianoforte e organoStefano Senni, contrabbassoMarco Frattini, batteria Eloisa Atti presenta l'album Edges: mixato a Tucson dal leggendario Craig Schumacher, il progetto è un lavoro del tutto originale in cui la creatività dell'artista bolognese, appartenente alla scena del jazz, si coniuga con il sound americano della tradizione folk, jazz e blues, racchiusa nel singolo termine Americana, che definisce un genere che va da Johnny Cash a Norah Jones, passando per i Calexico. Eloisa Atti, figlia del poeta bolognese Luciano Atti, un’infanzia tra Piccolo Coro dell’Antoniano e conservatorio, ha alle spalle una formazione classica e jazzistica, esperienze live significative e durature come interprete e come compositrice con Caputolindo, Hammond Bandits, Acerocielo, Eloisa Atti Jazz Quintet e con il duo più che decennale con il chitarrista Marco Bovi, col quale ha inciso tre dischi. Ha partecipato in studio a progetti originali assieme a Patrizia Laquidara, Mirco Mariani, Sacri Cuori, Giacomo Toni, Enrico Farnedi. Dopo la realizzazione di due album con il progetto etno-jazz Sur, incide Penelope (aprile 2014) da lei interamente ideato e composto, con la produzione artistica di Francesco Giampaoli (Sacri Cuori). Di lunga data la collaborazione con Matteo Raggi (sax tenore) e Davide Brillante (chitarra) con i quali ha presentato nel tempo diversi progetti tutti dedicati alla figura di Billie Holiday, come Fine and Mellow Tunes, A Journey e l’attuale Billie Holiday: Everything Happens for the Best.   Prenota il tuo biglietto:a partire dal 12 luglio e fino alle ore 12.00 del giorno del concerto è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) a questo link.La prenotazione sarà valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (attivo dal mercoledì al venerdì ore 10&gt;16). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91642 Tue, 22 Aug 2017 Tue, 22 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/edges_3.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Voci dal passato: arte, aneddoti e memorie tra Otto e Novecento Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91252 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_voci_dal_passato1a.jpg' /></p> Una serata di Ferragosto diversa dal solito. Un percorso tra capolavori d'arte e architettura per ricordare vicende poco note della città dei vivi, ma soprattutto di quella dei morti. Vite illuminate, tragiche, celebri e umili vi attendono di fronte ai monumenti dei nostri avi. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91252 Tue, 15 Aug 2017 Tue, 15 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_voci_dal_passato1a.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Non solo Liberty: meraviglie dei maestri del Novecento Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91246 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_non_solo_liberty2a_2.jpg' /></p> Linee sinuose e sensuali, forme salde e vigorose. Candidi marmi, delicati mosaici, grandiosi bronzi. Tra sale eleganti e chiostri imponenti, alla scoperta dei capolavori dei nostri artisti che, celebri in vita, lavorarono in tutta Europa. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91246 Wed, 09 Aug 2017 Wed, 09 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_non_solo_liberty2a_2.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna As Madalenas Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91637 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/madalenas_2.jpg' /></p> As MadalenasCristina Renzetti, voce, chitarra, percussioniTati Valle, voce, chitarra, percussioni Cosa succede quando due artiste, un'italiana di Bologna e una brasiliana di Londrina si incontrano? Il risultato è As Madalenas, il duo composto dall’italiana Cristina Renzetti e dalla brasiliana Tati Valle. Tra le più attive interpreti di musica brasiliana in Italia, le due soliste si sono incontrate per unire le loro voci, le chitarre, le percussioni e dare vita ad un progetto unico, pieno di freschezza e intensità: il repertorio è pura poesia, uno scrigno musicale pieno di melodie preziose e delicate: ora intime, ora energiche, le due cantanti si scambiano continuamente gli strumenti e le intenzioni, la lingua italiana e quella portoghese, esprimendo la forza e la delicatezza del mondo femminile e le sfumature diverse del folklore brasiliano, del samba e dello swing. Cristina Renzetti, cantante e autrice è una delle più esperte interpreti italiane del repertorio brasiliano. Ha all’attivo cinque album da leader e molte importanti collaborazioni sulla scena nazionale e internazionale. Dal 2006 al 2011 ha vissuto e lavorato tra l’Italia e Rio de Janeiro collaborando con importanti artisti della scena strumentale carioca come il gruppo Tira Poeira, Sergio Krakowski, Vitor Gonçalves, Thiago Amud, Gutu Wirtti, Edu Neves. Nel 2011 partecipa, come prima ospite straniera di sempre, allo storico programma di musica della TV Globo Som Brasil in omaggio a Jackson do Pandeiro, insieme a Lenine, Oto e Cascabulho. Nello stesso anno esce in Brasile il suo primo disco da solista Origem é girO (Delira Musica 2011).Voce solista di Rosa del maestro Pixinguinha nella colonna sonora del film Un giorno devi andare di Giorgio Diritti (Bim 2013), si è esibita in numerosi club e festival in Europa e Brasile. Tatiana Valle, cantante, strumentista e cantautrice originaria di Londrina (Paranà, Brasile) ha maturato diverse esperienze musicali in Brasile dando vita a molti progetti legati al samba e partecipando a numerosi programmi televisivi e radiofonici. Arriva in Italia nel 2007 e subito inizia a collaborare con la scena musicale brasi-jazz insieme a Nicola di Camillo, Bruno Marcozzi, Angelo Trabucco, Eddy Palermo trio. Ha al suo attivo collaborazioni con L’Orchestra di Piazza Vittorio nello spettacolo Credo, la Filarmonica di Brasov diretta da Valter Sivilotti, Adauto Dias e collaborazioni discografiche con Piero delle Monache in Aurum, con il chitarrista svedese Gustav Lundgren in Fredrik Carlquist and Gustav Lundgren Bossa Nova vol.1 e nel brano Vou me perder del disco Nao sei sambar. Insieme a Giò di Tonno registra il singolo Come è bello Aspettare che riscuote grande successo e viene presentato live in diverse trasmissioni radiofoniche e televisive. Nel 2014 esce il suo primo disco da solista dal titolo Livro dos dias (Edel/Cramps) e nel 2015 l'incontro con Cristina Renzetti e As Madalenas.   Prenota il tuo biglietto:a partire da mercoledì 12 luglio e fino alle ore 12.00 del giorno del concerto è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) da questo link.La prenotazione sarà valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (attivo dal mercoledì al venerdì ore 10&gt;16). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91637 Tue, 08 Aug 2017 Tue, 08 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/madalenas_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da vedere Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91679 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1.jpg' /></p> Musica da vederevisita guidata alla scoperta delle collezioni del Museo della musicacon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91679 Sun, 06 Aug 2017 Sun, 06 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Arte e storia fra i portici e la Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91231 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_arte_e_storia2a_1.jpg' /></p> Una serata all’insegna dell’arte e della gastronomia, per un’insolita e misteriosa esperienza: si parte da Piazza Maggiore a bordo dell’Open Bus per un tour serale, con destinazione la Certosa per una suggestiva passeggiata notturna. Prima della partenza piccolo rinfresco con prodotti del territorio offerti da Gelateria La Torinese. Ore 20: partenza da Piazza Maggiore; ore 20.50: arrivo in Certosa e visita guidata; termine in Piazza Maggiore entro le 23. A cura di City Red Bus. Ingresso € 25 (due euro devoluti per la Certosa) € 15 bambini sino a 10 anni. Prenotazione obbligatoria su www.cityredbus.com http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91231 Thu, 03 Aug 2017 Thu, 03 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_arte_e_storia2a_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Walden Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91636 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/walden_1.jpg' /></p> Walden Marta Caldara, pianoforte, sintetizzatoriFrancesco Busso, ghironda elettroacustica, jouhikko (lira ad arco della Carelia) Un incontro sonoro tra una ghironda elettroacustica e un pianoforte: Walden è un duo che mescola tradizione e innovazione, partendo dalla tradizione musicale che nasce in quella “regione culturale” che va dall’Occitania alla Bretagna, passando per il centro Francia e la musica classica. Un repertorio folk, raccolto e vissuto nella tradizione e e “artigianalmente“ rinnovato sul palco, con arrangiamenti originali e sonorità inedite. Marta Caldara, diplomata in pianoforte e strumenti a percussione presso il conservatorio G. Verdi di Torino, collabora come pianista con Royal Academy of Dancing ed insegna pianoforte presso l’accademia comunale di Saint-Vincent (AO) e il Musicstudio di Ivrea (TO). Dal 1994 svolge un’intensa attività concertistica come pianista solista e in formazioni di musica da camera. Partecipa come percussionista ad importanti festival di musica da camera e collabora come aggiunta con l’orchestra sinfonica della Valle d’Aosta. Affianca alla musica classica la passione per il jazz e la musica leggera. Ha partecipato a progetti live e a produzioni discografiche, tra le quali “Razmataz” (2000) con Paolo Conte. Francesco Busso. Dopo un lungo studio della musica popolare scopre che la ghironda è in realtà la versione medioevale di un sintetizzatore. Negli ultimi anni ha sviluppato una ricerca sul suono a cavallo tra la sperimentazione e la tradizione. Suona e ha suonato con Edaq (progetto tra folk, sperimentazione sonora ed elettronica), Orchestra Trad Alp (progetto orchestrale di musica popolare), Walking Songs (quartetto tra il jazz contemporaneo, acustico ed elettronico) e molti altri (Trip, Trio Mammut, Noir, Le grand tomple, Baia Trio, Walden, Din Dun). Nel 2014 fonda insieme a Stefano Risso e Federico Merchesano la Solitunes Records (label discografica per artisti in “solo”). Ha suonato nei principali festival folk Europei, e inciso una decina di dischi.   Prenota il tuo biglietto:a partire da mercoledì 12 luglio e fino alle ore 12.00 del giorno del concerto è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) da questo link.La prenotazione sarà valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (attivo dal mercoledì al venerdì ore 10&gt;16). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91636 Tue, 01 Aug 2017 Tue, 01 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/walden_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Certosa criminale: storie di delitti e passioni Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91242 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_00certosa_39_1.jpg' /></p> Dopo il successo del 2016, un nuovo percorso dedicato ad alcuni eventi e personaggi della storia noir di Bologna. Nei chiostri, davanti a statue e memorie dei nostri concittadini, ricorderemo celebri processi, crimini efferati, truffe epocali, tragici amori. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91242 Tue, 01 Aug 2017 Tue, 01 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_00certosa_39_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna ILT Illumina le tenebre Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91417 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/ilt.jpg' /></p> ILT Illumina le tenebre Desideri complessi di un’Europa taciutamostra fotografica di Federica Troisi e Giovanni Lindo Ferrettia cura dell'Associazione Amici di Decaniin collaborazione con Istituzione Bologna Musei | Museo internazionale e biblioteca della musica “Fanno la loro traversata con esemplare dignità. In bocca alla tragedia da sempre, non perdono la capacità di meraviglia”.Questo è il destino e la storia del popolo serbo di Kosovo e Metohija. Umanità sofferente, privata dell’inalienabile diritto all’identità e resistente alle ingiurie della povertà, alle difficoltà quotidiane del vivere, alle insidie della modernità omologatrice.Federica Troisi, fotografa di rara sensibilità, incontra attraverso un’esperienza solidale la loro realtà. Tocca con mano la discriminazione, la stanchezza, la rassegnazione ma anche la potenza del desiderio, la volontà di coltivare un sogno a dispetto di qualsiasi razionalità. Non conosce la lingua, ma approfondisce la comunicazione, studia corpi, volti, gesti, lacrime e sorrisi. Ritorna ostinata all’enclave di Velika Hoča, un piccolo villaggio di seicento anime, adagiato sulle colline di Metohija.Spende giornate e chiacchiere notturne, attrezzata di apparecchio fotografico, microfono e interprete; visita case, consuma ingenti quantità di caffè, partecipa della vita taciuta di chi tutto può desiderare e poco e niente realizzare. Scatta ritratti, chiede permesso, accende candele, sorride, piange, attonita si ferma innanzi a qualche soglia, penetra la sensibilità di una popolazione ferita, incredula in un futuro colmo di nubi, anticipatore di tenebra.Tornata alle colline di Reggio Emilia, sale alla montagna appenninica, visita il reduce barbarico, che sperimenta felice l’esilio dalla volgarità del mondo.L’incontro con Giovanni Lindo Ferretti, musicista, scrittore, teatrante, è fecondo; insieme riempiono le immagini di nuove parole, sedimentano emozioni aprendo orizzonti differenti, inedite prospettive. Nasce così una riflessione fuori dal tempo e dallo spazio che si coniuga perfettamente alla poetica dei ritratti.“Niente di eclatante a parte l’esistere”. Ed è un’esistenza nuova che affonda le proprie radici nelle origini dell’umanità fiera, gelosa custode della propria identità, rispettosa dell’altro, devota alla religione dell’ospitalità.Federica Troisi e Giovanni Lindo Ferretti ci donano un compendio d’immagini, parole e musica che raffigura con forza l’enclave del terzo millennio, dove l’Europa smarrisce il senso della propria esistenza sprofondando in un baratro che conduce all’oscurità. Unica stella polare possibile i desideri sussurrati di donne, uomini, giovani, bambini, flebile luce di speranza che illumina le tenebre. La mostra Estratta dagli ottantasette ritratti del libro, la mostra fotografica ILT Illumina le tenebre presenta una selezione di dodici fotografie che si svelano al suono di una colonna sonora appositamente composta da Giovanni Lindo Ferretti.Debutta a Lodi con la presentazione nazionale del progetto, poi sarà tra giugno e dicembre a Bussolengo, Venezia, Bologna, Trieste, Settimo Torinese, Novi Sad, Belgrado, Niš.La mostra bolognese è realizzata in collaborazione con Istituzione Bologna Musei | Museo internazionale e biblioteca della musica e con il patrocinio della regione Emilia Romagna e del Comune di Bologna.Il logo I.L.T. è una creazione di Alessandro Vicario Il Libro Illumina le tenebre Desideri complessi di un’Europa taciutaFederica Troisi, Giovanni Lindo Ferretti Prefazione di Alessandro Gori2017, Duuscia Edizioni, pag. 180, € 15,00in vendita presso il bookshop del Museo http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91417 Tue, 01 Aug 2017 Tue, 01 Aug 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/ilt.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Angeli e demoni: simboli ed enigmi della Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91238 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_angeli_demoni1aa_1.jpg' /></p> Delicate statue alate, allegorie vigorose e simboli arcani. La Certosa è stata teatro per storie fantastiche immaginate dai nostri avi, tra cui amabili conversazioni con fantasmi e voli di pipistrelli al chiar di luna. Un percorso notturno tra arte, letteratura e mistero. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91238 Wed, 26 Jul 2017 Wed, 26 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_angeli_demoni1aa_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Tuareg desert blues Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91630 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dsc_0248.jpg' /></p> Tuareg desert blues TimmidwaAzizi Mohamed, voce e chitarraValentino Pirino, chitarraGiampaolo Fini, percussioniFrancesco Pellegrino, basso Il nome del gruppo in lingua Tamasheq significa “amicizia” e ben rappresenta lo spirito che anima il progetto, nato dalla volontà di ricordare la propria terra e farne conoscere le tradizioni e le abitudini. Lo stile musicale rappresenta una originalissima unione del Blues di matrice afroamericana con elementi della musica tradizionale Tuareg. I testi in lingua Tamasheq sono cantati dal chitarrista di etnia Tuareg Azizi Mohamed, nato nel sud dell'Algeria al confine con il Niger e nomade fino all'adolescenza, che si è avvicinato alla musica all'età di 20 anni con l'arrivo nella città di Tamanrasset. Le sue canzoni fanno riferimento al dramma della persecuzione e del razzismo, di come sia cambiata la visione culturale dei giovani, non più cresciuti in mezzo al deserto ma nelle città, dell'amore e del rapporto con il deserto. Azizi Mohamed di etnia Tuareg, nasce nel sud dell’Algeria al confine con il Niger. Nomade fino all’adolescenza, con l’arrivo nella città, Tamanrasset, si avvicina alla musica all’età di 20 anni. Ascoltando i Tinariwen, quando ancora non erano famosi nel mondo, nasce in lui il desiderio di esprimere con la musica il disagio sociale del suo popolo, sentimenti di amore per il deserto e non solo. Autodidatta, impara a suonare ascoltando musica e provando insieme agli amici, alcuni dei quali oggi artisti di rilievo, come Abdallah dei Tinariwen. L’obbligo alla sopravvivenza stanziale lo costringe a scegliere il lavoro alla musica, praticata esclusivamente nel tempo libero, in occasione di feste importanti e qualche volta per allietare i turisti nel deserto. La sua venuta in Italia per una vacanza e l’incontro casuale con la tenda Tuareg dell’associazione Tekelt di Bologna, dove conosce altri Tuareg provenienti dal Mali e dal Niger, lo riportano al suo antico amore, la sua chitarra, e fonda il gruppo Timmidwa nel febbraio 2014. Valentino Pirino a partire dai 13 anni inizia lo studio della chitarra, dopo la laurea al DAMS di Bologna si iscrive alla Scuola di Specializzazione in Musicoterapia “G. Ferrari” di Padova diplomandosi nel 2015. Dal 2013 al 2016 partecipa al Laboratorio Sociale Afrobeat condotto da Guglielmo Pagnozzi dove inizia a sviluppare un forte interesse per gli stili musicali dell'Africa occidentale e del Nord-Africa. Attraverso questa esperienza ha modo di conoscere Aziz ed entra a far parte dei Timmidwa dalla fine del 2014. Dal 2015 fa inoltre parte del gruppo Bantubeat Afrofunk Ensemble nato dalla volontà di approfondire il percorso iniziato con la partecipazione al L.S.A. Attualmente svolge l'attività di didattica musicale e di musicoterapista. Gianpaolo Fini studia la batteria con il Maestro Fabrizio Sferra, dedicandosi in seguito alle percussioni come autodidatta. Si specializza nelle percussioni brasiliane, suonando in numerose performance di batucada, e successivamente nelle percussioni africane, studiando al Mama Africa Meeting e privatamente con i maestri africani Lancei Dubate e Inoussa Dembele e suonando fino al 2016 in diverse scuole di danza africana. Attualmente è impegnato come percussionista nei progetti musicali Cinco Letras (gruppo di musica etno-popolare) e Timmidwa, oltre che partecipare in qualità di batterista al Laboratorio Sociale Afrobeat condotto da Guglielmo Pagnozzi. Francesco Pellegrino si avvicina alla musica all'età di 14 anni affascinato dal suono della chitarra elettrica in ambito rock e blues. La sua ricerca musicale si spinge verso la musica elettronica e intraprende lo studio del basso elettrico, strumento a lui più congeniale per interagire con sonorità più contemporanee. Partecipa al Laboratorio Sociale Afrobeat condotto da Guglielmo Pagnozzi e suona come bassista con i Play for Food, progetto sperimentale nato all'interno del laboratorio, caratterizzato dalla fusione tra teatro e musica highlife/afrobeat. Attualmente suona come bassista nel gruppo Timmidwa. Prenota il tuo biglietto:a partire da mercoledì 12 luglio e fino alle ore 12 del giorno del concerto è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) da questo link.La prenotazione sarà valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (attivo dal mercoledì al venerdì ore 10&gt;16). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91630 Tue, 25 Jul 2017 Tue, 25 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dsc_0248.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da vedere Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91678 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1.jpg' /></p> Musica da vederevisita guidata alla scoperta delle collezioni del Museo della musicacon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91678 Sun, 23 Jul 2017 Sun, 23 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Viaggio nel labirinto. Io, l’Altro: la danza del doppio Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91262 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_viaggio_labirinto1a.jpg' /></p> Spettacolo itinerante con quadri di danza, musica e recitazione ispirato alla Certosa, al simbolo del Labirinto e al mito del Minotauro che lo abita. Un percorso inteso come metafora di un viaggio di esplorazione di diverse parti del Sé, attraverso l’incontro con il simbolo del Doppio – lo specchio, l’ombra, l’eco, la statua, il sosia - e le proprie emozioni, la parte razionale e la parte istintiva. Alla ricerca della loro integrazione ed equilibrio. Con Emilia Sintoni (regia e danza), Elena Bianchini (gong master), Irene De Bartolo (arpa classica e celtica), Matteo Gelatti (musicista olistico), Liliana Letterese (recitazione), Matilde Lotti (violoncello), Emmanuela Susca (flauto); Valeria Bertolasi, Michela Checchi, Bianca Dorobat, Lucia Pasquali (danzatrici). Progetto Sphera – Iride di Emilia Sintoni. Ingresso € 12, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 340 6435704 press@sphera.events www.sphera.events Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91262 Thu, 20 Jul 2017 Thu, 20 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_viaggio_labirinto1a.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Romantici sepolcri: Foscolo, Leopardi, Byron ed altri poeti appassionati Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91249 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_romantici_sepolcri2a_1.jpg' /></p> Bologna fu crocevia della cultura ottocentesca, e tanti celebri scrittori europei vi soggiornarono, non mancando di visitare la Certosa. Camminando tra i chiostri visitati da Lord Byron, ammireremo opere e ricorderemo storie romantiche e pettegolezzi felsinei. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91249 Wed, 19 Jul 2017 Wed, 19 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_romantici_sepolcri2a_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Atse Tewodros Project Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91631 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/tewodros_4.jpg' /></p> Atse Tewodros ProjectEndris Hassan, masinqo (violino monocordo)Antheneh Teklemariam, kirar (lira etiopica)Mesale Legesse, kebero (batteria tradizionale etiopica)Fabrizio Puglisi, pianoforteTommaso Ruggero, percussioni e batteriaCamilla Missio, bassoGabriella Ghermandi, voce Atse Tewodros Project è un progetto della scrittrice, performer e cantante italo-etiope Gabriella Ghermandi che mette in dialogo musicisti etiopi di tradizione e musicisti italiani su memoria storica, futuro comune, convivenza e migrazione. Una varietà di brani da ascoltare e da ballare legati alle tradizioni delle diverse etnie etiopiche, ibridati da suoni moderni influenzati dalla ricerca jazz e world music.Il progetto prende il nome da uno dei più amati Imperatori della storia d'Etiopia, Atse Tewodros, che regnò nel 1850: il primo non appartenente alla casa imperiale d'Etiopia, ma capace di arrivare al trono grazie alla sua volontà e al suo carisma. Fu l'Imperatore che modernizzò l'Etiopia, pur rispettando le tradizioni, ed è questo il messaggio del progetto musicale: ogni uomo ha il diritto di sognare e realizzare se stesso, a prescindere dal luogo in cui nasce e dalle condizioni economiche della sua famiglia.Gabriella Ghermandi, leader e creatrice di Atse Tewodros project, nato dal desiderio di creare uno spazio artistico di incontro tra musicisti italiani ed etiopi, con il sostegno e la collaborazione del compositore Aklilu Zewdy e del Professore Berhanu Gezaw. Fabrizio Puglisi, uno dei pianisti italiani maggiormente considerato dalla scena internazionale, con un grosso interesse per la connessione tra musica e trance. Ama la sperimentazione e i linguaggi artistitici che hanno l’ardire di sconfinare nei territori della tradizione, sopratutto del Mediterraneo e africana. Ha lavorato con importanti musicisti come Lester Bowie, Don Moye, John Zorn, Steve Lacy, Don Byron, William Parker, Enrico Rava, George Russell, Michel Godard, Roy Paci, Italian Instabile Orchestra, Alfio Antico. Misale Legesse, uno dei migliori suonatori di batteria tradizionale etiope, spina dorsale di Atse Tewodros Project. Ha suonato con The EX, Addis Acustic Project, EthioColor, Damaske. Ha suonato nei contesti europei più prestigiosi e nei festival di World Music più apprezzati come Rosenkild Festival e altri. Endris Hassan, da 15 anni sulla scena etiope e internazionale, sa avventurarsi oltre la tradizione per mescolarsi alla musica jazz. Uno dei fondatori del gruppo Ethiocolor, ha suonato con il pianista della Real World Samuel Yrga, con Paolo Angeli, Imperial Tiger Orchestra, Mulatu Astatke. Antheneh Teklemariam, suonatore di lira etiope, è arrangiatore e compositore, vanta esperienze musicali con vari artisti sia europei che africani, membro del gruppo Ethiocolor. Camilla Missio ha suonato in Italia e nel mondo con tanti artisti itialiani come Massimo Ranieri, Andrea Mingardi, Paola Turci, Ricky Portera. Una delle fondatrici del gruppo femminile “Lady Zeppelin”. Ha suonato per l’Orchestra della Rai. Si è unita ad Atse Tewodros Project nel 2015. Tommy Ruggero si è innamorato delle percussioni e della batteria sin da bambino. Ha studiato batteria a New York City e percussioni della tradizione dell’Africa dell’Ovest in Senegal e Mali and Burkina Faso. Lavora come batterista in vari contesti. Si è unito ad Atse Tewodros Project nel 2015.   Prenota il tuo biglietto:a partire dal 12 luglio e fino alle ore 12.00 del giorno del concerto è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) su www.museibologna.it/musica.La prenotazione sarà valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (attivo dal mercoledì al venerdì ore 10&gt;16). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91631 Tue, 18 Jul 2017 Tue, 18 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/tewodros_4.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Zanardi: pane, alfabeto e socialismo- spettacolo itinerante in Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91259 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_zanardi2aa.jpg' /></p> Il drastico risveglio della Bologna di primo novecento detta “bella addormentata sopra un cumulo di letame” grazie all’opera del Sindaco Francesco Zanardi e della sua giunta che dal 15 luglio 1914 diede avvio a radicali riforme incidendo sullo spirito della città. Lo spettacolo ripercorrerà le tappe della vita di Zanardi raccontando le lotte sindacali, il ruolo di Sindaco, l'esilio dalla città voluto dal fascismo, terminando con il contributo dato nel dopoguerra alla ricostruzione e alla Costituente. Di e con Simona Sagone – attrice cantante, accompagnamento alla fisarmonica Salvatore Panu. A cura di Youkali, in collaborazione con AICS Bologna. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 333 4774139 (matt-pom) info@youkali.it Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91259 Sat, 15 Jul 2017 Sat, 15 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_zanardi2aa.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Lo spuntino elegante Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91657 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mortadella_nanni_1.jpg' /></p> Mercoledì 12 luglio 2017 alle ore 20:00, per il ciclo "Un etto di Bologna", il Museo propone una visita guidata dedicata a: Lo spuntino elegante. Storia e tradizione della Mortadella a Bologna.Sin dal XVI secolo a Bologna si produceva un insaccato di carni suine macinate, cotte lentamente per garantirne un gusto particolare e una prolungata conservazione. Era la mortadella: un prodotto di lusso che nel Seicento costava nove volte più del pane, tre volte e mezzo più del prosciutto, due volte e mezzo più dell'olio.  Nel corso dell'Ottocento le nuove dinamiche industriali impongono anche a questo prodotto la meccanizzazione della sua lavorazione; in particolare l'impacchettamento e la conservazione in scatole di latta permettono la sua esportazione sul mercato internazionale, rendendo la mortadella un prodotto ampiamente popolare, ancora oggi conosciuto in molte parti del mondo sotto il nome di Bologna. Alle 21.30 segue al Battiferro uno spettacolo comico a cura dell'Associazione Vitruvio del duo Dondarini-Dalfiume. La visita guidata è gratuita mentre l’ingresso al Museo è a pagamento (5-3 euro). Per informazioni: telefono 051.6356611Per la prenotazione (obbligatoria): tel 329.3659446 (Vitruvio) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91657 Wed, 12 Jul 2017 Wed, 12 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mortadella_nanni_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Non solo Liberty: meraviglie dei maestri del Novecento Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91245 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_non_solo_liberty2a_1.jpg' /></p> Linee sinuose e sensuali, forme salde e vigorose. Candidi marmi, delicati mosaici, grandiosi bronzi. Tra sale eleganti e chiostri imponenti, alla scoperta dei capolavori dei nostri artisti che, celebri in vita, lavorarono in tutta Europa. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91245 Wed, 12 Jul 2017 Wed, 12 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_non_solo_liberty2a_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Shakespeare in death - passeggiate shakespeariane in Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91256 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_shakespeare1a_1.jpg' /></p> Ritornano i percorsi alla scoperta dei tesori della Certosa fra suggestioni di arte e teatro. Un omaggio al genio di Stratford-upon-Avon in un recital dell'attore regista Alessandro Tampieri. A cura di Rimachèride, in collaborazione con IAP, patrocinio Dipartimento di Lingue letterature e culture moderne dell'Università di Bologna. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 338 9300148 at.teatro@gmail.com Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. "E' con il teatro di William Shakespeare che la morte assume la concretezza dell'azione scenica. Da racconto a gesto fisico, la morte avviene in diretta. E la sua messa in scena assume colori e forme ben riconoscibili. Il veleno di Giulietta e Romeo, l'aspide di Cleopatra, le mani e le lingue mozzate nel Tito Andronico, il sangue di Lady Macbeth, il teschio di Yorick, le 23 pugnalate di Giulio Cesare, lo strangolamento a mani nude di Desdemona così come le numerose scene di duelli nell'Amleto, Riccardo III, Re Lear. Il palcoscenico elisabettiano si riempie di feretri e cortei funebri, in un itinerario che si snoda fra cripte, cimiteri, tombe, lapidi. Di molti protagonisti non restano che cadaveri svuotati dagli ideali di amore, politica, soldi o potere che ne hanno mosso le trame. La morte sembra toccare il destino di tutti. Quasi fosse un personaggio invisibile che passa indisturbato da un testo all'altro." (note di regia) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91256 Tue, 11 Jul 2017 Tue, 11 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_shakespeare1a_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Musica da vedere Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91677 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1.jpg' /></p> Musica da vederevisita guidata alla scoperta delle collezioni del Museo della musicacon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91677 Sun, 09 Jul 2017 Sun, 09 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Arte e storia fra i portici e la Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91234 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_arte_e_storia2a_3.jpg' /></p> Una serata all’insegna dell’arte e della gastronomia, per un’insolita e misteriosa esperienza: si parte da Piazza Maggiore a bordo dell’Open Bus per un tour serale, con destinazione la Certosa per una suggestiva passeggiata notturna. Prima della partenza piccolo rinfresco con prodotti del territorio offerti da Gelateria La Torinese. Ore 20: partenza da Piazza Maggiore; ore 20.50: arrivo in Certosa e visita guidata; termine in Piazza Maggiore entro le 23. A cura di City Red Bus. Ingresso € 25 (due euro devoluti per la Certosa) € 15 bambini sino a 10 anni. Prenotazione obbligatoria su www.cityredbus.com http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91234 Thu, 06 Jul 2017 Thu, 06 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_arte_e_storia2a_3.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Capitali ed investitori esteri Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91673 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/industria_novecento3_1.jpg' /></p> Giovedì 6 Luglio 2017 alle ore 10:00, il Museo del Patrimonio Industriale ospita l'XI incontro con il territorio del Comitato Leonardo dedicato a: Capitali ed investitori esteri: Opportunità e prospettive per le imprese italiane.Gli Incontri con il Territorio rendono il Comitato Leonardo e le sue aziende itineranti sui Territori. Imprenditori e rappresentanti delle istituzioni locali si confrontano su tematiche legate all’internazionalizzazione ed allo sviluppo della competitività, traendo spunto da una relazione sullo stato dell’economia del territorio.E’ un importante appuntamento realizzato in partnership con il nostro associato IMA S.p.A., azienda emiliana leader mondiale nella progettazione e produzione di macchine automatiche per il processo e il confezionamento di prodotti farmaceutici, cosmetici, alimentari, tè e caffè.Quale Tematica?Parleremo dell’ingresso di capitali esteri nell’attività d’impresa e dei suoi effetti su produttività, innovazione e internazionalizzazione. Ascolteremo le testimonianze di aziende protagoniste di operazioni di M&amp;A e Corporations che hanno effettuato investimenti produttivi in Italia.Saremo guidati dalla relazione di KPMG Advisory che presenterà l’impatto dei capitali esteri sul tessuto industriale dell’Emilia-Romagna.Prima dell’incontro sarà possibile visitare il Museo del Patrimonio Industriale di Bologna. Un esperto vi guiderà attraverso un percorso unico alla scoperta dell’industria emiliana e del suo contributo all’innovazione dell’industria nazionale ed europea.PROGRAMMA10.00               Accrediti e welcome coffee10.30               Visita al Museo del Patrimonio Industriale 11.30               Apertura dei lavoriAlberto Vacchi – Presidente IMALuisa Todini – Presidente Comitato Leonardo              Maurizio Marchesini – Presidente Confindustria Emilia Romagna12.00                Presentazione della Relazione“L’apertura del Capitale delle Imprese ad investitori esteri, quale potenziale per l’industria dell’Emilia-Romagna?” a cura di Alessandro Carpinella, KPMG Advisory 12.20                Testimonianza   Mauro Sirani Fornasini – A.D. Philip Morris Manufacturing &amp; Technology Bologna “Investire in Italia: l’esperienza di Philip Morris”12.40                Tavola Rotonda ImprenditorialeSonia Bonfiglioli – Presidente Gruppo BonfiglioliAdolfo Guzzini – Presidente iGuzzini Illuminazione Sergio Sassi – A.D. Emilceramica13.15                Conclusioni13.20                Buffet lunch Modera i lavori Franco Mosconi – Università degli Studi di ParmaPer informazioni e confermeSegreteria Generale Comitato LeonardoT. 0659927990 – 0659927991L’ingresso è gratuito.Per informazioni: telefono 051.6356611 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91673 Thu, 06 Jul 2017 Thu, 06 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/industria_novecento3_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Certosa criminale: storie di delitti e passioni Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91241 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_00certosa_39_2.jpg' /></p> Dopo il successo del 2016, un nuovo percorso dedicato ad alcuni eventi e personaggi della storia noir di Bologna. Nei chiostri, davanti a statue e memorie dei nostri concittadini, ricorderemo celebri processi, crimini efferati, truffe epocali, tragici amori. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91241 Wed, 05 Jul 2017 Wed, 05 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_00certosa_39_2.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Quando il cibo viaggiava sul Navile Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91656 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/antica_bologna_4_1_1_1.jpg' /></p> Mercoledì 5 luglio 2017 alle ore 20:00, per il ciclo "Un etto di Bologna", il Museo propone una visita guidata dedicata a: Quando il cibo viaggiava sul Navile. La produzione alimentare bolognese nei racconti di viaggio tra Sette e Ottocento.Bologna vanta una lunghissima tradizione in campo culinario: sono tante infatti le prelibatezze che hanno valso alla città l'appellativo di “grassa”, dalla mortadella ai tortellini, al tipico ragù.Con un percorso virtuale attraverso le testimonianze di viaggiatori stranieri che hanno descritto nei loro diari la città e i suoi prodotti più tipici, si ricostruiranno le ricette e le tecniche di produzione che hanno reso questi piatti famosi nel mondo.Alle 21.30 segue al Battiferro, a cura dell'Associazione Vitruvio, un concerto dei Pneumatica Emiliano Romagnola. La visita guidata è gratuita mentre l’ingresso al Museo è a pagamento (5-3 euro). Per informazioni: telefono 051.6356611Per la prenotazione (obbligatoria): tel 329.3659446 (Vitruvio) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91656 Wed, 05 Jul 2017 Wed, 05 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/antica_bologna_4_1_1_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Chiostri inesplorati e angoli nascosti: percorso insolito alla Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91226 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_chiostri_inesplorati1a.jpg' /></p> Partendo dal Chiostro VI un percorso alla scoperta dei luoghi meno conosciuti e frequentati tra gallerie, sotterranei e angoli suggestivi: il biancore del marmo, la ricchezza del bronzo, il colore del mosaico. Una visita guidata alla scoperta del Cimitero Monumentale più insolito. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91226 Sun, 02 Jul 2017 Sun, 02 Jul 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_chiostri_inesplorati1a.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Angeli e demoni: simboli ed enigmi della Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91237 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_angeli_demoni1aa.jpg' /></p> Delicate statue alate, allegorie vigorose e simboli arcani. La Certosa è stata teatro per storie fantastiche immaginate dai nostri avi, tra cui amabili conversazioni con fantasmi e voli di pipistrelli al chiar di luna. Un percorso notturno tra arte, letteratura e mistero. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91237 Wed, 28 Jun 2017 Wed, 28 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_angeli_demoni1aa.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Fascino, seduzione e grazia nelle relazioni amorose Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91433 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/neg._3964_inv._75_viggiano.jpg' /></p> In occasione dell' evento "Uno sguardo al 700: Aspettando Luigi Crespi" le associazioni 8cento e Aimant Associazione Italiana Maria Antonietta realizzano la seconda serata al Museo Davia Bargellini dedicata al Fascino, seduzione e grazia nelle relazioni amorose. Questa terza e ultima serata sarà introdotta da Paolo Cova che condurrà i visitatori in un percorso dedicato al tema dell'amore: i riti del corteggiamento, la vita delle dame e dei loro pretendenti. Sarà un'occasione per conoscere meglio la società settecentesca e il suo stile di vita, ben rappresentato dal Giovin Signore di Giuseppe Parini. Tanti i capolavori del museo grazie ai quali è possibile conoscere questo universo, uno tra tutti: la maestosa carrozza da gala.Artisti della scuola dell'Opera del Teatro Comunale di bologna; pianoforte Cristina Giardini, musiche di G.B. Pergolesi e W.A. Mozart, costumi d'epoca e figuranti a cura dell'Associazione Il Paradiso delle Dame (Associazione 8cento) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91433 Tue, 27 Jun 2017 Tue, 27 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/neg._3964_inv._75_viggiano.jpg 53174 Museo Davia Bargellini Anime. Di luogo in luogo. Christian Boltanski Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91426 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_christian_boltanski_low.jpg' /></p> È dedicato a Christian Boltanski il progetto speciale che la città di Bologna promuove in ambito culturale per l'anno 2017. L'autore francese, uno dei massimi artisti internazionali viventi, è protagonista di un articolato programma di eventi riuniti sotto il titolo Anime. Di luogo in luogo, promosso da Comune di Bologna (Area Cultura e Rapporti con l'Università e Istituzione Bologna Musei), e Emilia-Romagna Teatro Fondazione, in collaborazione con Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica e Regione Emilia-Romagna. Nucleo centrale dell'intero progetto, la mostra antologica allestita al MAMbo dal 26 giugno al 12 novembre, la più ampia mai organizzata in Italia con oltre 20 installazioni, rilancia il ruolo del museo non solo come luogo di conservazione ed esposizione del patrimonio ma anche, e soprattutto, come luogo di ricerca e produzione sulla cultura del presente. L’ordinamento delle opere ripercorre la poetica di Boltanski da metà anni Ottanta fino gli anni più recenti e si articola in sale che affrontano i temi su cui si è concentrata con intensa continuità la sua ricerca: la scomparsa, il rapporto dialettico fra vita e morte, la fragilità della memoria e del ricordo, la scommessa contro l'ineluttabilità dell'oblio, il senso di tragicità intrinseco alla storia. L'imponente Sala delle Ciminiere, cuore del museo e dell'intero percorso espositivo, è occupata dalla struttura labirintica dell’installazione ambientale Regard-Eyes: immagini sfocate di volti anonimi stampate in bianco e nero su un tessuto trasparente di grande formato provenienti dall'archivio fotografico personale dell’artista che, come conturbanti presenze fantasmatiche, il visitatore è invitato ad attraversare abbandonandosi al flusso del tempo e della memoria. Al centro della sala appare la straniante preziosità di Volver, una forma piramidale alta oltre tre metri interamente ricoperta da coperte isotermiche dorate, materiali che richiamano le drammatiche immagini dei primi soccorsi prestati ai migranti. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91426 Mon, 26 Jun 2017 Mon, 26 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_christian_boltanski_low.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Visita guidata alla Manifattura delle Arti Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91608 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_veduta_foto_anna_rossi_novembre_2011_low_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2.jpg' /></p> Il MAMbo sorge in una zona della città detta Manifattura delle Arti, ad avvalorare simbolicamente l'idea che il museo è centro di produzione, sperimentazione e innovazione culturale. L'area era originariamente adibita ad attività produttive e commerciali.La visita introduce all'ex Forno del Pane che ospita il MAMbo per proseguire in una passeggiata alla scoperta della Manifattura delle Arti e della sua trasformazione da polo industriale a polo culturale. Prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (martedì e giovedì, dalle 9 alle 17) oppure a mamboedu@comune.bologna.it. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91608 Sun, 25 Jun 2017 Sun, 25 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_veduta_foto_anna_rossi_novembre_2011_low_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Musica da vedere Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91676 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1.jpg' /></p> Musica da vederevisita guidata alla scoperta delle collezioni del Museo della musicacon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91676 Sun, 25 Jun 2017 Sun, 25 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Quadri di danza e convivialità al Collegio Venturoli Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91222 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_quadri_di_danza1a.jpg' /></p> Visita guidata intervallata dallo spettacolo di trenta danzatori dell'Associazione 8cento in costume d’epoca, che daranno vita a danze e balli dell’800 incentrati sul tema della tavola e i cibi della mensa del Collegio. Visita guidata con Roberto Martorelli. In collaborazione con Associazione 8cento. Prenotazione obbligatoria 051 234866 (lun-ven 9.30-15.00). Ingresso gratuito con offerta libera, il ricavato sarà destinato ai restauri del Collegio. Fondazione Collegio Artistico Venturoli, via Centotrecento 4 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91222 Sat, 24 Jun 2017 Sat, 24 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_quadri_di_danza1a.jpg 70969 Collegio Artistico Venturoli 1143: la croce ritrovata di Santa Maria Maggiore Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91544 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/manifesto_croci.jpg' /></p> I Musei Civici d’Arte Antica, in collaborazione con l'Arcidiocesi di Bologna, organizzano presso il Museo Civico Medievale una mostra dedicata alla croce di Santa Maria Maggiore, ritrovata nell'ottobre 2013, durante i lavori di pavimentazione del portico della chiesa. L'esposizione, curata da Massimo Medica, nasce dall'occasione di esporre per la prima volta al pubblico la croce viaria dopo il restauro eseguito da Giovanni Giannelli (Laboratorio di restauro Ottorino Nonfarmale S.r.l.). L'opera rientra nella tipologia di croci poste su colonne che venivano collocate nei punti focali della città a segnalare spazi sacri come chiese e cimiteri, o di particolare aggregazione come i trivi o i crocicchi e le piazze. Stando alla tradizione tale uso si diffuse già in epoca tardo antica a partire dalle "leggendarie" quattro croci poste a protezione della città retratta romana da sant'Ambrogio o san Petronio e oggi conservate nella basilica petroniana. È però soprattutto a paritre della nascita del Comune (1116) e con l'espansione urbanistica della città del XII e XIII secolo che si venne a sviluppare tale fenomeno. Talvolta le croci venivano protette da piccole cappelle e corredate di reliquie, di altari per la preghiera, e di tutto il necessario per la celebrazione della messa. Segno distintivo e identificativo per la città le croci segnarono lo spazio urbano fino al 1796, quando l’arrivo delle truppe napoleoniche e l’instaurazione della nuova Repubbilica, trasformarono la città e suoi simboli. La croce ritrovata di Santa Maria Maggiore è di notevole interesse sia perché rientra tra i molti esemplari andati dispersi, sia perchè è possibile datarla grazie all’iscrizione 1143, presente nel braccio destro. L’opera si viene così a collocare tra i più antichi modelli a noi pervenuti, come quella di poco successiva degli Apostoli ed Evangelisti, detta anche di piazza di Porta Ravegnana, la quale risale al 1159. Scolpita su entrambe le facce, la croce ritrovata presenta sul recto la figura del Cristo dal modellato assai contenuto, caratterizzato da incisivi grafismi che rilevano le fisionomie del volto e il gioco delle pieghe del panneggio. Sul verso invece la scultura è mpreziosita da sinuosi ed eleganti tralci d’acanto, intervallati da fiori e da elementi vitinei posti a cornice della mano di Dio benedicente, ormai non più leggibile. Tali motivi decorativi richiamano modelli antichi o tardoantichi, reinterpretati con una verve esecutiva che trova un suo riscontro in certi repertori decorativi della coeva miniatura come dimostrano i codici miniati dell'XI e XII secolo, esposti in mostra accanto a tavolette d'avorio E preziose opere di oreficeria cesempi della cultura artistica diffusa nella città felsinea.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91544 Thu, 22 Jun 2017 Thu, 22 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/manifesto_croci.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Maurizio Finotto. Vita, morte e miracoli Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91545 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_finotto_noname.jpg' /></p> Il MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna ospita, negli spazi della Collezione Permanente, la mostra personale di Maurizio Finotto Vita, morte e miracoli. La rassegna comprende circa 200 tavolette votive realizzate tra il 2015 e il 2017 e il video La lingua dei miracoli, che ripercorrono le vicende autobiografiche dell'artista, interpretandole come effetti di prodigiosi interventi ultraterreni. Le singole tavolette, secondo le parole dello stesso Maurizio Finotto realizzate in maniera “mistica e ossessiva”, in gran parte con frammenti di legno recuperati dal mare e lavorate con materiali poveri in diverse tecniche, riprendono iconografie e modalità testuali tipiche delle tradizioni popolari della fede cristiana, disvelando eventi drammatici o imbarazzanti che hanno fortemente condizionato l'esistenza dell'autore. Allestite con la densità espositiva tipica delle usanze tradizionali nei luoghi di culto, le opere narrano per immagini l'infanzia dell'artista, l'abbandono del paese natale nella provincia veneta e di un lavoro sicuro per intraprendere gli studi artistici a Bologna, le alterne fortune di una carriera tortuosa, gli incidenti, gli insuccessi e i traguardi raggiunti nella professione e nella vita privata. Il video La lingua dei miracoli, della durata di 24 minuti, documenta le reazioni e i commenti della madre e della nonna di Finotto di fronte ad alcune tavolette che lui stesso mostra loro. In occasione dell'inaugurazione, il 15 giugno alle ore 17.30, nella sala conferenze del MAMbo è prevista la proiezione su grande schermo del video La lingua dei miracoli, nell'ambito di Biografilm Festival,alla quale seguirà un dialogo con lo scrittore Ermanno Cavazzoni e il regista e storico del cinema Marco Bertozzi. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91545 Thu, 15 Jun 2017 Thu, 15 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_finotto_noname.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Cinquant'anni di astronomia a Bologna Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91622 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/saturno_4.jpg' /></p> Sino al 31 Agosto 2017 è possibile visitare negli orari di apertura del Museo l’esposizione: “Cinquant'anni di astronomia a Bologna”.La mostra è dedicata all'eccezionale sviluppo che l'astronomia amatoriale ha avuto nel nostro territorio seguendo il fil rouge della storia dell'Associazione Astrofili Bolognesi, costituitasi nel 1967 e che proprio quest'anno può celebrare il mezzo secolo di ininterrotta attività. Una serie di ricchi pannelli illustrerà l'evoluzione delle tecniche osservative e fotografiche a disposizione dei molti astrofili che con passione e dedizione, oltre a supportare il lavoro dei colleghi astronomi, li hanno in alcuni casi preceduti nello scoprire comete e oggetti del profondo cielo. Il visitatore potrà inoltre ammirare una sezione espositiva comprendente strumentazione storica, i telescopi e le camere moderne messi a disposizione dai soci dell'Associazione Astrofili Bolognesi. L'esposizione può essere visitata negli orari di apertura del Museo previo pagamento del biglietto di accesso al Museo. Per informazioni: telefono 051.6356611.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91622 Mon, 12 Jun 2017 Mon, 12 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/saturno_4.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Attività estive al Museo per Centri sociali Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91387 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mulino_seta1_6_1.gif' /></p> Da Giugno a Settembre 2017, dal martedì al giovedì mattina, il Museo del Patrimonio Industriale propone diversi appuntamenti gratuiti, su prenotazione, dedicati ai gruppi dei centri sociali per approfondire la storia produttiva ed economica di Bologna dall'età moderna a quella contemporanea, dall'antica città dell'acqua e della seta sino all'automazione e all'odierno comparto motoristico.In allegato l'elenco delle attività proposte.La visita guidata gratuita con ingresso al Museo a pagamento (3 euro).Per informazioni e prenotazione obbligatoria: telefono 051.6356611. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91387 Thu, 01 Jun 2017 Thu, 01 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mulino_seta1_6_1.gif 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Bruno Raspanti Confronti Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91053 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/raspanti__muro.jpg' /></p> Nelle sale del Museo Civico Medievale sarà ospitata, nell’ambito delle iniziative culturali rivolte alla città, la mostra dello scultore Bruno Raspanti Confronti curata da Graziano Campanini. Le opere verranno collocate nei prestigiosi ambienti del Palazzo Ghisilardi per mettere a colloquio l’espressione più avanzata dell’arte contemporanea con i capolavori che fanno parte della raccolta del museo. Nel 1974 alla Galleria De Foscherari di Bologna Bruno Raspanti espose per la prima volta una serie di tavoli in marmo con ciotole di minestra in ceramica. La mostra suscitò un notevole interesse intorno alla sua figura e alle provocazioni che andava proponendo. Provocazioni che sono continuate nel corso degli anni in molte mostre significative in Italia e all’estero sino all’esposizione di una selezione antologica di sue opere nell’Oratorio del Museo della Sanità e dell’Assistenza presso il celebre complesso monumentale di Santa Maria della Vita nel 2011. E’ stato lì, nel vedere le sue opere inserite quasi a colloquio con un apparato decorativo ed artistico che risale al ‘500, culminante nello straordinario Transito della Vergine di Alfonso Lombardi, che è nata l’idea di riproporre in modo ancora più perentorio un confronto non solo tra antico e moderno ma tra così diverse concezioni dell’arte e della rappresentazione: è dunque il Museo Civico Medievale il teatro di questo confronto che può apparire spiazzante ma al tempo stesso mette in luce un filo assai resistente che collega i diversi momenti della storia dell’arte, divertendosi a unire la contemporaneità con la storia. Nel suo studio-officina Bruno Raspanti, alle prese con materiali di ogni genere (bronzo, terracotta, pezzi di legno, tegole, vetro, sedie, plastica ecc.) dà vita a visioni stupefacenti che si propongono non come copia del mondo ma come uso del mondo. Un uso derisorio e impossibile: nascono così i baccelli, i carrioli, le zolle, ma anche i teatrini, tutti parte di una rappresentazione ironica e teneramente inattuale, in cui lo spazio, le proporzioni e le prospettive si mischiano e si confondono. Oggetti fragili e precari la cui esibita vocazione artistica viene messa in causa e contraddetta dallo stesso autore che pure, dando vita a questo confronto così improbabile, riafferma e sancisce quella continuità nella differenza in cui ogni artista ama collocarsi. La carica spettacolare e scenografica delle opere di Bruno Raspanti avrà modo di risaltare ancora di più nelle sale austere e cariche di storia del museo. Inaugurazione sabato 6 maggio alle ore 18.00 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91053 Sun, 07 May 2017 Sun, 07 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/raspanti__muro.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Catherine Wagner. In Situ: Traces of Morandi Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90677 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/morandi_wagner_low.jpg' /></p> Il Museo Morandi prosegue nell'intento di valorizzare la propria collezione anche grazie a un programma di mostre temporanee tese ad accostare il lavoro di Giorgio Morandi all’opera di artisti che a vario titolo si sono a lui ispirati.Dopo Alexandre Hollan, Wayne Thiebaud, Tacita Dean, Rachel Whiteread e Brigitte March Niedermair, è Catherine Wagner a confrontarsi con l'opera del maestro bolognese. Due sale del museo ospitano la mostra In Situ: Traces of Morandi, a cura di Giusi Vecchi, che propone 21 lavori dell'artista americana, realizzati tra il 2015 e il 2016. Nel corso della sua più che trentennale carriera, Catherine Wagner ha studiato l’ambiente costruito come metafora del modo in cui creiamo le nostre identità culturali, usando la fotografia per analizzare le diverse modalità in cui l’uomo ha plasmato il mondo. L'artista ha soggiornato a Bologna per diverso tempo durante gli anni scorsi per lavorare nello studio di Casa Morandi, in quella che fu l'abitazione di Giorgio Morandi per gran parte della sua vita. Wagner ha inoltre operato nello studio della casa di Grizzana per studiare la rigorosa logica strutturale e la poesia delle nature morte morandiane. Wagner ha immaginato nuove nature morte con gli oggetti che l’artista bolognese rappresentava nelle sue opere, astraendo da questi modelli, sia formalmente che concettualmente, nuove composizioni. L'esposizione si avvale della collaborazione della Anglim Gilbert Gallery di San Francisco e della Gallery Luisotti di Los Angeles, così come dell'University of California Education Abroad program, Bologna. Incontro con il pubblico e inaugurazione della mostra venerdì 24 marzo, ore 17 e ore 18 http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90677 Sat, 25 Mar 2017 Sat, 25 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/morandi_wagner_low.jpg 76460 Museo Morandi Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna