Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49387 Istituzione Bologna Musei it-it info@comune.bologna.it Copyright 2017 Bononienses/Bolognesi: storie di cittadini di ieri dalle lapidi Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88857 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/lap_02_4.jpg' /></p> Visita guidata con Marinella Marchesi Anche la pietra può avere molto da raccontare; bisogna saper "ascoltare" le parole incise direttamente dai protagonisti, per ricostruitre le storie dei nostri concittadini di 2000 anni fa e magari scoprire alcune somiglianze... http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88857 Sat, 29 Apr 2017 Sat, 29 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/lap_02_4.jpg 47842 Atrio - Lapidario In viaggio per l’aldilà: immagini dalle stele etrusche Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88855 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_21_1.jpg' /></p> Visita guidata con Laura Minarini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88855 Sun, 23 Apr 2017 Sun, 23 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_21_1.jpg 47749 Museo Archeologico Via dell'Archiginnasio, 2, 40124, Bologna Cronache dal Museo Civico Archeologico in tempo di guerra Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88853 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/04_atena_lemnia_y_0648.jpg' /></p> Conferenza con Anna Tulliach (storica dell'arte) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88853 Sat, 22 Apr 2017 Sat, 22 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/04_atena_lemnia_y_0648.jpg 48349 Sala Risorgimento “Non al denaro, non all'amore né al cielo”: Spoon River 2000 anni fa a Bologna Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88851 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/lap_06_1.jpg' /></p> Visita guidata a cura degli archeologi della società Aster Ispirandoci alla poesia dell'album di Fabrizio de André, andiamo alla ricerca delle tante storie che si nascondono tra le epigrafi del lapidario. Tra gli altri, faremo la conoscenza di un soldato, di un porcaro, di una matrona e di una intera famiglia immigrata dalla Grecia. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88851 Mon, 17 Apr 2017 Mon, 17 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/lap_06_1.jpg 47842 Atrio - Lapidario Vita e morte nell'Antico Egitto Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88850 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/28_2_eg_2057..._1.jpg' /></p> Visita guidata con letture, a cura degli archeologi della società Aster La leggenda di Iside e Osiride ci guiderà alla scoperta dei segreti della rinascita secondo gli antichi Egizi, mentre alcuni capitoli del “Libro dei Morti” e dei brani tratti dal secondo libro delle “Storie” di Erodoto illustreranno il loro rapporto con il mondo dell'aldilà. Rilievi funerari, oggetti di corredo, vasi canopi, ushabty, sarcofagi e mummie ci permetteranno di riscostruire l’aspetto delle divinità,  gli usi funerari, i diversi tipi di mummificazione previsti e tutti i passaggi da seguire per raggiungere i “campi di Iaru”, luogo di soggiorno per la vita eterna.  http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88850 Sun, 16 Apr 2017 Sun, 16 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/28_2_eg_2057..._1.jpg 47835 Collezione egiziana Il restauro dei manufatti romani del Lapidario eseguito dal corso di restauro dell'Accademia di Belle Arti di Bologna Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88783 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img_4113_1_1_1.jpg' /></p> Conferenza con Augusto Giuffredi (Accademia di Bellle Arti di Bologna), gli studenti dell’Accademia e  Marinella Marchesi (Museo Civico Archeologico di Bologna) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88783 Sun, 09 Apr 2017 Sun, 09 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img_4113_1_1_1.jpg 48349 Sala Risorgimento Quando i tessuti preservano un'identità: il restauro della mummia di Usai Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88782 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/oliva.jpg' /></p> Conferenza con Cinzia Oliva (restauratrice) e Daniela Picchi (Museo Civico Archeologico di Bologna) Il bendaggio che ricopre come un bozzolo di crisalide il corpo mummificato dei defunti egiziani nell’aspettativa di una sopravvivenza eterna rappresenta per molti un ostacolo alla conoscenza di un contenuto ‘nascosto’ piuttosto che un suo completamento, una sua protezione, un elemento fondamentale del rituale funerario. Uno sguardo più attento ci permetterebbe di ricordare tutto questo e di scoprire il mondo evoluto della produzione tessile egiziana di cui le bende e i sudari delle mummie forniscono una ricca campionatura. Il recente restauro della mummia di Usai, figlio di Nekhet, ha fornito nuovi dati interessanti, soprattutto sui tessuti utilizzati a protezione di questo individuo, che saranno presentati al pubblico in anteprima. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88782 Sat, 08 Apr 2017 Sat, 08 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/oliva.jpg 48349 Sala Risorgimento Dall'Egitto a Bologna: storie e restauri della statua di Amenmes e Reshpu Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88781 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img_4113_1.jpg' /></p> Conferenza con Cristina del Gallo (restauratrice) e Daniela Picchi (Museo Civico Archeologico di Bologna) L’edizione 2016 di Restituzioni. Tesori d’arte restaurati - Intesa Sanpaolo ha reso possibile il restauro di una scultura egiziana templare di età ramesside, un naoforo dedicato agli dei Osiri, Isi e Horo da Amenmes e Reshpu, due alti funzionari del tempio di Amon a Tebe. Le vicende collezionistiche che hanno portata questa splendida statua dall’Egitto a Bologna e i numerosi restauri succedutisi negli anni allo scopo di interrompere il degrado del calcare egiziano in cui è stata scolpito saranno svelati al pubblico che potrà ammirare il naoforo riesposto in sezione egiziana dopo molti anni. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88781 Sat, 01 Apr 2017 Sat, 01 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img_4113_1.jpg 48349 Sala Risorgimento “Ho guardato fisso negli occhi Agamennone” Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88745 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/schliemann_1_1_1_1.jpg' /></p> Spettacolo teatrale con ArchivioZeta   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88745 Sun, 26 Mar 2017 Sun, 26 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/schliemann_1_1_1_1.jpg 48349 Sala Risorgimento FARE L'ITALIA! Il Risorgimento romantico e eroico nei dipinti di Edoardo Matania (1849-1927) Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/89979 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_14_2_1.jpg' /></p> Visita guidata con Otello Sangiorgi in occasione della mostra Fare l’Italia! Il Risorgimento romantico e eroico nei dipinti di Edoardo Matania (1849-1927) "Se Giuseppe Verdi creò la colonna sonora dell’unità d’Italia, la sua immagine fu immortalata da Edoardo Matania."  Su richiesta dell’editore Emilio Treves, il grande illustratore napoletano realizzò una serie di dipinti che ripercorrono il Risorgimento a partire da Gioacchino Murat (1815) fino alla proclamazione di Roma a capitale del nuovo Regno (1871). Tradotte in illustrazioni a stampa, divennero ben presto popolarissime. La mostra presenta per la prima volta riuniti insieme una cinquantina di quei dipinti ora in collezione privata. Sono inoltre esposte stampe e pubblicazioni conservate presso la biblioteca del Museo, che documentano il successo di questa importante operazione di costruzione di una memoria collettiva nazionale. Ingresso € 5 intero | € 3 ridotto, gratuito la prima domenica del mese. Per gli abbonati alla Card Musei Metropolitani Bologna l’ingresso è gratuito. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/89979 Sun, 26 Mar 2017 Sun, 26 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_14_2_1.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna “Ho guardato fisso negli occhi Agamennone” Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88744 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/schliemann_1_1_1.jpg' /></p> Spettacolo teatrale con ArchivioZeta   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88744 Sat, 25 Mar 2017 Sat, 25 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/schliemann_1_1_1.jpg 48349 Sala Risorgimento Il dono Schliemann nella sala dei confronti preistorici del Museo Archeologico di Bologna Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88743 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/schliemann_1_1.jpg' /></p> Con Laura Minarini (Museo Civico Archeologico di Bologna)   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88743 Sat, 18 Mar 2017 Sat, 18 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/schliemann_1_1.jpg 48349 Sala Risorgimento FARE L'ITALIA! Il Risorgimento romantico e eroico nei dipinti di Edoardo Matania (1849-1927) Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/89980 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_14_2_1_1.jpg' /></p> Visita guidata con Roberto Martorelli in occasione della mostra Fare l’Italia! Il Risorgimento romantico e eroico nei dipinti di Edoardo Matania (1849-1927) "Se Giuseppe Verdi creò la colonna sonora dell’unità d’Italia, la sua immagine fu immortalata da Edoardo Matania."  Su richiesta dell’editore Emilio Treves, il grande illustratore napoletano realizzò una serie di dipinti che ripercorrono il Risorgimento a partire da Gioacchino Murat (1815) fino alla proclamazione di Roma a capitale del nuovo Regno (1871). Tradotte in illustrazioni a stampa, divennero ben presto popolarissime. In Certosa è possibile ripercorrere la storia del nostro Risorgimento, e ricordare anche alcune delle persone o degli eventi descritti da Matania nella sue tavole. Ritrovo alle ore 15 presso l'ingresso principale della Certosa (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Ingresso € 4 intero | € 3 ridotto. Per gli abbonati alla Card Musei Metropolitani Bologna gratuito. Info museorisorgimento@comune.bologna.it http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/89980 Sat, 18 Mar 2017 Sat, 18 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_14_2_1_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Un uomo alla scoperta di Omero: Heinrich Schliemann Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88742 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/schliemann_1.jpg' /></p> Conferenza con Massimo Cultraro (CNR – Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali)   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88742 Sat, 11 Mar 2017 Sat, 11 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/schliemann_1.jpg 48349 Sala Risorgimento Parlando parole alate Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88714 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_mg_1801.jpg' /></p> Visita - laboratorio teatrale per bambini dagli 8 agli 11 anni, a cura degli archeologi della società Aster Partiamo dalla ceramica attica conservata in museo, le cui iconografie spesso restituiscono famosi episodi del mito ed immagini di dei ed eroi, per riportare questi racconti alla loro forma originale, quella dell’oralità propria dei poemi omerici e della lirica arcaica. Guidati da un attore/aedo, i bambini saranno chiamati a prendere parte al processo di story telling, esprimendo opinioni, riportando le proprie conoscenze, aggiungendo frammenti o suggerendo varianti: in tal modo diventeranno parte integrante della storia che prenderà vita grazie all’apporto di tutti. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88714 Sat, 04 Mar 2017 Sat, 04 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_mg_1801.jpg 47749 Museo Archeologico Via dell'Archiginnasio, 2, 40124, Bologna Ringrazio gli dei di non essere nato barbaro… Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88738 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1_1_3.jpg' /></p> Percorso sulla diversità; a cura di Accaparlante e della Sezione educativa del Museo http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88738 Sun, 26 Feb 2017 Sun, 26 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1_1_3.jpg 48349 Sala Risorgimento Roma e l’Italia: fides e integrazione o conquista? Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88737 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1_1_2.jpg' /></p> Roma e l’Italia: fides e integrazione o conquista? Conferenza con Giovanni Brizzi (Università di Bologna) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88737 Sat, 25 Feb 2017 Sat, 25 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1_1_2.jpg 48349 Sala Risorgimento Moglie e buoi dei paesi tuoi: matrimoni misti e e ruolo sociale della donna Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88736 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1_1_1_1.jpg' /></p> Conferenza con Franco Marzatico (Soprintendenza per i beni culturali – provincia autonoma di Trento) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88736 Sat, 18 Feb 2017 Sat, 18 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1_1_1_1.jpg 48349 Sala Risorgimento Demetrio Stratos Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89693 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/stratos.jpg' /></p> Voci dall’aldilà X...una rassegna di film, un “viaggio nella memoria“ su compositori scomparsi che continuano a rimanere tra noi... Demetrio Stratos (1945 – 1979) La Voce Stratos di Luciano D’Onofrio e Monica Affatato (Italia, 2009, 87') con Claudio Rocchi, Paolo Tofani, Patrizio Fariselli, John Cage, Gianni Emilio Simonetti, Joan La Barbara, Oderso Rubini, Sainko Namtchylak, Diamanda Galàs, Arrigo Lora Totino, Ambrogio Vitali, Nanni Balestrini, Fatima Miranda, Matteo Guarnaccia introduzione di Luciano D’Onofrio, Monica Affatato, Oderso Rubini Icona di un’epoca in cui musica, cultura, e militanza politica scorrevano parallele, dotato di una voce che si prestava a infinite sperimentazioni, dai Ribelli agli Area a John Cage il lavoro di Stratos ha mostrato un’eterogeneità unica, estendendosi dai territori della musica pop a quelli del rock, del jazz, della musica contemporanea e dell’avanguardia più radicale, sempre a livelli insuperati.La Voce Stratos è un documentario a più voci che unisce interviste e filmati d’archivio indagando anche la sperimentazione vocale di Demetrio Stratos, tema fondamentale e trasversale del film, che viene affrontato sia da un punto di vista scientifico con la consulenza di otorinolaringoiatri esperti di voce, che da quello artistico grazie all’intervento di alcune tra le “voci” più significative del panorama della musica contemporanea, per i quali il lavoro unico ed estremo di Stratos rappresenta un punto di riferimento fondamentale.Il film è ulteriormente arricchito da registrazioni vocali inedite, gentilmente concesse per il documentario da Claudio Rocchi, filmini super8 inediti dei Ribelli forniti da Gianni Dall'Aglio, dalle foto di Silvia Lelli e Roberto Masotti. Monica Affatato è nata a Torino. Nel '96 inizia a lavorare come assistente alla regia e di produzione. Tra questi Il tempo dell’amore (1997) di Campiotti, Così ridevano (1998) di Amelio, Nemmeno il destino (2004) di Gaglianone. Lavora alla realizzazione di colonne sonore, tra cui quella de I nostri anni (festival di Locarno 2000) di Gaglianone e del film documentario Storie di Lotta e Deportazione (2002), prodotto dall’ANCR in collaborazione con la Shoah Foundation.Inizia a lavorare nell’ambito del film documentario con Il Reduce (Torino Film Festival 1999) e Tutti mi chiedono da dove vengo nessuno vuol sapere chi sono (Arcipelago Festival 2000). Realizza nel 2009 La Voce Stratos con Luciano d’Onofrio, distribuito nelle sale cinematografiche, nella collana Real Cinema di Feltrinelli e trasmesso da Rai Storia ed RTSI. Il suo ultimo lavoro è Enrico Rava. Note necessarie presentato al Biografilm Festival 2016. Luciano D'Onofrio inizia a quindici anni a suonare la chitarra elettrica in gruppi post-punk. Nel periodo universitario realizza i primi cortometraggi in Super8. Nei primi anni Novanta tramite la cooperativa Index di Pier Milanese collabora con registi e documentaristi torinesi come Alberto Signetto, Armando Ceste, Claudio Paletto e Daniele Pianciola. Contemporaneamente si dedica a videodocumentazioni, videoinstallazioni e performance video nei luoghi dell’underground non solo torinese. Con Daniele Gaglianone è operatore e montatore del documentario sull’IPCA di Ciriè, fabbrica di coloranti nocivi per l’uomo. Per Armando Ceste è operatore nei suoi film Abdellah e i suoi fratelli (2000), Rosso/Askatasuna (1999) e Amoremorte (2007). Negli stessi anni tra l’altro realizza come autore: I tempi stanno cambiando (2001), L’alluvione in Val Vigezzo (2003), Sparate sempre prima di strisciare (2002). Con Monica Affatato realizza il documentario auto-prodotto Metamorfosi e nel 2009 La Voce Stratos. Oderso Rubini è un produttore discografico, musicista e scrittore italiano. Il suo nome è legato alla prima ondata della new wave e del punk italiano, con la fondazione prima della Harpo's Bazar, poi con la Italian Records. Tra i nomi da lui prodotti Skiantos, Gaznevada, Stupid Set, Hi-Fi Bros., Johnson Righeira, Confusional Quartet, Art Fleury, Magazzini Criminali, Monofonic Orchestra, Pale TV, Radetzky e gli Isotopi (aka il disegnatore Igort). Nel 1978 prende parte al "Treno di John Cage" come assistente tecnico di Juan Hidalgo e Walter Marchetti per l'elaborazione delle 210 musicassette che vengono messe a disposizione per venir suonate nelle varie carrozze. Gestisce attualmente l'etichetta Astroman. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89693 Sat, 18 Feb 2017 Sat, 18 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/stratos.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Gli Etruschi e gli altri in Etruria padana: Umbri, Liguri, Celti Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88734 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1_1_1.jpg' /></p> Conferenza  con Luigi Malnati (Soprintendente SABAP-Bologna, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88734 Sat, 11 Feb 2017 Sat, 11 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1_1_1.jpg 48349 Sala Risorgimento Thelonius Monk Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89692 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/t_monk.jpg' /></p> Voci dall’aldilà X...una rassegna di film, un “viaggio nella memoria“ su compositori scomparsi che continuano a rimanere tra noi... Thelonius Monk (1917 – 1982) American Composer di Matthew Seig (Stati Uniti 2002, v.o. sott. it., 60’) prima italiana con Randy Weston, Billy Taylor, Thelonius Monk III, Orrin Keepnews, Ben Riley, Barry Harris, Marion White introduzione critica di Giampiero Cane Tra i riconosciuti padri fondatori del Be Bop negli anni Quaranta, autore con Round Midnight di uno dei più noti standard della storia del Jazz, Monk fu tuttavia un “pianista dissonante, concettuale e astratto”, un autentico “musicista per musicisti” la cui figura verrà riconosciuta a pieno solo da musicisti d'avanguardia come Steve Lacy, Misha Mengelberg, Anthony Braxton, Alex von Schlippenbach e moltissimi altri. Giampiero Cane è stato docente di Civiltà musicale afroamericana all'Università di Bologna. Presso l'editrice Clueb ha pubblicato Canto nero (1982), Facciamo che eravamo negri: il jazz e il suo background (1988), Introduzione al jazz, alla storia e alle opere (con Pasquale Morgante, 1994) e MonkCage – Il Novecento musicale americano (1995). E' critico musicale del Manifesto, e collabora con numerosi periodici specializzati. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89692 Sat, 11 Feb 2017 Sat, 11 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/t_monk.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna E' comunale Watson! Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/88664 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/p1070526.jpg' /></p> Fra tutti i 900 anni di storia del Comune di Bologna, il 1848 fu davvero un momento fondamentale: la rivolta popolare dell'8 agosto contro gli Austriaci lasciò un segno nella vita della città e dei suoi abitanti. Ma come andarono davvero le cose? Chi furono i protagonisti? E quale importante personaggio vi fu suo malgrado implicato? Gli indizi che verranno via via raccolti tra il Museo della Musica e il Museo del Risorgimento permetteranno, in una sorta di caccia al tesoro, di ricostruire la “misteriosa” storia del 1848 a Bologna. Nell'ambito di 9X9X9. 9 oggetti x 9 musei x 900 anni. Prenotazione obbligatoria, cliccare qui   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/88664 Sun, 05 Feb 2017 Sun, 05 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/p1070526.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna CSI dell'età della pietra Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88712 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/collana.jpg' /></p> Visita - laboratorio per bambini 8 - 11 anni, a cura degli archeologi della società Aster Scopriamo quali sono le informazioni che gli studiosi possono ricavare dalle ossa, umane o animali, che si trovano durante gli scavi archeologici. Dalle malattie più diffuse, alla dieta seguita dalla popolazione, alla durata della vita media delle persone, agli animali impiegati nella vita quotidiana… tutto questo e anche di più! Mettiamo poi in pratica quanto appreso in una divertente attività dove identificheremo e schederemo delle ossa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88712 Sun, 05 Feb 2017 Sun, 05 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/collana.jpg 47748 Sala I - Sezione Preistorica FARE L'ITALIA! Il Risorgimento romantico e eroico nei dipinti di Edoardo Matania (1849-1927) Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/89978 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_14_2.jpg' /></p> Visita guidata con Otello Sangiorgi in occasione della mostra Fare l’Italia! Il Risorgimento romantico e eroico nei dipinti di Edoardo Matania (1849-1927) "Se Giuseppe Verdi creò la colonna sonora dell’unità d’Italia, la sua immagine fu immortalata da Edoardo Matania."  Su richiesta dell’editore Emilio Treves, il grande illustratore napoletano realizzò una serie di dipinti che ripercorrono il Risorgimento a partire da Gioacchino Murat (1815) fino alla proclamazione di Roma a capitale del nuovo Regno (1871). Tradotte in illustrazioni a stampa, divennero ben presto popolarissime. La mostra presenta per la prima volta riuniti insieme una cinquantina di quei dipinti ora in collezione privata. Sono inoltre esposte stampe e pubblicazioni conservate presso la biblioteca del Museo, che documentano il successo di questa importante operazione di costruzione di una memoria collettiva nazionale. Ingresso € 5 intero | € 3 ridotto, gratuito la prima domenica del mese. Per gli abbonati alla Card Musei Metropolitani Bologna l’ingresso è gratuito. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/89978 Sun, 05 Feb 2017 Sun, 05 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_14_2.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Timeless Music from Enchanted Sources Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89625 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/tourin_1.jpg' /></p> Timeless Music from Enchanted Sources Christina Tourin, arpa classica e arpa celticaAndrea Salvatore, voce Christina Tourin è direttrice dell’International Harp Therapy Program, creato nel 2005 in California. Autrice di un metodo di arpaterapia che comprende un manuale, “Craddle of Sound”, Dvd formativi per l’improvvisazione, numerosi workshop e corsi formativi che propone in tutto il mondo. Con il suo team, ha diplomato centinaia di arpaterapeuti professionisti attivi in America, Europa e Giappone, Cina e Israele.Arpista di seconda generazione, ha cominciato a suonare l’arpa all’età di 4 anni. Ha ottenuto diplomi di Musica e Educazione presso l’Università di Vermont (USA), ha studiato al Mozarteum di Salisburgo in Austria e all’Università McGill di Montreal (Canada). Ha studiato e insegnato presso scuole pubbliche per 20 anni utilizzando la pedagogia Waldorf.Diplomata in Psicologia e in Counselling, ha studiato con Susan Borg il programma di Kinesiologia risonante e ha completato i suoi studi in musicoterapia all’Arizona State University. Come arpista, oltre ad una carriera da concertista, ha inciso 14 registrazioni distribuite a livello internazionale. E’ stata l’elemento chiave nel rinnovo dell’arpa celtica e popolare negli Stati Uniti e ha fondato nel 1982 la Scottish Harp Society of America. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89625 Sat, 04 Feb 2017 Sat, 04 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/tourin_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Workshop di arpaterapia Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89624 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/tourin.jpg' /></p> Workshop di arpaterapiacon Christina Tourina cura dell'Associazione Arpeggi MEETING AND MASTERING THE MODES Conoscere e padroneggiare i modi Come i modi musicali ci influenzano a livelloemozionale, fisico e intellettualeTecniche d’improvvisazione modale: accordi, arpeggi, melodia, tonalità, trasposizioneLiberare la creatività e comporre la propria musicaImplementare il proprio repertorio suonando a memoriaTono di risonanza: come creare musica per armonizzarsi con i livelli energetici del paziente CELTIC CIRCLE OF MUSIC and HEALING L’Antico Cerchio Celtico della Musica Come modulare da un’emozione all’altra grazie agli antichi modi celticiSuantraighe per rilassareGoltraighe per commuovereGentraighe per rallegrare Il workshop è rivolto a arpisti principianti, intermedi o professionisti L’intero corso sarà tradotto in Italiano. COSA PORTARE CON SÉ? ArpaAccordatoreChiaveEventualmente sgabello   Christina Tourin è direttrice dell’International Harp Therapy Program, creato nel 2005 in California. Autrice di un metodo di arpaterapia che comprende un manuale, “Craddle of Sound”, Dvd formativi per l’improvvisazione, numerosi workshop e corsi formativi che propone in tutto il mondo. Con il suo team, ha diplomato centinaia di arpaterapeuti professionisti attivi in America, Europa e Giappone, Cina e Israele.Arpista di seconda generazione, ha cominciato a suonare l’arpa all’età di 4 anni. Ha ottenuto diplomi di Musica e Educazione presso l’Università di Vermont (USA), ha studiato al Mozarteum di Salisburgo in Austria e all’Università McGill di Montreal (Canada). Ha studiato e insegnato presso scuole pubbliche per 20 anni utilizzando la pedagogia Waldorf.Diplomata in Psicologia e in Counselling, ha studiato con Susan Borg il programma di Kinesiologia risonante e ha completato i suoi studi in musicoterapia all’Arizona State University. Come arpista, oltre ad una carriera da concertista, ha inciso 14 registrazioni distribuite a livello internazionale. E’ stata l’elemento chiave nel rinnovo dell’arpa celtica e popolare negli Stati Uniti e ha fondato nel 1982 la Scottish Harp Society of America. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89624 Sat, 04 Feb 2017 Sat, 04 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/tourin.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Etruschi e Greci in area padana: commerci, rapporti culturali e mobilità individuale Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88733 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1_1.jpg' /></p> Conferenza  con Giuseppe Sassatelli (Università di Bologna) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88733 Sat, 04 Feb 2017 Sat, 04 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1_1.jpg 48349 Sala Risorgimento Fare l’Italia! Il Risorgimento romantico e eroico nei dipinti di Edoardo Matania (1849-1927) Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/89573 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_14.jpg' /></p> "Se Giuseppe Verdi creò la colonna sonora dell’unità d’Italia, la sua immagine fu immortalata da Edoardo Matania." Su richiesta dell’editore Emilio Treves, il grande illustratore napoletano realizzò una serie di dipinti che, tra fedeltà al dato storico e mitologia eroica, ripercorrono il Risorgimento a partire da Gioacchino Murat (1815) fino alla proclamazione di Roma a capitale del nuovo Regno (1871). Tradotte in illustrazioni a stampa, le opere di Matania divennero ben presto popolarissime, contribuendo in misura decisiva a delineare e a trasmettere alle epoche successive i tratti del Risorgimento e dei suoi protagonisti. La mostra presenta per la prima volta riuniti insieme una cinquantina di quei dipinti ora in collezione privata. Sono inoltre esposte stampe e pubblicazioni conservate presso la biblioteca del Museo, che documentano il successo di questa importante operazione di costruzione di una memoria collettiva nazionale. La mostra sarà aperta fino al 2 aprile 2017. Museo civico del Risorgimento, Piazza Carducci 5 | 40125 Bologna, dal martedì alla domenica: ore 9 &gt; 13, chiuso lunedì e festivi infrasettimanali Ingresso € 5 intero | € 3 ridotto, gratuito la prima domenica del mese. Per gli abbonati alla Card Musei Metropolitani Bologna l’ingresso è gratuito. Visite guidate alla mostra domenica 5 febbraio e 26 marzo ore 11 con Otello Sangiorgi, ed in Certosa sabato 18 marzo ore 15 con Roberto Martorelli (vedi calendario appuntamenti del Museo). Una mostra realizzata grazie ad Enrico Gallerie d'Arte - Milano | Genova, in collaborazione con il Comune di Genova ed il Museo del Risorgimento - Istituto Mazziniano di Genova. #photogallery# http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/89573 Sat, 04 Feb 2017 Sat, 04 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_14.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Inaugurazione mostra "FARE L'ITALIA!" Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90049 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/invito_farelital.jpg' /></p> Fare l’Italia. Il Risorgimento romantico e eroico nei dipinti di Edoardo Matania (1849-1927) Inaugurazione della mostra sabato 4 febbraio 2017 | ore 11 Una mostra realizzata grazie ad Enrico Gallerie d'Arte - Milano | Genova, in collaborazione con il Comune di Genova ed il Museo del Risorgimento - Istituto Mazziniano di Genova. "Se Giuseppe Verdi creò la colonna sonora dell’unità d’Italia, la sua immagine fu immortalata da Edoardo Matania." Su richiesta dell’editore Emilio Treves, l'illustratore napoletano realizzò una serie di dipinti che ripercorrono il Risorgimento a partire da Gioacchino Murat (1815) fino alla proclamazione di Roma a capitale del nuovo Regno (1871). Tradotte a stampa, divennero ben presto popolarissime, contribuendo in misura decisiva a delineare e a trasmettere alle epoche successive i tratti del Risorgimento. La mostra presenta per la prima volta riuniti insieme una cinquantina di quei dipinti. Sono inoltre esposte stampe e pubblicazioni conservate presso la biblioteca del museo, che ne documentano il successo. La mostra sarà aperta fino al 2 aprile 2017. Piazza Carducci 5 | 40125 Bologna. Dal martedì alla domenica: ore 9 &gt; 13. Chiuso lunedì e festivi infrasettimanali. Ingresso € 5 intero | € 3 ridotto, gratuito possessori Bologna Welcome card e la prima domenica del mese. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90049 Sat, 04 Feb 2017 Sat, 04 Feb 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/invito_farelital.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna ART CITY Bologna 2017: Hello Stranger - il libro Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89994 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_hello_stranger_libro.jpg' /></p> Presentazione del libro di e su Motus pubblicato da Damiani. Intervengono Enrico Casagrande, Daniela Nicolò, Silvia Calderoni in dialogo con Fabio Acca, Laura Gemini e Giovanni Boccia Artieri. Aperto da una introduzione di Wlodek Goldkorn, è un “atlante di immagini”, tratte dai quasi cento spettacoli realizzati e di frammenti testuali; non ha andamento cronologico o storiografico, ma natura esplosa e rizomatica, disvelando la passione di Motus per l’arte delle deflagrazioni…La linea portante compositiva è il corpo/body dell’attore come macchina dei sentimenti, come ospite sacro-straniero con cui Motus ha lottato, costruito, distrutto e trasmutato il proprio segno artistico. Le parole sono colonna sonora polifonica, composta di brevi scritti della compagnia, amici, artisti, curatori: dei compagni di avventure e sventure di quel “teatro per bande e predatori solitari”, come lo definì profeticamente Antonio Attisani nei primi anni ’90. L'incontro fa parte della quinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89994 Sun, 29 Jan 2017 Sun, 29 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_hello_stranger_libro.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Vivere a Bologna nell'Ottocento Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/90024 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/vivere_a_bologna_ottocento_4.jpg' /></p> Domenica 29 Gennaio 2017 alle ore 16:00 il Museo del Patrimonio Industriale propone un approfondimento su prenotazione dedicato ai cambiamenti avvenuti a Bologna nel corso del XIX secolo.Il XIX secolo ha rappresentato per Bologna un'epoca di profondi mutamenti sociali, urbanistici, economici e storici che hanno modificato radicalmente l’aspetto della città, le abitudini e i modi di vita dei bolognesi.L’occupazione napoleonica e la successiva restaurazione pontificia portano al collasso definitivo l’industria della seta, per secoli punto di forza dell’economia cittadina, costringendo la città a ripiegarsi in un’economia legata alla trasformazione di prodotti agricoli e a ricercare nuove forme di produzione sul modello della Rivoluzione Industriale.I primi segnali di rinascita si avvertono intorno agli anni Cinquanta quando vengono organizzate alcune importanti Mostre artigiane e industriali di respiro regionale e nazionale, mentre comincia ad operare con sempre maggiore efficacia l’Istituzione Aldini-Valeriani, il cui modello educativo si rifà alle più importanti scuole tecniche europee.Contemporaneamente, il Comune promuove lavori pubblici destinati a modificare l’assetto del centro storico, aprendo – ad esempio – la spaziosissima Via Indipendenza, abbellendo i palazzi del governo e altri luoghi di pubblico decoro. La città affida in gestione a concessionarie private la rete di illuminazione a gas, avvia le prime tramvie a cavalli e ripristina l’antico acquedotto romano nel 1881. Altri interventi interessano gli impianti fognari, le nuove sedi del macello e dei mercati alimentari.Nascono le prime grandi officine meccaniche dislocate fuori dalla cerchia muraria trecentesca: Calzoni, De Morsier e Barbieri a Castel Maggiore, antesignane del futuro distretto meccanico del XX secolo.La visita guidata è gratuita mentre l’ingresso al Museo è a pagamento (5-3 euro).Per informazioni e prenotazione (obbligatoria e da effettuarsi entro venerdì 27 Gennaio alle ore 13:00): telefono 051.6356611 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/90024 Sun, 29 Jan 2017 Sun, 29 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/vivere_a_bologna_ottocento_4.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Greci, Etruschi e indigeni in Campania: tra integrazione e conflitti Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88732 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1.jpg' /></p> Conferenza  con Luca Cerchiai (Università di Salerno) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88732 Sat, 28 Jan 2017 Sat, 28 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2_1.jpg 48349 Sala Risorgimento Art City Bologna 2017: Chiara Fumai presenta Nico Fumai Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89950 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_ac_polis_blu_1.jpg' /></p> ART CITY Bologna 2017 Chiara Fumai presenta Nico FumaiChiara Fumai, 2010 - ongoing, performance lecture, listening session L'artista presenta al pubblico il fenomeno dell'Italo disco, appropriandosi degli stessi meccanismi di promozione mediatica dei quali questo genere musicale si è avvalso. In questa performance in forma di conferenza, incentrata sulla leggendaria carriera del padre, il cantante e compositore Nico Fumai, Chiara Fumai espone il principio finzionale che ha animato l’italo disco tra gli anni settanta e gli anni ottanta, trasformandolo nel motivo di un'operazione artistica in cui realtà e immagine sfumano l'una nell'altra. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89950 Sat, 28 Jan 2017 Sat, 28 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_ac_polis_blu_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna ART CITY Bologna 2017: Un margine che sfugge. Carla Lonzi e l’arte in Italia 1955-1970 Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89989 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/volume_lonzi_cover.jpg' /></p> Roberto Pinto e Maria Antonietta Trasforini presentano il libro di Laura Iamurri Un margine che sfugge. Carla Lonzi e l’arte in Italia 1955-1970 (Quodlibet). Introduce Uliana Zanetti, alla presenza dell'autrice. Carla Lonzi, storica dell’arte e femminista, è stata una delle figure centrali della cultura italiana del dopoguerra. Il libro presenta per la prima volta una ricostruzione integrale della sua attività nella storia e nella critica d’arte, dalla formazione con Roberto Longhi alla pubblicazione del fondamentale volume "Autoritratto" (1969) e ai successivi rari interventi, fino alla fondazione di Rivolta Femminile nel 1970. Basato su documenti inediti e su un vasto corpus di testi a stampa, il libro mostra l’itinerario che ha portato Lonzi a scrivere sui principali snodi dell’arte contemporanea, e ad accompagnare la rivoluzione dei linguaggi artistici degli anni Sessanta con una reinvenzione totale della critica d’arte attraverso un uso non convenzionale del registratore. Laura Iamurri insegna Storia dell’arte contemporanea all’Università Roma Tre. Ha pubblicato studi sulle relazioni tra arte contemporanea, storiografia e critica dell’arte nel XX secolo. Ha curato, tra l'altro, la nuova edizione di Autoritratto (Milano 2010) e la raccolta degli Scritti sull’arte di Carla Lonzi (con Lara Conte e Vanessa Martini, Milano 2012). L'incontro fa parte della quinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89989 Sat, 28 Jan 2017 Sat, 28 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/volume_lonzi_cover.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna ART CITY Bologna 2017: ART CITY Children. Weekend al MAMbo Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89991 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_didattica_low_1.jpg' /></p> Un week end al MAMbo in occasione di ART CITY Bologna per bambini da 5 a 12 anni. Nei giorni in cui Bologna diventa protagonista dell'arte, il MAMbo dedica uno spazio ai giovanissimi con laboratori, letture, giochi e visite animate per muovere i primi passi verso l'arte contemporanea e i suoi luoghi.Le attività sono dedicate alla mostra temporanea di Jonas Burgert: grandi, grandissime tele affollate da creature e paesaggi che abitano luoghi dove passato e presente convivono. Il colore è protagonista insieme a una pittura in grado di mettere in scena rappresentazioni fantastiche e surreali: sono narrazioni visive che raccontano dell’uomo, dei suoi sogni, desideri e paure. Prenotazione obbligatoria allo 051 6496628 (martedì e giovedì, ore 9-17) oppure mamboedu@comune.bologna.it.   http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89991 Sat, 28 Jan 2017 Sat, 28 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_didattica_low_1.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna ART CITY Bologna 2017: ART CITY Children. White Night Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89993 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/white_night_low.jpg' /></p> Una serata al MAMbo in occasione di ART CITY Bologna per bambini da 5 a 12 anni. Una cena a colori, un pasto sinestetico dove tinte e sapori si fondono in piatti variopinti e gustosi. La serata è dedicata alle grandi pitture di Jonas Burgert ospitate al MAMbo. Bambini e ragazzi incontreranno l'opera dell'artista tedesco ed entreranno in un mondo visionario e fantastico. Prenotazione obbligatoria allo 051 6496628 (martedì e giovedì, ore 9-17) oppure mamboedu@comune.bologna.it.   http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89993 Sat, 28 Jan 2017 Sat, 28 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/white_night_low.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna ART CITY Bologna 2017: Walter Benjamin. The Unmaking of Art Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90021 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_salaconferenze_7.jpg' /></p> Conferenza in lingua italiana nell'ambito del progetto Special Projects: Time Specific Artist Lectures, Site Specific Artist Lectures a cura di Chiara Vecchiarelli. Evento promosso da Arte Fiera in collaborazione con Istituzione Bologna Musei. Molti anni dopo la sua scomparsa, Walter Benjamin è riapparso nel 1986 con una conferenza dal titolo “Mondrian ’63-’96” organizzata dal centro marxista di Ljubljana. Benjamin, che oggi lavora al Museum of American Art di Berlino, è autore di numerosi articoli e saggi. Ha pubblicato nel 2013 una raccolta di nove saggi sull’arte, l’originalità, i musei e la storia dell’arte dal titolo Recent Writings. L'incontro rientra nella sezione ART CITY Polis della quinta edizionequinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90021 Sat, 28 Jan 2017 Sat, 28 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_salaconferenze_7.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna La scienza curiosa Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/90023 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/superlab_2_2_1_2_1.jpg' /></p> Sabato 28 Gennaio 2017 alle ore 15:30, il Museo del Patrimonio Industriale propone su prenotazione l'attività La scienza curiosa dedicata ai bambini dai 6 ai 10 anni.Giochi ed esperimenti per capire semplici principi scientifici in un curioso viaggio di scoperta ed approfondimento di alcune leggi della fisica, della meccanica e dell’ottica. I ragazzi, protagonisti in prima persona come piccoli scienziati, assisteranno ad alcuni esperimenti spettacolari, ribattezzati con nomi simpatici e divertenti: “la pila con le mani”, “il palombaro”, “la danza dei forzati”.Attraverso queste ed altre insolite esperienze, il percorso si propone di fornire informazioni e curiosità sul mondo che ci circonda, coinvolgendo i ragazzi  nell'attività con semplici prove e stimolando in loro la voglia di conoscere e capire.Il laboratorio costa 4 euro mentre l’ingresso al Museo è gratuito per i ragazzi e un accompagnatore. L’ingresso al Museo è – per tutti gli altri – a pagamento (5-3 euro).Per informazioni e prenotazione (obbligatoria e da effettuarsi entro venerdì 27 Gennaio alle ore 13:00): telefono 051.6356611 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/90023 Sat, 28 Jan 2017 Sat, 28 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/superlab_2_2_1_2_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna ART CITY Bologna 2017: Martino Genchi. Raccogli la cosa nell'occhio Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90005 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/martino_genchi_medulla_ph_spela_volcic.jpg' /></p> Martino Genchi. Raccogli la cosa nell'occhiomostra promossa da Istituzione Bologna Museicon il contributo critico di Claudio MussoInaugurazione giovedì 26 gennaio, ore 18 Martino Genchi interviene nelle collezioni del Museo Civico Medievale con il progetto Raccogli la cosa nell'occhio, che interpreta le lacune incise dalla storia su alcuni dei reperti conservati.I danneggiamenti e i vuoti generati da terremoti, spoliazioni, cancellazioni diventano il segnale di un conflitto tra una ricerca di eternità e la consunzione del quotidiano, in cui i frammenti mancanti vanno intesi come parti integranti della forma a cui appartengono: ulteriori segni visivi tra quelli esposti all’interno del display museale. Il progetto è accompagnato dal contributo critico di Claudio Musso. La mostra rientra nella sezione ART CITY Polis della quinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90005 Fri, 27 Jan 2017 Fri, 27 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/martino_genchi_medulla_ph_spela_volcic.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna ART CITY Bologna 2017: Corpo sensibile. Barlumi del documentario Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89909 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/corpo_sensibile_caterinaericashanta__toccaresenzavedere_vederesenzatoccare.jpg' /></p> In occasione di ART CITY Bologna, negli spazi della Collezione Permanente del MAMbo il progetto Corpo sensibile. Barlumi del documentario, promosso da Arte Fiera e curato da Marco Bertozzi, presenta un ciclo di otto presentazioni, declinate nel formato della proiezione accompagnata da talk, per indagare le forme al confine fra video arte e cinema documentario. Corpo sensibile è una rassegna di opere di giovani autori che sondano il mistero di questa relazione: tracce d’archivio, poemi di luce, lembi visuali alle soglie dell’esperienza estetica, laddove il reale è costantemente da reinventare e il cinema documentario l’opposto di un paradigma della certezza. Gli artisti invitati sono Milo Adami (Roma, 1981), Luca Ferri (Bergamo, 1976), Riccardo Giacconi (Tolentino, 1985), Virginia Eleuteri Serpieri (Roma, 1974), Chiara Malta (Roma, 1977), Caterina Erika Shanta (Landstuhl, 1986), Cosimo Terlizzi (Bitonto, 1973), Danilo Torre (Catania, 1978). Orari degli incontri: giovedì 26 gennaio, ore 17: Caterina Erica Shanta; ore 18.30 Milo Adami, anticipazione in occasione dell’inaugurazione di Arte Fiera venerdì 27 gennaio, ore 17: Danilo Torre; ore 18.30: Virginia Eleuteri Serpieri sabato 28 gennaio, ore 17: Chiara Malta; ore 18.30: Cosimo Terlizzi domenica 29 gennaio, ore 17: Riccardo Giacconi; ore 18.30: Luca Ferri In occasione della ART CITY Whte Night sabato 28 gennaio, ore 20-24, proiezione di tutti i film della rassegna. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89909 Thu, 26 Jan 2017 Thu, 26 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/corpo_sensibile_caterinaericashanta__toccaresenzavedere_vederesenzatoccare.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna ART CITY Bologna 2017: Jonas Burgert. Lotsucht / Scandagliodipendenza Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89732 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_jonas_burgert_stckfrass_2013_low.jpg' /></p> Jonas Burgert. Lotsucht / Scandagliodipendenzamostra a cura di Laura Carlini Fanfognapromossa da Istituzione Bologna Musei | MAMbo Inaugurazione mercoledì 25 gennaio, ore 18 Il MAMbo propone la prima personale in Italia dell'artista tedesco Jonas Burgert. Lotsucht / Scandagliodipendenza, curata da Laura Carlini Fanfogna, rende visibili negli ampi spazi della Sala delle Ciminiere un quarantina di dipinti, prevalentemente di grandi dimensioni, creati dall'artista nell'ultimo decennio. Jonas Burgert, con ogni composizione, con ogni singola pennellata, dipinge veri e propri scenari. Le sue opere raffigurano la sua visione della rappresentazione teatrale che costituisce l'esistenza umana, dell'inesauribile bisogno dell'uomo di dare un senso, una direzione e uno scopo alla propria vita. La ricerca si apre ad ogni sfera della ragione, dell'immaginazione e del desiderio generando tele di grandi dimensioni, affollate di figure fantastiche di proporzioni diverse: ci sono scimmie e zebre, scheletri e arlecchini, amazzoni e bambini. Questi dinamici scenari pittorici generano un senso di forte inquietudine in chi guarda: i soggetti raffigurati indossano maschere e costumi, ci sono pareti e pavimenti che si squarciano rivelando cumuli di corpi o pozze di liquidi, mentre un buio inspiegabile incombe ovunque. Lotsucht / Scandagliodipendenza è accompagnata da un ricco catalogo Edizioni MAMbo con testi critici e immagini di tutte opere in mostra più una selezione di altri lavori dell'artista. Si ringrazia Blain|Southern per la gentile collaborazione e il prezioso supporto. La mostra rientra nella sezione ART CITY Polis della quinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89732 Thu, 26 Jan 2017 Thu, 26 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_jonas_burgert_stckfrass_2013_low.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna ART CITY Bologna 2017: Viva l'Italia Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/90020 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_ac_polis_artefiera_bianco_2.jpg' /></p> Viva l'Italiarassegna a cura di Mark Nashpromossa da Arte Fiera Una rassegna cinematografica promossa da Arte Fiera: una serie di proiezioni di lungometraggi che fanno riferimento all'“Italia”, come a una sorta di significante all'interno di una cornice psico-geografica. I film selezionati presentano e criticano in particolare mitologie in cui, in qualche modo, si manifesta l'“Italia”. Non l'Italia da unificare in fretta di "Viva L’Italia" di Roberto Rossellini (1961), ma l'Italia della fine degli anni '60 e dell'inizio degli anni '70 di Bertolucci, Pasolini e altri, quando gli eventi di Parigi del 1968 erano ancora molto attuali.Questi film affrontano i conflitti politici, sociali e personali con un approccio inedito. Sono ricchi di inventiva, in termini di forma cinematografica e per l'immaginario politico e individuale che riescono a creare. La scelta di uno spazio museale e il format della mostra d'arte per la proiezione di lungometraggi offrono al pubblico la possibilità di fruire dei film nella forma di materiale d'archivio, piuttosto che di opere individuali da cui derivare narrazioni critiche.L'intento della mostra non è soltanto mostrare film di uno specifico momento storico per celebrarne il valore artistico, ma anche interrogarsi sulla loro eredità e sulla loro valenza politica odierna, rispetto a un pubblico che non ha necessariamente conosciuto le condizioni storiche che li hanno resi pertinenti nel momento della loro uscita. Si offre così al pubblico la possibilità di viaggiare indietro nel tempo, per vedere come questo corpus possa reggere nel nostro stato di distrazione contemporaneo. Mark Nash è un curatore e scrittore indipendente. È stato, fino a qualche tempo fa, capo dipartimento per la curatela dell'arte contemporanea, presso il Royal College of Art di Londra. Attualmente insegna alla Birkbeck University di Londra ed è Visiting Professor presso la Nanyang Technological University di Singapore, Centro per l'Arte contemporanea. Viva l'Italia rientra nella sezione ART CITY Polis della quinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/90020 Thu, 26 Jan 2017 Thu, 26 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_ac_polis_artefiera_bianco_2.jpg 47749 Museo Archeologico Via dell'Archiginnasio, 2, 40124, Bologna ART CITY Bologna 2017: Esercizi di stile Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90022 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_mambo_la_collezione_veduta_allestimento_foto_matteo_monti_low_7_1_1_1_1_1.jpg' /></p> Esercizi di stileprogetto a cura di Cristina Francuccimostra a cura di Francesca Mannipromossa da Accademia di Belle Arti di Bologna e Istituzione Bologna Musei | MAMbo Inaugurazione martedì 24 gennaio, ore 16.30Esercizi di stile è la denominazione prescelta per uno dei moduli formativi che caratterizzano il multiforme progetto di collaborazione sottoscritto nel 2106 dall'Accademia di Belle Arti di Bologna e il MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna.Si tratta di un'iniziativa che offre agli studenti la possibilità di cimentarsi con gli spazi di una prestigiosa istituzione museale, attraverso un confronto guidato e concreto con ciò che in tale contesto si espone e con le peculiari modalità con cui lo si valorizza e lo si trasmette.Il progetto è coordinato da Cristina Francucci. Gli “esercizi di stile” degli studenti coinvolti sono rivolti alle opere della Collezione Permanente MAMbo, in dialogo con la poetica di alcuni grandi maestri. Dal 26 gennaio al 26 febbraio 2017 il progetto si concretizza in un'esposizione che vede impegnati tre studenti dei corsi di Arti visive - Francesca Bertazzoni, Flavio Pacino e Giulia Poppi - nella presentazione delle loro opere e una studentessa del corso di Didattica dell’arte e mediazione culturale del patrimonio artistico - Francesca Manni - nel lavoro curatoriale.   La mostra rientra nella quinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90022 Thu, 26 Jan 2017 Thu, 26 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_mambo_la_collezione_veduta_allestimento_foto_matteo_monti_low_7_1_1_1_1_1.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna La collezione dei vetri: dal calice Barovier alle vetrate di Francesco Francia Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90010 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/calice_barovier.jpg' /></p> Nell'ambito di "Impara l'arte...La domenica dei Musei Civici d'Arte Antica", visita guidata dal titolo: La collezione dei vetri: dal calice Barovier alle vetrate di Francesco Francia, a cura di Ilaria Negretti (RTI Senza Titolo S.r.l. e ASTER S.r.l.). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90010 Sun, 22 Jan 2017 Sun, 22 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/calice_barovier.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna I colori delle galassie Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/89885 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/colori_delle_galassie.jpg' /></p> Domenica 22 Gennaio 2017 alle ore 16:00, per il ciclo “Officina delle Stelle”, il Museo propone un incontro gratuito su prenotazione dedicato a: “I colori delle galassie” con Paola Focardi, Università di Bologna, dipartimento di Fisica e Astronomia.Fino a cento anni erano solo delle semplici nebulae, oggetti di forma diffusa che si riteneva fossero collocati all'interno della nostra galassia; poi, alla fine degli anni '20,  Edwin Hubble dimostrò che queste nebulae non erano oggetti interni alla Via Lattea, ma galassie lontane e dette così avvio allo studio sistematico delle loro proprietà. Non era facile ottenere lo spettro delle galassie a quell'epoca: un singolo spettro richiedeva alcune notti di osservazione, mentre già vent'anni fa in un'ora si poteva ottenere lo spettro di alcune centinaia di galassie. Oggi abbiamo a disposizione milioni di dati ma, nonostante ciò, molti interrogativi restano aperti.L’incontro è gratuito mentre l’ingresso al Museo è a pagamento (5-3 euro).Per informazioni e prenotazione (da effettuarsi entro venerdì 20 Gennaio alle ore 13:00):  telefono 051.6356611 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/89885 Sun, 22 Jan 2017 Sun, 22 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/colori_delle_galassie.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Giochi e giocattoli del passato Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89996 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/giocodellacampana1.jpg' /></p> Nell'ambito di "Impara l'arte...La domenica dei Musei Civici d'Arte Antica, laboratorio per bambini dai 5 agli 8 anni, dal titolo: Giochi e giocattoli del passato, a cura di Angela Lezzi (RTI Senza Titolo S.r.l. e ASTER S.r.l.).Quali erano i giochi preferiti dai bambini tanto tanto tempo fa? E i loro giocattoli sono come i nostri? Tra le sale del museo andremo alla scoperta dei divertimenti e dei passatempi di una volta. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89996 Sun, 22 Jan 2017 Sun, 22 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/giocodellacampana1.jpg 53174 Museo Davia Bargellini Visita guidata al Museo Morandi, la Collezione Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90026 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_mambo_museo_morandi_veduta_allestimento_foto_matteo_monti_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg' /></p> L'allestimento ripercorre le diverse fasi della vicenda artistica di Giorgio Morandi, proponendo anche accostamenti tra i suoi lavori e quelli di altri autori contemporanei. Prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (martedì e giovedì dalle 9 alle 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90026 Sun, 22 Jan 2017 Sun, 22 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_mambo_museo_morandi_veduta_allestimento_foto_matteo_monti_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg 76460 Museo Morandi Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Il protettore del tempo Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89744 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/simona_cantelmi_1.jpg' /></p> Il protettore del tempoPresentazione del libro di Simona Cantelmi (L’Erudita/Giulio Perrone Editore, 2017) MusicheValentino Corvino, violinoStefano Malferrari, pianoforteLettureCristina Carrisi Lorenzo Belletti è un diciottenne riflessivo e di poche parole. È legato da un’amicizia profonda e sincera al cugino Leonardo, il suo opposto, vivace ed estroverso, e un hobby particolare: gli piace armeggiare con gli orologi, li smonta e li rimonta, creandone di nuovi.Lorenzo ha preso una cotta per la bella e irraggiungibile Martina, più grande di lui e pianista di talento. Un giorno i due ragazzi scoprono una buia e fredda sala di orologi nella vecchia biblioteca dismessa della scuola. Sono attaccati alle pareti e tutti perfettamente sincronizzati. Ma all’improvviso, apparentemente senza motivo, gli orologi si fermano e la città viene occupata dagli inquietanti membri del Regno Oscuro guidati da Re Osibos. Ad aiutare Lorenzo nella lotta contro i perfidi invasori l’amica di infanzia Manuela e una misteriosa radio lasciatagli da suo nonno Arturo. Un percorso contro il lato oscuro che si insinua nelle pieghe della società in decadenza, all’interno del quale i ragazzi prendono coscienza delle proprie capacità e del fatto che solo agendo in prima persona, con convinzione e fiducia nel bene, il sole può tornare a splendere. Simona Cantelmi è nata nel 1981 e vive a Budrio, in provincia di Bologna. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi in Storia dell’Emilia Romagna nel Medioevo, attualmente si occupa di comunicazione e web marketing negli ambiti arte e musica. È cultore della materia in Storia Medievale all’Università di Bologna e cura voci del Dizionario Biografico degli Italiani Treccani. Ha pubblicato monografie e saggi di carattere storico. Il Protettore del tempo è il suo primo romanzo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89744 Sat, 21 Jan 2017 Sat, 21 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/simona_cantelmi_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La diversità fra scontro e integrazione: un’introduzione Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88731 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2.jpg' /></p> Conferenza con  Carmine Ampolo (Scuola Normale Superiore di Pisa) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88731 Sat, 21 Jan 2017 Sat, 21 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_30_2.jpg 48349 Sala Risorgimento L'autoritratto di Velàzquez e la pittura a olio del Seicento Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89881 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/velasquez_1.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra Algardi, Bernini e Velázquez: tre ritratti a confronto, visita guidata dal titolo: L'autoritratto di Velàzquez e la pittura a olio del Seicento , a cura di Giacomo Alberto Calogero (RTI Senza Titolo S.r.l. e ASTER S.r.l.) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89881 Sat, 21 Jan 2017 Sat, 21 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/velasquez_1.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna La fata Elettricità Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/89883 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/elettricit_2_3_1_1_1_1_1_1.jpg' /></p> Sabato 21 Gennaio 2017 alle ore 15:30 il Museo del Patrimonio Industriale propone il laboratorio su prenotazione: La fata elettricità dedicato ai ragazzi dagli 8 ai 12 anni.Alla fine del XIX secolo si diffuse in Europa e in America il fenomeno della “fisica popolare” col quale si mostravano al grande pubblico le curiosità del mondo scientifico, percepito allora come invisibile e misterioso e che suscitava sorpresa e meraviglia. È proprio in quel contesto che il fenomeno elettrico assunse il curioso nome di fata elettricità.Traendo spunto da questa antica tradizione divulgativa, il Museo ha pensato di ripercorrere con piccole verifiche e giochi (come “la danza dei forzati”, “il pendolino elettrico” e “la pila con le mani”)  le tappe più significative delle scoperte legate all'elettricità: dagli esperimenti di Talete di Mileto sull’elettricità statica, fino alla costruzione delle prime macchine elettrostatiche in grado di produrre scintille, all’invenzione della pila di Volta nel 1799 e agli esperimenti di Faraday sull’induzione elettromagnetica.Il laboratorio costa 4 euro, l’ingresso al Museo è gratuito per i ragazzi iscritti e un accompagnatore. L’ingresso al Museo è – per tutti gli altri – a pagamento (5-3 euro).Per informazioni e prenotazione (obbligatoria e da effettuarsi entro venerdì 20 Gennaio alle ore 13:00): telefono 051.6356611 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/89883 Sat, 21 Jan 2017 Sat, 21 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/elettricit_2_3_1_1_1_1_1_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna ART CITY Bologna 2017: Ornaghi & Prestinari. Grigio Lieve Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89964 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/grigiolieve1.jpg' /></p> Ornaghi &amp; Prestinari. Grigio Lievemostra a cura di Roberto Pintopromossa da Istituzione Bologna Musei Inaugurazione venerdì 20 gennaio, ore 18 La mostra Grigio Lieve di Ornaghi &amp; Prestinari nasce da una ricerca sulla possibilità di generare una serie di sculture a partire dalle ombre nei quadri di Giorgio Morandi. Ricostruendo il suo atelier attraverso un modello virtuale 3D, gli artisti hanno ricreato il set del quadro e la rispettiva composizione di oggetti per dedurne le viste nascoste attraverso cui hanno infine modellato coni d’ombra in assenza degli oggetti.Le sculture in plastilina sono divenute soggetto di scatti fotografici che sono esposti insieme alle sculture stesse e a un video.Il lavoro è una riflessione sulle possibilità della luce e sulle stratificazioni del passaggio del tempo; sulla scultura intesa più come dispositivo e attitudine; sulla luce che conferisce un certo ritmo alle superfici, disegna volumi e ombre nell'immaterialità dell'immagine. La mostra rientra nella sezione ART CITY Polis della quinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89964 Sat, 21 Jan 2017 Sat, 21 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/grigiolieve1.jpg 37008 Casa Morandi Via Fondazza 36, 40125 Bologna ART CITY Bologna 2017: Chiara Lecca. A fior di pelle Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89895 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/chiara_lecca_golden_still_life.jpg' /></p> Chiara Lecca. A fior di pellemostra a cura di Sabrina Samorì e Silvia Battistinipromossa da Istituzione Bologna MuseiInaugurazione giovedì 19 gennaio, ore 18 All'interno del percorso espositivo delle Collezioni Comunali d'Arte, Chiara Lecca si inserisce con un intervento che conduce lo sguardo dello spettatore su una soglia tra realtà e illusione attraverso quattro installazioni ambientali, di cui una appositamente realizzata per questa occasione. A fior di pelle è il titolo del progetto che anima un teatro tra natura e artificio, in cui la perturbante capacità di manipolazione con cui l’artista assembla elementi organici di origine animale provoca un senso di spiazzamento, non senza uno sguardo ironico e divertito. Utilizzando le controverse capacità semiotiche della materia, il lavoro di Chiara Lecca costringe infatti lo spettatore a ripensare la sua origine, facendo emergere la frattura operata dalla società contemporanea tra uomo e natura e la contraddittorietà insita nella rimozione collettiva della parte istintiva e selvaggia in contrapposizione alla sfera razionale. A fior di pelle nasce da una stretta collaborazione fra l'Area Arte moderna e contemporanea e l'Area Arte antica dell'Istituzione Bologna Musei, a sottolineare l'intenzione di integrare le singole specificità museali secondo un modello di sistema culturale policentrico e fortemente raccordato nelle sue capacità progettuali. La mostra rientra nella sezione ART CITY Polis della quinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei. In occasione dell'inaugurazione, giovedì 19 gennaio la mostra è visitabile dalle ore 18 alle 20 con ingresso libero. L'artista e gli organizzatori della mostra precisano che nessun animale utilizzato nelle opere è morto per scopi artistici.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89895 Fri, 20 Jan 2017 Fri, 20 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/chiara_lecca_golden_still_life.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna ART CITY Bologna 2017: Marco Di Giovanni. Orizzonte degli eventi Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89843 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_ac_polis_artefiera_bianco.jpg' /></p> ART CITY Bologna 2017 Marco Di Giovanni. Orizzonte degli eventi progetto a cura di Sabrina Samorì promosso da Istituzione Bologna Musei Inaugurazione con performance sabato 14 gennaio ore 18 Il Museo della Musica accoglie il progetto espositivo di Marco Di Giovanni Orizzonte degli eventi, a cura di Sabrina Samorì, nel segno di una trasversalità di generi artistici e idiomi musicali che avvicina verso le pratiche artistiche contemporanee il prezioso patrimonio collezionistico del museo dedicato a sei secoli di storia della musica europea.Orizzonte degli eventi presenta la ricontestualizzazione di alcuni fra i lavori più significativi ed emblematici realizzati da Marco Di Giovanni negli ultimi anni configurandosi non solo come una piccola mostra antologica che riassume gli esiti più recenti della sua ricerca, ma soprattutto come un intervento che sfida la capacità dell'artista di concentrare le dimensioni espressive della sua energia creativa all'interno di un coeso progetto multidisciplinare appositamente concepito per le due sale dedicate agli eventi temporanei del museo bolognese.L'artista crea un ecosistema dalla complessa struttura compositiva e dalla rigida logica immanente attraverso una fitta rete di interrelazioni tra diversi linguaggi come scultura, disegno, installazione sonora e performance che coinvolgono il pubblico all'interno di un'esperienza immersiva e avvolgente. Il lavoro intende invitare gli spettatori ad andare oltre la soglia del visibile riproducendo metaforicamente un'implosione di spazio e tempo giocata su riferimenti cosmologici e sul sistema fisico dei buchi neri, che escludono dalla vista ogni fenomeno che abbia luogo oltre il limite esterno di questi straordinari oggetti misteriosi, ovvero, nel linguaggio scientifico, l'orizzonte degli eventi. Il progetto si avvale del contributo artistico del musicista Gianluca Favaron, oltre che del compositore Vincenzo Core e dell'attore Andrea Ettore Di Giovanni che interagiranno in una performance in occasione dell'inaugurazione di sabato 14 gennaio, dalle 18 alle 20, e nella serata di sabato 28 gennaio, dalle 21 alle alle 24. Orizzonte degli eventi rientra nella sezione ART CITY Polis della quinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89843 Sun, 15 Jan 2017 Sun, 15 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_ac_polis_artefiera_bianco.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna ART CITY Bologna 2017: Attualità di Morandi. Opere donate al Museo dal 1999 ad oggi Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89731 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_attualit_morandi.jpg' /></p> Attualità di Morandi. Opere donate al Museo dal 1999 ad oggimostra a cura di Alessia Masipromossa da Istituzione Bologna Musei | Museo Morandi Il Museo Morandi intende offrire al visitatore un focus sulle opere che negli anni sono pervenute al museo a seguito di donazioni da parte di vari artisti contemporanei che, nel corso della loro ricerca estetica, si sono ispirati al maestro bolognese o ne hanno tratto una lezione importante cogliendone la straordinaria contemporaneità. Al fine di promuovere nuove chiavi di lettura e d'interpretazione dell'opera di Morandi, nonché di ribadire l'ingresso di questo straordinario artista nell'immaginario culturale globale, una sala del percorso espositivo del museo è dedicata al dialogo diretto tra le sue opere e quelle di artisti di fama internazionale come Julius Bissier, Wayne Thiebaud, Alexandre Hollan, Joel Meyerowitz, per citarne solo alcuni. Di questi artisti che hanno avuto già modo in passato di confrontarsi direttamente con l'opera di Morandi in occasione di mostre personali negli spazi del museo, vengono così presentati i lavori generosamente donati e quasi mai esposti al pubblico. La mostra rientra nella sezione ART CITY Polis della quinta edizione di ART CITY Bologna (27, 28, 29 gennaio 2017), il programma di iniziative istituzionali promosso da Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, che si propone di offrire nuove prospettive di visita al patrimonio storico-artistico della città attraverso opere di artisti contemporanei. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/89731 Thu, 12 Jan 2017 Thu, 12 Jan 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_attualit_morandi.jpg 76460 Museo Morandi Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna San Domenico: il volto del Santo nei codici miniati del Museo Civico Medievale 1216-2016 Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89560 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/san_domenico_4.jpg' /></p> In occasione dell'Ottavo Centenario della conferma della regola dell'Ordine dei Predicatori (1216-2016), la nostra piccola esposizione, curata da Ilaria Negretti e Paolo Cova: San Domenico: il volto del Santo nei codici miniati del Museo Civico Medievale 1216-2016 è dedicata allo studio iconografico delle miniature di Domenico rintracciate nei codici Due-Trecenteschi conservati nella collezione del Museo Civico Medievale. “...era di statura media, di corporatura delicata, la faccia bella e un poco rossa, i capelli e la barba leggermente rossi, belli gli occhi. Dalla sua fronte, e fra le ciglia, irraggiava un certo splendore, che attirava tutti a venerarlo e ad amarlo. Sempre ilare e giocondo, se non mosso a compassione per qualche afflizione del prossimo. Aveva le mani lunghe e belle. Aveva una grande voce bella e risonante. Non fu affatto calvo, ma aveva la corona della rasura del tutto integra, cosparsa di pochi capelli bianchi.” In questa mirabile descrizione di Domenico di Guzmán la beata Cecilia Cesarini, partecipe della prima esperienza del nuovo ordine, tratteggia con realismo la sua fisionomia. E' interessante notare come le immagini più antiche (Invv. 512-513-514-521-612), realizzate nella seconda metà del XIII secolo, a qualche decennio di distanza dalla morte del Santo (1221), paiono tramandare la memoria del suo vero volto. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89560 Thu, 01 Dec 2016 Thu, 01 Dec 2016 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/san_domenico_4.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Algardi, Bernini e Velázquez: tre ritratti a confronto Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89188 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/velasquez.jpg' /></p> I Musei Civici d’Arte Antica, in collaborazione con i Musei Capitolini di Roma, espongono per la prima volta un dipinto di Diego Velázquez (1599-1660). Fino al prossimo maggio sarà infatti visibile presso la Sala Urbana delle Collezioni Comunali d’Arte il Ritratto di uomo della Pinacoteca Capitolina, che la critica ha supposto possa essere un autoritratto del celebre artista spagnolo. Pur giocato su una scala cromatica ridotta, il ritratto è una prova della penetrante e prensile abilità introspettiva del pittore, che compì due soggiorni in Italia (1629-31 e 1649-50): contro uno sfondo sommario, la resa impressionistica del volto lascia focalizzare l’espressione vigile dello sguardo, che instaura con quello dello spettatore un rapporto diretto; il dialogo serrato che ne nasce finisce per costringere chi osserva a presupporre l’esistenza di uno spazio reale, in grado di accomunarlo hic et nunc con il personaggio. Appare così in tutta la sua evidenza la sorprendente presa di realtà di Velázquez, che punta a catturare l’interiorità del modello, traducendo la verità della sua anima in una pittura veloce e compendiaria, in cui sta sospeso l’istante fuggente della vita. Attorno a questo straordinario esempio della ritrattistica seicentesca si è pensato di organizzare una piccola esposizione, a cura di Massimo Medica e Mark Gregory D’Apuzzo, accostando al dipinto dell’artista spagnolo due opere dei Musei Civici bolognesi, ugualmente significative: il Busto di papa Gregorio XV (1621-1622) di Gian Lorenzo Bernini (1598-1680), esemplare in bronzo derivato dal prototipo in marmo, ad oggi non rintracciato, richiesto dal cardinal nipote Ludovico Ludovisi in occasione della salita dello zio al soglio pontificio, e la Testa di San Filippo Neri (intorno al 1640) di Alessandro Algardi (1595-1654), modellato in cera rossa e ricavato dalla maschera funeraria del Santo, conservata nella chiesa della Vallicella a Roma. Inaugurazione sabato 26 novembre, ore 17.30 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89188 Sun, 27 Nov 2016 Sun, 27 Nov 2016 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/velasquez.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna Il valore della tecnica Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/89321 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/rizzoli_inaugurazione_mostra.jpg' /></p> Venerdì 25 Novembre alle ore 17:30 si inaugura presso il Museo del Patrimonio Industriale la mostra: "Il valore della tecnica. 120 anni di Officine Ortopediche Rizzoli" http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/89321 Fri, 25 Nov 2016 Fri, 25 Nov 2016 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/rizzoli_inaugurazione_mostra.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Note sul registro 2016 -2017 Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/88372 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/notesulregistro_20162017_cover.jpg' /></p> Note sul registro 2016 - 2017progetto di formazione all’ascolto della musica classicaa cura di Bologna Festival Le attività formative dell’Associazione Bologna Festival, rivolte agli studenti delle scuole secondarie di I e II grado, presentano la cultura musicale classica in modo accessibile, con un linguaggio vicino alla sensibilità dei ragazzi, portandoli nel vivo di una pagina musicale. Il progetto comprende percorsi di carattere interdisciplinare, lezioni-concerto, conversazioni-spettacolo e invito ai concerti serali del Bologna Festival.Gli incontri interdisciplinari realizzati nelle sale della Pinacoteca Nazionale di Bologna, a partire da alcune opere della collezione, intendono evidenziare affinità e corrispondenze tra musica e pittura, similarità e peculiarità di questi due linguaggi espressivi.Le lezioni-concerto sono dedicate a compositori che hanno segnato la storia della musica occidentale tra il XVII e il XX secolo o a tematiche particolari. Le opere musicali vengono contestualizzate storicamente, analizzate in relazione alla cultura e alla società del loro tempo, con esempi musicali e ricchi apparati iconografici. L'invito ai concerti serali del Bologna Festival, con guide all’ascolto tenute presso le scuole stesse, portano l'attenzione dei ragazzi sullle opere del grande repertorio sinfonico classico, romantico e moderno, su celebri capolavori e titoli meno conosciuti. Il progetto "Giovani in sala" prevede la partecipazione gratuita dei ragazzi ad un concerto sinfonico della rassegna Grandi Interpreti o ad un concerto cameristico della rassegna Talenti.Le attività si svolgono secondo il calendario scolastico, da ottobre a giugno, in diversi luoghi della città: Museo della Musica, Pinacoteca Nazionale, Teatro Manzoni, Oratorio San Filippo Neri. programma mercoledì 26 ottobre 2016 (doppio turno ore 9.30 e ore 11 per le Scuole Secondarie di II grado) Shakespeare in parole, Shakespeare in musicalettura-concerto con la pianista Anna Quaranta e voce recitante Musicisti di ogni epoca hanno trovato nei versi di Shakespeare una potente fonte di ispirazione, da Beethoven a Mendelssohn, Grieg e Prokof’ev. Un omaggio al grande drammaturgo e poeta inglese nell’anno delle sue celebrazioni, con letture tratte da Romeo e Giulietta, La Tempesta, Macbeth, Sogno di una notte di mezza estate in un ideale connubio con le musiche da balletto di Prokof’ev, la Sonata “La tempesta” di Beethoven o la celebre Marcia nuziale scritta da Mendelssohn per il Sogno shakespeariano. giovedì 27 ottobre 2016 (doppio turno ore 9.30 e ore 11 per le Scuole Secondarie di I grado) In viaggio con Mozartlezione-concerto a cura di Maria Chiara Mazzi con la pianista Marzia Ragazzoni Una vita scandita dalla musica e dai viaggi: sin da piccolo Mozart si esibisce tra Salisburgo, Londra, Milano, Bologna, Parigi e Vienna. Dal primo Minuetto per pianoforte ai grandi capolavori sinfonici e teatrali come Le Nozze di Figaro, Don Giovanni e Il flauto magico: il genio creativo mozartiano non conosce sosta, tra folgoranti successi, clamorosi fiaschi e difficoltà economiche. L’incontro prevede esecuzioni pianistiche dal vivo e video musicali. giovedì 1 dicembre 2016 (doppio turno ore 9.30 e ore 11 per le Scuole Secondarie di II grado) ANNULLATAEuropa Musicale: Parigi ai tempi di Debussy e Stravinskijlezione-concerto a cura di Maria Chiara Mazzi con la pianista Pina Coni Nell’Europa tra fine Ottocento e primo Novecento Parigi è uno dei centri culturali di maggior rilievo: musicisti, artisti e letterati delle più diverse provenienze si incontrano nella capitale dando vita a movimenti di profondo rinnovamento. Debussy, Ravel e Stravinskij sono tra i protagonisti di questa stagione di grandi cambiamenti, nella musica come nell’arte e nella società. martedì 6 dicembre 2016 (doppio turno ore 9.30 e ore 11 per le Scuole Secondarie di I grado) Buffo quel Rossiniconversazione-spettacolo a cura di Maria Chiara Mazzi e Cinzia Salvioli con Umberto Fiorelli (voce recitante)in collaborazione con Assiemi Il Rossini che non ti aspetti, tra feste, salotti, successi e qualche bizzarria. Sarà proprio lui ad accompagnarci in un percorso fatto di racconti, musica e immagini, restituendoci il sapore dell'epoca e dei luoghi che lo hanno visto protagonista: da Pesaro, sua città natale, a Bologna, da Venezia a Roma, in giro per l'Europa fino a Parigi. Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con Assiemi (Associazione Italiana Educazione Musicale Infanzia). martedì 7 marzo 2017 (doppio turno ore 9.30 e ore 11 per le Scuole Secondarie di II grado) Musica e Illuminismolezione-concerto a cura di Maria Chiara Mazzi con la pianista Maria Ragazzoni I cambiamenti culturali e sociali a fine Settecento, il loro rispecchiamento nella musica di Mozart e Beethoven. In una Europa animata da fermenti illuministici la musica di Mozart lascia un segno indelebile e consegna ai posteri opere come Le Nozze di Figaro; Beethoven con lavori come la Sinfonia “Eroica” rinnova profondamente il linguaggio musicale e afferma un nuovo ruolo dell’artista nella società. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/88372 Wed, 26 Oct 2016 Wed, 26 Oct 2016 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/notesulregistro_20162017_cover.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna ART CITY Bologna 2017: Villa delle Rose 1936 Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/88433 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/villa_delle_rose_1936_1.jpg' /></p> Nell'anno in cui ricorre il centenario della donazione di Villa delle Rose al Comune di Bologna da parte della contessa Nerina Armandi Avogli, l'Istituzione Bologna Musei propone una riflessione sul momento che può essere considerato l'avvio della storia della Galleria d'Arte Moderna che, con i suoi sviluppi successivi, in un secolo di storia, ha condotto a ciò che oggi è il MAMbo. Con la mostra Villa delle Rose 1936, a cura di Uliana Zanetti e Barbara Secci, si presenta una ricostruzione dell'allestimento realizzato ottanta anni or sono da Guido Zucchini, il primo a dare piena esecuzione delle volontà della donatrice includendo esclusivamente opere del XX secolo. L'esposizione si svolge nell'ambito delle celebrazioni di un'altra importante ricorrenza di quest'anno, CONCIVES 1116 - 2016 Nono centenario del Comune di Bologna. Nonostante le numerose perdite registrate durante la seconda guerra mondiale, grazie alle oltre cento opere superstiti e lavorando sull'attuale stato architettonico della Villa è stato possibile far rivivere nelle sue linee generali quel primo assetto delle collezioni, dando la possibilità al pubblico di oggi di vedere lavori raramente esposti negli ultimi decenni.Riflettendo sul senso del lascito del 1916, Villa delle Rose 1936 costituisce inoltre un'occasione per la revisione critica di un periodo ancora poco studiato della storia dell'arte bolognese e per la conoscenza di un momento rivelatosi cruciale per il successivo sviluppo della città. Il percorso espositivo del 1936 si articolava in undici sale (più la loggia d'ingresso, il portico e il giardino) di cui oggi si è cercato di mantenere l'impostazione attraverso una per quanto possibile fedele collocazione delle opere ancora disponibili. Villa delle Rose 1936 è resa possibile anche grazie al sostegno dell'Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna e al contributo Art Bonus erogato da Zanichelli Editore SpA, che hanno consentito di eseguire gli estesi interventi conservativi necessari all'esposizione di numerosi lavori in mostra. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/88433 Sat, 24 Sep 2016 Sat, 24 Sep 2016 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/villa_delle_rose_1936_1.jpg 36185 Villa delle Rose Via Saragozza, 228/230 40135 Bologna