Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49387 Istituzione Bologna Musei it-it info@comune.bologna.it Copyright 2019 Musica da vedere... di domenica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97512 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_3_1.jpg' /></p> Musica da vedere... di domenica!visita guidata “a domanda aperta” alle collezioni del Museocon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Mozart sbagliava i compiti? La tastiera perfetta è insuonabile? Wagner era bolognese? Nell’orchestra di Respighi c’era un giradischi? Non lo sapete?Allora, da non perdere le speciali visite guidate “a rilascio prolungato” in cui un esperto del museo sarà a vostra disposizione per rispondere a queste e a tutte le altre domande sul museo, per un percorso guidato (ma non troppo) attraverso sei secoli di storia della musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97512 Sun, 23 Jun 2019 Sun, 23 Jun 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_3_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Misura per misura Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97514 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/festa_della_musica_europe_g_1.jpg' /></p> Festa della Musica 19concerti itineranti nelle sale del museo Nata in Francia nel 1982, la Festa della Musica è diventata un autentico fenomeno sociale in cui musicisti dilettanti e professionisti invadono strade, cortili, piazze, giardini e... musei! Misura per misuraLa musica nel teatro shakespeariano Ensemble La Musica Interna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97514 Sat, 22 Jun 2019 Sat, 22 Jun 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/festa_della_musica_europe_g_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Make the pleasure longer last Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97513 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/festa_della_musica_europe_g.jpg' /></p> Festa della Musica 19concerti itineranti nelle sale del museo Nata in Francia nel 1982, la Festa della Musica è diventata un autentico fenomeno sociale in cui musicisti dilettanti e professionisti invadono strade, cortili, piazze, giardini e... musei! Make the pleasure longer lastLa viola da gamba e il suo lungo viaggio Ensemble Aure PlacideGianluigi Ghiringhelli (controtenore), Angelo Lombardo, Eleonora Ghiringhelli, Virginia Ghiringhelli (viole da gamba), Luca Ronzitti (clavicembalo) Fotografare dinamicamente la versatilità di uno strumento - la viola - che ha ispirato gli autori di tutta Europa: dalla Spagna, all’Italia, passando per Francia e Germania, per giungere in Inghilterra dove ha assunto il ruolo di strumento domestico per eccellenza: un lungo viaggio, una migrazione di oltre due secoli che ancora oggi offre frutti di assoluta bellezza. programma: J. Vasquez (1500-1560) Como la lavarè 3 viole, altoAnonimo Calabaca 3 viole, alto Anonimo Une Jeune fillette 2 violeAnonimo La Fugère 3 viole, alto, bcM. Marays (1656-1728) Sinfonia in Re Viola, bc O. di Lasso (1532-1594) Chi passa 3 viole, cembalo, altoAnonimo Suave melodia 2 viole, cembaloC. Monteverdi (1567-1643) Si dolce 3 viole, cembalo, altoD. Scarlatti (1685-1757) Sonata in Sol K260 cembalo solo G.F.Telemann (1681-1767) Sonata a 2 in sol minore 3 viole, bcJ.C. Bach (1642-1703) Ach Dass 3 viole, alto, bc T.Morley (1557-1602) La Rondinella 2 violeT. Morley (1557-1602) Lamento a 2 viole 2 violeH.Purcell (1659-1695) One charming night 3 viole, alto, bc http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97513 Fri, 21 Jun 2019 Fri, 21 Jun 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/festa_della_musica_europe_g.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da vedere... di domenica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97511 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_3.jpg' /></p> Musica da vedere... di domenica!visita guidata “a domanda aperta” alle collezioni del Museocon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Mozart sbagliava i compiti? La tastiera perfetta è insuonabile? Wagner era bolognese? Nell’orchestra di Respighi c’era un giradischi? Non lo sapete?Allora, da non perdere le speciali visite guidate “a rilascio prolungato” in cui un esperto del museo sarà a vostra disposizione per rispondere a queste e a tutte le altre domande sul museo, per un percorso guidato (ma non troppo) attraverso sei secoli di storia della musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97511 Sun, 09 Jun 2019 Sun, 09 Jun 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_3.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La musica che ci osserva II Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97502 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sala6_1.jpg' /></p> Il suono e il colore: la musica picta nei ritratti del museo della musica La musica che ci osserva IIvisita guidata con Angelo Mazza Le collezioni di Padre Martini sono oggi considerate una vera e propria “opera multimediale” ante litteram anche grazie alla quadreria, nata - come egli stesso affermò - al maggior ornamento della sua già insigne libreria musicale. Partendo dalla recente pubblicazione del catalogo si scoprirà il punto di vista dell’equipe di storici dell’arte che lo hanno curato, del fotografo, del regista, del musicista, parlando degli “affari di famiglia” tra Martini e J.C. Bach (e del dipinto di Thomas Gainsborough che lo ritrae), delle ardite sperimentazioni di Mariani e del curioso simbolismo del suo ritratto. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97502 Sat, 01 Jun 2019 Sat, 01 Jun 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sala6_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Celesti Fiori Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97489 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/arcadiaslide4.jpg' /></p> Insolita. La musica che non ti aspetti Celesti Fiorii Motetti di Alessandro Grandi Ensemble Accademia d'Arcadia Alessandro Grandi, descritto come “il compositore di mottetti più famoso del suo tempo”, fu indubbiamente il protagonista e il dominatore del genere del mottetto nel primo ventennio del Seicento. Maestro di cappella a soli 11 anni, nella sua breve vita compose oltre 300 opere, tra cui spiccano i sei libri di mottetti (conservati in biblioteca), in cui ogni aspetto del genere è condotto alla più eccelsa qualità e varietà: dai cromatismi e dalle fioriture al servizio del testo all’abilità contrappuntistica nei motetti a più voci, fino alla sublime originalità con cui interpretò la melodia solistica e l’uso delle dissonanze monteverdiano. L’ ensemble strumentale Accademia d’Arcadia nasce in seno alla Fondazione Arcadia, completandone e coronandone il lavoro di studio e ricerca. L’ensemble si caratterizza per una particolare cura nella scelta dei programmi, per l’attenzione alla riscoperta di inediti e un’interpretazione del repertorio antico che unisce prassi esecutiva storica e sensibilità moderna. Un lavoro che accomuna la parte esecutiva, esclusivamente affidata agli strumenti originali a quella teorica attraverso l’attento studio delle fonti antiche, l’attenzione alla prassi esecutiva e la conoscenza dei vari contesti storico-culturali. Accademia d’Arcadia ha suonato per i maggiori festivals e stagioni italiane e straniere. Nel 2018 è stato creato un ensemble vocale indipendente e autonomo dall’ensemble strumentale. I membri sono stati selezionati tramite audizioni internazionali ed è a geometria variabile. Musicalmente la peculiarità del gruppo è quella di abbinare la musica antica (prevalentemente il Seicento italiano) ad altre discipline e/o repertori, segnatamente quello contemporaneo e a all’elettronica. Fondatore e direttore di entrambi i gruppi (strumentale e vocale) è Alessandra Rossi Lürig.www.fondazionearcadia.com/it/ http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97489 Fri, 31 May 2019 Fri, 31 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/arcadiaslide4.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da vedere... di domenica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97510 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_2_1.jpg' /></p> Musica da vedere... di domenica!visita guidata “a domanda aperta” alle collezioni del Museocon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Mozart sbagliava i compiti? La tastiera perfetta è insuonabile? Wagner era bolognese? Nell’orchestra di Respighi c’era un giradischi? Non lo sapete?Allora, da non perdere le speciali visite guidate “a rilascio prolungato” in cui un esperto del museo sarà a vostra disposizione per rispondere a queste e a tutte le altre domande sul museo, per un percorso guidato (ma non troppo) attraverso sei secoli di storia della musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97510 Sun, 26 May 2019 Sun, 26 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_2_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La musica che ci osserva I Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97503 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museomusicabosala9_1.jpg' /></p> Il suono e il colore: la musica picta nei ritratti del museo della musica La musica che ci osserva Ivisita guidata tra Museo della musica e Conservatorio con Cristina Casali e Giovanna Degli Esposti Le collezioni di Padre Martini sono oggi considerate una vera e propria “opera multimediale” ante litteram anche grazie alla quadreria, nata - come egli stesso affermò - al maggior ornamento della sua già insigne libreria musicale. Partendo dalla recente pubblicazione del catalogo si scoprirà il punto di vista dell’equipe di storici dell’arte che lo hanno curato, del fotografo, del regista, del musicista, parlando degli “affari di famiglia” tra Martini e J.C. Bach (e del dipinto di Thomas Gainsborough che lo ritrae), delle ardite sperimentazioni di Mariani e del curioso simbolismo del suo ritratto. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97503 Sat, 25 May 2019 Sat, 25 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museomusicabosala9_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Le donne e l’atelier dell’artista nell’Ottocento. Da modella a intenditrice Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97528 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/24_maggiodomenico_indunola_pittrice1.jpg' /></p> Con Ilaria Chia e Ornella Chillé. La figura femminile all’interno dell’atelier dell’artista. Le immagini tracciano una sorta di percorso che vede la donna calata nel ruolo più tradizionale di modella o musa del pittore, per poi assumere un ruolo più attivo. Nei dipinti di Signorini, Borrani, Favretto la donna diventa visitatrice dello studio dell’artista, di musei, indagatrice, conoscitrice di opere d’arte. Anche gli artisti bolognesi si inseriscono in questo clima culturale, come attestano le opere di alcuni allievi del Collegio Venuroli: Luigi Serra, Raffaele Faccioli, Giovanni Masotti, Cleto Capri. Ultimo appuntamento del ciclo di incontri "Essere donna, essere artista, essere mito". Le relazioni di genere nella musica, nell’arte e nella letteratura tra Ottocento e primo Novecento. 7 e 29 marzo; 4, 11 e 19 aprile, 24 maggio. Fondazione Collegio Artistico Venturoli, Via Centotrecento, 4. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Info museorisorgimento@comune.bologna.it 051225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97528 Fri, 24 May 2019 Fri, 24 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/24_maggiodomenico_indunola_pittrice1.jpg 70969 Collegio Artistico Venturoli Nebbie Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97488 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/nebbie_cd_front.jpg' /></p> Insolita. La musica che non ti aspetti NebbieOmaggio a Ottorino RespighiJameson Cooper (violino), Eli Kalman (pianoforte)in collaborazione con University of Wisconsin-Oshkosh USA Eli Kalman, uno dei maggiori interpreti e studiosi del repertorio per pianoforte ed archi, presenta in prima mondiale il CD di inediti di Ottorino Respighi, da lui riscoperti proprio al Museo della musica. programma: Sonata for Violin and Piano in D minor (1897)Lento. AllegroAdagioScherzo Song Arrangements for Violin and Piano by Jameson CooperNebbieIo Sono la MadrePioggia Sonata for Violin and Piano in B minor (1917)ModeratoAndante espressivoPassacaglia – Allegro moderato ma energico http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97488 Sun, 19 May 2019 Sun, 19 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/nebbie_cd_front.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna G.B. Martini Maestro dei Maestri Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97497 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museo10.jpg' /></p> I tesori della musica: incontri, studi e novità discografiche G.B. Martini Maestro dei Maestripresentazione del CD ed edizione critica dell’opera strumentale un progetto di Accademia degli Astrusi con Federico Ferri, Elisabetta Landi, Francesco Lora, Piero Mioli, Elisabetta Pasquini, Daniele Proni, Carlo Vitali Abbiamo scoperto la musica strumentale di Padre Giovanni Battista Martini in occasione del terzo centenario della nascita. Ci hanno fin da subito sorpreso la qualità e l’ampiezza del corpus delle opere, che si è rivelato in gran parte inedito. Da qui il nostro grande slancio nel voler restituire all’oggi un tesoro assai prezioso.Questa nostra passione, a tratti visionaria, ci ha spinto a lasciare un’edizione critica curata da Sugar/Suvini-Zerboni e l’incisione discografica edita da Warner, eseguita integralmente con l’Accademia degli Astrusi, in una serie di concerti dedicati a colui che all’epoca era considerato il “maestro dei maestri”.Ci auguriamo che questa nostra fatica contribuisca a colmare un vuoto nella memoria musicale del Settecento. Federico Ferri-Daniele Proni http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97497 Sat, 18 May 2019 Sat, 18 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museo10.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Bologna come rideva | Satira, umorismo, arte e cultura dopo l'Unità d'Italia Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97446 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0espisizione02da.jpg' /></p> Un incontro insieme a Roberto Martorelli dedicato alla straordinaria fioritura di riviste umoristiche e satiriche nate dopo l'Unità d'Italia. Alcune diverranno successi internazionali come La Rana ma molte altre ebbero vita breve o brevissima. Uno spaccato della cultura popolare felsinea per cui vennero chiamati molti artisti ad arricchirne le pagine con vignette e tavole colorate. Comitato per Bologna Storica e Artistica, Strada Maggiore 71, Bologna. Ingresso libero non è richiesta prenotazione. Info 051347764 info@comitatobsa.it comitatobsa@gmail.com #photogallery# http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97446 Fri, 17 May 2019 Fri, 17 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0espisizione02da.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Bologna Rock, 1979 Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97426 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bologna_rock.jpg' /></p> Bologna Rock (2 aprile 1979) è stato l’evento capace di radunare più di 6000 persone al Palasport per l’esibizione di 10 gruppi, sconosciuti o quasi, e può essere considerato il simbolo di una stagione su cui costruire una indagine più approfondita, per le implicazioni culturali, l’influenza e il ruolo socio-politico che ebbe Bologna tra il 1975 e il 1985 nella storia della cultura italiana, ma non solo. La mostra si propone come una rilettura storica, una riappropriazione antropologica capace di evidenziare quegli elementi caratterizzanti che hanno contribuito alla nascita e alla crescita di quella stagione, per guardare il futuro, per riconfigurare e stimolare nuovi algoritmi di sviluppo della città proponendo un progetto ambizioso ed entropico che con continuità guarda alle culture “alternative” come centro e linfa vitale della propria crescita. Mostra a cura di Oderso Rubini. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97426 Fri, 17 May 2019 Fri, 17 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bologna_rock.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Musica da vedere... di domenica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97509 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_2.jpg' /></p> Musica da vedere... di domenica!visita guidata “a domanda aperta” alle collezioni del Museocon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Mozart sbagliava i compiti? La tastiera perfetta è insuonabile? Wagner era bolognese? Nell’orchestra di Respighi c’era un giradischi? Non lo sapete?Allora, da non perdere le speciali visite guidate “a rilascio prolungato” in cui un esperto del museo sarà a vostra disposizione per rispondere a queste e a tutte le altre domande sul museo, per un percorso guidato (ma non troppo) attraverso sei secoli di storia della musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97509 Sun, 12 May 2019 Sun, 12 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da camera di Marco Enrico Bossi Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97496 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/cd_1.jpg' /></p> I tesori della musica: incontri, studi e novità discografiche Musica da camera di Marco Enrico Bossipresentazione del CD (TACTUS, 2018) con Giulio Giurato e Roberto Noferini … Il disco si apre con un pezzo affascinante, Epousailles, scritto per violino, violoncello, pianoforte, harmonium e tam tam. Come Bossi ama trattare questo allettante mondo sonoro, lussureggiante nelle sue opportunità di grande dramma e pathos, e dando del buon materiale al violoncello… la sua abilità è meglio apprezzata in brevi e colorate esplosioni piuttosto che con l’esposizione prolungata. Anche in Epousailles abbiamo un rapido perdersi in una giungla di fitta trama… Il titolo francese indica la musica per una cerimonia di matrimonio, e se non altro, la musica parla di un profondo affetto suggerendo pure qualcosa di più sensuale. Mark Rochester (Classical Music Reviews) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97496 Sun, 12 May 2019 Sun, 12 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/cd_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Al flauto di Pan manca una canna Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97500 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/11_mariani.jpg' /></p> Il suono e il colore: la musica picta nei ritratti del museo della musica Al flauto di Pan manca una cannaGiovan Lorenzo Mariani arcade sperimentatore Ensemble Opera QvintaFabrizio Longo (violino barocco), Alessandro Lanaro (viola barocca), Domenico Cerasani (tiorba), Maria Teresa Andreazza (viola da gamba) Il ritratto del musicista Giovanni Lorenzo Mariani appartenente alla collezione martiniana racconta molte storie sorprendenti visto il ricco simbolismo impiegatovi raro per l’epoca. Sembra che Mariani fosse stato il miglior allievo di padre Martini, un abilissimo contrappuntista ed un compositore di successo ma in un ambito, come si dice oggi, “di nicchia”, quello di chi ancora amava i contrappunti ecclesiastici intenti verso la policoralità.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97500 Sat, 11 May 2019 Sat, 11 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/11_mariani.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna 15° happy birthday Museomusica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97504 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museomusicabosala5.jpg' /></p> 15° happy birthday Museomusica!ingresso e visite guidate gratuite Nel giorno del 15° compleanno del museo ingresso gratuito alla scoperta delle collezioni e dei tesori nascosti nel caveau della biblioteca minitour al caveau della biblioteca: ore 14-15-16 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97504 Sat, 11 May 2019 Sat, 11 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museomusicabosala5.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Trattenimenti da villa giochi, feste e passatempi a Bologna per le feste di Maggio Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97486 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/ensembledramatodia.jpg' /></p> Insolita. La musica che non ti aspetti Trattenimenti da villa giochi, feste e passatempi a Bologna per le feste di Maggio Dramatodìa ensemble di musica e teatroregia e direzione: Alberto Allegrezza Tra ‘500 e ‘600, maggio era il mese in cui si festeggiava l’arrivo della bella stagione con scampagnate, feste, canti, giochi e balli all’aria aperta. E per questo ebbero enorme diffusione raccolte di musica, poesie e prosa da godere nell’ozio della villa: molte opere di Adriano Banchieri e di Giulio Cesare Croce erano probabilmente destinate all’intrattenimento del periodo vacanziero. Con Dramatodìa si rievocano le atmosfere tra teatro e musica del trattenimento da villa... direttamente nelle sale del Museo! ore 18.15 - ¼ h L’ensemble Dramatodía deve il suo nome (dal greco “canto rappresentativo”) agli Intermedi sopra l’Aurora ingannata composti da Girolamo Giacobbi nel 1605, che costituirono il primo esempio di teatro musicale in area bolognese. L’ensemble è nato nel 2000 con l’intento di riproporre in scena il repertorio teatrale dei comici del Cinque e Seicento e di esplorare la produzione musicale sorta per arricchirne le rappresentazioni. Nel corso degli anni la compagnia ha realizzato numerosi progetti teatrali e musicali: ha messo in scena commedie madrigalesche di Adriano Banchieri (Barca di Venetia per Padova, Festino del Giovedì Grasso avanti cena, La Pazzia senile, ecc...), testi di Giulio Cesare Croce (Eccellenza et Trionfo del Porco, La solenne et trionfante entrata dello squaquaratissimo Signor Carnevale, La Girandola de' Cervelli, ecc...) e ha inoltre allestito spettacoli originali e concerti con musiche dei secoli XVI e XVII. Nel 2016 ha debuttato in chiusura del festival Trento Musica Antica, con la partecipazione di Enrico Bonavera, ne Il giocondo e florido convito, una fantasmagoria teatrale per una festa di Carnevale a Bologna nel 1600 con testi di Croce e musiche di Orazio Vecchi e Adriano Banchieri. Nel 2017 per l’apertura del festival Antiqua/Bolzano Festival Bozen ha presentato un nuovo spettacolo intitolato Diversi linguaggi, viaggio musicale nell’Europa del XVI secolo. Nel 2018 si è esibito con la Barca di Venezia per Padova nel teatro barocco di Valtice, in Repubblica Ceca per il festival Concentus Moraviae, a Romano Canavese e a Vercelli per il festival Antiqua 2018, a Genova per il festival La Voce e il Tempo e a Urbino per la cinquantesima edizione del festival Urbino Musica Antica, con notevole successo di pubblico e di critica. www.dramatodia.it/ http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97486 Fri, 10 May 2019 Fri, 10 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/ensembledramatodia.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna L’epistolario Santini-Gaspari Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97495 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/lettera_santini_a_gaspari_11_settembre_1848.jpg' /></p> I tesori della musica: incontri, studi e novità discografiche L’epistolario Santini-Gasparicollezionismo e vita musicale nell’800 presentazione del volume di Salvatore De Salvo Fattor con Giancarlo Rostirolla, Marco Gozzi, Benedetto Cipriani, Cristina Targainterventi musicali del Gruppo Vocale Laurence Feininger Uno studio ricco di interesse sugli itinerari del collezionismo musicale di metà Ottocento tra Roma e Bologna alla luce del carteggio (conservato al Museo della musica) tra l’abate pontificio Fortunato Santini e il musicista felsineo nonché bibliotecario del Liceo musicale dal dal 1855 al 1881 Gaetano Gaspari. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97495 Sun, 05 May 2019 Sun, 05 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/lettera_santini_a_gaspari_11_settembre_1848.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Mamamusica I Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97293 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/due_9958.jpg' /></p> Mamamusica Ilaboratorio in 4 incontri per bambini da 0-24 mesi e genitori un progetto del Museo della musicacon Luca Bernard, Linda Tesauro Uno spazio musicale speciale, emozionante ed inclusivo per grandi e piccolissimi in cui l'attenzione si concentra esclusivamente sui suoni. Canti e ritmi provenienti da repertori molto diversi, un avvolgente abbraccio di suoni scandito anche da intensi silenzi, in cui adulti e bambini costruiscono una relazione comunicativa unica, per scoprire e riscoprire l' incanto di esprimersi attraverso la musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97293 Sat, 04 May 2019 Sat, 04 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/due_9958.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Bach Martini Litta affari di famiglia Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97499 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/villa_litta.jpg' /></p> Il suono e il colore: la musica picta nei ritratti del museo della musica Bach Martini Litta affari di famigliala storia dei dipinti e dell’epistolario Bach-Martini presentazione e proiezione del docufilm Villa Visconti Borromeo Litta: quattro secoli di storia, un viaggio nel tempo tra delizie arte e giochi d’acquacon Francesco Vitali e Cristina Targa Il film diretto da Francesco Vitali e scritto in collaborazione con Claudia Botta, coprodotto dal Comune di Lainate e dall’Associazione Amici di Villa Litta, racconta la storia della Villa di Lainate e si dipana in una trama di spunti, scoperte che creano legami stretti con importanti istituzioni museali e istituti d’arte nazionali ed internazionali. Tra questi anche il Museo della musica: il nesso è il profondo legame che intercorse nel '700 tra Giovanni Battista Martini, Johann Christian Bach ed il conte Agostino Litta. Johann Christian Bach, grande musicista e figlio cadetto del più noto Johan Sebastian Bach, prima di partire per Londra nel 1762, dove troverà la fama, soggiornò dal 1757 a Milano e Lainate sotto la protezione di Agostino Litta, che lo invitò a recarsi a Bologna a prendere lezioni di contrappunto da padre Martini, con l'intento di farlo diventare maestro di cappella al duomo di Milano. Tra i tre intercorse una fitta rete di corrispondenza, circa 40 lettere, la fonte più importante se non quasi unica, per la ricostruzione del quinquennio milanese dell'ultimo figlio di Bach: emerge una ricca attività culturale a Lainate e Milano, portata avanti dal conte Agostino, uomo colto e lungimirante, che affidò al pupillo la realizzazione degli eventi musicali, quale responsabile dell'orchestra privata. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97499 Sat, 04 May 2019 Sat, 04 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/villa_litta.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Furiosi affetti Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97485 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/furiosi_affetti.jpg' /></p> Insolita. La musica che non ti aspetti Furiosi affettii Concerti di Francesco Manfredini alla corte di Antonio I Orchestra Barocca di Roma Un véritable bain sonore: questa era la Monaco del Principe Antonio I Grimaldi. Nel 1711 incontra Francesco Manfredini, violinista presso l’Accademia Filarmonica di Bologna e ne rimane così affascinato da proporgli di trasferirsi presso la sua corte. E nella tappa bolognese di questo progetto (dopo Roma e Monaco) riscopriremo la musica che tanto colpì uno dei più grandi mecenati musicali del ’700: i Concerti Op. 3 a lui dedicati (e conservati in Museo). Furiosi affetti - Orchestra Barocca di Roma nasce nel 2017 per volontà di un gruppo di musicisti professionisti specializzati nella prassi strumentale barocca: 8 Violini, Viola, Violoncello, Violone, Tiorba e Clavicembalo. Tutti gli strumenti utilizzati sono copie di strumenti antichi e montati con corde in budello nudo o rivestito per meglio riprodurre le sonorità dell’epoca. L’orchestra si è già esibita in alcuni concerti presentando programmi variegati – dalla musica sacra a quella profana, dall’oratorio al melodramma, passando per la musica strumentale del ‘600 e quella del ‘700 - riscuotendo un ottimo successo di pubblico e apprezzamenti da parte della critica.www.furiosiaffetti.it/ http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97485 Fri, 03 May 2019 Fri, 03 May 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/furiosi_affetti.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Il racconto del naufrago Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96007 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_mg_2032_mg_2036_fl_1.jpg' /></p> Visita Guidata a cura degli archeologi della società ASTER L'osservazione di un modellino di una barca sarà il pretesto per narrare, attraverso altri materiali del museo, alcuni racconti egiziani antichi, come le vicende di un naufrago o la storia di Sinuhe l'egiziano. 5 euro a ragazzo, gratuito per un accompagnatore adulto. Max 20 partecipanti. Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l'iniziativa     http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96007 Sun, 28 Apr 2019 Sun, 28 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_mg_2032_mg_2036_fl_1.jpg 47835 Collezione egiziana Musica da vedere... di domenica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97508 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1.jpg' /></p> Musica da vedere... di domenica!visita guidata “a domanda aperta” alle collezioni del Museocon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Mozart sbagliava i compiti? La tastiera perfetta è insuonabile? Wagner era bolognese? Nell’orchestra di Respighi c’era un giradischi? Non lo sapete?Allora, da non perdere le speciali visite guidate “a rilascio prolungato” in cui un esperto del museo sarà a vostra disposizione per rispondere a queste e a tutte le altre domande sul museo, per un percorso guidato (ma non troppo) attraverso sei secoli di storia della musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97508 Sun, 28 Apr 2019 Sun, 28 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Il ritratto, due o tre cose che so di lui Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97498 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/09_colzani.jpg' /></p> Il suono e il colore: la musica picta nei ritratti del museo della musica Il ritratto, due o tre cose che so di luicon Roberto Serra Le collezioni di Padre Martini sono oggi considerate una vera e propria “opera multimediale” ante litteram anche grazie alla quadreria, nata - come egli stesso affermò - al maggior ornamento della sua già insigne libreria musicale. Partendo dalla recente pubblicazione del catalogo si scoprirà il punto di vista dell’equipe di storici dell’arte che lo hanno curato, del fotografo, del regista, del musicista, parlando degli “affari di famiglia” tra Martini e J.C. Bach (e del dipinto di Thomas Gainsborough che lo ritrae), delle ardite sperimentazioni di Mariani e del curioso simbolismo del suo ritratto. Ho iniziato nel 1975, da studente di liceo artistico, folgorato dall'amicizia con Piero Manai e da lì l'amicizia con diversi artisti, musicisti, attori e scrittori è stata per me fondante. Un motivo di continuo confronto che mi ha permesso di crescere anche come fotografo., sempre cercando di superare i limiti fisici del racconto.Ho sempre cercato lo scambio umano prima di quello professionale e se è vero che importanti tracce di queste amicizie sono rilevabili nel mio lavoro è altrettanto vero che alcune cose mie sono rintracciabili in alcune opere dei miei amici.Usare la luce per raccontare il suono e le persone che si esprimono attraverso esso è da sempre un mio percorso, riuscire ad evocare emozioni ed ispirare pensiero è il mio traguardo. Alla fine siamo tutti impegnati nel cercare di afferrare qualcosa che resta sospesa nell'aria... e non riusciamo mai ad afferrare... Roberto Serra http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97498 Sat, 27 Apr 2019 Sat, 27 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/09_colzani.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Arcangelo Corelli Bolognese Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97484 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/musica_antiqua_latina__corelli.jpg' /></p> Insolita. La musica che non ti aspetti Arcangelo Corelli BologneseSonate a Tre del ‘600 Emiliano Musica Antiqua LatinaLuca Giardini e Gabriele Politi (violino barocco), Giordano Antonelli (violoncello barocco), Francesco Tomasi (tiorba e chitarra barocca) Nel 1666 un giovanissimo Arcangelo Corelli si trasferisce a Bologna per compiere il suo apprendistato all’Accademia Filarmonica. In questo concerto scopriremo proprio la meravigliosa musica bolognese del tardo ‘600 (Cazzati, Arresti, Torelli, Bononcini, Vitali) che per prima ha forgiato e influenzato - anche in maniera controversa - il gusto e la tecnica del violinista che a Roma diverrà “così eccellente” da aver “di già superato l’Invidia”. Musica Antiqua Latina, ensemble barocco su strumenti originali, internazionalmente riconosciuto, è stato creato nel 2000 dal direttore, musicologo e violoncellista barocco Giordano Antonelli per promuovere la riscoperta e la diffusione del grande repertorio barocco italiano, di cui Roma, dove il gruppo è residente, è stato uno dei centri di massima creatività. Lo studio specialistico del repertorio barocco, in particolare di matrice italiana e romana, viene realizzato dall’ensemble in diretta connessione con i luoghi e l’iconologia storica della città di Roma, che allo stesso repertorio hanno dato vita e ragion d'essere. Musica Antiqua Latina è stata ospite di numerosi festival ed associazioni in tuttta Europa. www.musicaantiqualatina.it http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97484 Fri, 26 Apr 2019 Fri, 26 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/musica_antiqua_latina__corelli.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Dal Risorgimento alla Liberazione: la Certosa tra le due Guerre mondiali Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97352 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/monari_martiri_indipendenza_01_1.jpg' /></p> Un percorso della memoria tra le tombe dei caduti e i grandi monumenti collettivi per ripercorrere le tappe fondamentali della nostra storia: dalle lotte risorgimentali alla Liberazione della città alla fine della Seconda Guerra Mondiale. A cura di Didasco. Prenotazione obbligatoria al numero 3481431230 (pom - sera). Ritrovo ore 10.30 all'ingresso del Cimitero, Via della Certosa 18 (cortile chiesa). Didasco chiede un contributo di 10€, 2€ devoluti per la Certosa. #photogallery# http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97352 Thu, 25 Apr 2019 Thu, 25 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/monari_martiri_indipendenza_01_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Alessandro Magno alla conquista del Nilo. L’Egitto e gli altri tra tradizione e rinnovamento Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96006 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_34a_1_1.jpg' /></p> Visita Guidata a cura degli archeologi della società ASTER Alessandro Magno racconta, traendo spunto dai reperti conservati dal museo, la sua storia della conquista dell'Egitto, spesso riferita alla liberazione del paese dai Persiani ed alla ricostituzione delle tradizioni perdute.       5 euro a ragazzo, gratuito per un accompagnatore adulto. Max 20 partecipanti. Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l'iniziativa     http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96006 Thu, 25 Apr 2019 Thu, 25 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_34a_1_1.jpg 47749 Museo Archeologico Via dell'Archiginnasio, 2, 40124, Bologna In viaggio con Erodoto al Museo Archeologico Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96005 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_34a_1.jpg' /></p> Visita Guidata a cura degli archeologi di ASTER Secondo Ryszard Kapuściński Erodoto fu il primo reporter della storia: viaggiò, raccolse dati ed esperienze di prima mano, li mise a confronto e li espose. Ma come ci si spostava nell'antichità? Con quali mezzi? E come veniva affrontato il viaggio? Nella giornata tradizionalmente dedicata alla gita fuori porta, al Museo Archeologico troverete mezzi di trasporto, indicazioni stradali, stazioni di servizio e tutto l'equipaggiamento indispensabile per il viaggio, terreno o ultraterreno.   5 euro a ragazzo, gratuito per un accompagnatore adulto. Max 20 partecipanti. Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l'iniziativa     http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96005 Mon, 22 Apr 2019 Mon, 22 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/felsi_34a_1.jpg 47749 Museo Archeologico Via dell'Archiginnasio, 2, 40124, Bologna Un giorno da antichi Egiziani Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95867 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/12_eg_3077_1_1_2.jpg' /></p> Laboratorio per bambini 8-11 anni, a cura degli archeologi della società ASTER Visita e laboratorio teatrale in cui immergersi nella vita che si svolgeva lungo il Nilo. Attraverso alcuni giochi scopriremo se gli antichi Egiziani compivano i nostri stessi gesti quando si alzavano al mattino e le attività che svolgevano lungo l'arco della giornata. Nella parte finale ci muoveremo negli spazi di una casa egiziana, parzialmente ricostruita, dove ogni partecipante interpreterà una parte per immortalare scene di vita e portare con noi il ricordo di aver provato per una volta a vivere come gli antichi Egiziani!   Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l'iniziativa (NB: Le iscrizioni pervenute prima di tale data non saranno considerate valide) ISCRIVITI QUI dal 15 aprile http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95867 Sun, 21 Apr 2019 Sun, 21 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/12_eg_3077_1_1_2.jpg 47835 Collezione egiziana ROSE_03. Catherine Biocca. YOU'RE HIRED Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97427 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/rose_3_biocca.jpg' /></p> Selezionata nell'ambito dell'edizione 2018/2019 del Programma di Residenze ROSE, Catherine Biocca (Roma, 1984) sarà ospitata presso la Residenza per Artisti Sandra Natali per ideare e realizzare un progetto espositivo site specific nella sede storica di Villa delle Rose. La mostra reinterpreterà, attraverso installazioni multimediali e interattive, l'identità della Villa e del suo passato, ponendo l'accento sulle differenti funzioni che l'edificio di origine settecentesca ha assunto nella storia della città. Giunto al suo terzo appuntamento, il Programma di Residenze ROSE si prefigge di inserirsi in un network sempre più ampio di operatori nazionali e internazionali che supportano la valorizzazione delle espressioni più attuali dell’arte e della cultura contemporanee, attraverso questa peculiare pratica di mobilità e di confronto con il sistema culturale dei territori ospitanti. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97427 Sat, 20 Apr 2019 Sat, 20 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/rose_3_biocca.jpg 36185 Villa delle Rose Via Saragozza, 228/230 40135 Bologna Note d’amore. Musica e corteggiamento nell’Ottocento Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97527 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/19_aprilegiovanni_muzziolinote_damore1.jpg' /></p> Con Ilaria Chia e Ornella Chillé. Nel dipinto “Note d'amore” del modenese Giovanni Muzzioli, vengono rappresentati in un'unica soluzione musica e sentimento, si raccontano le donne amabili, belle ed eleganti dell'Ottocento: ora impegnate a suonare secondo le regole educative imposte dall'epoca, ora corteggiate nei più ricchi e sontuosi salotti. Opere di artisti bolognesi, quali Alfonso Savini e Giovanni Paolo Bedini, daranno luogo ad un ricco ventaglio di accostamenti pittorici conferendo un ruolo importante alla figura femminile. Le donne, esecutrici di dolci melodie da un lato e lusingate da delicate manifestazioni di sentimenti dall’altro, continuano ad invadere le tele degli artisti. Quinto appuntamento del ciclo di incontri "Essere donna, essere artista, essere mito". Le relazioni di genere nella musica, nell’arte e nella letteratura tra Ottocento e primo Novecento. 7 e 29 marzo; 4, 11 e 19 aprile, 24 maggio. Museo internazionale e biblioteca della musica, Strada Maggiore 34. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Info museorisorgimento@comune.bologna.it 051225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97527 Fri, 19 Apr 2019 Fri, 19 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/19_aprilegiovanni_muzziolinote_damore1.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Note d’amore. Musica e corteggiamento nell’Ottocento Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97494 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/19_aprilegiovanni_muzziolinote_damore.jpg' /></p> I tesori della musica: incontri, studi e novità discografiche Note d’amore. Musica e corteggiamento nell’Ottocentocon Ornella Chillè e Ilaria Chia inserito nel ciclo “Essere donna, essere artista, essere mito”. Le relazioni di genere nella musica, nell’arte e nella letteratura tra Ottocento e primo Novecentoa cura di Jadranka Bentini, Elena Musiani, Maria Chiara Mazzi in collaborazione con Museo del Risorgimento Nel dipinto “Note d'amore” del modenese Giovanni Muzzioli, in cui vengono rappresentati in un'unica soluzione musica e sentimento, si raccontano le donne amabili, belle ed eleganti dell'Ottocento: ora impegnate a suonare uno strumento, secondo le regole educative imposte dall'epoca, ora corteggiate nei più ricchi e sontuosi salotti. Opere di artisti bolognesi, quali Alfonso Savini e Giovanni Paolo Bedini, daranno luogo ad un ricco ventaglio di accostamenti pittorici che, sulla stessa scia degli autori locali, sembrano conferire un ruolo importante alla figura femminile che nel tempo assumerà sempre più le fattezze di creatura divina.Le donne, dai modelli pittorici italiani a quelli stranieri, esecutrici di dolci melodie da un lato e lusingate da delicate manifestazioni di sentimenti dall’altro, continuano ad invadere le tele degli artisti da cui, protagoniste o meno che siano, emanano il loro incantevole spirito. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97494 Fri, 19 Apr 2019 Fri, 19 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/19_aprilegiovanni_muzziolinote_damore.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da vedere... di domenica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97507 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1.jpg' /></p> Musica da vedere... di domenica!visita guidata “a domanda aperta” alle collezioni del Museocon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Mozart sbagliava i compiti? La tastiera perfetta è insuonabile? Wagner era bolognese? Nell’orchestra di Respighi c’era un giradischi? Non lo sapete?Allora, da non perdere le speciali visite guidate “a rilascio prolungato” in cui un esperto del museo sarà a vostra disposizione per rispondere a queste e a tutte le altre domande sul museo, per un percorso guidato (ma non troppo) attraverso sei secoli di storia della musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97507 Sun, 14 Apr 2019 Sun, 14 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Di ballo in ballo Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97478 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dipartiunibo_6.jpg' /></p> Ri-creazioni II le collezioni musicali raccontatea cura di Associazione Athena Musica - Alma Mater Università di Bologna Di ballo in ballo. Musiche per danza nell’Intabolatura nova R.178con Vania Dal Maso (spinetta rinascimentale veneziana) Un prezioso volumetto, «operetta rarissima e di grande importanza per la storia musicale», racchiude varie sorte di balli in voga nella metà del Cinquecento, pavana, saltarello, pass’e mezo nuovo e pass’e mezo antico: un punto nodale nell’evoluzione delle forme di danza essendo la prima raccolta a stampa di danze per strumento a tastiera in Italia , preceduta da una collezione manoscritta della Biblioteca Marciana di Venezia databile intorno al 1520 e dai manoscritti di Castell’Arquato. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97478 Sun, 14 Apr 2019 Sun, 14 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dipartiunibo_6.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Produzione e commercio dei tessuti nell’impero romano Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95997 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/fullo.jpg' /></p> Confenza con Fabio Vicari, studioso di Storia Antica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95997 Sat, 13 Apr 2019 Sat, 13 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/fullo.jpg 48349 Sala Risorgimento Mamamusica ensemble in concerto Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97298 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/due_0521_1.jpg' /></p> Mamamusica ensemble in concertoconcerto "disturbato" per bambini da 0 a 36 mesi e genitori un progetto del Museo della musica Un must del programma: il concerto “disturbato” del Mamamusica ensemble, un vero e proprio bagno di suoni con musica eseguita da musicisti professionisti tratta dal repertorio classico, jazz ed etnico-popolare, in cui immergersi e partecipare con il corpo e con la voce. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97298 Sat, 13 Apr 2019 Sat, 13 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/due_0521_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Ricostruir l’antico. Come sono (ri)fatti gli strumenti antichi Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97483 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/08_1_gibellini.jpg' /></p> Com'è fatto? la musica vista da dentro Ricostruire l’antico. Come sono (ri)fatti gli strumenti antichicon Francesco Gibellini e Clara Fanticini (Antiqui Instromenti, Reggio Emilia) Strumenti. Anche senza specificare musicali, per tutti la loro funzione è scontata: produrre suoni organizzati rispondenti alle specifiche esigenze di ogni cultura delpianeta, di oggi o del passato. Ma sappiamo davvero qual è la loro storia, il perché dei materiali usati e delle forme modellate da secoli di tecniche, stili, sapienza(e segreti) artigianali? La cosa migliore è chiederlo ai costruttori di oggi nelle lezioni musicali di Com’è fatto?, l’affascinante viaggio (letteralmente) dentro la musica. Francesco Gibellini si diploma con il massimo dei voti nella classe di tromba del Conservatorio di musica A. Boito di Parma. Nel 2011 consegue il Diploma Accademico di II livello di Tromba ad indirizzo solistico interpretativo presso lo stesso conservatorio, con valutazione 110 e lode, discutendo una tesi centrata sulla trattatistica specialistica della tromba naturale scritta tra il XVI e XVIII secolo. La sua passione per la musica antica lo ha portato ad approfondire la ricerca filologica per quanto riguarda all’esecuzioni musicali su strumenti antichi delle varie epoche in particolare si specializza in tromba naturale e cornetto per quanto riguarda il repertorio barocco, cornette e trombe dell’epoca per il repertorio ottocentesco, strumenti a tasto del medioevo. A fianco e conseguentemente all’approfondimento del repertorio barocco, la sua curiosità e duttilità lo hanno condotto alla costruzione di strumenti musicali medievali e rinascimentali secondo modelli storici rilevati nell’iconografia dell’epoca (dipinti, affreschi, sculture, disegni ecc.). Tra le sue opere troviamo vielle di varie forme, lire da braccio, organi portativi, clavisimbalum, salteri, arpe gotiche. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97483 Sat, 13 Apr 2019 Sat, 13 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/08_1_gibellini.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La musica al femminile: Fanny Hensel nata Mendelssohn Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97526 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/11_aprilefanny_mendelsshon1.jpg' /></p> Con Maria Chiara Mazzi. Compositrice di grande spessore, abilissima virtuosa di pianoforte, costretta a pubblicare la musica anonimamente perché potesse essere valutata con equità, ostacolata in ogni modo dalla famiglia d’origine, Fanny Ensel trova nel marito, il musicista Felix Mendelssohn, l’incoraggiamento per continuare la sua carriera. Quarto appuntamento del ciclo di incontri "Essere donna, essere artista, essere mito". Le relazioni di genere nella musica, nell’arte e nella letteratura tra Ottocento e primo Novecento. 7 e 29 marzo; 4, 11 e 19 aprile, 24 maggio. Museo civico del Risorgimento, piazza Carducci 5. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione Info museorisorgimento@comune.bologna.it 051225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97526 Thu, 11 Apr 2019 Thu, 11 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/11_aprilefanny_mendelsshon1.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Al lavoro! Arti e mestieri dell’antico Egitto Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95866 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/42_pal_401_4.jpg' /></p> Laboratorio per bambini 8-11 anni, a cura degli archeologi della società Aster La vita quotidiana degli antichi egizi era costituita in maggior parte dal lavoro. Artigiani, vasai, orefici, imbalsamatori, scribi e tanti altri mestieri costituivano il lavoro nell'Antico Egitto. Attraverso questo percorso andremo ad osservare gli oggetti che questi maestri creavano, dal materiale utilizzato fino all'oggetto finito. Nel laboratorio pratico i bambini si cimenteranno nella produzione di un gioiello egizio.   Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l'iniziativa (NB: Le iscrizioni pervenute prima di tale data non saranno considerate valide) ISCRIVITI QUI dal 1 aprile http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95866 Sun, 07 Apr 2019 Sun, 07 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/42_pal_401_4.jpg 47835 Collezione egiziana Temperato a chi? Com’è fatto il clavicembalo Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97482 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/07_frezzato_dimattia.jpg' /></p> Com'è fatto? la musica vista da dentro Temperato a chi? Com’è fatto il clavicembalocon Carla Frezzato e Cinzia Di Mattia (Cembali Frezzato &amp; Di Mattia, Rovigo) Strumenti. Anche senza specificare musicali, per tutti la loro funzione è scontata: produrre suoni organizzati rispondenti alle specifiche esigenze di ogni cultura delpianeta, di oggi o del passato. Ma sappiamo davvero qual è la loro storia, il perché dei materiali usati e delle forme modellate da secoli di tecniche, stili, sapienza(e segreti) artigianali? La cosa migliore è chiederlo ai costruttori di oggi nelle lezioni musicali di Com’è fatto?, l’affascinante viaggio (letteralmente) dentro la musica. Carla Frezzato si forma musicalmente nella sua città, Rovigo, dove nel 1996 consegue a pieni voti i diplomi di Pianoforte e Acustica Musicale. Nel 1997 segue il Laboratorio Fiorentino del Fortepiano, workshop di restauro con il M° C. Clarke presso l’Accademia Bartolomeo Cristofori di Firenze. Nel luglio 1998, in Germania, frequenta il Corso di perfezionamento per tecnici di pianoforti presso il prestigioso Istituto Seiler. L’anno successivo frequenta un Corso d’alto perfezionamento per costruttori, accordatori e decoratori di clavicembali organizzato dalle Regioni Toscana ed Emilia Romagna. Fra il 2003 e il 2004 segue il IV Laboratorio del Fortepiano, workshop di restauro di Square Piano a Firenze. Nello stesso anno, presso il Laboratorio dei Costruttori G. Bandini di Imola, segue un seminario sulla costruzione di Clavicembali Napoletani tenuto dal M° Grant O’ Brian. Nel 2007 durante il VII laboratorio fiorentino del fortepiano frequenta il corso di restauro tenuto dal M° C. Clarke “The magic of Pleyel”. Parallelamente alla crescita professionale, comincia una serie di collaborazioni come restauratrice per i più importanti teatri italiani, tra questi, il restauro e recupero dei pianoforti del teatro La Fenice di Venezia. Dal 2014 è responsabile degli strumenti della sezione di musica antica presso la Fondazione Scuole Civiche di Milano. Dal 2015 è manutentore degli strumenti di musica antica del Conservatorio di musica Benedetto Marcello di Venezia e per il Conservatorio Pollini di Padova costruisce un Clavicembalo di scuola Tedesca C. Zell– due manuali e un Fortepiano con iscrizione Johann Andeas Stein, Augsburg 1773. Oggi è titolare di “Cembali Frezzato &amp; Di Mattia”. Insieme ad Cinzia Di Mattia costruisce, restaura e accorda strumenti musicali antichi a tasto: fortepiani, clavicembali, virginali e spinette. www.meccanicatemperata.com http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97482 Sun, 07 Apr 2019 Sun, 07 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/07_frezzato_dimattia.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna L’Armonia tra mito, scienza e utopia Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97477 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_athena_musica_definitivo_6.jpg' /></p> Ri-creazioni II le collezioni musicali raccontatea cura di Associazione Athena Musica - Alma Mater Università di Bologna L’Armonia tra mito, scienza e utopiacon Eleonora Negri La conferenza ripercorre alcuni momenti salienti della storia di una delle più feconde idee musicali della cultura europea, l’idea di Armonia, attraverso la visione di frontespizi e illustrazioni delle opere conservate nelle collezioni del Museo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97477 Sat, 06 Apr 2019 Sat, 06 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_athena_musica_definitivo_6.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musicali si cresce: suono, corpo e voce...in relazione! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97556 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/musicali_si_cresce_come_suonano_i_sogni_0055_1.jpg' /></p> Musicali si cresce: suono, corpo e voce...in relazione!laboratorio per bambini da 0 a 36 mesi e genitori con Margherita Valtorta e Luca Bernard Musicali si cresce nasce con lo scopo di offrire al bambino e ai suoi genitori un’esperienza unica da vivere insieme, attraverso la quale i piccoli possano scoprire le proprie possibilità espressive sonoro-musicali in un ambiente musicale ricco di stimoli e di varietà di suoni, ritmi, voci, giochi e colori, di sviluppare le proprie attitudini musicali e di fare della musica un mezzo per esprimersi e comunicare. Si consiglia a grandi e piccini di indossare calzini antiscivolo e vestiti comodi. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97556 Sat, 06 Apr 2019 Sat, 06 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/musicali_si_cresce_come_suonano_i_sogni_0055_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Intelletto e sentimento: Camille Claudel, scultrice di fine secolo Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97525 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/4_aprilecamille_claudel_atelier_1887a.jpg' /></p> Con Jadranka Bentini. Le vicende di una donna straordinaria operante nell'arena artistica parigina dominata dal genio di Rodin, il Michelangelo redivivo. Sarà il tempo a rimettere al giusto posto la grandezza della sua storia. Terzo appuntamento del ciclo di incontri "Essere donna, essere artista, essere mito". Le relazioni di genere nella musica, nell’arte e nella letteratura tra Ottocento e primo Novecento. 7 e 29 marzo; 4, 11 e 19 aprile, 24 maggio. Museo civico del Risorgimento, piazza Carducci 5. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione Info museorisorgimento@comune.bologna.it 051225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97525 Thu, 04 Apr 2019 Thu, 04 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/4_aprilecamille_claudel_atelier_1887a.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Pezzettino Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97304 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pezzettino_cop.jpg' /></p> FUORIPROGRAMMA in occasione della Bologna Children's Book Fair 2019 Pezzettinoincontro di formazione sull'ascolto e sulla fiaba musicale con Maria Cannataintroduzione a cura di Francesca Coradeschi di BABALIBRI La fiaba musicale Pezzettino di Leo Lionni con musica di Franz Schubert, edita da BABALIBRI, serve da spunto per riflettere sull'importanza di un approccio all'ascolto ampio e diversificato, in cui parole e musica si incontrano come forme di un unico pensiero.Un incontro di formazione che prevede momenti di ascolto, di approfondimento e di confronto, per riflettere sui bisogni del bambino nel suo percorso di crescita e sulle emozioni della fiaba musicale. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97304 Wed, 03 Apr 2019 Wed, 03 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pezzettino_cop.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Piedi&orecchio Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97303 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/cavalletta_1.jpg' /></p> FUORIPROGRAMMA in occasione della Bologna Children's Book Fair 2019 Piedi&amp;orecchio - passeggiate sonore per piccoli esploratori di naturapresentazione laboratorio della collana con Maria Cannata La storia sonora di piccoli animali, la cavalletta per l’estate e il pettirosso per l’inverno, che muovendosi, passo dopo passo, scoprono i suoni, il mondo che li circonda e il tempo delle stagioni. Un breve percorso per scoprire la nuova collana piedi&amp;orecchio, edita da Curci Young, a cura di Maria Cannata, con le illustrazioni di Emanuela Bussolati, dove la passione per la musica e quella per la natura si incontrano in una serie di storie splendidamente illustrate.La cavallettaÈ l’incontro con l’estate, con il ciclo delle stagioni, con le tante trasformazioni che avvengono nel corpo e che osserviamo nell’ambiente. Un primo avvicinamento all’empatia per gli animali che condividono con noi la vita e la Terra. Il pettirossoÈ l’incontro con l’inverno, con la necessità di cercare cibo, di fare il nido, di dare vita. L’incontro con altri animali e i loro richiami diversi, apre il bambino all’ascolto e alla osservazione partecipe. ore 17: Ascolto di una storia sonora con esplorazione di suoni e oggetti, armonie di prato o autunno per bambini di 3-5 anni e genitoriore 17.45: Condivisione sugli intenti della collana attraverso la scoperta di alcuni suoni che animano la storia per adulti che vogliono giocare con i suoni (genitori, educatori di nidi e scuole dell’infanzia, bibliotecari ed operatori culturali e sociali) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97303 Tue, 02 Apr 2019 Tue, 02 Apr 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/cavalletta_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La Certosa di Bologna - Un libro aperto sulla storia Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97033 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/certosa_libro_aperto_1.jpg' /></p> Una passeggiata dedicata a chi non ha mai visitato il complesso monumentale, l'ABC della nostra Certosa: dalla necropoli etrusca al monastero, dall'istituzione del "cimitero moderno" ai capolavori più famosi e tante, tante curiosità. A cura di Didasco. Prenotazione obbligatoria al numero 3481431230 (pom - sera). Ritrovo ore 10.30 all'ingresso del Cimitero, Via della Certosa 18 (cortile chiesa). Didasco chiede un contributo di 10€, 2€ devoluti per la Certosa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97033 Sun, 31 Mar 2019 Sun, 31 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/certosa_libro_aperto_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Musica da vedere... di domenica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97506 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_1.jpg' /></p> Musica da vedere... di domenica!visita guidata “a domanda aperta” alle collezioni del Museocon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Mozart sbagliava i compiti? La tastiera perfetta è insuonabile? Wagner era bolognese? Nell’orchestra di Respighi c’era un giradischi? Non lo sapete?Allora, da non perdere le speciali visite guidate “a rilascio prolungato” in cui un esperto del museo sarà a vostra disposizione per rispondere a queste e a tutte le altre domande sul museo, per un percorso guidato (ma non troppo) attraverso sei secoli di storia della musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97506 Sun, 31 Mar 2019 Sun, 31 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna L'organo della Creazione Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97476 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_athena_musica_definitivo_4.jpg' /></p> Ri-creazioni II le collezioni musicali raccontatea cura di Associazione Athena Musica - Alma Mater Università di Bologna L'organo della Creazionecon Laurence Wuidar Dall'alba della cultura occidentale, la creazione del mondo – l'universo, l'uomo, le piante – è stata pensata attraverso la musica. « L'organo della creazione » è un demiurgo poi un Dio musico. E questo Dio giudeo-cristiano, in alcune immagini seicenteschi, suona l'organo. Attraverso testi conservati presso la Biblioteca e ritratti del Museo, questa ri-creazione propone un percorso di immagini che disegnano le relazioni tra musica e creazione, dalla creazione del mondo con un fiat melodico alla creazione artistica concepita come piccolo mondo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97476 Sun, 31 Mar 2019 Sun, 31 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_athena_musica_definitivo_4.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna L'arte del tessuto a Verucchio fra abilità, ornamento e prestigio Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95994 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/8645_tessutomed.jpg' /></p> Confenza con Patrizia von Eles, già Soprintendenza per i beni archeologici dell’Emilia Romagna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95994 Sat, 30 Mar 2019 Sat, 30 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/8645_tessutomed.jpg 48349 Sala Risorgimento La voce giramondo Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97296 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/schermata_20110719_a_16.58.16.jpg' /></p> La voce giramondolaboratorio interculturale in 3 incontri di esplorazione e gioco vocale per bambini da 6 a 7 anni e genitori con Serena Pecoraroin collaborazione con Associazione La Musica interna Un repertorio di canti in tante lingue diverse per favorire l’ascolto e la comprensione interculturale.Tre incontri in cui preparare la voce al canto, ascoltare il suono di strumenti noti e meno noti e imparare canzoni e musiche che vengono da lontano. Un viaggio ideale fra paesi vicini e lontani per conoscere e sperimentare le peculiarità dei vari modi di fare musica e i linguaggi musicali specifici delle diverse culture.E per scoprire che forse sono più vicine del previsto... http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97296 Sat, 30 Mar 2019 Sat, 30 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/schermata_20110719_a_16.58.16.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Migrants Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97452 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/04_2_migrants.jpg' /></p> Musae migrantes - i viaggi della musica Sulla via della setamusiche migranti tra oriente ed occidente MigrantsMusicisti italiani del ‘700 per le strade d’Europa “in cerca di fortuna e gloria” Ensemble Symposium Beatrice Scaldini (violino), Simone Laghi (viola), Cristina Vidoni (cello) ore 18.15 - ¼ h Migrants è un progetto che esplora la musica composta da musicisti italiani del '700 composta da musicisti italiani del '700 hanno lasciato il loro paese d'origine per trovare fortuna in Inghilterra, Germania, Spagna e Francia, secondo una prassi Inghilterra, Germania, Spagna e Francia, secondo una prassi che si ricollega in modo impressionante all'attualità. Le musiche proposte sono quasi del tutto inedite e si basano sulle ricerche effettuate da Simone Laghi. Fondato da Simone Laghi nel 2012, Ensemble Symposium è un collettivo di professionisti uniti da un forte interesse verso la prassi esecutiva storica e dall’intento di rivalutare l’immenso patrimonio strumentale italiano del periodo classico e barocco.Il primo progetto ha riguardato il ciclo di sonate italiane denominate Scherzi Melodichi, composto nel 1734 da G. P. Telemann. In seguito, il gruppo si è concentrato sul genere del quartetto d’archi, producendo le prime registrazioni assoluta dei quartetti di Pietro Nardini (1722-1792), del violinista centese Bartolomeo Campagnoli (1751-1827) e dei Sei Quartetti Op. 26 (G195-200) di Luigi Boccherini (2016). Il successo del disco di Boccherini ha portato alla collaborazione con il Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini per la registrazione dello Stabat Mater del violoncellista lucchese, nella versione originale del 1781 per quintetto d’archi e la voce di Francesca Boncompagni. Nel 2018 Simone Laghi ha pubblicato con Stefano Marcocchi un disco di duetti per due viole del violinista napoletano Emanuele Barbella (1718-1777), in occasione del tri-centenario della nascita del compositore. Le registrazioni dell'Ensemble Symposium sono state accolte da importanti riconoscimenti fra le quali 'Disco del Mese' (CdClassico), 'Click du mois' (ClassiqueNews), 5 Stelle (Amadeus), 5 Stelle (Fonoforum).www.ensemblesymposium.it/ http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97452 Sat, 30 Mar 2019 Sat, 30 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/04_2_migrants.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Donne e miti letterari nei dipinti dell’Ottocento. Dal romanticismo alla vita moderna Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97524 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/29_marzogiulio_ferrariesmeralda1a.jpg' /></p> Con Ilaria Chia e Ornella Chillé. Il rapporto tra letteratura e pratica artistica si dimostra particolarmente vitale nella Bologna dell’Ottocento. I versi e la riflessione estetica di Giacomo Leopardi ispirano le tele dei pittori macchiaioli, con riflessi anche sulla produzione bolognese. Lo struggente intimismo di Raffaele Faccioli, la fantasia di Luigi Busi, il melodramma di Alessandro Guardassoni, il fascino ormai decadente di Luigi Bompard. Sulla fine del secolo, anche sull’onda del verismo francese, si impone la realtà contemporanea, con le sue scene di vita sui mezzi pubblici rappresentate da Gaele Covelli, in sintonia con le pagine dei romanzi di Edmondo De Amicis. Secondo appuntamento del ciclo di incontri "Essere donna, essere artista, essere mito". Le relazioni di genere nella musica, nell’arte e nella letteratura tra Ottocento e primo Novecento. 7 e 29 marzo; 4, 11 e 19 aprile, 24 maggio. Museo civico del Risorgimento, piazza Carducci 5. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione Info museorisorgimento@comune.bologna.it 051225583   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97524 Fri, 29 Mar 2019 Fri, 29 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/29_marzogiulio_ferrariesmeralda1a.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Guardie e ladri nell'antico Egitto Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95865 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/12_eg_3077_1_1_1.jpg' /></p> Visita con archeologa e attore per bambini 8-11 anni e genitori, a cura degli archeologi della società ASTER Visitiamo la collezione egizia dove per un pomeriggio bambini e genitori vestiranno i panni di guardie e ladri. Mentre i primi dovranno apprendere trucchi e magie frequentando una divertente "scuola per criminali di mezza tacca", gli altri dovranno assimilare quante più informazioni possibili per difendere i preziosi reperti conservati in museo. Tra prove di abilità, indovinelli e giochi, la sfida è già iniziata! 5 euro a ragazzo, gratuito per un accompagnatore adulto. Max 20 partecipanti. Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l'iniziativa   Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l'iniziativa (NB: Le iscrizioni pervenute prima di tale data non saranno considerate valide) ISCRIVITI QUI dal 18 marzo http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95865 Sun, 24 Mar 2019 Sun, 24 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/12_eg_3077_1_1_1.jpg 47835 Collezione egiziana La “brigata” bolognese e le connessioni internazionali tra cantanti Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97475 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_athena_musica_definitivo_3.jpg' /></p> Ri-creazioni II le collezioni musicali raccontatea cura di Associazione Athena Musica - Alma Mater Università di Bologna La “brigata” bolognese e le connessioni internazionali tra cantanticon Valentina Anzani Il ritratto più famoso della quadreria martininana è quello che Giaquinto fece del castrato Carlo Broschi Farinelli. Egli scelse Bologna come sua patria adottiva, dove intratteneva rapporti stretti con numerosi cantanti cresciuti professionalmente in città sotto il magistero di Antonio Bernacchi. Ne risulterà la natura tutta bolognese di una rete internazionale di sostegno professionale ed economico, ma anche di affetto reciproco, tanto determinante da aver influenzato la storia della musica nelle coeve corti europee. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97475 Sun, 24 Mar 2019 Sun, 24 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_athena_musica_definitivo_3.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Il segreto del suono: l’arte cordaia. Com’è fatta la corda in budello Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97481 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/06_peruffo.jpg' /></p> Com'è fatto? la musica vista da dentro Il segreto del suono: l’arte cordaia. Com’è fatta la corda in budellocon Mimmo Peruffo (Aquila Corde Armoniche, Vicenza) Strumenti. Anche senza specificare musicali, per tutti la loro funzione è scontata: produrre suoni organizzati rispondenti alle specifiche esigenze di ogni cultura delpianeta, di oggi o del passato. Ma sappiamo davvero qual è la loro storia, il perché dei materiali usati e delle forme modellate da secoli di tecniche, stili, sapienza(e segreti) artigianali? La cosa migliore è chiederlo ai costruttori di oggi nelle lezioni musicali di Com’è fatto?, l’affascinante viaggio (letteralmente) dentro la musica. Mimmo Peruffo unico allievo del cordaio Arturo Granata si occupa dal 1983 dello studio e della costruzione delle corde di budello in uso nel Rinascimento, Barocco e periodo Classico. Nell’ambito della ricerca nel campo dei materiali moderni nel 1997 ha scoperto ed introdotto nel mercato il "Nylgut" una sorta di budello sintetico impiegato negli strumenti a pizzico storici e nella chitarra classica, ukulele etc. in sostituzione del nylon. Ha curato la sezione riguardante le corde di budello del catalogo degli strumenti musicali del Germanisches National Museum di Norimberga e del volume della mostra di Bergamo del 1998 Evaristo Baschenis e la natura morta in Europa. Ha eseguito per la prima volta accurati rilievi degli spezzoni di corde di budello risalenti alla prima metà del XVIII secolo presenti al Museo Stradivariano di Cremona e nell’Aprile del 2000 le misurazioni delle corde originali di budello per violino appartenute a Nicolò Paganini. Quando ha tempo (!) riesce a suonare il suo liuto, la chitarra e l’ukulele. https://aquilacorde.com/ http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97481 Sat, 23 Mar 2019 Sat, 23 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/06_peruffo.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da vedere... di domenica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97505 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2.jpg' /></p> Musica da vedere... di domenica!visita guidata “a domanda aperta” alle collezioni del Museocon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Mozart sbagliava i compiti? La tastiera perfetta è insuonabile? Wagner era bolognese? Nell’orchestra di Respighi c’era un giradischi? Non lo sapete?Allora, da non perdere le speciali visite guidate “a rilascio prolungato” in cui un esperto del museo sarà a vostra disposizione per rispondere a queste e a tutte le altre domande sul museo, per un percorso guidato (ma non troppo) attraverso sei secoli di storia della musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97505 Sun, 17 Mar 2019 Sun, 17 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1_1_1_1_1_1_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Non Solo Stradivari. Com’è fatto il violino bolognese Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97479 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/05_stefanini.jpg' /></p> Com'è fatto? la musica vista da dentro Non Solo Stradivari. Com’è fatto il violino bolognesecon Bruno Stefanini (liuteria Stefanini, Bologna) Strumenti. Anche senza specificare musicali, per tutti la loro funzione è scontata: produrre suoni organizzati rispondenti alle specifiche esigenze di ogni cultura delpianeta, di oggi o del passato. Ma sappiamo davvero qual è la loro storia, il perché dei materiali usati e delle forme modellate da secoli di tecniche, stili, sapienza(e segreti) artigianali? La cosa migliore è chiederlo ai costruttori di oggi nelle lezioni musicali di Com’è fatto?, l’affascinante viaggio (letteralmente) dentro la musica. Attraverso lo studio del violino avviene l'incontro con il M° Liutaio Otello Bignami, direttore della Scuola di Liuteria Artistica Bolognese, che Bruno Stefanini frequenta dal 1979 al 1983 quando ottiene il diploma di Maestro Liutaio. Dopo l'esperienza formativa, il M° Bignami lo vorrà come assistente presso il suo studio, dove rimane fino al 1989 anno in cui apre il suo laboratorio personale, dove ancora oggi costruisce, Violini Viole e Violoncelli. www.brunostefanini.it/ http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97479 Sun, 17 Mar 2019 Sun, 17 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/05_stefanini.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Ditelo con i fiori Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97034 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/cortilechiesasantarelli2.jpg' /></p> Una passeggiata primaverile insieme a Roberto Martorelli tutto dedicato alle decorazioni floreali in Certosa. Gigli, rose, papaveri, festoni e cornucopie non sono solo elementi decorativi, ma furono scelti con precisi significati simbolici. Partecipazione 4 euro, ridotto 3 euro. Non è necessaria la prenotazione. Ritrovo ore 10.30 all'ingresso del Cimitero, Via della Certosa 18 (cortile chiesa). Info 051225583 museorisorgimento@comune.bologna.it http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97034 Sat, 16 Mar 2019 Sat, 16 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/cortilechiesasantarelli2.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Dalla tunica alla mummia: studio e conservazione dei tessuti egizi Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95988 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img_3108.jpg' /></p> Conferenza con Cinzia Oliva, restauratrice di tessuti http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95988 Sat, 16 Mar 2019 Sat, 16 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img_3108.jpg 48349 Sala Risorgimento Corni e corna. I codici si ripercuotono all’infinito Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97474 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dipartiunibo_2.jpg' /></p> Ri-creazioni II le collezioni musicali raccontatea cura di Associazione Athena Musica - Alma Mater Università di Bologna Corni e corna. I codici si ripercuotono all’infinitocon Antonio Serravezza Un dialogo tra due libri (Abrecht e Rousseau) e due partiture (Rossini e Wagner) presenti nelle collezioni del Museo della musica. Tutti contengono riferimenti al Ranz-des-vaches, la melodia cantata o suonata col corno come richiamo per gli armenti di cui si ha testimonianza nella tradizione elvetica e che ha offerto spunti e suggestioni alla cultura europea in epoche diverse. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97474 Sat, 16 Mar 2019 Sat, 16 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dipartiunibo_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Intorno ai salmi Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97331 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/03_intorno_ai_salmi.jpg' /></p> Musae migrantes - i viaggi della musica Intorno ai salmiviaggio musicale tra religione cristiana ed ebraismo Anonima Frottolisti &amp; Enrico Fink Luca Piccioni liuto, voceMassimiliano Dragoni salterio, percussioniSimone Marcelli voce, clavicimbalumEmiliano Finucci voce, viellaEnrico Fink voce ore 18.15 - ¼ h: incontro con il Rabbino capo della Comunità ebraica di Bologna, Rav. Alberto Sermoneta in collaborazione con Museo Ebraico di Bologna L'Occidente europeo, così come tutta l'area del Mediterraneo deve molto all'incontro e alle divergenze teologiche e culturali del pensiero religioso e laico tracciate dalla storia dei tre monoteismi: Ebraismo, Cristianesimo, Islamismo. Le differenze tra le tre fedi nascondono spesso affinità, concetti, storie e immagini comuni, ma soprattutto una radice antichissima dove arcaicità e contemporaneità si incontrano: il libro dei Salmi risalente al XIV secolo a.C. - testo contenuto nella Tanakh ebraica, nella Bibbia cristiana e nel Zabur islamico. Programma: Betzet Istrael (Salmo 114- Tradizione Ebraica)In Exitu Israel. Salmo (Oriola, Ms 871 Montecassino- Trad. Cristiana)Sicut Pratum Picturatum (Anonimo XIII Sec., Ms Reims “Cantorino”, Assisi)Lecha Dodi (Trad. Ebraica, Ferrara)O Salutaris Hostia (Ms 871 Montecassino- Trad. Cristiana)Kol Berue' (Anonimo Tradizionale)Salutiam Divotamente (Laudario di Gualdo Tadino, XV Sec. Anonimo)Min Hamezar (Anonimo Trad. Ebraica)Dixit Dominus Domino Meo. Salmo (Anonimo, Ms 871 Montecassino)Confitebor Tibi Domine. Salmo (Anonimo, Ms 871 Montecassino)Al Naharot Bavel, Salmo 137 (Trad. Ebraica)Dixit Dominus Domino Meo. Salmo (Anonimo, Ms 871 Montecassino)Azzamer (Trad. Ebraica)Adoramus Te (Ms Montecassino, Anonimo XV Sec) Anonima Frottolisti nasce nel 2008 ad Assisi dal risultato dell’incontro di musicisti provenienti da esperienze musicali e di studio internazionali, collaboratori di alcuni tra i più noti ensemble di musica antica europei. Alla base del progetto musicale c’è la riscoperta del repertorio composto tra XV e XVI secolo, l’Umanesimo musicale. Accanto allo studio filologico di questa fase storica, Anonima affronta il repertorio medievale e rinascimentale. La prassi e la ricerca di Anonima Frottolisti è caratterizzata dall’utilizzo di partiture originali, dallo studio paleografico e storico-musicologico, nella consapevolezza del valore della scrittura e della teoria dell’epoca, cercando di esaltare al massimo l’arte compositiva pervenuta sino ai nostri giorni. L’ensemble si occupa, visti i presupposti , della ricerca e della codificazione del materiale originale ed inedito. www.anonimafrottolisti.it Enrico Fink è di ritorno dalla sua terza tournée canadese e da una lunga stagione teatrale in cui ha diretto l’Orchestra Multietnica di Arezzo su sue composizioni originali per il nuovo spettacolo scritto da Stefano Massini e interpretato da Ottavia Piccolo. Nella sua recente quinta tournée americana ha presentato a New York e in Canada, insieme al trombettista Frank London (dei Klezmatics), il suo ultimo programma e lavoro di prossima pubblicazione, dedicato alla tradizione musicale ebraica italiana e un libro sullo stesso tema di prossima uscita per il Primo Levi Center proprio a New York. Il recente “Fuori dal Pozzo”, uscito per Materiali Sonori, ha avuto un sorprendente successo in ambito anche esterno a quello della world music o della musica ebraica. Ha all’attivo produzioni e incisioni che vanno dal jazz alla musica contemporanea, dalla musica di strada alla musica sacra; si è esibito come flautista, cantante, attore e direttore sui palchi più diversi, dal Festival di Sanremo al Quirinale, dalle discoteche a festival internazionali di musica classica, dal marciapiede ai maggiori teatri di prosa. Compone abitualmente per il teatro musicale e si è esibito in tutte le principali piazze italiane, festival, teatri, sale da concerto. Negli ultimi anni è molto intensa la sua attività anche fuori dall’Italia. Negli ultimi anni è particolarmente impegnato nella rivisitazione in chiave contemporanea e jazzistica del repertorio ebraico italiano. Collaborando con il gruppo di musica rinascimentale Ensemble Lucidarium ha studiato autori ebrei del rinascimento italiano che vanno da Elias Bachur Levita a Mordechai Dato, Joseph Sarfatti, Shmuel Archivolti, presentando numerosi programmi in festival, università e istituzioni di tutto il mondo. www.enricofink.com http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97331 Thu, 14 Mar 2019 Thu, 14 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/03_intorno_ai_salmi.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Mozart | In viaggio verso Parigi Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97520 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofest_1_2.png' /></p> Bologna festival 2019la musica intorno a te Carteggi musicali Mozart | In viaggio verso Parigi commenti ed esecuzioni al pianoforte di Giorgio Pestelli Le Lettere degli anni 1777-1778 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97520 Wed, 13 Mar 2019 Wed, 13 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofest_1_2.png 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Donne famose: la storia al femminile Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97032 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/certosa_opere_12_1_1.jpg' /></p> Cornelia De Rossi, Brigida Tanari, Letizia Murat Pepoli, Clotilde Tambroni: sono donne che hanno fatto la storia al fianco dei propri mariti, ispirando ed educando i figli agli alti valori della libertà, animando il panorama culturale della città. Durante questa visita guidata ne riscopriremo le vicende personali e il loro ruolo nella storia felsinea. A cura di Didasco. Prenotazione obbligatoria al numero 3481431230 (pom - sera). Ritrovo ore 15 all'ingresso del Cimitero, Via della Certosa 18 (cortile chiesa). Didasco chiede un contributo di 10€, 2€ devoluti per la Certosa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97032 Sun, 10 Mar 2019 Sun, 10 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/certosa_opere_12_1_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Nei panni di un antico etrusco Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95864 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/villa_31b_4.jpg' /></p> Laboratorio per bambini 8-11 anni, a cura degli archeologi della società Aster Visita alla sezione dell'abitato villanoviano per conoscere tutte le attività quotidiane svolte dai nostri antenati nell'età del Ferro: potremo toccare manufatti e repliche di vasellame, utensili e gioielli dell'epoca e proveremo anche la tessitura al telaio verticale. In laboratorio poi scopriremo quanta abilità era necessaria per realizzare un piccolo manufatto intrecciando fili di lana che porteremo con noi come ricordo.   Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l'iniziativa (NB: Le iscrizioni pervenute prima di tale data non saranno considerate valide) ISCRIVITI QUI dal 4 marzo http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95864 Sun, 10 Mar 2019 Sun, 10 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/villa_31b_4.jpg 47749 Museo Archeologico Via dell'Archiginnasio, 2, 40124, Bologna Antonio Salieri. La carriera di un musicista fra storia e leggenda Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97493 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/antoniosalierilacarrieradiunmusicistafrastoriaeleggenda.jpg' /></p> I tesori della musica: incontri, studi e novità discografiche Antonio Salieri. La carriera di un musicista fra storia e leggendapresentazione del volume di Francesco Passadorecon Piero Mioli Nel mare magnum di una sterminata bibliografia, questo si presenta semplicemente come un libro che col linguaggio della grande comunicazione e al tempo stesso con il rigore scientifico della più seria ricerca musicologica, cerca di fare il punto attuale sulla figura di Antonio Salieri, grande direttore e compositore di corte a Vienna fra Sette e Ottocento, icona riconosciuta ed autorevole della propria epoca, personaggio di enorme caratura culturale ma figura storica indebitamente e immeritatamente sottovalutata da molti... http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97493 Sun, 10 Mar 2019 Sun, 10 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/antoniosalierilacarrieradiunmusicistafrastoriaeleggenda.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Le antichità egiziane e mesopotamiche di Mantova: un progetto condiviso Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95875 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img_20150131_162804_1_1.jpg' /></p> Conferenza con Stefano Benetti, Musei Civici di Mantova, Paola Giovetti e Daniela Picchi, Museo Civico Archeologico di Bologna   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95875 Sat, 09 Mar 2019 Sat, 09 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img_20150131_162804_1_1.jpg 48349 Sala Risorgimento La musica dei dove Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97295 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img_1839_mod.jpg' /></p> La musica dei dovelaboratorio suono-movimento per bambini da 3 a 5 anni e genitori ideato e condotto da Chiara Castaldini e Marina Maffioliin collaborazione con Associazione Formati Sensibili Un laboratorio che riguarda il fare, l’ascoltare, il giocare, il disegnare - bambini e genitori insieme - vivendo a due il piacere di creare attraverso la musica e il movimento. I piccoli partecipanti, insieme agli adulti, vengono condotti a entrare in ascolto della musica e di suoni appartenenti a un luogo (sulla terra, nel cielo, dentro il mare), sollecitati a giocare a contatto con l'altro o con degli oggetti, ad ascoltare al di là delle parole.È richiesto abbigliamento e scarpe comode http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97295 Sat, 09 Mar 2019 Sat, 09 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/img_1839_mod.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna I libri di Franchino Gaffurio Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97473 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dipartiunibo_1.jpg' /></p> Ri-creazioni II le collezioni musicali raccontatea cura di Associazione Athena Musica - Alma Mater Università di Bologna I libri di Franchino Gaffuriocon Paolo Vittorelli Il Museo della Musica conserva testimoni importantissimi dell’attività teorica del trattatista e compositore (e sacerdote) Franchino Gaffurio (1451-1522): tra gli altri, l’esemplare della Musica practica di Bartolomé Ramos De Pareja del 1482 che il Maestro di cappella di San Petronio Giovanni Spataro prestò a Gaffurio e riebbe pieno di glosse e scritte ai margini (cosa che fu forse all’origine del loro bellicoso rapporto).   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97473 Sat, 09 Mar 2019 Sat, 09 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dipartiunibo_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musicali si cresce: suono, corpo e voce...in relazione! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97555 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/musicali_si_cresce_come_suonano_i_sogni_0055.jpg' /></p> Musicali si cresce: suono, corpo e voce...in relazione!laboratorio per bambini da 0 a 36 mesi e genitori con Margherita Valtorta e Luca Bernard Musicali si cresce nasce con lo scopo di offrire al bambino e ai suoi genitori un’esperienza unica da vivere insieme, attraverso la quale i piccoli possano scoprire le proprie possibilità espressive sonoro-musicali in un ambiente musicale ricco di stimoli e di varietà di suoni, ritmi, voci, giochi e colori, di sviluppare le proprie attitudini musicali e di fare della musica un mezzo per esprimersi e comunicare. Si consiglia a grandi e piccini di indossare calzini antiscivolo e vestiti comodi. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97555 Sat, 09 Mar 2019 Sat, 09 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/musicali_si_cresce_come_suonano_i_sogni_0055.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna No, Oreste, No! Diari da un archivio impossibile Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97425 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/gruppo_oreste.jpg' /></p> Oreste non era un collettivo, non era un sindacato ma, come spesso hanno ribadito i suoi ideatori, era “un insieme variabile di persone”, di artisti che si sono scelti e trovati per un determinato tempo per condividere una certa maniera di vedere il mondo. Il progetto Oreste non produceva opere e non faceva mostre, creava piuttosto spazi di relazione, di libertà e operatività. Cosa resta oggi di Oreste? La Project Room del MAMbo, così come allora, si trasforma in uno spazio di relazioni. L’esposizione ha come fulcro i materiali che hanno riguardato la vita e la storia di Oreste: gli artisti con le loro vite e le loro ricerche e l’archivio composto da materiale audio-video e cartaceo. Di ogni momento si esporranno testi, fotografie, libri, cataloghi e riviste per ricostruire il grande network che l’invisibile Oreste, in pochi anni, ha intrecciato con il mondo dell’arte. Mostra a cura di Serena Carbone. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97425 Fri, 08 Mar 2019 Fri, 08 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/gruppo_oreste.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna La musica al femminile: Clara Schumann nata Wieck Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97523 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/7_marzoclara_schumann1.jpg' /></p> Con Maria Chiara Mazzi. 1819-2019: nel bicentenario della nascita, una riflessione sulla vita e sull’arte di un’artista ugualmente celebre nell’Ottocento come pianista, come compositrice, come didatta e come critico musicale, ma la cui fama è stata oscurata per troppo tempo da quella di un altrettanto celebre marito. Primo appuntamento di un ciclo di incontri "Essere donna, essere artista, essere mito". Le relazioni di genere nella musica, nell’arte e nella letteratura tra Ottocento e primo Novecento. 7 e 29 marzo; 4, 11 e 19 aprile, 24 maggio. Museo civico del Risorgimento, piazza Carducci 5. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione Info museorisorgimento@comune.bologna.it 051225583   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97523 Thu, 07 Mar 2019 Thu, 07 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/7_marzoclara_schumann1.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Wagner | La mia vita Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97519 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofest_1_1.png' /></p> Bologna festival 2019la musica intorno a te Carteggi musicali Wagner | La mia vita commenti ed esecuzioni al pianoforte di Giuseppe Modugno Gli scritti wagneriani tra musica, letteratura e filosofia http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97519 Wed, 06 Mar 2019 Wed, 06 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofest_1_1.png 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna VIAGGIO IN GIAPPONE | Visita guidata alla mostra “Hokusai Hiroshige. Oltre l’onda” Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96374 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/banner_coordpubblico_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg' /></p> Visita guidata alla mostra a cura dei Servizi educativi Istituzione Bologna Musei Durata 1 e 15’ Costo: ingresso in mostra (vedi tariffario: riduzione 6-17 anni e famiglia) + costo visita guidata €4.   Prenotazione obbligatoria al 051 6496627 mamboedu@comune.bologna.it La visita parte con un minimo di 6 partecipanti. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96374 Sun, 03 Mar 2019 Sun, 03 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/banner_coordpubblico_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg 48645 Sala Mostre Eastward Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97330 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/foto_tsuchiya.jpg' /></p> Musae migrantes i viaggi della musica Eastwardclassica verso oriente Duo Wanami/Tsuchiya in concertTakayoshi Wanami violino, Mineko Tsuchiya piano Le musiche di Mozart, Debussy e Strauss per un programma alla scoperta delle radici comuni e i legami sorprendenti tra oriente e occidente e tra musica colta e popolare, eseguite dal celeberrimo violinista giapponese non vedente Takayoshi Wanami in visita a Bologna nel suo tour europeo. programma: Wolfgang Amadeus Mozart (1756 - 1791)Sonata per violino e pianoforte n.18 in sol maggiore, K.301Allegro con spiritoAllegro Claude Debussy (1862 - 1918)Sonata n.3 in sol minore per violino e pianoforteAllegro vivoIntermède: Fantasque et légerFinale: Très animé Richard Strauss (1864 - 1949)Sonata in mi bemolle maggiore per violino e pianoforte, op.18Allegro, ma non troppo Improvisation, Andante cantabile Finale Andante - Allegro Takayoshi Wanami ha vinto il primo premio alla Japan Music Competition nel 1962 e nell’anno seguente ha fatto il suo debutto come solista, all’età di 18 anni, con la Japan Philarmonic Orchestra. Si è quindi perfezionato in Europa, studiando con Joseph Szigeti, David Oistrakh, Sandor Vegh, e con Riccardo Bregola e Sergio Lorenzi all’Accademia Chigiana. Dopo aver vinto premi al Concours International Long-Thibaud e alla Carl Flesh International Violin Competition, e aver debuttato con successo a Berlino e Londra nel 1969, si è regolarmente esibito nelle più importanti città europee, suonando anche negli Stati Uniti, in Medio Oriente e in Asia. Il M.° Wanami è stato più volte invitato a suonare con prestigiose orchestra come la Leipzig Gewandhaus, la London Philarmonic, la City of Birmingham Symphony, l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino e la NHK Symphony a Tokyo. In Giappone, la serie annuali di concerti “ Christmas Bach Series” e i “ Takayoshi Wanami Afternoon Concert talk &amp; play” registrano sempre grande successo di pubblico a Tokyo. E' membro della Saito-Kinen Orchestra e insegna alla Toho-gakuen School of Music. Nel 2015, in occasione del suo 70°compleanno, ha eseguito il concerto per violino di Ludwig van Beethoven in presenza dell’Imperatrice Michiko. Nel 2017, in occasione del 25° anniversario della “Christmas Bach Series” ha eseguito Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi e due dei concerti per violin di Johann Sebastian Bach. Tra le sue più recenti esibizioni, nel febbraio 2019 ha eseguito a Tokyo il concerto per violino di Johannes Brahms con la “Philarmonic Ensemble Orchestra”. Per il suo contributo eccezionale alla musica classica in Giappone, il M.° Wanami ha ricevuto il premio Mobile Music Award nel 1993, il Suntory Music Award nel 1995, la Medaglia con Nastro Porpora nel 2005 ed é stato insignito dell’ Order of the Rising Sun, Gold Rays with Rosette dal Governo giapponese nel 2015. Mineko Tsuchya ha studiato pianoforte con il M° Susumu Nagai, perfezionandosi in seguito con i Maestri Carl Seemann, Helmut Barth e Gyorgy Sebok. Si è diplomata alla Tokyo National University of Fine Arts and Music dove ha ricevuto il premio Kreutzer nel 1971, e in Germania alla Hochschule fuer Musik di Friburgo ricevendo il Diploma d’Onore. Ritenuta una delle migliori interpreti giappponesi del repertorio pianistico da camera e nel ruolo di pianista accompagnatore, si è esibita in numerosi concerti in tutto il Giappone con svariati strumentisti. Come solista appare regolarmente a Tokyo ed in tutto il Giappone. Il suo CD con brani per piano di Robert Schumann è stato pubblicato nel 2010. Dal 1999 tiene ogni anno un seminario di musica pianistica da camera nella prefettura di Yamanashi, e fino al 2017 è stata docente nelle classi di musica da camera alla University of Arts di Okinawa. Il M° Wanami e la Signora Tsuchiya hanno iniziato a eseguire concerti in duo nel 1980, esibendosi da allora con grande successo in numerosi recitals che li hanno portati in tutto mondo, da Tokyo, a Londra, a Parigi e a Berlino. I loro concerti sono stati trasmessi dalle reti radiofoniche NHK, BBC, Radio France, dalla Radio svizzera DRS, dalla tedesca Sudwest-rundfunk e dalla Radio Nazionale ungherese. Hanno registrato insieme svariati CD, incidendo tutte le sonate per piano e violino di Ludwig van Beethoven, la Sonata in la maggiore di Cesar Franck, le 3 Sonate di Johannes Brahms e le 2 Sonate di Sergei Prokofiev. Dal 2009 hanno anche tenuto vari concerti in trio con il violoncellista Ko Iwasaki; il loro primo CD, con musiche di Robert Schumann, Johannes Brahms e Claude Debussy è stato registrato nel 2017. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97330 Sun, 03 Mar 2019 Sun, 03 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/foto_tsuchiya.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La tessitura in Assiria: produzione, consumo e valenze simboliche dei tessil Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95992 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/copia_di_senza_titolo.jpg' /></p> Confenza con Salvatore Gaspa, Ruprecht-Karls-Universität Heidelberg http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95992 Sat, 02 Mar 2019 Sat, 02 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/copia_di_senza_titolo.jpg 48349 Sala Risorgimento VIAGGIO IN GIAPPONE | Visita guidata alla mostra “Hokusai Hiroshige. Oltre l’onda” Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96373 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/banner_coordpubblico_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg' /></p> Visita guidata alla mostra a cura dei Servizi educativi Istituzione Bologna Musei Durata 1 e 15’ Costo: ingresso in mostra (vedi tariffario: riduzione 6-17 anni e famiglia) + costo visita guidata €4.   Prenotazione obbligatoria al 051 6496627 mamboedu@comune.bologna.it La visita parte con un minimo di 6 partecipanti. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96373 Sat, 02 Mar 2019 Sat, 02 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/banner_coordpubblico_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg 48645 Sala Mostre La scienza curiosa Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97570 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/superlab_2_2_1_2_1_1_1_1_1.jpg' /></p> Sabato 2 Marzo 2019 alle ore 16:00, il Museo del Patrimonio Industriale propone su prenotazione l'attività La scienza curiosa dedicata ai bambini dai 6 ai 10 anni.Giochi ed esperimenti per capire semplici principi scientifici in un curioso viaggio di scoperta ed approfondimento di alcune leggi della fisica, della meccanica e dell’ottica. I ragazzi, protagonisti in prima persona come piccoli scienziati, assisteranno ad alcuni esperimenti spettacolari, ribattezzati con nomi simpatici e divertenti: “la pila con le mani”, “il palombaro”, “la danza dei forzati”.Attraverso queste ed altre insolite esperienze, il percorso si propone di fornire informazioni e curiosità sul mondo che ci circonda, coinvolgendo i ragazzi nell'attività con semplici prove e stimolando in loro la voglia di conoscere e capire.Il laboratorio costa 5 euro mentre l’ingresso al Museo è gratuito per i ragazzi e un accompagnatore. L’ingresso al Museo è – per tutti gli altri – a pagamento (5-3 euro).Per informazioni e prenotazione (obbligatoria e da effettuarsi entro venerdì 1° Marzo alle ore 13:00): telefono 051.6356611 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97570 Sat, 02 Mar 2019 Sat, 02 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/superlab_2_2_1_2_1_1_1_1_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Mamamusica ensemble in trasferta Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97299 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/due_0521_1_1.jpg' /></p> VISIONI DI FUTURO, VISIONI DI TEATRO... Festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia XV edizione, dal 22 febbraio al 3 marzo 2019 Teatro Testoni RagazziConcerto disturbato del Mamusica ensembleun progetto del Museo della musicain collaborazione con Associazione Musica e nuvole con Chiara Bartolotta (conduzione, voce e piano), Luca Bernard (voce e contrabbasso), Linda Tesauro (voce), Rocco Casino Papia (chitarre e percussioni), Carlo Maver (flauto e bandoneon), Roberto Rossi (batteria e percussioni) Il Museo della musica rinnova anche per il 2019 la collaborazione con La Baracca-Testoni partecipando con il Mamamusica ensmble e il concerto disturbato al festival Visioni di futuro, Visioni di teatro che propone dieci giorni di appuntamenti con compagnie provenienti da Europa, Africa, Asia e America, per guardare e conoscere le arti performative per la prima infanzia, per riflettere, confrontarsi e praticare il rapporto fra arte ed educazione, con conferenze e incontri in collaborazione con partner di rilievo nazionale e internazionale.http://www.testoniragazzi.it http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97299 Sat, 02 Mar 2019 Sat, 02 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/due_0521_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Quando i musicisti si sfidano Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97470 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dipartiunibo.jpg' /></p> Ri-creazioni II le collezioni musicali raccontatea cura di Associazione Athena Musica - Alma Mater Università di Bologna Quando i musicisti si sfidanocon Massimo Privitera La conferenza passa in rassegna libri e documenti (a stampa e manoscritti) conservati nel Museo che permettono di ricostruire “disfide” fra musicisti: Achille Falcone vs Sebastian Raval; Maurizio Cazzati vs Giulio Cesare Arresti; Arcangelo Corelli vs Giovanni Paolo Colonna; Benedetto Marcello vs Antonio Lotti. Ne viene fuori un interessante affresco dei rapporti e delle rivalità professionali, e della vita musicale nell’Italia d’ancien régime tra Cinquecento e Settecento. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97470 Sat, 02 Mar 2019 Sat, 02 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dipartiunibo.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Palazzo Davia Bargellini: una dimora riscoperta Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/95411 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/visite_palazzo_davia_bargellini_7.jpg' /></p> Il Palazzo Davia Bargellini, uno degli esempi più significativi di architettura barocca bolognese, è tornato al suo splendore grazie ad un restauro integralmente eseguito dalla Fondazione 'Opera Pia Da Via Bargellini', proprietaria dell'intero edificio. In occasione della progettazione dei recenti restauri al piano nobile del palazzo, è emerso come l'adattamento dell'edificio a fini scolastici avesse comportato importanti modificazioni all'assetto distributivo delle stanze. Eliminate numerose sovrastrutture, è tornato alla luce il salone con l'affaccio su Piazza Aldrovandi. Venerdì 1 marzo Ilaria Negretti (Senza Titolo srl), accompagnerà i visitatori alla scoperta del palazzo e ai dipinti del XVII secolo, restaurati e ricollocati nel salone del piano nobile. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/95411 Fri, 01 Mar 2019 Fri, 01 Mar 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/visite_palazzo_davia_bargellini_7.jpg 53174 Museo Davia Bargellini La musica e il metodo Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97492 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/ass_italo_ungherese.jpg' /></p> I tesori della musica: incontri, studi e novità discografiche La musica e il metodoconferenza-concerto sul musicista ungherese Zoltán Kodályin collaborazione con Consolato d’Ungheria della Regione Emilia Romagna, Associazione culturale Italo-ungherese, Bologna Città della Musica UNESCO con Lilla Gabor (Istituto Kodály di Budapest), Maria Elena Mazzella (Conservatorio di Piacenza), Susanna Rozsnyoi (Università di Bologna)interventi musicali di Fanny Fogel (soprano) con il quartetto KODALY, Angelica Strano (violino), Istvan Batori (pianoforte) Zoltán Kodály fu un compositore ed etnomusicologo ungherese, famoso soprattutto per aver coniato il cosiddetto “metodo Kodály”, volto alla conservazione e preservazione della musica folkloristica, che è stato stato inserito tra i patrimoni orali e immateriali dell’UNESCO. Insieme a Béla Bartók, Kodály viene considerato uno dei nomi più importanti della musica ungherese del XX secolo. Interessato alle melodie arcaiche ungheresi tramandate oralmente diventò pioniere dell’etnomusicologia: visitò diversi villaggi ungheresi nelle aree più remote con lo scopo di raccogliere più informazioni e più canzoni possibili e trasformò questa enorme e minuziosa ricerca nella sua tesi di laurea nel 1906. Il suo metodo di insegnamento prevede l’esposizione alla musica folkloristica sin dalla tenera età, per educare e abituare l’orecchio infantile a determinati suoni. Il suo scopo era di “insegnare musica a scuola in modo tale che non sia una tortura per gli studenti, ma una gioia. Provocare in loro una sete di conoscenza musicale, che durerà per tutta la vita.” http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97492 Thu, 28 Feb 2019 Thu, 28 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/ass_italo_ungherese.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Debussy | Monsieur Croche Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97518 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofest_1.png' /></p> Bologna festival 2019la musica intorno a te Carteggi musicali Debussy | Monsieur Croche commenti di Enzo Restagnoesecuzioni al pianoforte di Francesco Granata Tutti gli scritti critici di Claude Debussy. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97518 Wed, 27 Feb 2019 Wed, 27 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofest_1.png 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Amore e Morte in Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97031 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0amoremorte_1.jpg' /></p> "Celeste è questa corrispondenza d'amorosi sensi" diceva Foscolo. La morte non è, tante volte, la fine di una storia d'amore che prosegue nel cuore di chi è rimasto in vita. A raccontarci i loro sentimenti, le loro storie appassionate, i loro tradimenti e le loro speranze saranno proprio i nostri antenati che riposano alla Certosa. A cura di Didasco. Prenotazione obbligatoria al numero 3481431230 (pom - sera). Ritrovo ore 10.30 all'ingresso del Cimitero, Via della Certosa 18 (cortile chiesa). Didasco chiede un contributo di 10€, 2€ devoluti per la Certosa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/97031 Sun, 24 Feb 2019 Sun, 24 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0amoremorte_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Trucchi e magie nell’antico Egitto Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95863 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/27_eg_1814_6.jpg' /></p> Laboratorio per ragazzi  dagli 8 agli 11 anni, a cura degli archeologi della società ASTER Bambini e bambine saranno invitati a truccarsi seguendo le pratiche egiziane e osserveranno poi insieme all'operatore i rilievi e i reperti del Museo: scopriremo così che nell’antico Egitto non erano solo le donne a truccarsi e a indossare parrucche!   5 euro a ragazzo, gratuito per un accompagnatore adulto. Max 20 partecipanti. Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l'iniziativa Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l'iniziativa (NB: Le iscrizioni pervenute prima di tale data non saranno considerate valide) ISCRIVITI QUI dal 18 febbraio   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95863 Sun, 24 Feb 2019 Sun, 24 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/27_eg_1814_6.jpg 47835 Collezione egiziana Visita guidata al Museo Morandi, la Collezione Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97558 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_mambo_museo_morandi_veduta_allestimento_foto_matteo_monti_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg' /></p> L'allestimento ripercorre le diverse fasi della vicenda artistica di Giorgio Morandi, proponendo anche accostamenti tra i suoi lavori e quelli di altri autori contemporanei. Il percorso, recentemente rinnovato, include anche una sezione specificamente dedicata all'Incisione. Prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (mercoledì dalle 10 alle 17 e giovedì dalle 13 alle 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97558 Sun, 24 Feb 2019 Sun, 24 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_mambo_museo_morandi_veduta_allestimento_foto_matteo_monti_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg 76460 Museo Morandi Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Goran Trbuljak. Before and After Retrospective Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97560 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_trbuljak.jpg' /></p> Visita guidata alla mostra "Goran Trbuljak. Before and After Retrospective" a cura del Dipartimento educativo MAMbo. Prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (mercoledì dalle 10 alle 17 e giovedì dalle 13 alle 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97560 Sun, 24 Feb 2019 Sun, 24 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_trbuljak.jpg 36185 Villa delle Rose Via Saragozza, 228/230 40135 Bologna Lodi per ogni ora. I corali francescani provenienti dalla Basilica di San Francesco Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/96173 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/corali_4.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra: Lodi per ogni ora. I corali francescani provenienti dalla Basilica di San Francesco, visita guidata a cura di Giacomo Alberto Calogero (Senza Titolo Srl) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/96173 Sun, 24 Feb 2019 Sun, 24 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/corali_4.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna L'anima e il corpo. Immagini del sacro e del profano tra Medioevo ed Età Moderna Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/96686 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/anima__corpo1.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra L'anima e il corpo. Immagini del sacro e del profano tra Medioevo ed Età Moderna, visita guidata a cura di Ilaria Negretti (Senza Titolo srl) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/96686 Sun, 24 Feb 2019 Sun, 24 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/anima__corpo1.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna Sapori in scatola Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97568 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/08def_1_1_1.jpg' /></p> Domenica 24 Febbraio 2019 alle ore 16:00, il Museo del Patrimonio Industriale propone una visita guidata su prenotazione dedicata ai: “Sapori in scatola”. Tra XIX e XX secolo i processi di industrializzazione modificano le abitudini alimentari dei bolognesi, mentre nuove tecnologie consentono la diffusione di prodotti prima riservati solo a una stretta cerchia. È il caso della mortadella, per secoli prodotto di lusso, che – grazie a diverse innovazioni brevettate – viene lavorata e inscatolata con costi contenuti e spedita in grandi quantità all’estero. Altre aziende cittadine recepiscono le novità tecnologiche come la Zamboni che dal 1910 costruisce macchine da pasta in grado di produrre e confezionare le prelibatezze locali come i tortellini. Negli stessi anni la Majani, tra le prime aziende bolognesi ad acquistare una macchina a vapore, inventa il goloso cremino “FIAT”. Nel 1927 l'A.C.M.A. produce la prima macchina per dosare e impacchettare l'idrolitina, mentre Bruto Carpigiani, più tardi, disegna un'innovativa macchina da gelato che impone l'azienda sul mercato internazionale.Gli anni del boom economico vedono l'industria bolognese concentrarsi sul meccanopackaging alimentare, prime fra tutte ACMA e G.D (dolciumi e cioccolata), Corazza (dadi da brodo), IMA (tè e tisane), che con macchine sempre più veloci, precise e igieniche danno vita ad un distretto industriale moderno e flessibile, basato su continui processi di innovazione tecnologica delle macchine. Visita guidata gratuita con biglietto del Museo (5-3 euro).Per informazioni e prenotazione (obbligatoria e da effettuarsi entro venerdì 22 Febbraio alle ore 13:00): telefono 051.6356611. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97568 Sun, 24 Feb 2019 Sun, 24 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/08def_1_1_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Mamamusica SPECIAL Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97294 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/copertina_mamabook_colori.jpg' /></p> Mamamusica SPECIALUna festa e un momento di condivisione per "celebrare" insieme l’uscita della pubblicazione Mamamusica immersioni sonore per piccole e grandi orecchie. ore 10 &gt; presentazione del volume e proiezione del video Mamamusica immersioni sonore per piccole e grandi orecchie dedicata a genitori, educatori della prima infanzia, musicisti, insegnanti di musica ore 11.15 e ore 12 &gt; Mamamusica: concertini disturbaticon Chiara Bartolotta (conduzione, voce e piano), Luca Bernard (voce e contrabbasso), Linda Tesauro (voce), Roberto "Red" Rossi (batteria e percussioni) Nel laboratorio 1 al piano terra sarà allestito uno spazio baby friendly in cui sarà proiettato il video di Mamamusica immersioni sonore per piccole e grandi orecchie. NB: gli educatori della prima infanzia, musicisti, insegnanti di musica interessati possono assistere ai concertini disturbati previa prenotazione on line (link in fondo alla pagina). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97294 Sun, 24 Feb 2019 Sun, 24 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/copertina_mamabook_colori.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Berardo Berardi artista di canto (1878-1918) Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97491 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/9186415_3492333.jpg' /></p> I tesori della musica: incontri, studi e novità discografiche Berardo Berardi artista di canto (1878-1918) presentazione del volume di Roberta Niccacci Un importante e accurato lavoro di ricerca su Berardo Berardi, cantante di origine umbra che ha scritto alcune tra le pagine più belle e significative della storia della lirica italiana: con oltre trecento apparizioni, senza contare le repliche, a cavallo tra l‘800 e il ‘900 il suo nome è risuonato nei teatri più prestigiosi italiani e stranieri fino a sconfinare più volte nelle Americhe, in Turchia e con molta probabilità in Russia. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97491 Sun, 24 Feb 2019 Sun, 24 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/9186415_3492333.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna I ricordi di Nonna Stellina Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97567 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/nonna_stellina_3.jpg' /></p> Sabato 23 Febbraio 2019 alle ore 16:00, il Museo propone l'attività laboratoriale su prenotazione I ricordi di nonna Stellina, dedicata ai bambini dai 4 ai 6 anni.Nonna Stellina è ormai molto vecchia e un po' smemorata: per poter riordinare gli eventi della sua vita e costruire un proprio “album dei ricordi” ha bisogno di un po' di aiuto.Ecco allora che, con giochi divertenti, semplici esperimenti e prove, alcuni simpatici personaggi (l'affascinante Cometa, il buffo Asteroide e il curioso Satellite Artificiale) dovranno aiutarla a ripercorrere la storia della sua lunghissima vita: da quando era nella culla della sua nube molecolare, agli anni della giovinezza come una splendente stella gialla, fino alla tarda maturità come gigante rossa e alla placida vecchiaia circondata dalla sua nebulosa planetaria.Il laboratorio costa 5 euro mentre l’ingresso al Museo è gratuito per i ragazzi e un accompagnatore. L’ingresso al Museo è – per tutti gli altri – a pagamento (5-3 euro).Per informazioni e prenotazione (obbligatoria e da effettuarsi entro venerdì 22 Febbraio alle ore 13:00): telefono 051.6356611 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97567 Sat, 23 Feb 2019 Sat, 23 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/nonna_stellina_3.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Palazzo Pallavicini a Bologna. Una reggia per un principe Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97490 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/9125739_3438831.jpg' /></p> I tesori della musica: incontri, studi e novità discografiche Palazzo Pallavicini a Bologna. Una reggia per un principe presentazione del volume di Elisabetta Landicon Piero Mioli ed Eugenio Riccomini La riapertura del Palazzo Pallavicini di via San Felice, proprietà della Pallavicini srl, ha restituito a Bologna un’importante pagina di storia e di vita artistica e musicale. Nel monumentale edificio che fu dei senatori Bolognetti Alamandini, infatti, arrivò nel 1765 il conte Gian Luca Pallavicini, il maresciallo che ospitò Mozart durante il suo gran tour a Bologna. Ministro plenipotenziario e vicerè di Milano, amico di padre Martini invitò musicisti mitteleuropei per allietare gli incontri che avevano luogo nel palazzo (ospite fisso il Farinelli), che divenne un centro della diplomazia internazionale. Un evento fu proprio il concerto che il giovanissimo Mozart tenne la sera del 26 marzo 1770 alla presenza della migliore aristocrazia locale e di esponenti illustri della corte viennese. Il concerto durò dalle sette e mezza alle undici e mezza perché “nessuno se ne voleva andare” (come scriveva il giorno dopo Leopold alla moglie). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97490 Sat, 23 Feb 2019 Sat, 23 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/9125739_3438831.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna William Hogarth. Un ritratto in visita dal museo di Belle Arti di Gand Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97379 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/hogart.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra William Hogarth. Un ritratto in visita dal museo di Belle Arti di Gand, visita guidata a cura di Alberto Giacomo calogero (Senza titolo srl) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97379 Fri, 22 Feb 2019 Fri, 22 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/hogart.jpg 53174 Museo Davia Bargellini Sulla via della seta Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97329 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/peyman.jpg' /></p> Musae migrantes - i viaggi della musica Sulla via della setamusiche migranti tra oriente ed occidentenell’ambito di Terre promesse. Migrazioni e appartenenzefestival promosso da Specialmente in biblioteca - rete delle biblioteche specializzate di Bologna Pejman Tadayon ensemblePejman Tadayon oud, ney, cantoBarbara Eramo canto, percussioniLuigi Polsini viola da gamba, viellaMassimiliano Barbaliscia santur Pejman Tadayon, musicista e compositore persiano, uno dei più importanti esponenti di musica persiana e sufi in italia, porta in scena un progetto musicale che mette in rapporto le radici comuni tra la musica arabo-persiana e quella medievale italiana ed europea. Al centro del programma un ricco ed inconsueto repertorio che racconta l'incontro e le relazioni tra popoli e viaggiatori attraverso le vie della seta e della storia, indagando le radici comuni e i legami sorprendenti tra la tradizione musicale occidentale e orientale e tra musica colta e popolare: dai canti sufi, persiani e arabi dell’età classica alla musica mediterranea, dai canti della tradizione medievale dei pellegrinaggi europei a quella sefardita ed arabo-andalusa. Un repertorio che approfondisce e racconta l'incontro e le relazioni tra popoli: le melodie viaggiavano, gli strumenti viaggiavano, i ritmi viaggiavano. Pejman Tadayon nasce a Esfahan (Iran) nel 1977.Inizia a studiare il Radif (repertorio antico di musica classica Persiana) e gli strumenti persiani (târ e setâr) in giovane età con i maestri Kamran Keyvan, Mohammed Reza Lotfi e Behrooz Hemmati.Nel 2003 si trasferisce a Firenze, dove studia composizione presso la Scuola di Musica di Fiesole e pittura all’Accademia di Belle Arti. Nel 2005 si trasferisce a Roma, dove studia all’Accademia di Belle Arti e collabora con il gruppo di musica tradizionale persiana Sarawan – Tamburi d’Iran e con diversi musicisti tra i quali Mauro Pagani, Massimo Ranieri, Patty Pravo, Andrea Moricone, Andrea Parodi, Paolo Vivaldi (con cui ha pubblicato l’album Chador).Nel 2006 fonda il gruppo di musica tradizionale persiana Navà.Nel 2008 partecipa come attore e musicista al film L’ultimo Pulcinella opera del M° Maurizio Scaparro con attore protagonista Massimo Ranieri. Nel 2009 collabora di nuovo con il M° Maurizio Scaparro come musicista e attore, portando in scena la commedia teatrale Polvere di Baghdad con Massimo Ranieri e Eleonora Abbagnato.Collabora con Moni Ovadia e l’Esquilino Young Orchestra come insegnante di oud e percussioni.Nel 2015 fonda il Pejman Tadayon ensemble, un progetto dedicato alla spiritualità e al Sufismo e insegna oud, târ e setâr e teoria della musica orientale.Nel 2016 il cd del progetto Cafè Loti, fondato con Stefano Saletti e Nando Citarella, è tra i primi 10 finalisti del Premio Tenco. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97329 Fri, 22 Feb 2019 Fri, 22 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/peyman.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Presentazione di 'music first' di Eva Marisaldi ed Enrico Serotti Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97564 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_music_first.jpg' /></p> Presentazione di music first, raccolta di brani musicali composti ed eseguiti da Enrico Serotti per le opere di Eva Marisaldi (edizione Orbeatize), vinile con inserto di 16 pagine a colori e introduzione di Guido Molinari. I brani raccolti costituiscono un invito ad ascoltare e considerare in modo autonomo gli interventi musicali creati da Enrico Serotti per le opere di Eva Marisaldi. Una volta isolate dal contesto a cui appartengono, le tracce musicali rivelano in modo più chiaro il loro universo sonoro, ma è comunque essenziale considerare come nascono queste composizioni. Gli interventi di Serotti, infatti, partecipano in modi differenti alla struttura dell'opera: a volte viene creata una colonna sonora successivamente alla fase di montaggio del video o dell'animazione, altre volte la musica è protagonista di un'operazione concettuale più ampia. Ne discutono al MAMbo, in un dialogo a tre, Eva Marisaldi, Enrico Serotti e Guido Molinari. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97564 Thu, 21 Feb 2019 Thu, 21 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_music_first.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Musica italiana all'estero Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97255 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/cartolinafronte_web2019_5.jpg' /></p> Il Mercato della Musicaciclo di incontri per raccontare l'impresa musicalea cura di Bologna Città della Musica UNESCO e Comunicamente Musica italiana all'esteroSusanna La Polla incontra Nur al Habash (responsabile dell'ufficio SIAE Italia Music Export) Quali strumenti utilizzare per diffondere un progetto musicale all'estero, e come funziona l'Italia Music Export, il progetto di SIAE per l'internazionalizzazione. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97255 Wed, 20 Feb 2019 Wed, 20 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/cartolinafronte_web2019_5.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Strenna Storica Bolognese Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97579 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/copertinastrenna2018.jpg' /></p> Presentazione dell’ultimo numero della Strenna Storica Bolognese. La rivista giunta nel 2018 al 68° anno e curata dal Comitato per Bologna Storica e Artistica presenta articoli dei migliori studiosi (tra gli altri Fanti, Roli, Benevolo, Cerami, Sinigaglia, Costarelli, Chia) sull’arte e la storia di Bologna dal XV al XX secolo.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97579 Tue, 19 Feb 2019 Tue, 19 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/copertinastrenna2018.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna VIAGGIO IN GIAPPONE | Visita guidata alla mostra “Hokusai Hiroshige. Oltre l’onda” Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96372 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/banner_coordpubblico_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg' /></p> Visita guidata alla mostra a cura dei Servizi educativi Istituzione Bologna Musei Durata 1 e 15’ Costo: ingresso in mostra (vedi tariffario: riduzione 6-17 anni e famiglia) + costo visita guidata €4.   Prenotazione obbligatoria al 051 6496627 mamboedu@comune.bologna.it La visita parte con un minimo di 6 partecipanti. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96372 Sun, 17 Feb 2019 Sun, 17 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/banner_coordpubblico_2_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg 48645 Sala Mostre Visita guidata al Museo per la Memoria di Ustica Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97552 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museo_per_la_memoria_di_ustica_veduta_di_allestimento_foto_di_sandro_capati_4_1_1_1_2_2_1_1_1_1_1_1.jpg' /></p> Una visita al luogo che l'artista francese Christian Boltanski ha creato per la città in ricordo delle vittime della tragedia di Ustica. Un'occasione per riflettere sulla memoria e sull'identità di ciascuno di noi, ripercorrendo le vicende della nostra storia contemporanea. Prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (mercoledì dalle 10 alle 17 e giovedì dalle 13 alle 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97552 Sun, 17 Feb 2019 Sun, 17 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museo_per_la_memoria_di_ustica_veduta_di_allestimento_foto_di_sandro_capati_4_1_1_1_2_2_1_1_1_1_1_1.jpg 36584 Museo per la Memoria di Ustica Via di Saliceto, 3/22 40128 Bologna La Fucina e lo Splendore. Una mostra per il Davia Bargellini Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97360 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/grenci_e_lade_immane_ne_rapi_la_vita_cornici_tessuti_foto_su_carta______________________________cotone_maniglie_bata.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra La fucina e lo splendore. Una mostra per il Davia Bargellini di Domenico Grenci e Giovanni Blanco, visita guidata a cura di Paolo Cova (Senza titolo Srl) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97360 Sun, 17 Feb 2019 Sun, 17 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/grenci_e_lade_immane_ne_rapi_la_vita_cornici_tessuti_foto_su_carta______________________________cotone_maniglie_bata.jpg 53174 Museo Davia Bargellini La pala dell'Osservanza: arte, devozione e potere al tempo dei Bentivoglio Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97359 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bentivoglio_3.jpg' /></p> Nell'ambito di "Impara l'arte...La domenica dei Musei Civici d'Arte Antica", per il ciclo Rinascimento a Bologna, visita guidata dal titolo: La pala dell'Osservanza: arte, devozione e potere al tempo dei Bentivoglio, a cura di Giacomo Alberto Calogero (Senza titolo srl) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97359 Sun, 17 Feb 2019 Sun, 17 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bentivoglio_3.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna Quando Bologna viveva sull'acqua Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97377 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/antica_bologna_4_1_1_3_1.jpg' /></p> Domenica 17 Febbraio 2019 alle ore 16:00, il Museo propone una visita guidata dedicata a: Quando Bologna viveva sull'acqua. Lo studio dei documenti d’archivio e delle fonti iconografiche ha consentito di ricostruire e visualizzare con filmati, postazioni interattive, plastici e modelli funzionanti la storia, ancora per alcuni aspetti sconosciuta, di quando Bologna viveva sull’acqua. Risale, infatti, alla fine del XII secolo la realizzazione di un complesso sistema idraulico artificiale, oggi in gran parte nascosto, composto da chiuse, canali e chiaviche che distribuivano a rete l'acqua in città, consentendo l’uso della risorsa idrica come fonte di energia per il funzionamento di numerosi opifici. Tra questi spicca il mulino da seta “alla bolognese”, espressione tra le più alte di tecnologia preindustriale, utilizzato per la torcitura del filo di seta col quale si poteva ottenere il velo. Tale prodotto, ampiamente commercializzato attraverso il canale Navile e spesso riprodotto nell'iconografia occidentale, rese celebre Bologna in tutta Europa sino alla fine del XVIII secolo. La visita guidata è gratuita mentre l’ingresso al Museo è a pagamento (5-3 euro). Per informazioni e prenotazioni: (obbligatoria e da effettuarsi entro venerdì 15 Febbraio alle ore 13:00): telefono 051.6356611 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97377 Sun, 17 Feb 2019 Sun, 17 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/antica_bologna_4_1_1_3_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Il Mondo Fluttuante oggi Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95845 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/noname_8.jpg' /></p> Conferenza in occasione della mostra Hokusai Hiroshige. Oltre l’onda. Capolavori dal Boston Museum of Fine Arts Con Rossella Menegazzo, Università degli Studi di Milano Con Rossella Menegazzo, Università degli Studi di Milano, curatrice della mostra   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/95845 Sat, 16 Feb 2019 Sat, 16 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/noname_8.jpg 48349 Sala Risorgimento TUTTI IN ONDA | Visita e laboratori per bambini dedicati alla mostra “Hokusai Hiroshige. Oltre l’onda” Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96366 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/banner_coordpubblico_2_1_1_1_1.jpg' /></p> Visita e Laboratorio per bambini da 5 a 11 anni, a cura dei Servizi educativi Istituzione Bologna Musei Mentre i grandi visitano la mostra o partecipano alla conferenza, i piccoli si divertono in compagnia degli operatori del Museo, scoprendo ogni volta nuove immagini, andando a caccia di dettagli e particolari sempre diversi da catturare e rielaborare in laboratorio, realizzando manufatti da portare a casa e collezionare. Costo: ingresso in mostra (vedi tariffario: gratuito minori di 6 anni, riduzione 6-17 anni e famiglia) + costo attività € 5 a bambino Durata: 2 ore Prenotazione obbligatoria al 051 6496627 mamboedu@comune.bologna.it L’attività parte con un minimo di 6 bambini. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/96366 Sat, 16 Feb 2019 Sat, 16 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/banner_coordpubblico_2_1_1_1_1.jpg 48645 Sala Mostre Like teens spirit. Home video Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97553 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_13.png' /></p> Laboratorio per ragazzi da 11 a 15 anni. La mostra VHS+, esposta nella Project Room del MAMbo, diventa il punto di partenza per un percorso dove riflettere e sperimentare il linguaggio video, dall’analogico al digitale, dal materiale al virtuale. In laboratorio, i ragazzi potranno mettersi alla prova realizzando inediti cortometraggi “a bassa fedeltà” tecnologica. Prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (mercoledì dalle 10 alle 17 e giovedì dalle 13 alle 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97553 Sat, 16 Feb 2019 Sat, 16 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_13.png 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna TYPELINE Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97563 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_griffo.jpg' /></p> TYPELINE è una sequenza di 8 video, risultato della selezione dei progetti raccolti attraverso la call internazionale rivolta ad artisti e designer. L'installazione video è dedicata alla tipografia dinamica che fa del movimento e del tempo i suoi assi portanti. Lettere come materia fluida, mutevole e malleabile per trascendere la funzione e dare vita ad operazioni complesse in diverse direzioni, dal gioco alla tecnologia, dall’astrazione all’espressione di un tema politico. L'insieme dei progetti dimostra come la materia quotidiana delle lettere, quasi banale e data per scontata, produca un'ampia varietà di atti, operazioni e mondi, che oscillano tra arte e design. Dalla fusione tra gesto e segno (Yuri Tartari Pucci) alla tecnologia interattiva che, anche in modo ludico, dà vita a nuove interazioni tra macchina e significato (Gianluca Alla, Ivan Miranda e Schultzschultz). Le lettere di Doretta Rinaldi creano un ambiente sinestetico e quelle di Victoria Hanna si fanno corpo, materia e ritmo. Nelle opere minimali di Matteo Moretti e Caroline Sinders è radicata una profonda riflessione politica che si realizza con modalità simmetriche e opposte. Mentre Sinders sceglie come unico elemento il testo per una lettura statica e silenziosa, azzerando il movimento e trasferendolo nella persona che guarda, Moretti in un solo attimo mette in relazione suono, segni, movimento e contenuto portando lo spettatore a riflettere su un tema complesso. TYPELINE è un progetto di Griffo-la grande festa delle lettere, a cura di Roberto Paci Dalò e Dina&amp;Solomon. Produzione Dina&amp;Solomon, Giardini Pensili. In collaborazione con MAMbo e Unirsm Design - Università degli Studi della Repubblica di San Marino.     http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97563 Sat, 16 Feb 2019 Sat, 16 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_griffo.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna I volti del Buddha dal perduto Museo Indiano di Bologna Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97315 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/buddha2_1.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra I volti del Buddha dal perduto Museo Indiano di Bologna visita guidata a cura di Paolo Cova (Senza Titolo srl) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97315 Sat, 16 Feb 2019 Sat, 16 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/buddha2_1.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Robot Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97376 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/robot_5_1_1_1_1.jpg' /></p> Sabato 16 Febbraio 2019 alle ore 16:00 si propone il laboratorio per ragazzi dagli 8 ai 14 anni su prenotazione: Robot.Un affascinante incontro per muovere i primi passi nel mondo della robotica e scoprire, divertendosi, cosa siano in grado di fare i robot e quali siano i loro principali ambiti di utilizzo.Partendo dai primi automi del periodo rinascimentale utilizzati per stupire durante gli spettacoli e passando poi a illustrare gli scrivani meccanici del Settecento, si arriverà a mostrare come droidi e androidi non siano solo personaggi del nostro immaginario ma macchine sofisticate usate oggi per aiutare gli umani in situazioni di pericolo o nella gestione del quotidiano come l'assistenza agli anziani o ai malati tra le corsie di un ospedale.Con semplici esperimenti sarà possibile poi provare quanto sia articolata la programmazione di un automa e lo sviluppo di un programma di istruzioni e di come si sia evoluta la tecnica di spostamento e di deambulazione di queste macchine.L'animazione prevede l'utilizzo di semplici modelli di robot e l'analisi di spezzoni di film di fantascienza e brevi cartoni animati.Il laboratorio costa 5 euro mentre l’ingresso al Museo è gratuito per i ragazzi e un accompagnatore. L’ingresso al Museo è – per tutti gli altri – a pagamento (5-3 euro).Per informazioni e prenotazione (obbligatoria e da effettuarsi entro venerdì 15 Febbraio alle ore 13:00): telefono 051.6356611 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/97376 Sat, 16 Feb 2019 Sat, 16 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/robot_5_1_1_1_1.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Hirundo Maris Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97065 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/hirundo_maris.jpg' /></p> Hirundo MarisArianna Savall, soprano, arpa tripla baroccaPetter Udland Johansen, tenore, cistro, hardingfele Arianna Savall, nata a Basilea in una famiglia di musicisti catalani, si forma in canto, arpa e interpretazione storica con Rolf Lislevand, Andrew Lawrence-King, Hopkinson Smith, con i suoi genitori Montserrat Figueras e Jordi Savall, con Kurt Widmer presso la Schola Cantorum Basiliensis, con Heidrun Rosenzweig. Nel 2002 debutta nel Gran Teatre del Liceu di Barcellona e intraprende una carriera ricca di successo e premiata da numerosi riconoscimenti internazionali (Midem Classical Award, Diapason d'Or). Incide e collabora, oltre che con Hesperion XXI e Capella Reial de Catalunya, con Mala Punica, Ricercar Consort, con Rolf Lislevand, Pedro Estevan, Jean Tubery. Arianna Savall Figueras ha suonato e cantato in Europa, Scandinavia, Stati Uniti, Sudamerica, Australia, Giappone, Nuova Zelanda e Israele.Cantare lasciandosi accompagnare dall'arpa costituisce una tradizione ancestrale che Arianna recupera sia attraverso la musica antica e sia attraverso il linguaggio contemporaneo. Nel 2009, insieme al suo compagno il musicista norvegese Petter Udland Johansen, crea Hirundo Maris, specializzato in musica antica e nuova creazione musicale. Il nucleo creativo è costituito dalla musica mediterranea e nordica, frutto di un ampio lavoro di collaborazione, e, come seguendo la rotta di questo uccello migratore, si ritrovano le strade del mare e la musica che fin da tempi remoti uniscono i paesi scandinavi alla penisola iberica.http://www.ariannasavall.com/   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97065 Sat, 16 Feb 2019 Sat, 16 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/hirundo_maris.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Workshop di arpa antica Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97068 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/arianna_iv_foto_petter_johansen_mar_09.jpg' /></p> Workshop di arpa anticacon Arianna Savallcon la partecipazione di Peter Udland Johansena cura dell'Associazione Arpeggi L’arpa antica: storia degli strumenti, repertorio dal Medioevo al periodo barocco; improvvisazione, accompagnamento del canto. L’intero corso sarà tradotto in Italiano. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/97068 Sat, 16 Feb 2019 Sat, 16 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/arianna_iv_foto_petter_johansen_mar_09.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna William Hogarth. Un ritratto in visita dal museo di Belle Arti di Gand Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97357 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/hogart_cornice.jpg' /></p> Nell’ambito della rassegna Ospiti Inattesi, i Musei Civici d’Arte Antica, in collaborazione con il Museo di Belle Arti di Gand, espongono presso il Museo Davia Bargellini un dipinto, il Ritratto di Signora in abito bianco e orecchini di perle di William Hogarth (1697-1764). Per la prima volta in assoluto, Bologna ospita un’opera del celebre artista inglese. Conosciuto e ammirato per la sua pittura dal realismo narrativo, sottilmente descrittivo e tagliente, dai contenuti moralizzanti e satirici, William Hogarth assurse al rango di pittore della Corte inglese solo negli ultimi anni della sua vita. Tradotti a stampa in copiose tirature, i suoi dipinti criticano eventi politici, descrivono e denunciano abitudini sociali e vizi della società inglese del tempo. Sino a circa la metà del XIX secolo, una sorta di Hogarthomania contrassegnò il grande successo riscosso dall’opera del pittore, per molti versi rivoluzionaria. Rinomato ritrattista, Hogarth si dedicò inizialmente a un pubblico prevalentemente aristocratico, ma dal 1740 circa estendeva il suo interesse verso una clientela appartenente all’emergente ricca borghesia commerciale, per la quale forgiava un nuovo lessico della ritrattistica inglese dell’epoca. Nella tela qui presentata, realizzata attorno al 1740, Hogarth raffigura la donna in un paesaggio architettonico caratterizzato da un’elegante balaustra classicheggiante. La posa e la resa fisionomica, più intime e naturali rispetto ai ritratti d’apparato dell’aristocrazia del tempo, alludono alla condizione semplice e nel contempo di affluente benessere della giovane signora borghese, abbigliata d’un lussuoso vestito di seta bianca con riflessi argentei. Nell’esecuzione, il tocco delicato e spontaneo, ricco di materia, è caratteristico della sua produzione. Piuttosto rari, i ritratti di William Hogarth sono oggi per lo più raccolti in musei britannici o americani; un solo ritratto è conservato al Museo del Louvre e uno all’Alte Pinakothek di Monaco di Baviera. Pochi altri musei europei possiedono suoi ritratti e tra questi il Museo di Belle Arti di Gand, dove il Ritratto di Signora pervenne nel 1911, come dono degli Amici del Museo, la potente associazione filantropica che determinò la qualità e la varietà delle collezioni d’arte della città fiamminga. Ente indipendente, l’Associazione fu creata nel 1897, a un secolo dalla fondazione del Museo; il suo scopo principale era appunto quello di arricchire le collezioni cittadine con lavori realizzati da artisti scomparsi da almeno cinquant’anni. Non solo impegnati nell’acquisizione di opere sul mercato internazionale, verso la fine del XIX secolo, gli Amici si occuparono anche della creazione di una nuova, straordinaria sede per ospitare le raccolte municipali. Risultato del loro generoso impegno è l’attuale sede del Museo, costruita nel Parco della Cittadella, appena fuori dal centro antico di Gand. Progettista dell’edificio fu Charles Van Rysselberghe (1850-1920), illustre architetto nativo della città e fratello del grande pittore belga Théo Van Rysselberghe (1862-1926). L’architetto completò il Museo in due fasi, nel 1902 e nel 1913, in occasione dell’Esposizione Universale. In quegli anni, a ridosso della Prima Guerra Mondiale, gli Amici del Museo riuscivano a raccogliere un’impressionante serie d’opere d’arte comprendente sia dipinti sacri e mitologici, sia ritratti, o scene d’interni e nature morte. Seguendo le mode del collezionismo del tempo, gli Amici si concentrarono sull’acquisto di lavori eseguiti dal XV al XVIII secolo, dal Rinascimento al Neoclassico. In una di quelle fortunate campagne d’acquisti riuscirono ad assicurarsi il bello e raro Ritratto di Signora di William Hogarth. Uno spiccato gusto per la pittura francese dell’Ottocento, garantì agli Amici acquisizioni d’eccezione, come il Ritratto di cleptomane di Théodor Géricault (1791-1824). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97357 Sun, 10 Feb 2019 Sun, 10 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/hogart_cornice.jpg 53174 Museo Davia Bargellini La Fucina e lo Splendore. Una mostra per il Davia Bargellini Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97307 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/la_fucina_e_lo_splendore1.jpg' /></p> La funzione del museo, oltre a quella di essere un luogo di contestualizzazione, è anche quella di interpolare il tempo ed essere in grado di trasformarlo e di metterlo in relazione con gli altri tempi, di leggerne in modo inedito la storia, di ‘citarla’ secondo una necessità che non proviene in alcun modo dal suo arbitrio, ma da un’esigenza a cui egli non può non rispondere. Questa attitudine a rivedere e a ri-attualizzare situazioni ed immagini ci pone il confronto storico e sociale del presente verso il passato. Il Davia Bargellini, luogo del dialogo e del confronto, in questo caso, mette in mostra diversi oggetti accompagnati a dipinti, mobili, sculture creando una storia unica, imprescindibile e nuova, diversa da una realtà visiva semplicistica ma che pone tuttavia degli interrogativi attuali. La dichiarata volontà di rappresentazione che Domenico Grenci e Giovanni Blanco perseguono in questo luogo, secondo i modi dell’indicazione, dell’evocazione, piuttosto che della descrizione, non è altro che tracciare segni, suggerire quel che non c’è, rendere visibile l’invisibile. Nel lirismo del frammento non si celebra dunque esclusivamente l'estetizzazione delle cose, il loro oblio, ma un’energia ancora sorgiva, come di una rifrazione, come quella della luce che, rompendosi e scomponendosi, dà vita al colore. Il Davia Bargellini per sua natura è una collezione di tecniche, tra queste risiede la pittura ed essa si apre ad una artigianalità sublime che va dalla lavorazione della foglia d'oro ai ritratti di famiglia, una pittura che, a volte con minore a volte maggiore qualità, si rispecchia nei suoi principali interpreti dell'epoca. La storia non è l'unico modo per leggere un'opera d'arte. Ecco perché Grenci e Blanco vanno in cerca di altre prospettive, per osservare questo patrimonio visivo e sostenerlo attarverso uno sguardo dinamico e commosso. Uno sguardo "ulteriore", dunque. Il risultato è una galleria fotografica, pittorica e segnica di dettagli, che, a volte, rivela elementi, altre volte li nasconde, va in profondità per sottolinearne bagliori, oppure ne amplifica le dimensioni; in altre ancora li rende "astratti" e indipendenti. L'intento ultimo è dunque quello di ricercare dei propri riferimenti, delle voci amate all'interno delle immagini, creando inconsciamente uno spettacolo nello spettacolo. Riferimenti propri degli artisti, da un lato, che in questo caso magnificando opere, oggetti, tendono a condividere con lo spettatore una possibile visione che entra in dialogo tra chi guarda e chi opera. Vi è in altre parole una complicità, suggerita implicitamente dal museo stesso che ci cattura, ovvero la capacità di diventare collezionisti visivi ed autori di collegamenti, di forzature stridenti e mai scontate, perché riconducibili sempre alla natura stessa del museo.La mostra è a cura di  Giovanni Blanco e Domenico Grenci. Inaugurazione venerdì 1 febbraio, ore 18.00   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/97307 Fri, 01 Feb 2019 Fri, 01 Feb 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/la_fucina_e_lo_splendore1.jpg 53174 Museo Davia Bargellini Mika Rottenberg Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97007 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_mika_rottenberg.jpg' /></p> Il MAMbo presenta la prima personale in un'istituzione museale italiana di Mika Rottenberg, a cura di Lorenzo Balbi. L'artista di origine argentina, cresciuta in Israele e oggi di base a New York, tra le principali protagoniste della scena contemporanea mondiale, si appropria degli imponenti volumi della Sala delle Ciminiere situata al piano terra del museo per animare, attraverso un percorso labirintico senza soluzione di continuità, dieci delle sue più recenti produzioni – oggetti scultorei e installazioni video appositamente costruite - celebri per il loro registro narrativo sarcastico e bizzarro. Rottenberg utilizza i diversi linguaggi del film, dell'installazione architettonica e della scultura per esplorare le idee di classe, lavoro, genere e valore attraverso immaginifici dispositivi visivi che illuminano le connessioni e i processi nascosti dietro economie globali apparentemente non correlate fra loro. Intrecciando elementi di finzione con dati documentali in racconti in cui geografie e narrative collassano in non-sense surreali, l’artista crea complesse allegorie sul sistema capitalistico che regola le condizioni umane e i processi di produzione massiva delle merci. In occasione della mostra vengono esposti tre nuovi lavori appositamente commissionati da MAMbo in collaborazione con due importanti istituzioni museali europee, Goldsmiths Centre for Contemporary Art London e Kunsthaus Bregenz. La realizzazione della mostra si avvale del sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna. Mostra a cura di Lorenzo BalbiPromossa da Istituzione Bologna Musei | MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna Inaugurazione giovedì 30 gennaio, ore 18 Sabato 2 febbraio, ore 11, Germano Celant in conversazione con Mika Rottenberg.     http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97007 Thu, 31 Jan 2019 Thu, 31 Jan 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_mika_rottenberg.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Goran Trbuljak. Before and After Retrospective Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97271 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/3_trbuljak.jpg' /></p> Villa delle Rose ospita un’ampia retrospettiva dedicata a Goran Trbuljak. L’artista croato, attivo dalla fine degli anni ‘60 nell’ambito dell'arte concettuale e della cosiddetta New Art Practice, si è dedicato fin dall’inizio alla ricerca di mezzi alternativi di produzione e rappresentazione dell'opera d'arte, interrogando e mettendo radicalmente in discussione il sistema dell’arte, le pratiche museali e le dinamiche del mercato. La mostra, che arriva dal Centre d'Art Contemporain Genève in una versione fortemente rivista per gli spazi di Villa delle Rose, propone opere degli ultimi 50 anni, comprendenti dipinti, frottage, monocromi, fotografie, film, libri e documentazioni delle azioni performative di Trbuljak. I suoi lavori denotano una speciale capacità di toccare le nostre corde interiori grazie all’umorismo, cosa che lo differenzia dall'attività di numerosi altri artisti che, tra gli anni Sessanta e Settanta, hanno lavorato sulla dematerializzazione dell'opera d'arte con pratiche legate alla parola e alla performance. Mostra a cura di Lorenzo Balbi e Andrea BelliniPromossa da Istituzione Bologna Musei | MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna Inaugurazione giovedì 25 gennaio, ore 18   http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/97271 Sat, 26 Jan 2019 Sat, 26 Jan 2019 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/3_trbuljak.jpg 36185 Villa delle Rose Via Saragozza, 228/230 40135 Bologna La via della seta passava per Bologna Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/96870 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/seta_telaio_palazzoschifanoia_ferrara.jpg' /></p> "La via della seta passava per Bologna" è un ciclo di 5 eventi dedicati alla storia della produzione della seta a Bologna in età medievale e moderna che prevede la collaborazione del Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell'Università di Bologna, della Fondazione Villa Ghigi, dell'Istituto per la sintesi organica e la fotoreattivitò e dell'Istituto di scienze marine del CNR. Gli eventi si inseriscono nelle inziative nate per "Aspettando... la notte dei Ricercatori" del 2019.Il calendario:domenica 2 dicembre 2018 | ore 16 - 17.30La seta a Bologna tra XV e XVIII secoloA cura di Annalisa Bugini, Museo del Patrimonio IndustrialeLa storia del velo di seta, prodotto per cui Bologna sarà famosa in Europa dal XV al XVIII secolo, diventa il filo conduttore per ricostruire le vicende di una città ormai scomparsa, in cui l’acqua costituiva l’elemento dominante quale fonte di energia e via di comunicazione.domenica 3 febbraio 2019 | ore 16 - 17.30Dal filo al tessuto, l’antica arte della tessitura bologneseA cura di Nicoletta Di Gaetano, restauratriceUn’indagine sulle arti della filatura e della tessitura per scoprire la complessità dei tessuti realizzati a mano e la bellezza estetica nascosta negli antichi intrecci. Un filo che lega acqua e seta per interpretare i manufatti che fin dal Trecento impreziosirono le corti europee.giovedì 21 febbraio 2019 | ore 17.30 - 19Veli, donne e paradossi: storieA cura di Maria Giuseppina Muzzarelli, Università di BolognaUn viaggio sull’uso della seta da parte delle donne e sulla produzione di questo prezioso tessuto da parte di maestranze femminili. Al centro un paradosso: quei veli che posti sul capo dovevano significare sottomissione e modestia finirono con il dare visibilità, fama e guadagno alle donne che li producevano e li commerciavano, a Bologna come a Venezia o a Milano.Ritrovo presso Accademia delle Scienze - Sala Ulisse, Via Zamboni 33 BolognaInfo e prenotazioni: 051 2098116 - comunicazione.aric@unibo.itdomenica 24 marzo 2019 | ore 9.30 - 12.30Tra gelsi e canali sulle tracce della seta a BolognaA cura di Mino Petazzini, Teresa Guerra, Fondazione Villa Ghigi e Francesca Alvisi, CNR-ISMARIn occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, una passeggiata lungo il canale di Savena, parte del sistema idrico urbano che rese prospera l’industria a Bologna tra il XV e XVIII secolo, con uno sguardo ad alcuni filari di gelsi in città, che rimandano all’allevamento del baco da seta e agli opifici per la produzione della seta.Ritrovo presso l’ingresso del Parco Oliviero Olivo (via Murri 177)Info: Fondazione Villa Ghigi – 051 3399084 / 3399120 Non occorre prenotaredomenica 7 aprile 2019 | ore 16 - 17.30La seta nel terzo millennio (tra scienza e innovazione)A cura di Roberto Zamboni, CNR-ISOFNegli ultimi 15 anni nuove tecniche consentono di ottenere dal filo di seta film sottili, spugne, gel, sistemi micro e nanostrutturati rendendo questo materiale strategico per applicazioni nei campi dell’elettronica e dell’optoelettronica, dell’ottica, della nanomedicina e della medicina rigenerativa. Durante l’incontro saranno illustrati, con esempi e dimostrazioni, tali innovativi impieghi della seta nelle tecnologie di avanguardia. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/96870 Sun, 02 Dec 2018 Sun, 02 Dec 2018 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/seta_telaio_palazzoschifanoia_ferrara.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna I volti del Buddha dal perduto Museo Indiano di Bologna Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/96595 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/i_volti_del_buddha.jpg' /></p> L’esposizione presenta al pubblico una parte significativa delle collezioni del Museo Indiano cittadino, inaugurato nel palazzo dell'Archiginnasio nel 1907, grazie alla compartecipazione delle autorità comunali e universitarie, e chiuso nel 1935, in seguito alla morte del suo fondatore, Francesco Lorenzo Pullè. Il nome del Museo lascia immaginare la presenza di raccolte unicamente legate al panorama artistico e culturale dell'India, ma in realtà le collezioni si componevano di materiali provenienti da India, Cina e Giappone, oggi conservati presso il Museo Civico Medievale e il Museo di Palazzo Poggi, che collabora all'iniziativa con alcuni prestiti. Particolare rilievo sarà dato alla presenza di statue del pantheon buddhista himalayano e cinese, così come alla ricchissima collezione fotografica, che risulta essere una delle più cospicue e dettagliate raccolte di riproduzioni riferite all'arte del Gandhara presente in Europa e, con tutta probabilità, nel mondo, superando per importanza analoghe collezioni depositate presso il British Museum e il Victoria &amp; Albert Museum. L'esposizione avrà quindi l'obiettivo di presentare il ricco patrimonio di materiali di matrice buddhista disponibili, compresi alcuni importanti oggetti recentemente restaurati, senza dimenticare di considerare le espressioni artistiche della cultura hindu propria dell'India. Per approfondimento sul Museo Indiano di Bologna Inoltre... http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/96595 Sat, 24 Nov 2018 Sat, 24 Nov 2018 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/i_volti_del_buddha.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna L'anima e il corpo. Immagini del sacro e del profano tra Medioevo ed Eta Moderna Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/96498 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/anima_e_corpo.jpg' /></p> Il riallestimento di una parte delle Collezioni Comunali d’Arte, necessaria per consentire lavori alle coperture di Palazzo d’Accursio, è stata trasformata in un’occasione per accostare diversamente le opere del museo e per farle dialogare in un percorso tematico. Attraverso i soggetti cari alla cultura figurativa dei secoli passati, si racconta il cambiamento dal XIII al XVIII secolo dell’uso della figura umana nell’arte occidentale, per narrare sia l’essenza del divino, sia la vita e i sentimenti quotidiani. Nell’esposizione si alternano le sale dedicate ai due aspetti, mettendo in mostra la ricca collezione di sculture e di dipinti medievali, le preziose tavole di Francesco Francia, Amico Aspertini e Luca Signorelli, le tele di Prospero Fontana, Ludovico Carracci, Guido Cagnacci, Donato Creti, Gaetano Gandolfi, Pelagio Palagi. Il Medioevo ricorre alla rappresentazione del corpo per dare un’identità alla dimensione religiosa nelle sue differenti manifestazioni (Padre Eterno, Cristo, la Vergine, i santi), mentre nel Rinascimento il corpo rappresentato in modo naturalistico diviene fondamentale per dare un volto alla santità e facilitare la divulgazione della dottrina cattolica. Frequentemente nel Medioevo e nel Rinascimento le immagini sacre sono accompagnate da donatori, devoti e facoltosi personaggi che finanziavano l’opera nella speranza che ciò valesse come intercessione per l’aldilà. Ma il sentimento religioso era coltivato anche in ambito domestico, come mostrano trittici portatili e piccole tavole devozionali. Nei secoli cambia anche il ruolo dei santi: nel Medioevo sono venerati e quindi rappresentati soprattutto i martiri delle origini del cristianesimo; nel Rinascimento e nelle età successive si preferiscono nuovi santi, collocati in scene alla presenza della divinità (per esempio nella Sacra Famiglia o ai piedi del Crocifisso) o in concentrate preghiere, che dovevano essere di forte esempio per la pratica dei fedeli. Parallelamente si affermano le narrazioni delle passioni degli uomini, che si riconoscono spesso nelle storie degli eroi antichi o nelle allegorie di vizi e virtù. Il Cinquecento in particolare predilige complesse allegorie e metafore, sia letterarie che visive, in cui non di rado un soggetto in apparenza facilmente riconoscibile allude in realtà a tematiche ben più sottili. Pertanto talvolta un tratto misterioso o un emblema curioso circondano i volti di un’aura particolare, facendo diventare il ritratto un genere molto apprezzato anche per la capacità degli artisti di descrivere l’intensità psicologica del soggetto, la sua condizione sociale. Alcune tematiche toccavano più da vicino l’anima dei fedeli: tutti gli episodi della vita della Vergine e di Cristo, dall’Annunciazione al compimento della Passione. Pur essendo presenti quegli elementi che definiscono la storia, le differenti ambientazioni e le varianti iconografiche ci trasmettono il pensiero di un’epoca. Il tema della Deposizione, così popolare nel XVI secolo, è ben documentato in questa sala, grazie anche alla possibilità straordinaria di ricostruire in parte un capolavoro perduto di Luca Signorelli, la pala di Matelica del 1504, riaccostando due frammenti ad essa appartenuti: la Testa di donna piangente, delle Collezioni Comunali d’Arte, e quella del Cristo morto, data in deposito al museo da Banca UniCredit. I ritratti del Sei e del Settecento di nobili e ricchi borghesi dialogano nella sala 19 con i volti di uomini e donne cari a Pelagio Palagi, che li aveva raffigurati in posa, ma spesso soffermandosi solo sullo studio dell’espressione dei loro volti. La pittura dell’eclettico artista riporta anche l’attenzione del visitatore sui temi mitologici e sull’importanza educativa che ebbero nella civiltà della fine del Settecento e dell’Ottocento, quale veicolo di ammaestramento morale. Dei ed eroi dell’antica Grecia o gli epici personaggi della storia romana (sala 20) non erano più i protagonisti di leziosi quadretti per decorare salotti e boudoirs, ma figure emblematiche le cui gesta e il cui coraggio doveva essere d’esempio in un presente popolato da nuovi ideali. La mostra si conclude nella monumentale Sala Urbana, dando voce ad entrambi i filoni del racconto: il visitatore può scegliere se concludere ammirando prima le opere che più parlano all’anima poi quelle che stimolano principalmente i sensi, o viceversa. L’anima è avvinta dall’osservazione ravvicinata di straordinari Crocifissi scolpiti e dipinti, che tra XIII e XV secolo erano appesi in chiese e cappelle a definire il confine tra lo spazio del clero e lo spazio dei fedeli. I sensi sono conquistati dalle forme perfette ed appena conturbanti delle divinità seminude - allusione ai saperi e alle conoscenze degli uomini - dipinte da Donato Creti, avvolte in stoffe e luci dove i colori pastosi e intensi cominciano cautamente a raccontare il turbamento dell’età moderna. Inaugurazione venerdì 9 novembre, ore 18.00 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/96498 Sat, 10 Nov 2018 Sat, 10 Nov 2018 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/anima_e_corpo.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna VHS + Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/96187 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_12.png' /></p> Nello spazio espositivo della Project Room, vocato alla riscoperta di alcuni degli episodi artistici più stimolanti e innovativi originati in ambito artistico bolognese e regionale, il MAMbo presenta VHS + video/animazione/televisione e/o indipendenza/addestramento tecnico/controllo produttivo 1995/2000. Il progetto espositivo, nato da un'idea di Saul Saguatti (Basmati Film) e Lucio Apolito (Opificio Ciclope) con la curatela di Silvia Grandi e realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Arti dell'Università di Bologna, si configura come un dispositivo di pulsazioni audio-visive che nascono dall’ibridazione di differenti linguaggi, formati e pratiche di comunicazione video sperimentata in Italia tra il 1995 e il 2000. Venti anni circa durò il regno del VHS e venti anni circa ci separano da quel periodo in cui si verifica una simultaneità di produzioni a tecnica mista con un ricorrente confluire di performativo, videografica e mixed media. In quei nastri accumulati sugli scaffali e ormai obsoleti, oltre ai Bellissimi di Rete 4, alle partite di Italia ‘90, ai film de l’Unità, ci sono anche contenuti originali, il sogno elettronico di una stagione in cammino tra l’analogico e il digitale. Montaggi video che raccontano un metodo produttivo, un esito estetico, un’utopia collettiva a bassi formati, bassa fedeltà e con tecnologie giocattolo; testimoniano come si lavorava con l’hardware ormai estinto e i primordi del software, iniziando un faticoso discorso tra simili e un difficile dialogo con la televisione allora imperante. La produzione del periodo esorbita dall’autorialità individuale per estendersi a una dimensione collettiva, costituendosi in gruppi indipendenti di ricerca media-culturali che diventano veri e propri marchi come Opificio Ciclope, Fluid Video Crew, Ogino Knauss, Otolab e Sun Wu Kung di cui la mostra documenta i peculiari approcci espressivi. In un mondo ancora senza bacheche, chat, social media e YouTube, questi laboratori pionieristici hanno materialmente costruito schermi di proiezione nelle loro rispettive residenze - Link Project a Bologna, Forte Prenestino a Roma, CPA ExLonginotti a Firenze, Garigliano e Pergola a Milano – sviluppando fucine creative sintonizzate con le coeve sperimentazioni più avanzate a livello europeo. Il progetto espositivo al MAMbo trova un’estensione on-line nel sito www.vhsplus.it dove sono consultabili materiali di archivio e approfondimento. Inaugurazione venerdì 12 ottobre 2018, ore 18 http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/96187 Sat, 13 Oct 2018 Sat, 13 Oct 2018 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/logo_12.png 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Lodi per ogni ora. I corali francescani provenienti dalla Basilica di San Francesco Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/95561 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/corali..jpg' /></p> Nell'ambito del Festival Francescano X edizione, il Museo Civico Medievale propone un'esposizione dal titolo: Lodi per ogni ora. I corali francescani provenienti dalla Basilica di San Francesco.La mostra presenta una nutrita selezione dei vari codici liturgici, realizzati tra il XIII e il XV secolo per la basilica bolognese di San Francesco, che attualmente fanno parte della ricca collezione di codici miniati del Museo Civico Medievale di Bologna. Tra questi si segnala la serie di preziosi graduali francescani riccamente miniati dal cosiddetto Maestro della Bibbia di Gerona, protagonista assoluto della decorazione libraria bolognese della fine del Duecento. Prossimi a questa anche la serie poco più tarda degli antifonari, anch'essi ampiamente decorati, ispirandosi in parte alle più antiche esperienze del Giotto assisiate, evidentemente filtrate in città attraverso lo stesso ordine dei frati minori. A queste prime serie di corali ne seguirono altre nel corso del Quattrocento, quando i frati minori si affidarono a vari miniatori coordinati dal bolognese Giovanni di Antonio, per decorare intorno al 1440-50 alcuni dei loro libri liturgici, anch'essi presentati in occasione della mostra. Inaugurazione sabato 15 settembre, ore 17.30 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/95561 Sun, 16 Sep 2018 Sun, 16 Sep 2018 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/corali..jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna