Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49387 Istituzione Bologna Musei it-it info@comune.bologna.it Copyright 2017 Sindacaliste emiliano-romagnole: cento nomi per cento anni Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91092 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/12_dicembrepelizza.jpg' /></p> Con Anna Salfi e Fiorenza Tarozzi. Attraverso la storia di protagoniste al femminile della storia del sindacalismo viene ricostruito il percorso delle donne nel mondo del lavoro, delle loro battaglie, delle loro sconfitte e, sopratttutto delle loro conquiste (tra fine Ottocento e avanzato Novecento) dalle pionieristiche società di mutuo soccorso femminili alle leghe, dalle camere del lavoro al sindacato. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Ultimo incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91092 Tue, 12 Dec 2017 Tue, 12 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/12_dicembrepelizza.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna “A tela e a seta ricamo in casa e fuori”. Donne al lavoro nel melodramma Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91091 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_dicembremestieri_femminili.jpg' /></p> Con Maria Chiara Mazzi. Regine afflitte, fanciulle sospirose, principesse abbandonate, madri sofferenti. Come la società, anche il teatro fa agire la donna solo nel mondo dei sentimenti. Eppure l’opera comica è piena di contadinelle sveglie, servette scaltre e governanti astute... Tuttavia è proprio nel mondo ‘libero’ del teatro a fianco di locandiere e vivandiere, appaiono nell’ Ottocento guerriere, attrici e operaie. Cambia il mondo, non solo nella finzione scenica, ma anche nella realtà. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91091 Tue, 05 Dec 2017 Tue, 05 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_dicembremestieri_femminili.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Più verità che mito | Donne al lavoro Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91090 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/28_novembreg._cadorin_le_tabacchine_1920.jpg' /></p> Con Jadranka Bentini. La donna lavoratrice è un'immagine nuova, spesso sfrontata, ancora ancella di una condizione subalterna che prende progressivamente a muoversi sicura nelle campagne come nelle fabbriche. Dalla seconda metà dell'Ottocento saranno anche le donne a raffigurare altre donne al lavoro, in un intreccio virtuoso fra creazione e narrazione. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91090 Tue, 28 Nov 2017 Tue, 28 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/28_novembreg._cadorin_le_tabacchine_1920.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna “O che bel mestiere, fare il carrettiere…” - Uomini al lavoro nel melodramma Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91089 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/att1etzm.jpg' /></p> Con Maria Chiara Mazzi. Cavalieri e principi sono ancora gli eroi del melodramma nell’Ottocento, anche se poco a poco si affacciano i mestieri del quotidiano, a mostrare la loro forza e persino la loro indispensabilità. Ecco entrare in scena barbieri e carrettieri, pescatori e marinai, banditi e barcaroli… ma anche pittori e poeti, scrittori, circensi e musicisti. Non era forse stato il cantante, Orfeo, il primo a salire su un palcoscenico dell’opera, all’inizio della sua storia? Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91089 Tue, 21 Nov 2017 Tue, 21 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/att1etzm.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Titani ed eroi "Le magnifiche sorti e progressive" fra Otto e Novecento Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91088 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/14_novembre_allegoria_del_lavoro.jpg' /></p> Con Jadranka Bentini. E' la fucina di Vulcano ad essere assunta efficacemente dalle arti figurative fra Otto e Novecento per rappresentare i lavoratori di un nuovo mondo economico alle porte: quello industriale. L'operaio tipico si trasfigura in un eroe e diviene il Prometeo forgiatore della materia stessa del lavoro e del progresso, tra verismo e glorificazione del quotidiano. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91088 Tue, 14 Nov 2017 Tue, 14 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/14_novembre_allegoria_del_lavoro.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Al festino dissonante Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90432 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/v225_festino.jpg' /></p> Al Festino dissonanteliberamente tratto da Festino del giovedì grasso avanti cena di Adriano Banchieriin occasione della Festa della musica 2017 Ensemble La Musica InternaDirezione artistica: Rosita Ippolito, Erica Scherl, Silvia Testoni Con voci, flauti, violini, liuti e viole da gamba, si entra nel clima scherzoso e gaio del celebre lavoro del monaco bolognese: un florilegio di frottole, moresche e madrigali (riarrangiati per l'occasione dall'ensemble), perfetto esempio di un'arte compositiva di altissimo livello, incorniciata da una discorsiva narrazione. Adriano Banchieri (1568 – 1634) fu un monaco, letterato, musicista e compositore bolognese del tardo Rinascimento e inizio dell’era barocca.Figura centrale della vita musicale bolognese, ebbe una ricchissima creatività che espresse soprattutto nella sua intensa attività pratica, esercitata non solo come musicista, organista e compositore, ma anche come organizzatore delle manifestazioni liturgiche-musicali della sua chiesa, come insegnante e fondatore di un’Accademia musicale.Fu un prolifico compositore di musica vocale, sia profana, sia sacra, di musica strumentale e di opere didattiche. Tra i molti generi, si cimentò anche nella cosiddetta commedia madrigalistica (o anche commedia harmonica), che consisteva in una successione di madrigali che, eseguiti uno dietro l’altro, dava vita a una storia. Il Festino nella sera del giovedì grasso avanti cena è uno dei più begli esempi di questo genere musicale: pubblicato nel 1608 come raccolta di madrigali, narra una serata di festa organizzata durante il periodo di Carnevale dal Diletto Moderno, personificazione dello stile moderno musicale (di cui Monteverdi fu il principale rappresentante), alla quale partecipano svariati personaggi che di volta in volta fanno il loro ingresso alla festa, concludendosi con l’arrivo dell’ora di cena, il congedo del Diletto Musicale da tutti gli invitati.Dal punto di vista strutturale il Festino è una successione di 18 brani, che comprende varie forme musicali, che vanno dallo stile serio a quello d’ispirazione popolare, dal madrigale (a due e più voci), alla moresca, alla villanella su testi poetici di vario registro, dal dialetto alla lirica. Sintesi geniale dei più vari generi musicali, il Festino rappresenta una trasfigurazione ironica e affascinante dei topoi compositivi tipici dell’epoca. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90432 Wed, 21 Jun 2017 Wed, 21 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/v225_festino.jpg 53624 Biblioteca Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Musica da vedere Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90439 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1.jpg' /></p> Musica da vederevisita guidata alla scoperta delle collezioni del Museo della musicacon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90439 Sun, 11 Jun 2017 Sun, 11 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Maratona in Certosa: la storia dell'arte bolognese dal 1801 ad oggi Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90081 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_00certosa_11.jpg' /></p> Attraversando i chiostri certosini è possibile ripercorrere le tappe fondamentali dell'arte bolognese attraverso le opere dei grandi maestri, dal 1801 ad oggi. Dal Neoclassicismo di Giacomo de Maria al Verismo di Vincenzo Vela, dal Liberty di Pasquale Rizzoli, passando per il Classicismo novecentesco di Ercole Drei e la vibrante materia di Manzù, fino alle forme astratte di Bruno Saetti. Visita guidata di circa 3 ore, per tutti gli amanti dell'arte, della Certosa e delle camminate! L'appuntamento fa parte anche della “Settimana alla scoperta dei cimiteri europei” promossa dall'ASCE – Association of Significant Cemeteries in Europe. 28 maggio - 4 giugno 2017. A cura di Didasco. Prenotazione obbligatoria al numero 3481431230 (pom - sera). Ritrovo ore 10 all'ingresso del Cimitero, Via della Certosa 18 (cortile chiesa). Didasco chiede un contributo di 10€, 2€ devoluti per la Certosa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90081 Sun, 28 May 2017 Sun, 28 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/_00certosa_11.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna I 150 anni di Don Carlos Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90434 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/modellino_teatro.jpg' /></p> I 150 anni di Don CarlosVerdi tra Museo e Teatro Comunalevisita guidata con Roberto Marchi L'opera più complessa e monumentale di Giuseppe Verdi (Parigi, 11 marzo 1867) in un percorso storico attraverso l'opera dell'Ottocento tra partiture, libretti, locandine, scenografie e storie di cantanti e compositori. Poi si va a Teatro dove l'opera prende vita. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90434 Sat, 27 May 2017 Sat, 27 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/modellino_teatro.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Gran Ballo dell’Unità d’Italia Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90940 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0p0ntoni002a.jpg' /></p> "Gran Ballo dell’Unità d’Italia - L'arte della tavola borghese e la tradizione del cibo di strada nell'Ottocento" Sabato 27 maggio 2017 alle ore 18 avrà luogo il tradizionale Gran Ballo dell'Unità d'Italia in Piazza Carducci, realizzato dall'associazione 8cento in collaborazione con il Museo civico del Risorgimento. Centocinquanta danzatori in costumi storici, presentano Valzer, Quadriglie, Mazurke e Polke all’interno di una sceneggiatura appositamente creata per l’occasione. Quest'anno la manifestazione è dedicata alla tradizione culinaria di Bologna: si metterà in scena l'arte della tavola borghese con il suo galateo ed i suoi cibi, e la tradizione del cibo di strada consumato durante i festeggiamenti popolari e le occasioni pubbliche cittadine. A conclusione dello spettacolo sarà offerto al pubblico presente un assaggio da parte del Consorzio Patata Italiana di Qualità cucinato, secondo una ricetta d'epoca, da Claudio Cavallotti, cuoco della storia. Nel pomeriggio del 27 maggio il Museo Civico del Risorgimento effettuerà l'apertura straordinaria con due visite gratuite guidate alle ore 16 e alle ore 20. L'evento si terrà in Piazza Carducci. Non è richiesta prenotazione, ingresso libero.  Info 051225583  museorisorgimento@comune.bologna.it In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà domenica 28 maggio, con le stesse modalità.     http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90940 Sat, 27 May 2017 Sat, 27 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0p0ntoni002a.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Paolo Strick - Ciambellano di Sua Maestà il Re di Prussia Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90911 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/157818e.jpg' /></p> Un concerto di chitarra classica di Iames Santi a favore del restauro del Monumento Strick. L'Associazione Amici della Certosa vuole recuperare il Monumento Strick, opera significativa di età neoclassica, realizzata nel 1822 da Giovanni Putti su progetto di Ercole Gasparini. Unico elemento monumentale del piccolo recinto dedicato alla comunità protestante di Bologna, necessita ora di un urgente intervento di restauro. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci 5. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Info 3452699200 (pom-sera) amicidellacertosa@gmail.com Iames Santi, diplomato presso il Conservatorio Buzzolla di Adria sotto la guida di Michelangelo Severi. Si è perfezionato con Walter Zanetti e ha successivamente seguito i corsi tenuti a Bologna da Alberto Ponce. Classificatosi ai primi posti in diversi concorsi internazionali, svolge attualmente attività concertistica sia come solista, sia in formazioni da camera. Ha svolto attività didattica presso l’ Associazione “L’arte dei suoni” di Bazzano e presso il Centro Giovanile Giardini Margherita di Bologna e collabora alla realizzazione di diversi spettacoli con associazioni e gruppi teatrali. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90911 Sun, 21 May 2017 Sun, 21 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/157818e.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Quattro passi con Rossini. L’arte della variazione Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90929 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diverdeinverde_logo_1.jpg' /></p> Quattro passi con RossiniL’arte della variazioneconcerto a cura di Cristina Giardini per Diverdeinverde Festival 2017a cura di Fondazione Villa Ghigi Solisti del Teatro Comunale di BolognaPaolo Grazia, oboeMassimo Ferretti, fagottoNicoletta Mezzini, pianoforte programma G. Rossini, Variazioni in Do maggioreJ.C. Triebert, Fantasia su SemiramideF. Chopin - G. Rossini, Variazioni sul Rondò di CenerentolaJ.C. Triebert, Fantasia su Italiana in Algeri Il concerto è inserito nel programma Quattro passi con Rossini rassegna musicale curata da Cristina Giardini per il festival Diverdeinverde che si tiene a Bologna dal 19 al 21 maggio. Il Cavalier Gioachino Rossini, com’era chiamato familiarmente a Bologna, ha vissuto in città per cinquant’anni dal 1799 al 1851, lasciando innumerevoli tracce della sua permanenza tra palazzi e giardini, luoghi d’arte e spazi all’aperto. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90929 Sun, 21 May 2017 Sun, 21 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diverdeinverde_logo_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Intorno a Zarlino Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90425 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dal_maso_1_2.jpg' /></p> Intorno a ZarlinoTeoria e Pratica della Musica Italiana del Rinascimentopresentazione del volume di Vania Dal Maso (LIM, 2017) con Mario Armellini e Romano Vettoriinterventi musicali di Vania Dal Maso (claviciterio) Dalla quarta di copertina: "Questo libro è un lavoro di sintesi sulla trattatistica della musica italiana del Cinquecento. Frutto di numerosi anni di docenza, è destinato a studenti, studiosi, esecutori e a tutti coloro (direttori, compositori, teorici o semplici appassionati) che intendano comprendere principi e strutture portanti della musica del XVI secolo e riportarne le pagine a vita sonora.Suddiviso in otto ampi capitoli tra loro indipendenti, prendendo avvio da una rassegna delle fonti didattiche più rappresentative e dall’accezione di ‘musica’ e ‘musico’, percorre e dipana con ordine e metodo gli argomenti considerati dai teorici del tempo, ovvero: scrittura e lettura, solmisazione, mensura, proporzioni e proporzionalità, modalità, contrappunto a due, segni e situazioni particolari. L’ultimo capitolo prende in considerazione alcuni aspetti di prassi esecutiva che, data l’essenzialità della scrittura musicale, sono convenzionalmente sottintesi e, se integrati nell’esecuzione, permettono di rendere opportunamente in suono la pagina scritta.Il volume è corredato di tabelle sinottiche e diagrammi, di esempi musicali e relative trascrizioni in notazione moderna, di illustrazioni tratte dalle fonti di riferimento e disegni appositamente realizzati, che, con le numerose citazioni guidano il lettore a calarsi dapprima nel pensiero dei teorici e successivamente nella pratica musicale secondo modalità proprie dell’epoca.   Vania Dal Maso, clavicembalista e musicologa, interprete alle tastiere antiche, è aggregata all’Accademia filarmonica di Bologna come clavicembalista; diplomata in Pianoforte, Clavicembalo, Musica corale e direzione di coro, è docente di Teoria e Semiografia musicale al Conservatorio di musica di Verona.Appassionata ed attenta studiosa, impegnata in attività di ricerca sulla prassi pedagogico-musicale antica, si dedica attualmente alla musica ed agli strumenti a tastiera del secolo XV (clavisimbalum, claviciterio, clavicordo), curandone la divulgazione in concerti e conferenze. Ha pubblicato per la casa editrice SPES di Firenze, per Armelin Musica di Padova, ed ha registrato CD con musiche inedite del Settecento veneziano. www.vaniadalmaso.it http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90425 Sat, 20 May 2017 Sat, 20 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dal_maso_1_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Diverdeinverde Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90933 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diverdeinverde2014_1.jpg' /></p> Diverdeinverde un progetto della Fondazione Villa Ghigi a cura di Silvia Cuttin Il Museo della musica fa parte del circuito di Diverdeinverde con il giardino interno di Palazzo Sanguinetti, le cui decorazioni rappresentano per Bologna una delle più significative testimonianze degli anni napoleonici, sia per la schiera degli artisti coinvolti che per la varietà dei soggetti trattati, tanto da costituire un'esemplare antologia della decorazione neoclassica tra Settecento e Ottocento.I più importanti pittori dell'epoca collaborarono all'impresa, sotto la direzione di Martinetti: Pelagio Pelagi, Serafino Barozzi, Vincenzo Martinelli, Antonio Basoli.Nel cortile interno in particolare gli spendidi alberi di banani svettano sullo sfondo dell'ottocentesco trompe l'oei: il paesaggio ad affresco, magnifica prospettiva a trompe-l'oeil, è di Luigi Busatti, mentre l'architettura illusoria è opera di Francesco Santini (1763-1840); del Santini, con la probabile collaborazione di Serafino Barozzi (1735-1810), sono inoltre gli ornati delle pareti dello scalone. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90933 Sat, 20 May 2017 Sat, 20 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diverdeinverde2014_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna A zonzo per i musei Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90345 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/opera_poveri_vergognosi.jpg' /></p> Nell'ambito di "A zonzo per i musei, percorso tra i patrimoni civici e delle antiche Opere Pie", visita guidata al Museo Davia Bargellini e a La QUADRERIA di Palazzo Rossi Poggi Marsili, a cura di Ilaria Negretti (RTI Senza Titolo s.r.l. e ASTER s.r.l.).I Musei Civici d’Arte Antica in collaborazione con La QUADRERIA. Palazzo Rossi Poggi Marsili organizzano a partire da venerdì 17 febbraio, il terzo venerdì di ogni mese, un ciclo di visite guidate che vedrà coinvolte opere presenti all’interno delle collezioni del Museo Civico Medievale, delle Collezioni Comunali d’Arte, del Museo Davia Bargellini e de La QUADRERIA. Palazzo Rossi Poggi Marsili, di proprietà dell’ASP Città di Bologna. Sarà possibile scoprire e ammirare, attraverso percorsi mirati, opere che facevano parte dell’ingente patrimonio pervenuto nei secoli alle antiche opere pie attraverso lasciti e donazioni di benefattori. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90345 Fri, 19 May 2017 Fri, 19 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/opera_poveri_vergognosi.jpg 53174 Museo Davia Bargellini Telemann XXI Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90448 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/telemann2.jpg' /></p> Telemann XXIconcerto itinerante nelle sale musealicon Ensemble Polytropon (concerto con strumenti storici) Sergio Balestracci (flauto dolce e traversiere), Paolo Faldi (oboe e flauto dolce), Rosita Ippolito (viola da gamba), Miranda Aureli (clavicembalo) Considerato uno dei più grandi musicisti della sua epoca, in realtà Telemann si accostò alla musica soprattutto per passione e per tutta la vita mantenne questa attitudine nei confronti dell’arte musicale. Per questo, buona parte del suo sterminato catalogo fu composto per farsi eseguire da altri appassionati, conoscendone perfettamente limiti e preferenze e instaurando un rapporto vivo tra lui ed il suo pubblico.Georg Philipp Telemann (Magdeburgo, 14 marzo 1681 – Amburgo, 25 giugno 1767) espresse già nell'infanzia una spiccata facilità compositiva e una precoce padronanza di strumenti musicali quali violino, flauto dolce e clavicembalo. Contemporaneo di Bach e Händel, cui lo legava una profonda amicizia, ebbe una lunghissima parabola creativa (quasi settant'anni di attività) che gli consentì di attraversare le diverse fasi musicali dal pieno Barocco allo Stile galante fino alle soglie del Classicismo, con una prodigiosa capacità di aggiornamento stilistico fino a oltre gli 85 anni di vita. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90448 Fri, 19 May 2017 Fri, 19 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/telemann2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La memoria di Bologna: presentazione della nuova guida della Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90912 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/guida_copertina_2.jpg' /></p> Ilaria Francia e Roberto Martorelli presentano la nuova guida della Certosa: un libro realizzato grazie alla collaborazione tra il Museo civico del Risorgimento e la Casa editrice Minerva, e con il determinante contributo dell'Associazione culturale Didasco. Necropoli etrusca nel VI - IV sec. a.C., monastero certosino dal 1334 al 1796, cimitero dal 1801 ad oggi, fu meta del turismo internazionale per tutto l'Ottocento e tra i tanti visitatori illustri vi furono Byron, Dickens e Freud. 160 pagine, testi di approfondimento, 83 schede ed un ricchissimo repertorio di foto realizzate per l'occasione, vogliono invitare a scoprire la storia, l'arte e la memoria di Bologna. Il progredire delle ricerche storico-artistiche e l'interesse sempre più alto dei visitatori hanno reso necessaria la stampa di una nuova guida, in quanto la precdente era esaurita ormai da dieci anni. Testi di Sara Benuzzi, Michela Cavina, Melissa La Maida, Roberto Martorelli; fotografie di Angelo Scaramagli. Famèja Bulgnèisa, Via Barberia 11 Bologna. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Info 051333491 info@lafamigliabolognese.it   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90912 Thu, 18 May 2017 Thu, 18 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/guida_copertina_2.jpg 78462 La Fameja Bulgneisa Donne in Certosa: Madri, sorelle, mogli...eroine! Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90080 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/certosa_opere_12_1.jpg' /></p> Cornelia De Rossi, Brigida Tanari, Letizia Murat Pepoli, Clotilde Tambroni: sono donne che hanno fatto la storia al fianco dei propri mariti, ispirando ed educando i figli agli alti valori della libertà, animando il panorama culturale della città. Durante questa visita guidata ne riscopriremo le vicende personali e il loro ruolo nella storia felsinea. A cura di Didasco. Prenotazione obbligatoria al numero 3481431230 (pom - sera). Ritrovo ore 10 all'ingresso del Cimitero, Via della Certosa 18 (cortile chiesa). Didasco chiede un contributo di 10€, 2€ devoluti per la Certosa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90080 Sun, 14 May 2017 Sun, 14 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/certosa_opere_12_1.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Musica da vedere Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90438 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1.jpg' /></p> Musica da vederevisita guidata alla scoperta delle collezioni del Museo della musicacon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90438 Sun, 14 May 2017 Sun, 14 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Una giornata qualunque in casa di Guidozagni Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91021 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/casa_di_bambola.jpg' /></p> Nell'ambito di "Impara l'arte...La domenica dei Musei Civici d'Arte Antica", visita guidata dal titolo: Una giornata qualunque in casa di Guidozagni, a cura di Fernando Lanzi (Associazione Centro Studi per la Cultura Popolare)Il Museo custodisce un raro esempio di “casa di bambola”, cioè di un modello in scala di un’abitazione settecentesca, composta da diversi vani, pavimentati, affrescati e completamente arredati, in perfetto stile, con suppellettili originali: questo modello, probabilmente un gioco per una bambina della casa dei Davia, è giunto fino a noi in ottimo stato di conservazione in tutte le sue parti. Fernando Lanzi (Centro Studi per la Cultura Popolare) ne illustrerà le caratteristiche, esponendo le occupazioni di una normale giornata del proprietario Petronio Guidozagni, bibliotecario e responsabile del cerimoniale dello Studium: ciò renderà molto vivo il racconto.Si tratta dunque di una visita insolita al modellino di una casa di rango elevato della Bologna del Settecento, esposta come se vi si entrasse il 12 luglio 1741 e si passasse da una stanza all’altra conoscendo così la vita quotidiana del padrone di casa. Durante la visita verranno descritte anche le caratteristiche tecniche e funzionali di utilizzo dei singoli ambienti, le attività della domestica e della cuoca di famiglia, nonché i rapporti tra Guidozagni, i suoi dipendenti allo Studium e con il fittavolo dei suoi poderi nel contado. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91021 Sun, 14 May 2017 Sun, 14 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/casa_di_bambola.jpg 53174 Museo Davia Bargellini ...e infine arrivò Artusi Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90938 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0p0ntoni002b.jpg' /></p> Conferenza sul galateo e i sapori della Tavola Borghese e Popolare nell'Ottocento a cura della prof.sa Marinette Pendola. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. Info 051225583 museorisorgimento@comune.bologna.it http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90938 Sat, 13 May 2017 Sat, 13 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0p0ntoni002b.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Leggere con il corpo e leggere con gli occhi: la danza contemporanea incontra la storia dell'arte Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91015 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/argogiunone0_5.jpg' /></p> Nell'ambito di "Impara l'arte...La domenica dei Musei Civici d'Arte Antica" spettacolo di danza dal titolo: Leggere con il corpo e leggere con gli occhi: la danza contemporanea incontra la storia dell'arte, a cura di Miriam Costa e Paolo Cova (RTI Senza Titolo s.r.l. e ASTER s.r.l.)Percorso artistico e storiografico a due voci tra la danzatrice Miriam Costa e lo storico dell'arte Paolo Cova. Partendo da una sceneggiatura appositamente ideata, i due condurranno il pubblico alla scoperta di alcune splendide opere delle Collezioni Comunali d'Arte, avvicinate da un lato con la danza e dall'altro attraverso la lettura stilistica e iconografica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91015 Sat, 13 May 2017 Sat, 13 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/argogiunone0_5.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna Visita serale alla Chiesa di San Girolamo della Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91086 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sirani_giovanni_cena3.jpg' /></p> Tutto è davvero straordinario in questa visita: la chiesa dalle origini trecentesche e la storia di chi la costruì, i lavori di restauro e ricostruzione del ‘500, le stupende opere d’arte dei grandi maestri del ‘600 che fecero a gara per poter impreziosire queste sacre mura. Bartolomeo Cesi, Giovanni Andrea Sirani e la figlia Elisabetta, Giovanni Francesco Gessi ed altri ancora si cimentarono nella realizzazione delle gigantesche tele che costituiscono l’unico esempio di decorazione ancora collocato nel luogo originario esistente a Bologna. Un ciclo di pitture di straordinaria libertà compositiva e la sacralità del luogo come elementi distintivi. A cura di G.A.I.A. eventi. Prenotazione obbligatoria info@bolognaeventi.com o 051 9911923 (lasciare recapito telefonico). Durata: 1h30 circa. Costo: € 16,00 comprensivi di visita, contributi alla chiesa e ai lavori di restauro. Guida Monica Fiumi. Appuntamento davanti all’ingresso del chiostro della chiesa della Certosa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91086 Fri, 12 May 2017 Fri, 12 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sirani_giovanni_cena3.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Happy Birthday Museomusica! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90440 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museomusicabosala5.jpg' /></p> Happy Birthday Museomusica!open day del Museo ad ingresso gratuito ore 10.30-15.30-17 | mini tour alla collezione del museoore 16.30-17.15-18 | mini tour al caveau della biblioteca Per il compleanno del Museo della musica, un'occasione per visitare il Museo e scoprire i suoi tesori nascosti! http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90440 Thu, 11 May 2017 Thu, 11 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/museomusicabosala5.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Arrivederci Velázquez. Visita guidata di congedo ad un capolavoro Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91084 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/velazquez_7.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra "Algardi, Bernini e Velázquez: tre ritratti a confronto", ultimo giorno di apertura della mostra e visita guidata dal titolo: Arrivederci Velázquez. Visita guidata di congedo ad un capolavoro,  a cura di Giacomo Alberto Calogero (ASTER s.r.l. e Senza Titolo s.r.l.)Per l'occasione le Collezioni Comunali d'Arte effettueranno l'apertura straordinaria dalle 12.30 alle 13.30 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91084 Mon, 08 May 2017 Mon, 08 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/velazquez_7.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna La chiesa di San Gerolamo alla Certosa Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90989 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/san_gerolamo.jpg' /></p> Nell'ambito di "Impara l'arte...La domenica dei Musei Civici d'Arte Antica" visita guidata dal titolo: La chiesa di San Gerolamo alla Certosa, a cura di Antonella Mampieri.La chiesa della Certosa di Bologna, dedicata a san Gerolamo, racconta la storia affascinante dell'ordine certosino e della sua evoluzione spirituale e culturale, dalle spoglie strutture architettoniche trecentesche ai grandi dipinti di età barocca.Un luogo da scoprire e riscoprire con occhi nuovi. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90989 Sun, 07 May 2017 Sun, 07 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/san_gerolamo.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna Due artisti a confronto: un ritratto di Velázquez e l'affresco di Guercino a Palazzo Sampieri Talon Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90988 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/velazquez_6.jpg' /></p> Nell'ambito di "Impara l'arte...La domenica dei Musei Civici d'Arte Antica" visita guidata dal titolo: Due artisti a confronto: un ritratto di Velázquez  e l'affresco di Guercino a Palazzo Sampieri Talon, a cura di Giacomo Alberto Calogero (RTI Senza Titolo s.r.l. e ASTER s.r.l.).La visita si svolge all'interno del palazzo Sampieri-Talon in Strada Maggiore a Bologna, dove ancora si conserva l'ultima e straordinaria impresa murale del Guercino, risalente al 1631. In quell'anno Giovanni Francesco Barbieri terminò infatti la stupenda storia di Ercole e Anteo, dipinta sul soffitto di una delle stanze della stessa dimora in cui avevano operato, circa quarant'anni prima, i suoi "maestri" Carracci http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90988 Sun, 07 May 2017 Sun, 07 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/velazquez_6.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna Bruno Raspanti Confronti Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91053 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/raspanti__muro.jpg' /></p> Nelle sale del Museo Civico Medievale sarà ospitata, nell’ambito delle iniziative culturali rivolte alla città, la mostra dello scultore Bruno Raspanti Confronti curata da Graziano Campanini. Le opere verranno collocate nei prestigiosi ambienti del Palazzo Ghisilardi per mettere a colloquio l’espressione più avanzata dell’arte contemporanea con i capolavori che fanno parte della raccolta del museo. Nel 1974 alla Galleria De Foscherari di Bologna Bruno Raspanti espose per la prima volta una serie di tavoli in marmo con ciotole di minestra in ceramica. La mostra suscitò un notevole interesse intorno alla sua figura e alle provocazioni che andava proponendo. Provocazioni che sono continuate nel corso degli anni in molte mostre significative in Italia e all’estero sino all’esposizione di una selezione antologica di sue opere nell’Oratorio del Museo della Sanità e dell’Assistenza presso il celebre complesso monumentale di Santa Maria della Vita nel 2011. E’ stato lì, nel vedere le sue opere inserite quasi a colloquio con un apparato decorativo ed artistico che risale al ‘500, culminante nello straordinario Transito della Vergine di Alfonso Lombardi, che è nata l’idea di riproporre in modo ancora più perentorio un confronto non solo tra antico e moderno ma tra così diverse concezioni dell’arte e della rappresentazione: è dunque il Museo Civico Medievale il teatro di questo confronto che può apparire spiazzante ma al tempo stesso mette in luce un filo assai resistente che collega i diversi momenti della storia dell’arte, divertendosi a unire la contemporaneità con la storia. Nel suo studio-officina Bruno Raspanti, alle prese con materiali di ogni genere (bronzo, terracotta, pezzi di legno, tegole, vetro, sedie, plastica ecc.) dà vita a visioni stupefacenti che si propongono non come copia del mondo ma come uso del mondo. Un uso derisorio e impossibile: nascono così i baccelli, i carrioli, le zolle, ma anche i teatrini, tutti parte di una rappresentazione ironica e teneramente inattuale, in cui lo spazio, le proporzioni e le prospettive si mischiano e si confondono. Oggetti fragili e precari la cui esibita vocazione artistica viene messa in causa e contraddetta dallo stesso autore che pure, dando vita a questo confronto così improbabile, riafferma e sancisce quella continuità nella differenza in cui ogni artista ama collocarsi. La carica spettacolare e scenografica delle opere di Bruno Raspanti avrà modo di risaltare ancora di più nelle sale austere e cariche di storia del museo. Inaugurazione sabato 6 maggio alle ore 17.00 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91053 Sun, 07 May 2017 Sun, 07 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/raspanti__muro.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Ei fu siccome immobile... memorie napoleoniche a Bologna Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91093 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0r3publlica1849s.jpg' /></p> Visita guidata di Otello Sangiorgi. Fra gli oggetti esposti in Museo, alcuni sono dei veri testimoni, diretti o indiretti, delle gesta del Grande Corso, di cui in questi giorni si ricorda l'anniversario della morte. Riscopriamoli insieme, e ascoltiamo la loro storia. Non è richiesta prenotazione. Ingresso 5 euro, ridotto 3 euro. Museo civico del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. Info museorisorgimento@comune.bologna.it 051225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91093 Sun, 07 May 2017 Sun, 07 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0r3publlica1849s.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Mamamusica I Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89925 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mamamusica_2_1.jpg' /></p> Mamamusica Ilaboratorio in 4 incontri per bambini da 0-24 mesi e genitori un progetto del Museo della musicain collaborazione con Associazione Musica e nuvole con Chiara Bartolotta, Luca Bernard, Linda Tesauro Un cerchio di mamme e papà all’interno del quale tanti piccoli esploratori ai primi passi e provetti gattonatori si muoveranno e vocalizzeranno con la conduzione esperta di educatori e musicisti. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/89925 Sat, 06 May 2017 Sat, 06 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mamamusica_2_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Palazzo Davia Bargellini: una dimora riscoperta Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91022 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/berenice.jpg' /></p> Nell'ambito di "Palazzo Davia Bargellini. Una dimora riscoperta", visita guidata al palazzo e ai dipinti del XVII secolo, recentemente restaurati e ricollocati nel salone del piano nobile, a cura di Giacomo Alberto Calogero (RTI Senza Titolo s.r.l. e ASTER s.r.l.) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91022 Fri, 05 May 2017 Fri, 05 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/berenice.jpg 53174 Museo Davia Bargellini L'arte bolognese nel Lungo Ottocento - 1796 | 1915 Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90079 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/novissimadudovich1905019.jpg' /></p> Pittura, scultura, architettura, arti decorative. Nel corso di più di un secolo Bologna ha dato i natali ad artisti di primo piano della scena nazionale ed internazionale; ha ospitato o commissionato opere ad artisti di fama. Un percorso insieme a Roberto Martorelli per ripercorre alcuni capolavori e straordinarie vicende biografiche. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione, info museorisorgimento@comune.bologna.it 051225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90079 Thu, 04 May 2017 Thu, 04 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/novissimadudovich1905019.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna I restauri dei mosaici parietali della chiesa del Monastero di Dafni (Grecia) con un breve intervento sull’icona musiva raffigurante la Vergine del Museo Civico Medievale di Bologna Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91020 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mosaico1.jpg' /></p> Nell'ambito del ciclo di conferenze "Bisanzio e l'Italia: influenze, tecniche e collezionismo", seconda conferenza dal titolo: I restauri dei mosaici parietali della chiesa del Monastero di Dafni (Grecia) con un breve intervento sull’icona musiva raffigurante la Vergine del Museo Civico Medievale di Bologna, a cura di Dimitrios Chryssopoulos (Direttore Dipartimento mosaici, Direzione Conservazione dei Monumenti Antichi e Moderni, Ministero Greco della Cultura, Atene), Gabriella Bernardi (Museo Civico Medievale, Bologna), Marco Verità (Laboratorio LAMA, Università IUAV, Venezia)   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91020 Thu, 04 May 2017 Thu, 04 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mosaico1.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Labor omnia vincit: lavoratori in Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90078 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/00_lav.jpg' /></p> Visita guidata dedicata ai lavoratori che riposano in Certosa, per riscoprire insieme le glorie dell'industria bolognese, dai libri di Zanichelli fino ai motori di Weber e Maserati, passando per le campane dei Brighenti, senza dimenticare operai, artigiani e lavoratrici meno noti. Un'ode all'ingegno bolognese. A cura di Didasco. Prenotazione obbligatoria al numero 3481431230 (pom - sera). Ritrovo ore 10.30 all'ingresso del Cimitero, Via della Certosa 18 (cortile chiesa). Didasco chiede un contributo di 10€, 2€ devoluti per la Certosa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/90078 Sun, 30 Apr 2017 Sun, 30 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/00_lav.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Musica da vedere Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90437 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6.jpg' /></p> Musica da vederevisita guidata alla scoperta delle collezioni del Museo della musicacon Giuseppe Ayroldi Sagarriga Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90437 Sun, 30 Apr 2017 Sun, 30 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/004__le_compari6.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna IndustrialSoundMachine Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/90974 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/08def.jpg' /></p> Domenica 30 Aprile 2017 alle ore 16:00, verrà presentato il progetto artistico: IndustrialSoundMachine di Irene Fenara e  Francesco Privato a cura di Mara Vittoria Tagliati.IndustrialSoundMachine è un progetto artistico a cura di Mara Vittoria Tagliati, che vuole sottolineare l’importanza del patrimonio conservato nel Museo del Patrimonio Industriale di Bologna. Percorrendo le sale espositive ci si può immergere in una narrazione che non è solo visiva ma anche sonora. I macchinari di alcune importanti ditte bolognesi (Marchesini, I.M.A., A.C.M.A., MG2 e CAM) grazie all’intervento dei visitatori, prendono vita per mostrare il loro funzionamento ma anche raccontare storie di innovazione e di successo tecnologico.Concentrandosi sul valore sonoro delle macchine gli artisti Irene Fenara e Francesco Privato hanno realizzato un archivio sonoro con la finalità di amplificare le “narrazioni” degli oggetti oltre le sale museali. Ogni traccia sonora, rilevata da Privato ed identificata da un’icona distintiva creata da Fenara a partire da fotografie storiche, porta gli oggetti industriali a uscire virtualmente dal Museo e di muoversi nella contemporaneità dando loro una nuova vita.In occasione della presentazione sarà possibile assistere alla performance artistica: IndustrialSoundMachine - Evolution che si propone di presentare l’Archivio sonoro  e consentire ai fruitori di immergersi nelle composizioni generate da Francesco Privato.Interverranno Mara Vittoria Tagliati, gli artisti Irene Fenara e Francesco Privato, e Amerigo Mariotti, Presidente di ADIACENZE - Spazio di sperimentazione per l’arte contemporanea a BolognaIngresso gratuito. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/90974 Sun, 30 Apr 2017 Sun, 30 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/08def.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna My way, A modo mio. Ginevra Grigolo e lo Studio G7, 44 anni tra attualità e ricerca Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91052 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/immagine_guida_my_way_a_modo_mio_low.jpg' /></p> Il Comune di Bologna e l'Istituzione Bologna Musei omaggiano Ginevra Grigolo, figura chiave e punto di riferimento con la sua galleria Studio G7 nelle vicende dell'arte contemporanea a Bologna. Il museo, ricostruendo le vicende di una galleria che, come la sua fondatrice, ha da sempre scelto di collocarsi nella dimensione della ricerca e dell'innovazione, intende proporre una delle tante letture possibili della storia culturale della città. L'iniziativa si collega anche anche al più ampio progetto portato avanti dal Comune di Bologna e dall'Istituzione Bologna Musei per valorizzare un importante anniversario del 2017, ovvero il quarantennale della prima edizione della Settimana internazionale della Performance, che si tenne nel giugno del 1977. My way, A modo mio ripercorre 44 anni di attività portata avanti con passione dalla fondatrice (nel 1973) di Studio G7: la Sala delle Ciminiere e gli spazi adiacenti accolgono una vasta e acuta selezione di opere, oltre 150 pezzi, in cui grandi presenze internazionali si affiancano ad artisti di generazioni più giovani, proponendo diversi percorsi di ricerca ed espressione. La mostra e il relativo catalogo si realizzano grazie al contributo di Aliante Partners, Gruppo Hera, Matilde Callari Galli, Federico e Giovanna Enriques, Carlotta Minarelli, Chiara Segafredo, Luigi e Siriana Stefanini. Inaugurazione sabato 29 aprile, ore 18 http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91052 Sun, 30 Apr 2017 Sun, 30 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/immagine_guida_my_way_a_modo_mio_low.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Visita guidata al Museo Morandi, la Collezione Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91085 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_mambo_museo_morandi_veduta_allestimento_foto_matteo_monti_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg' /></p> L'allestimento ripercorre le diverse fasi della vicenda artistica di Giorgio Morandi, proponendo anche accostamenti tra i suoi lavori e quelli di altri autori contemporanei. Prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (martedì e giovedì dalle 9 alle 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it. http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91085 Sun, 30 Apr 2017 Sun, 30 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_mambo_museo_morandi_veduta_allestimento_foto_matteo_monti_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1_1.jpg 76460 Museo Morandi Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna Bononienses/Bolognesi: storie di cittadini di ieri dalle lapidi Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88857 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/lap_02_4.jpg' /></p> Visita guidata con Marinella Marchesi Anche la pietra può avere molto da raccontare; bisogna saper "ascoltare" le parole incise direttamente dai protagonisti, per ricostruitre le storie dei nostri concittadini di 2000 anni fa e magari scoprire alcune somiglianze... http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/88857 Sat, 29 Apr 2017 Sat, 29 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/lap_02_4.jpg 47842 Atrio - Lapidario La pazzia del ballo Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90433 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/galleria_matthaus_38.jpg' /></p> La Pazzia del Ballodialogo tra danza barocca e danza contemporaneaun progetto di Claudio Ronda ed Ermanno Romanellicon la partecipazione della compagnia Fabula Saltica Il titolo è preso in prestito da un celebre pamphlet di Simeone Zuccolo, pubblicato a Padova nel 1549, di cui una delle rare copie esistenti al mondo è esposta nella sala 5 del Museo della musica, assieme ad altri innumerevoli “monumenti” della storia della danza. Nell’opera in questione brillano gli improbabili ragionamenti sulle cause da cui si origina la danza, accompagnati da una gustosa serie di invettive contro la stessa arte: è “somigliante al chiasso”, ritenuta cagione di follia, tradimenti coniugali, malattie. In questo progetto spettacolare e divulgativo, il coreografo Claudio Ronda e lo storico della danza Ermanno Romanelli propongono una rilettura di modi e codici della danza barocca, ristrutturati, con rispetto e attenzione, secondo una visione contemporanea. Il tutto colorito dalla presenza di attori, musicisti e dalle esibizioni dei ballerini della compagnia Fabula Saltica. sabato 29 aprile e 6 maggio ore 17La Pazzia del Ballocon Claudio Ronda ed Ermanno Romanelli sabato 13 maggio ore 21Fabula Saltica: In itinereperformance di danza nelle sale del museo http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90433 Sat, 29 Apr 2017 Sat, 29 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/galleria_matthaus_38.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Gian Lorenzo Bernini: tra mito e storia Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91096 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bernini_4.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra "Algardi, Bernini e Velázquez: tre ritratti a confronto", ultimo giorno di apertura della mostra e visita guidata dal titolo: Gian Lorenzo Bernini: tra mito e storia, a cura di Ilaria Negretti (ASTER s.r.l. e Senza Titolo s.r.l.)Durante il percorso di visita avremo modo di approfondire la figura di uno dei grandi protagonisti del barocco italiano: Gian Lorenzo Bernini. Il Busto di papa Gregorio XV (1621-1622), esposto insieme alle opere di Algardi e di Velázquez, costituisce il punto di partenza per un'analisi del suo eccezionale percorso artistico; l'occasione permetterà di riflettere sull'importanza che il Bernini e le sue meravigliose opere hanno avuto nel corso dei secoli. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91096 Sat, 29 Apr 2017 Sat, 29 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bernini_4.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna Per sentieri di neve a un cor di foco Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90428 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bb003_01c_00.jpg' /></p> Per sentieri di neve a un cor di fococoncerto itinerante nelle sale del Museocon RossoPorpora ensemble Lucia Napoli (canto), Massimo Altieri e Giacomo Schiavo (tenori), Guglielmo Buonsanti (basso), Dario Carpanese (cembalo), Jadran Duncumb (tiorba)Walter Testolin (direttore) Lettere, racconti, desideri e guerre d’amore. Voci di uomini e voci di donna.Claudio Monteverdi prima di ogni altro musicista seppe dar suono alla nuova esigenza espressiva dell’uomo in un’epoca di profondi mutamenti estetici e sociali. Una musica tenera e crudele, aspra eppure dolce, un percorso musicale unico e appassionante per perdersi in sentieri di neve a un cor di foco. Cantante e direttore, Walter Testolin è riconosciuto come uno dei principali esecutori italiani di musica rinascimentale e barocca. Ha cantato e diretto nei principali festival di musica antica ed ha all'attivo oltre cento registrazioni discografiche tra le quali spiccano l'integrale dei madrigali di Monteverdi e di Gesualdo. Studioso dell'opera di Josquin Desprez, della quale è considerato uno dei più attenti e significativi conoscitori ed esecutori in assoluto, il suo nome è indissolubilmente legato a De labyrintho, ensemble vocale da lui fondato. Tiene corsi, conferenze e masterclass presso prestigiose istituzioni italiane ed estere. Dal 2011 dirige RossoPorpora Ensemble, collettivo musicale formato da giovani interpreti riuniti per studiare ed eseguire il prezioso repertorio tardo rinascimentale e barocco italiano ed europeo.L'idea di base è stata quella di creare un insieme vocale con il quale ha iniziato un percorso di studio, ricerca ed esecuzione del madrigale italiano basato sui nessi che legano la creazione musicale al verso poetico. Con esso prosegue un percorso che lo vede da anni vòlto ad affermare uno stile di esecuzione musicale frutto tanto di un approccio filologico comprendente gli aspetti culturali, politici, filosofici e religiosi, quanto di un avvicinarsi emotivo alla musica, costantemente teso alla ricerca di un colloquio emozionale con la partitura e con il pubblico dei nostri giorni.RossoPorpora ha già partecipato a prestigiosi festival in italia e all’estero, come il REMA (Réseau Européen de Musique Ancienne) show case a Marsiglia, Laus Polyphoniae ad Anversa, Pietà dei Turchini a Napoli, Teatro Olimpico di Vicenza ed ha avviato nel 2015 un progetto discografico di una collana dedicata al madrigale italiano per Stradivarius. www.rossoporporaensemble.com L'opera fa parte della collezione libraria del Museo della musica (collocazione: BB.3)Concerto. Settimo Libro di Madrigali a l. 2. 3. 4. &amp; Sei voci, con altri generi de Canti, di Claudio Monteverde Maestro di Capella della Serenissima Republica Nouamente Dato in Luce. Dedicato alla Serenissima Madama Caterina Medici Gonzaga Duchessa di Mantoua di Monferrato &amp;c. Stampa del Gardano. In Venetia. 1619. Appresso Bartolomeo Magni. - in 4°. Canto, Tenore, Alto, Basso, Quinto e Basso continuo. In tutto opuscoli sei. {La parte del Basso cantante è duplicata} http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/90428 Fri, 28 Apr 2017 Fri, 28 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bb003_01c_00.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Cinquant'anni di astronomia a Bologna Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/90960 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/41357326.jpg' /></p> Venerdì 28 Aprile 2017 alle ore 20:30 si inaugura l’esposizione: “Cinquant'anni di astronomia a Bologna”.La mostra è dedicata all'eccezionale sviluppo che l'astronomia amatoriale ha avuto nel nostro territorio seguendo il fil rouge della storia dell'Associazione Astrofili Bolognesi, costituitasi nel 1967 e che proprio quest'anno può celebrare il mezzo secolo di ininterrotta attività. Una serie di ricchi pannelli illustrerà l'evoluzione delle tecniche osservative e fotografiche a disposizione dei molti astrofili che con passione e dedizione, oltre a supportare il lavoro dei colleghi astronomi, li hanno in alcuni casi preceduti nello scoprire comete e oggetti del profondo cielo. Il visitatore potrà inoltre ammirare una sezione espositiva comprendente strumentazione storica proveniente dal Museo della Specola di Bologna insieme ai telescopi e alle camere moderne messi a disposizione dai soci dell'Associazione Astrofili Bolognesi. In ultimo un ricco calendario di conferenze e sessioni osservative animerà i fine settimana compresi nel periodo di apertura della mostra.L'esposizione può essere visitata negli orari di apertura del Museo previo pagamento del biglietto di accesso al Museo. Per informazioni: telefono 051.6356611. Clicca qui per il programma degli eventi. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/90960 Fri, 28 Apr 2017 Fri, 28 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/41357326.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna BOOM! CRESCERE NEI LIBRI: Mostra degli illustratori di Bologna Children’s Book Fair 2017 Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/90856 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/boom_crescereneilibri1.jpg' /></p> Mostra degli illustratori 9 aprile - 7 maggio Museo Civico Archeologico Finalmente in città la mostra degli Illustratori 2017: per la prima volta il parterre dei talenti dell’illustrazione contemporanea, ogni anno selezionato da una Giuria internazionale, si sposterà dai padiglioni della Fiera alle sale del Museo Archeologico. 75 autori, editi ed inediti, provenienti da ben 26 Paesi di culture, stili, sensibilità diversissimi tra loro: dal Cile al Sudafrica, dalla Polonia agli Stati Uniti, dal Giappone a Israele, dall’Italia all’Iran. Un momento imperdibile per vedere magnifiche illustrazioni da tutto il mondo. Orari: martedì &gt; venerdì h 9 - 15; sabato e domenica h 10 - 18.30; lunedì chiuso A cura di Bologna Children’s Book Fair   MOSTRA DEGLI ILLUSTRATORI BOOM!  CRESCERE  NEI LIBRI, in occasione Bologna Children’s Book Fair 2017 Dal 9 aprile al 7 maggio, Museo Civico Archeologico, Sala Mostre Finalmente in città la mostra degli Illustratori 2017: per la prima volta il parterre dei talenti dell’illustrazione contemporanea, ogni anno selezionato da una Giuria internazionale, si sposterà dai padiglioni della Fiera alle sale del Museo Archeologico. 75 autori, editi ed inediti, provenienti da ben 26 Paesi di culture, stili, sensibilità diversissimi tra loro: dal Cile al Sudafrica, dalla Polonia agli Stati Uniti, dal Giappone a Israele, dall’Italia all’Iran. Un momento imperdibile per vedere magnifiche illustrazioni da tutto il mondo. Qui i dettagli della mostra e le info sugli illustratori selezionati Qui il programma di BOOM! CRESCERE NEI LIBRI Qui il programma di Bologna Children's Book Fair A cura di Bologna Children’s Book Fair, evento promosso da Comune di Bologna e BolognaFiere Ingresso gratuito http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/90856 Sun, 09 Apr 2017 Sun, 09 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/boom_crescereneilibri1.jpg 48645 Sala Mostre Le Meraviglie Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/86840 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/p52_1.jpg' /></p> Le MeraviglieIsabelle Arsenault, tra realtà e immaginazionea cura di Hamelin Associazione Culturalein collaborazione con La Pastèque, Mondadori, Transbook Children’s Literature on the Movein occasione di Bologna Children’s Book Fair 2017 Per la prima volta in Italia il Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna ospita la mostra Le Meraviglie, Isabelle Arsenault tra realtà e immaginazione, personale che racconta l’universo raffinato e sospeso della talentuosa illustratrice canadese.Il lavoro di Isabelle Arsenault, che si muove fra fumetto e illustrazione, è caratterizzato dall’uso peculiare del colore che racconta e si fa portavoce delle emozioni dei suoi personaggi, quasi sempre adolescenti, alle prese con i rapporti familiari e il mondo che li circonda.Un incontro inaspettato con una volpe, il fantasticare per la città, l’immersione in un romanzo, diventano tutti momenti da sottolineare con colori accesi, si trasformano così in improvvise rivelazioni di meraviglie. Nelle illustrazioni dell’artista è proprio la presenzaassenza di colore a marcare i passaggi: da uno stato di realtà a uno stato d’immaginazione e di sogno e viceversa, dalla monotonia all’eccezionalità, dall’insicurezza alla piena presa di coscienza di se. Ed è proprio dal sogno che prendono vita i giardini di Isabelle Arsenault; realtà alternative fatte di elementi organici, delicate piante e fiori colorati.Storie profonde e temi difficili vengono raccontati con delicatezza e tatto dall’autrice usando un segno personale.In mostra saranno esposte le tavole originali del primo romanzo grafico dell’artista Jane, la volpe e io, insieme a quelle del suo ultimo lavoro Louis Parmi Les Spectres (in uscita per Mondadori), realizzati entrambi con la scrittrice canadese Fanny Britt. Uno spazio particolare verrà dato anche alle due biografie di artiste illustrate dall’autrice: Cloth Lullaby, The woven life of Louise Bourgeois (con Amy Novesky, edito da Abrams e vincitore del BRAW 2017 come miglior libro d’arte) sull’infanzia della celeberrima artista francese, Virginia Wolf (con Kyo Maclear, edito da Rizzoli), che narra l’intenso e intricato rapporto fra la scrittice e sua sorella Vanessa Bell bambine.Alpha (edito da La Pastèque), un ricco abbecedario visivo che reinterpreta il codice dell’alfabeto NATO con ingegno e fantasia, sarà esposto fra le sale del museo, facendo da controcanto visivo ai codici musicali e agli strumenti che il Museo conserva. Isabelle Arsenault è una prolifica illustratrice per l’infanzia. Ha studiato Graphic Design presso l'Università del Quebec a Montreal. Il suo lavoro le è valso numerose onorificenze, tra le quali il Prix du Gouverneur général, il massimo riconoscimento letterario del Canada, vinto per ben tre volte. Due dei suoi picture-books sono stati nominati dal New York Times come “Miglior libri illustrati dell’anno”. Cloth Lullaby, The woven life of Louise Bourgeois le è valso il BRAW 2017 come miglior libro d’arte. Ha pubblicato Migrant (con Maxine Trottier), Virginia Wolf, Cloth Lullaby The woven life of Luise Bourgeois, Alpha. Con la collaborazione della scrittrice Fanny Britt realizza il suo primo romanzo grafico Jane, la volpe e io e il suo ultimo lavoro Louis Parmi Les Spectres.Vive e lavora a Montreal. www.isabellearsenault.com La mostra è allestita nello spazio mostre e nella sala 6 del museo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/86840 Wed, 05 Apr 2017 Wed, 05 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/p52_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Hansel e Gretel Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90871 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/boom_1_2_1.jpg' /></p> In mostra le tavole realizzate da Sophia Martineck per la sua interpretazione a fumetti del grande classico dei fratelli Grimm. Un racconto senza tempo filtrato da uno sguardo contemporaneo. L’illustratrice e fumettista tedesca rilegge la storia con lirismo e leggerezza, attraverso un’atmosfera sospesa e il dinamismo di dialoghi e azioni che caratterizza il linguaggio fumetto. Accanto ai disegni originali saranno esposte riproduzioni a colori e materiali fonti d’ispirazione, in un percorso che immerge nel sapore originale della fiaba e nel processo creativo della disegnatrice. Il libro a fumetti Hansel e Gretel fa parte della nuova collana dedicata all’infanzia “Dino Buzzati” di Canicola edizioni e rientra nel più ampio progetto “Canicola bambini” in cui il fumetto è al centro di percorsi pedagogici che promuovono la lettura e la pratica artistica attraverso la ricerca di dialogo con altre forme di narrazione. La mostra, allestita presso la Biblioteca MAMbo, è a cura di Canicola associazione culturale in collaborazione con Dipartimento educativo MAMbo, Goethe-Institut Rom e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, in occasione di BOOM! Crescere nei libri e Bologna Children’s Book Fair. Inaugurazione domenica 2 aprile, ore 17.30   http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90871 Mon, 03 Apr 2017 Mon, 03 Apr 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/boom_1_2_1.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna STIGMĂTA. La tradizione del tatuaggio in Italia Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90621 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/tatuaggi.jpg' /></p> C’è un filo rosso che lega il Museo Civico Medievale di Bologna a Ötzi – conosciuto anche come la Mummia del Similaun, a Nicolaj Lilin – autore del romanzo "Educazione Siberiana", a Danilo Rossi Lajolo di Cossano – ricercatore e studioso delle tradizioni italiane del coltello e del bastone, fino ad arrivare al Museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso”, Università di Torino. La mostra, dal titolo “STIGMĂTA - La tradizione del tatuaggio in Italia” si aprirà il 29 marzo con una conferenza che ha come titolo L’origine del Marchio. Due relatori d’eccezione come Nicolaj Lilin e Danilo Rossi Lajolo di Cossano approfondiranno una tematica saliente della mostra, analizzando i tatuaggi ritualistici legati alle onorate società della vita e della malavita italiana dall’800 ai primi del ‘900 fino a quelli della criminalità siberiana/russa, oltre agli aspetti e le caratteristiche che simboleggiano i gradi, i ruoli e la vita nei bassifondi dell’ex Unione Sovietica. Il pubblico verrà introdotto ai contenuti della mostra, attraverso un percorso di opere provenienti dal museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso” Università di Torino, che ha messo a disposizione immagini e disegni inediti di carcerati e affiliati alla malavita organizzata studiati a cavallo tra l’800 e il 900. E ancora il visitatore potrà entrare in contatto con la cultura del tatuaggio attraverso foto, strumenti e stampe provenienti dalle collezioni private di Danilo Rossi Lajolo di Cossano, Tattoo Museo Fercioni e dall'Art Tattoo Studio di Marco Pisa. “STIGMĂTA - La tradizione del tatuaggio in Italia” è organizzata dall'Associazione STIGMĂTA e si tiene in collaborazione con Istituzione Bologna Musei | Musei Civici d'Arte Antica e la Tattoo Expò Bologna che si svolgerà nei giorni 31 marzo e 1-2 aprile presso l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Info).   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/90621 Wed, 29 Mar 2017 Wed, 29 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/tatuaggi.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Catherine Wagner. In Situ: Traces of Morandi Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90677 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/morandi_wagner_low.jpg' /></p> Il Museo Morandi prosegue nell'intento di valorizzare la propria collezione anche grazie a un programma di mostre temporanee tese ad accostare il lavoro di Giorgio Morandi all’opera di artisti che a vario titolo si sono a lui ispirati.Dopo Alexandre Hollan, Wayne Thiebaud, Tacita Dean, Rachel Whiteread e Brigitte March Niedermair, è Catherine Wagner a confrontarsi con l'opera del maestro bolognese. Due sale del museo ospitano la mostra In Situ: Traces of Morandi, a cura di Giusi Vecchi, che propone 21 lavori dell'artista americana, realizzati tra il 2015 e il 2016. Nel corso della sua più che trentennale carriera, Catherine Wagner ha studiato l’ambiente costruito come metafora del modo in cui creiamo le nostre identità culturali, usando la fotografia per analizzare le diverse modalità in cui l’uomo ha plasmato il mondo. L'artista ha soggiornato a Bologna per diverso tempo durante gli anni scorsi per lavorare nello studio di Casa Morandi, in quella che fu l'abitazione di Giorgio Morandi per gran parte della sua vita. Wagner ha inoltre operato nello studio della casa di Grizzana per studiare la rigorosa logica strutturale e la poesia delle nature morte morandiane. Wagner ha immaginato nuove nature morte con gli oggetti che l’artista bolognese rappresentava nelle sue opere, astraendo da questi modelli, sia formalmente che concettualmente, nuove composizioni. L'esposizione si avvale della collaborazione della Anglim Gilbert Gallery di San Francisco e della Gallery Luisotti di Los Angeles, così come dell'University of California Education Abroad program, Bologna. Incontro con il pubblico e inaugurazione della mostra venerdì 24 marzo, ore 17 e ore 18 http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90677 Sat, 25 Mar 2017 Sat, 25 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/morandi_wagner_low.jpg 76460 Museo Morandi Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna San Domenico: il volto del Santo nei codici miniati del Museo Civico Medievale 1216-2016 Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89560 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/san_domenico_4.jpg' /></p> In occasione dell'Ottavo Centenario della conferma della regola dell'Ordine dei Predicatori (1216-2016), la nostra piccola esposizione, curata da Ilaria Negretti e Paolo Cova: San Domenico: il volto del Santo nei codici miniati del Museo Civico Medievale 1216-2016 è dedicata allo studio iconografico delle miniature di Domenico rintracciate nei codici Due-Trecenteschi conservati nella collezione del Museo Civico Medievale. “...era di statura media, di corporatura delicata, la faccia bella e un poco rossa, i capelli e la barba leggermente rossi, belli gli occhi. Dalla sua fronte, e fra le ciglia, irraggiava un certo splendore, che attirava tutti a venerarlo e ad amarlo. Sempre ilare e giocondo, se non mosso a compassione per qualche afflizione del prossimo. Aveva le mani lunghe e belle. Aveva una grande voce bella e risonante. Non fu affatto calvo, ma aveva la corona della rasura del tutto integra, cosparsa di pochi capelli bianchi.” In questa mirabile descrizione di Domenico di Guzmán la beata Cecilia Cesarini, partecipe della prima esperienza del nuovo ordine, tratteggia con realismo la sua fisionomia. E' interessante notare come le immagini più antiche (Invv. 512-513-514-521-612), realizzate nella seconda metà del XIII secolo, a qualche decennio di distanza dalla morte del Santo (1221), paiono tramandare la memoria del suo vero volto.Video disponibile http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89560 Thu, 01 Dec 2016 Thu, 01 Dec 2016 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/san_domenico_4.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Algardi, Bernini e Velázquez: tre ritratti a confronto Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89188 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/velasquez.jpg' /></p> I Musei Civici d’Arte Antica, in collaborazione con i Musei Capitolini di Roma, espongono per la prima volta un dipinto di Diego Velázquez (1599-1660). Fino al prossimo maggio sarà infatti visibile presso la Sala Urbana delle Collezioni Comunali d’Arte il Ritratto di uomo della Pinacoteca Capitolina, che la critica ha supposto possa essere un autoritratto del celebre artista spagnolo. Pur giocato su una scala cromatica ridotta, il ritratto è una prova della penetrante e prensile abilità introspettiva del pittore, che compì due soggiorni in Italia (1629-31 e 1649-50): contro uno sfondo sommario, la resa impressionistica del volto lascia focalizzare l’espressione vigile dello sguardo, che instaura con quello dello spettatore un rapporto diretto; il dialogo serrato che ne nasce finisce per costringere chi osserva a presupporre l’esistenza di uno spazio reale, in grado di accomunarlo hic et nunc con il personaggio. Appare così in tutta la sua evidenza la sorprendente presa di realtà di Velázquez, che punta a catturare l’interiorità del modello, traducendo la verità della sua anima in una pittura veloce e compendiaria, in cui sta sospeso l’istante fuggente della vita. Attorno a questo straordinario esempio della ritrattistica seicentesca si è pensato di organizzare una piccola esposizione, a cura di Massimo Medica e Mark Gregory D’Apuzzo, accostando al dipinto dell’artista spagnolo due opere dei Musei Civici bolognesi, ugualmente significative: il Busto di papa Gregorio XV (1621-1622) di Gian Lorenzo Bernini (1598-1680), esemplare in bronzo derivato dal prototipo in marmo, ad oggi non rintracciato, richiesto dal cardinal nipote Ludovico Ludovisi in occasione della salita dello zio al soglio pontificio, e la Testa di San Filippo Neri (intorno al 1640) di Alessandro Algardi (1595-1654), modellato in cera rossa e ricavato dalla maschera funeraria del Santo, conservata nella chiesa della Vallicella a Roma.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/89188 Sun, 27 Nov 2016 Sun, 27 Nov 2016 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/velasquez.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna