Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49387 Istituzione Bologna Musei it-it info@comune.bologna.it Copyright 2017 Il Museo (ri)Suona Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91880 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/visitasonata_2.jpg' /></p> Il Museo (ri)Suonavisita sonata con i musicisti per bambini da 6 a 8 anni e genitoriin collaborazione con Associazione QB Quantobasta Sentite questo suono? Scoprite da dove proviene e vi troverete protagonisti di una lezione concerto in cui musicisti vi sveleranno dal vivo i segreti della collezione di strumenti musicali del museo: dalla voce al violino, dai liuti all'arpa, fino al flauto a becco, all'oboe barocco, alla tromba e agli ottoni, strumenti a fiato e a corda, da vedere, ascoltare e chissà... anche da provare! http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91880 Sun, 17 Dec 2017 Sun, 17 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/visitasonata_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La barca e la luna Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91876 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/barca01.jpg' /></p> La barca e la lunaspettacolo per bambini da 2 a 4 anni e genitori con Carlotta Zinia cura di Roberto Frabetti e Bruno Cappagli, regia di Bruno Cappagli e Valeria Frabettiideazione scenografica di Barbara Burgio, musiche originali di Riccardo Tesiin collaborazione con La Baracca Testoni Ragazzi “C’era una barca che andava per mare, ma che sulla luna voleva arrivare... Andava sempre in tondo, perché andava per il mondo.”Un viaggio in cui una barca vive il suo desiderio di andare sulla luna. Balla con un pesce, parla con le stelle, gioca con un pellicano, ascolta una balena… Chiede aiuto e indicazioni, vuole sapere come si fa a lasciare l’acqua del mare per arrivare alla luna e lasciarsi cullare. Prova, riprova e poi prova ancora. Ma la Luna è lontana e una barca non sa volare. Però prova, riprova e poi prova ancora. Con tenacia, senza tristezza. Allegramente cerca di andare al di là del possibile. E si sa… La luna ama chi sogna. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91876 Sat, 16 Dec 2017 Sat, 16 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/barca01.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Sindacaliste emiliano-romagnole: cento nomi per cento anni Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91092 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/12_dicembrepelizza.jpg' /></p> Con Anna Salfi. Attraverso la storia di protagoniste al femminile della storia del sindacalismo viene ricostruito il percorso delle donne nel mondo del lavoro, delle loro battaglie, delle loro sconfitte e, sopratttutto delle loro conquiste (tra fine Ottocento e avanzato Novecento) dalle pionieristiche società di mutuo soccorso femminili alle leghe, dalle camere del lavoro al sindacato. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Ultimo incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91092 Tue, 12 Dec 2017 Tue, 12 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/12_dicembrepelizza.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna REVOLUTIJA. Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91864 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/repin.jpg' /></p> Il MAMbo propone REVOLUTIJA, una grande mostra realizzata grazie alla collaborazione in esclusiva con il Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, prodotta e organizzata da CMS.Cultura in partnership con il Comune di Bologna | Istituzione Bologna Musei e curata da Evgenia Petrova e Joseph Kiblitsky. Oltre 70 opere - capolavori assoluti provenienti dall'istituzione museale russa – racconteranno gli stili e le dinamiche di sviluppo di artisti tra cui Nathan Altman, Natalia Goncharova, Kazimir Malevich, Wassily Kandinsky, Marc Chagall, Valentin Serov, Alexandr Rodchenko e molti altri per dar conto della straordinaria modernità dei movimenti culturali della Russia d’inizio Novecento: dal primitivismo al cubo-futurismo, fino al suprematismo, costruendo contemporaneamente un parallelo cronologico tra l’espressionismo figurativo e il puro astrattismo.   http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91864 Tue, 12 Dec 2017 Tue, 12 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/repin.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna ultimamusica | Road to Rostropovich - The cello that tore down the wall Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92041 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/rostropovich_2.jpg' /></p> ultimamusica contemporanea di un altro secolodedicato a Mstislav Rostropovič (1927-2007) The cello that tore down the wallmusica oltre confinePromenade Cello Ensemble in concerto Il concerto di chiusura della rassegna #Novecento è affidato ai giovani e talentuosi musicisti del Promenade, ensemble cameristico totale costituito da allievi emergenti capaci di affrontare sia programmi classici che repertori innovativi dedicati alla trascrizione di celebri capolavori musicali. Il programma che spazia tra autori diversi è eseguito sulle trascrizioni del M° David Vicentini. http://promenadestrings.blogspot.it/ http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92041 Sat, 09 Dec 2017 Sat, 09 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/rostropovich_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna ultimamusica | Road to Rostropovich - Bologna, culla del violoncello? Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92039 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/rostropovich_1.jpg' /></p> Ultimamusica contemporanea di un altro secolodedicato a Mstislav Rostropovič (1927-2007) Bologna, culla del violoncello?lezione musicale con Marc Vanscheeuwijck Un omaggio musicale e non solo a Mstislav Rostropovich, uno degli artisti-simbolo nella storia europea del secondo Novecento, indimenticabile nel suo assolo nel 1989 davanti al muro di Berlino che crollava... Grande violoncellista, compositore, direttore d'orchestra, forse non tutti sanno che era molto legato alla città di Bologna e al Museo della musica, di cui tenne a battesimo la sala eventi nel 2004. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92039 Fri, 08 Dec 2017 Fri, 08 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/rostropovich_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna “A tela e a seta ricamo in casa e fuori”. Donne al lavoro nel melodramma Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91091 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_dicembremestieri_femminili.jpg' /></p> Con Maria Chiara Mazzi. Regine afflitte, fanciulle sospirose, principesse abbandonate, madri sofferenti. Come la società, anche il teatro fa agire la donna solo nel mondo dei sentimenti. Eppure l’opera comica è piena di contadinelle sveglie, servette scaltre e governanti astute... Tuttavia è proprio nel mondo ‘libero’ del teatro a fianco di locandiere e vivandiere, appaiono nell’ Ottocento guerriere, attrici e operaie. Cambia il mondo, non solo nella finzione scenica, ma anche nella realtà. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91091 Tue, 05 Dec 2017 Tue, 05 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_dicembremestieri_femminili.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna ultimamusica | Sibelius Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92051 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sibelius_film.jpg' /></p> ultimamusica | contemporanea di un altro secoloJean Sibelius ore 15Sibelius Society Italiapresentazione con Flavio Colusso, Ferruccio Tammaro, Luigi Verdi, Alessandro Zignani Presentazione ufficiale del sodalizio, recentemente costituito in Roma (Antonio Pappano, presidente onorario; Flavio Colusso, presidente; Ferruccio Tammaro, vice-presidente) sotto gli auspici della Sibelius Society finlandese. La nuova Society si propone di contribuire allo sviluppo ed alla diffusione delle opere musicali, degli scritti e della figura storica di Jean Sibelius (1865-1957) e di tutti gli aspetti culturali collegati a lui e alla cultura Nordica, in particolar modo quelli della Finlandia, anche in relazione con quelli degli altri paesi del mondo, in particolar modo dell’Italia, con specifica attenzione alla cultura musicale e alla collaborazione di questa con altre forme di spettacolo e delle Arti più in generale. Sibelius amò sempre l’Italia dove, dopo il primo concerto nel 1904 a Bologna, diretto da Arturo Toscanini, le sue musiche furono spesso eseguite. Nel 1916 fu nominato Accademico onorario di Santa Cecilia, per la quale nel 1923 diresse all’Augusteo un concerto monografico (Finlandia, Pelleas, Il ritorno di Lemminkäinen, Seconda Sinfonia). Nel luglio 1929 il Governo Italiano gli conferì l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce della Corona d’Italia. L'evento è inoltre occasione per vedere il breve  documentario storico (6') della società cinematografica dei fratelli Aho&amp;Soldan, girato fra il 1927 e il 1945, in cui i due cineasti riuscirono a riprendere Sibelius nella sua casa di Ainola e nei dintorni. ore 17proiezione del film Sibelius (Finlandia, 2003, 115’) scritto, diretto e prodotto da Timo KoivusaloCast: Martti Suosalo, Miina Turunen, Heikki Nousiainen, Seela Sella, Vesa Vierikko | Fotografia: Pertti Mutanen | Montaggio: Jyrki Luukko | Scenografia: Janne Putkonen | Costumi: Marjaana Mutanen | Musica: Jean Sibelius (Lahti Symphony Orchestra, Osmo Vänskä) | Produzione: Artista Filmi Oy, Finnish Film Foundation | Distribuzione: Buena Vista International Finland L’epica grandiosa della vita e dei tempi del compositore Jean Sibelius. Gli anni degli studi del giovane musicista a Berlino e Vienna, la storia della nascita dello stato finlandese e della sua indipendenza dalla Russia imperiale. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92051 Sun, 03 Dec 2017 Sun, 03 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sibelius_film.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Mamamusica ensemble in concerto Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91875 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mamamusica_10_2_3_1_1.jpg' /></p> Mamamusica ensemble in concerto concerto "disturbato" per bambini da 0 a 36 mesi e genitori un progetto del Museo della musica in collaborazione con Associazione Musica e nuvole Un concerto “disturbato” del Mamamusica ensemble: un vero e proprio bagno di suoni con musica eseguita da musicisti professionisti tratta dal repertorio classico, jazz ed etnico-popolare, in cui immergersi e partecipare con il corpo e con la voce. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91875 Sat, 02 Dec 2017 Sat, 02 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mamamusica_10_2_3_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Jazz Insight | Sweet soul music Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92027 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pintori_2_new.jpg' /></p> Jazz Insight | Sweet soul musicdedicato a Otis Reddingnarrazione musicale con Emiliano Pintori (pianoforte)special guest Francesca Esposito (voce) Jazz Insight, ovvero cinque protagonisti della musica americana e africano-americana, di cui quest’anno ricorrono importanti anniversari, raccontati dall’interno, vale a dire dalla prospettiva di un musicista jazz Emiliano Pintori in compagnia del pianoforte e dei suoi “ospiti” a sorpresa.Inserito anche nella programmazione del Bologna Jazz Festival, l'excursus di Emiliano Pintori termina, come di consueto, con un appuntamento leggermente fuori dai binari più prettamente jazzistici, dedicato ad un protagonista della musica afro-americana tout court, con un ricordo del leggendario Otis Redding (Dawson, 9 settembre 1941 - Madison, 10 dicembre 1967), la voce per eccellenza del Soul, a cinquant’anni dalla prematura scomparsa. Nonostante il modesto successo conseguito in vita, Redding è tuttora considerato uno dei massimi miti della black music e tra i più grandi cantanti di tutti i tempi. La canzone (Sittin' On) the Dock of the Bay, pubblicata postuma, è inserita nella classifica delle più belle canzoni della storia, secondo Rolling Stone. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92027 Sat, 02 Dec 2017 Sat, 02 Dec 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pintori_2_new.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Più verità che mito | Donne al lavoro Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91090 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/28_novembreg._cadorin_le_tabacchine_1920.jpg' /></p> Con Jadranka Bentini. La donna lavoratrice è un'immagine nuova, spesso sfrontata, ancora ancella di una condizione subalterna che prende progressivamente a muoversi sicura nelle campagne come nelle fabbriche. Dalla seconda metà dell'Ottocento saranno anche le donne a raffigurare altre donne al lavoro, in un intreccio virtuoso fra creazione e narrazione. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91090 Tue, 28 Nov 2017 Tue, 28 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/28_novembreg._cadorin_le_tabacchine_1920.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Jazz Insight | We insist! Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92026 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pintori_2_new.jpg' /></p> Jazz Insight | We insist!dedicato a Max Roachnarrazione musicale con Emiliano Pintori (pianoforte)special guest Marco Frattini (batteria) e Luca Bernard (contrabasso) Jazz Insight, ovvero cinque protagonisti della musica americana e africano-americana, di cui quest’anno ricorrono importanti anniversari, raccontati dall’interno, vale a dire dalla prospettiva di un musicista jazz Emiliano Pintori in compagnia del pianoforte e dei suoi “ospiti” a sorpresa.Inserito anche nella programmazione del Bologna Jazz Festival, l'excursus di Emiliano Pintori dedica per la prima volta un appuntamento ad un batterista, il grande Maxwell Lemuel “Max” Roach (Newland, 10 gennaio 1924 - New York, 16 agosto 2007) a dieci anni dalla scomparsa. Figura chiave nell’evoluzione del linguaggio del suo strumento, protagonista delle maggiori incisioni del be-bop, leader di alcune delle formazioni di maggiore successo negli anni ’50, si distingue a partire dal decennio successivo per un dichiarato sostegno alla causa dei diritti razziali della comunità africano-americana, sino ad interessarsi alle nuove forme dell’avanguardia e dell’Hip-Hop.A lui è stata dedicata quest'anno una nuova stella jazz sul marciapiede di una delle vie del centro storico di Bologna: l’idea è nata dall'intento di "legare" i personaggi memorabili della città ai luoghi memorabili che hanno frequentato. Per molto tempo via Caprarie è stata il crocevia del jazz internazionale a Bologna per la presenza al civico 3 del Disclub di Alberto Alberti. Questa strada è diventata l’Hollywood Boulevard del Jazz bolognese: ogni anno sul marciapiede viene collocata una stella di marmo in nome dei divi che l’hanno attraversata.La prima stella è del 2011 ed è stata dedicata a Chet Baker, nel 2012 Miles Davis e Lucio Dalla, nel 2013 Ella Fitzgerald e Henghel Gualdi, nel 2014 Duke Ellington e Thelonious Monk, nel 2015 Sarah Vaughan e Dizzy Gillespie, nel 2016 Dexter Gordon e Cedar Walton. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92026 Sat, 25 Nov 2017 Sat, 25 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pintori_2_new.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna “O che bel mestiere, fare il carrettiere…” - Uomini al lavoro nel melodramma Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91089 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/att1etzm.jpg' /></p> Con Maria Chiara Mazzi. Cavalieri e principi sono ancora gli eroi del melodramma nell’Ottocento, anche se poco a poco si affacciano i mestieri del quotidiano, a mostrare la loro forza e persino la loro indispensabilità. Ecco entrare in scena barbieri e carrettieri, pescatori e marinai, banditi e barcaroli… ma anche pittori e poeti, scrittori, circensi e musicisti. Non era forse stato il cantante, Orfeo, il primo a salire su un palcoscenico dell’opera, all’inizio della sua storia? Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91089 Tue, 21 Nov 2017 Tue, 21 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/att1etzm.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna INTIMITÉS LYRIQUES: la poesia francese in musica Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92087 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofestival_2_1_1.jpg' /></p> Intimités lyriques: la poesia francese in musicaconversazione musicale con Enzo Restagno Silvia Frigato, sopranoClaudio Marino Moretti, pianoforte programma: Claude Debussy, Fêtes galantes (I)Claude Debussy, Ariettes oubliéesClaude Debussy, Trois poèmes de Stéphane MallarméClaude Debussy, Apparition http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92087 Tue, 21 Nov 2017 Tue, 21 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofestival_2_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Distruzione e rinascita di Ninive Passato e futuro della più grande capitale assira Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92099 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/imgpersitoanca_1_2_1.jpg' /></p> Conferenza di Nicolò Marchetti, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Gian Pietro Basello Università "L'Orientale" di Napoliian Pietro Ba   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92099 Sat, 18 Nov 2017 Sat, 18 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/imgpersitoanca_1_2_1.jpg 48349 Sala Risorgimento Jazz Insight | (molto più di) Cento anni di Jazz – Da New Orleans alle origini Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92025 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pintori_2_new.jpg' /></p> Jazz Insight | (molto più di) Cento anni di Jazz – Da New Orleans alle origini narrazione musicale di Emiliano Pintori (pianoforte) special guest Guglielmo Pagnozzi (clarinetto) Jazz Insight, ovvero cinque protagonisti della musica americana e africano-americana, di cui quest’anno ricorrono importanti anniversari, raccontati dall’interno, vale a dire dalla prospettiva di un musicista jazz Emiliano Pintori in compagnia del pianoforte e dei suoi “ospiti” a sorpresa.Inserito anche nella programmazione del Bologna Jazz Festival, l'excursus di Emiliano Pintori fa una tappa singolare: un altro centenario, ma questa volta non dedicato ad un personaggio, ma ad un particolare evento: il 31 gennaio 1917, in modo quasi fortuito, un gruppo di musicisti capitanati dall’italo americano Nick LaRocca, l’Original Dixie Jass Band, incide per la Victor Livery Stable Blues, che diventerà nota come la prima incisione discografica della storia del Jazz.Ma si scoprirà come ci siano stati Molto più di cento anni di jazz, come non fosse questo il più significativo gruppo di New Orleans, di come di “jazz” si parlasse già da molti anni, in un viaggio più ampio e a ritroso alle origini di un universo musicale così poco etichettatile come databile. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92025 Sat, 18 Nov 2017 Sat, 18 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pintori_2_new.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Titani ed eroi "Le magnifiche sorti e progressive" fra Otto e Novecento Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91088 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/14_novembre_allegoria_del_lavoro.jpg' /></p> Con Jadranka Bentini. E' la fucina di Vulcano ad essere assunta efficacemente dalle arti figurative fra Otto e Novecento per rappresentare i lavoratori di un nuovo mondo economico alle porte: quello industriale. L'operaio tipico si trasfigura in un eroe e diviene il Prometeo forgiatore della materia stessa del lavoro e del progresso, tra verismo e glorificazione del quotidiano. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci, 5. A cura del Museo civico del Risorgimento in collaborazione con Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Bologna. Incontro del ciclo 'Donne e uomini al lavoro. Immagini e suggestioni nelle arti figurative e nella musica.' Info: museorisorgimento@comune.bologna.it – tel. 051.225583 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91088 Tue, 14 Nov 2017 Tue, 14 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/14_novembre_allegoria_del_lavoro.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Jazz Insight | Straight, no chaser Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92023 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pintori_2_new.jpg' /></p> Jazz Insight | Straight, no chaserdedicato a Thelonious Monk narrazione musicale di Emiliano Pintori (pianoforte)Jazz Insight, ovvero cinque protagonisti della musica americana e africano-americana, di cui quest’anno ricorrono importanti anniversari, raccontati dall’interno, vale a dire dalla prospettiva di un musicista jazz Emiliano Pintori in compagnia del pianoforte e dei suoi “ospiti” a sorpresa.Inserito anche nella programmazione del Bologna Jazz Festival, l'excursus di Emiliano Pintori parte dal mondo suggestivo ed enigmatico di Thelonious Monk “il Gran Sacerdote del be-bop” (Rocky Mount, 10 ottobre 1917 – Weehawken, 17 febbraio 1982). A cento anni dalla nascita, Monk può essere considerato uno dei personaggi più significativi non solo del jazz, ma della musica americana tout court del ‘900. La sua influenza è stata fondamentale ed eterogenea, non esercitandosi solo in ambito jazzistico, ma divenendo figura di riferimento all’interno di numerose avanguardie (in particolare europee) e ottenendo l’attenzione degli ambienti accademici. Al di là delle marginali note sulle sue stranezze ed eccentricità, la figura di Monk non smette di sorprenderci: entrare nel suo mondo sonoro significa sperimentare il genio di uno dei più originali e rigorosi compositori del secolo passato, oltreché un pianista dallo stile unico e inimitabile. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92023 Sat, 11 Nov 2017 Sat, 11 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pintori_2_new.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna INTIMITÉS LYRIQUES: la poesia francese in musica Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92086 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofestival_2_1.jpg' /></p> Intimités lyriques: la poesia francese in musicaconversazione musicale con Massimo Contiero Dženana Mustafić, sopranoPierpaolo Maurizzi, pianoforte programma: Reynaldo Hahn, Chansons grisesReynaldo Hahn, À Chloris http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92086 Tue, 07 Nov 2017 Tue, 07 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofestival_2_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Follie. Scappare dalla guerra, rincorrere la guerra Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92082 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mostra_ermada_follievolantino4.jpg' /></p> Visita guidata alla mostra con Mirtide Gavelli e Giacomo Bollini dell'Associazione Emilia Romagna al Fronte. Spesso la guerra è stata definita "follia", e la Grande Guerra non fece eccezione: milioni di morti, invalidi, vedove, orfani, portarono al crollo dell’Europa della Belle Époque e fecero traballare il mito del progresso senza fine. Nella mostra si affrontano alcuni aspetti: da una parte il volontarismo, una corsa verso un conflitto che si dimostrerà ben diverso rispetto alle aspettative; dall'altra il tema del trauma psicologico, della fuga fisica ma anche mentale dalla mostruosità quotidiana della guerra, che caratterizzò tutti i fronti del conflitto. Ingresso 5 euro, ridotto 3 euro. Non è necessaria la prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci 5, Bologna. Info 051225583 museorisorgimento@comune.bologna.it http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92082 Sun, 05 Nov 2017 Sun, 05 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mostra_ermada_follievolantino4.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Novella ‘800: aneddoti, curiosità e storie poco note di Bologna Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92148 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0didasco03.jpg' /></p> Nel silenzio dei chiostri, tra i cipressi e le lapidi, riposano i nostri antenati bolognesi, che pure vissero passioni intense: l'amore romantico, l'odio temibile, l'invidia e la gelosia. In questa visita ricorderemo vicende che ebbero per protagonisti i bolognesi e, insospettabilemente, il Cimitero della Certosa stesso. A cura di Didasco. Appuntamento ore 15 all’ingresso principale della Certosa (Cortile chiesa), via della Certosa 18. Prenotazione obbligatoria al numero 3481431230 (pom-sera). Didasco chiede un contributo di 10€ per adulti e 5€ per bambini sotto i 12 anni. Per ogni ingresso saranno devoluti 2€ per il restauro della Certosa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92148 Sun, 05 Nov 2017 Sun, 05 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0didasco03.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna La formazione dello stato nella Mesopotamia del III millennio a.C. Ur e Kish, due casi di studio Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92098 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/imgpersitoanca_1_2.jpg' /></p> Conferenza di Giacomo Benati e Federico Zaina, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Gian Pietro Basello Università "L'Orientale" di Napoliian Pietro Ba   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92098 Sat, 04 Nov 2017 Sat, 04 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/imgpersitoanca_1_2.jpg 48349 Sala Risorgimento Mamamusica III Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91874 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mamamusica_2_1_1_1.jpg' /></p> Mamamusica IIIlaboratorio in 4 incontri per bambini da 0-36 mesi e genitori un progetto del Museo della musicain collaborazione con Associazione Musica e nuvole con Chiara Bartolotta, Luca Bernard, Linda Tesauro Uno spazio musicale speciale, emozionante ed inclusivo per grandi e piccolissimi in cui l'attenzione si concentra esclusivamente sui suoni.Canti e ritmi provenienti da repertori molto diversi, un avvolgente abbraccio di suoni scandito anche da intensi silenzi, in cui adulti e bambini costruiscono una relazione comunicativa unica, per scoprire e riscoprire l' incanto di esprimersi attraverso la musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91874 Sat, 04 Nov 2017 Sat, 04 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mamamusica_2_1_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Jazz Insight | To Be Bop Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92024 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pintori_2_new.jpg' /></p> Jazz Insight | To Be Bopdedicato a Dizzy Gillespie narrazione musicale di Emiliano Pintori (pianoforte)special guest Fabio Morgera (tromba)Jazz Insight, ovvero cinque protagonisti della musica americana e africano-americana, di cui quest’anno ricorrono importanti anniversari, raccontati dall’interno, vale a dire dalla prospettiva di un musicista jazz Emiliano Pintori in compagnia del pianoforte e dei suoi “ospiti” a sorpresa.Inserito anche nella programmazione del Bologna Jazz Festival, l'excursus di Emiliano Pintori affronta vita e opere di John Birks “Dizzy” Gillespie (Cheraw, 21 ottobre 1917 – Englewood (New Jersey), 6 gennaio 1993) il volto sorridente e istrionico del be-bop, anche in questo caso a cento anni dalla nascita. Grandissimo virtuoso, spettacolare e carismatico leader, Gillespie rappresenta in pieno la rara capacità di miscelare ricerca artistica e sano intrattenimento, rappresentante di una musica vitale e mai scontata, è stato sicuramente il grande ambasciatore del fecondo incontro tra i ritmi afrocubani e il jazz newyorkese. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92024 Sat, 04 Nov 2017 Sat, 04 Nov 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pintori_2_new.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna INTIMITÉS LYRIQUES: la poesia francese in musica Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92084 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofestival_2.jpg' /></p> Intimités lyriques: la poesia francese in musicaconversazione musicale con Marco Vallora Marta Codognola, mezzosoprano Emanuela Conti, sopranoClaudio Marino Moretti, pianoforte programma: Gabriel Fauré, Chant d'automneErnest Chausson, Deux poèmes op.34Maurice Ravel, Trois poèmes de Stéphane MallarméHenri Duparc, L'invitation au voyageErnest Chausson, Apaisement op.13 n.1Francis Poulenc, BanalitésErnest Chausson, Le temps des lilas et le temps des roses http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92084 Tue, 31 Oct 2017 Tue, 31 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bofestival_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Arturo Orsoni - uno scultore budriese a Bologna Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91391 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/orsoni_nannetti.jpg' /></p> Tra gli artisti maggiormente attivi in Certosa tra '800 e '900, Orsoni viene chiamato a realizzare marmi e bronzi che segnano il paesaggio del complesso monumentale, declinando il suo stile tra verismo e suggestioni Liberty. Un percorso dedicato ad un'artista raffinato poco noto, in compagnia di Vincenzo Favaro e Roberto Martorelli. Non è richiesta prenotazione, ingresso gratuito. Ritrovo all'ingresso principale (Cortile Chiesa - Info Point), via della Certosa 18. Info 051225583 museorisorgimento@comune.bologna.it L'appuntamento rientra nel programma della 'Festa della Storia' e della programmazione del Museo per Ognissanti, realizzato in collaborazione con il Comune di Budrio. L'appuntamento rientra nel programma della Festa Internazionale della Storia 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91391 Sun, 29 Oct 2017 Sun, 29 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/orsoni_nannetti.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Rock Insight | Trasgressioni rock, la fiamma e la farfalla Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92032 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/thedoorsthedoors395014.jpg' /></p> Rock Insight | Trasgressioni rock, la fiamma e la farfallaJim Morrison e Iggy Pop incontri musicali con Valerio Corzani Quattro incontri che mettono in fila (per affinità o antitesi) una serie di temi nevralgici dell’immaginario e della storia del rock: la psichedelia, l’utilizzo dell’elettronica, l’esotismo e il carisma scenico.Nel settimo anno degli ultimi quattro decenni del secolo scorso - 1967, 1977, 1987, 1997 – succedevano infatti cose molto importanti che hanno segnato, illuminato e fatto deflagrare la storia del rock…Un percorso sorprendente che sovrappone escursioni cronologiche, analisi musicologiche, accenni alla tecnica strumentale e a quella produttiva. Il tutto mantenendo ben saldo lo zoom sul profilo dei musicisti e sul tema che li lega ed esplorando traiettorie che riportano puntualmente gli astanti ad una serie di anniversari. Valerio Corzani è autore, giornalista, conduttore radiofonico, musicista, fotografo e scrittore. Attualmente collabora con Il Manifesto, Alias e Blogfoolk, mentre in passato è stato la firma di riviste e magazine come XL e D di Repubblica, Il Giornale della Musica, Slowfood, Velvet, World Music Magazine, Suono, Muz, Il Turismo Culturale, Fahrenheit 451, Jack, Diario. Presenta programmi radiofonici per la seconda rete della Radio Svizzera Italiana ed è conduttore, autore e regista di Radio3 Rai.Con RadioRai collabora dal 1986 e ha firmato centinaia di programmi, sia nelle vesti di conduttore che in quelle di autore, di consulente musicale e di regista.Attualmente è uno dei conduttori e autori de "L’idealista”, ideatore e redattore di "Sei Gradi", ideatore e conduttore di "File Urbani" e "Alza il volume consulente musicale di "Pagina3", "Ad alta voce", "Passioni", "Fahrenheit", "Radio3Mondo", “Wikiradio”, "Radio3 Scienza", “A3”, “Pantagruel”, “Museo Nazionale”, tutte trasmissioni di Radio3.All’attività giornalistica alterna quella di musicista. Ha suonato quattro anni con i torinesi Mau Mau e guidato il gruppo Mazapegul, perlustrando l’Europa e il medio oriente con entrambi. Ha registrato due album con i Mau Mau e tre con i Mazapegul, ottenendo anche il riconoscimento del “Premio Tenco” e del “Premio Ciampi”. Oggi porta in giro il progetto elettronico Interiors, insieme ad Erica Scherl (Liquid è il titolo del loro album d’esordio uscito per Minus Habens). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92032 Sat, 28 Oct 2017 Sat, 28 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/thedoorsthedoors395014.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La musica fa storia: il Coro Athena all'Archiginnasio Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92131 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/immagine_6.png' /></p> In occasione della XIV Festa internazionale della Storia (21-29 ottobre 2017) il Coro Athena, diretto dal maestro Marco Fanti, si esibirà in concerto mercoledì 25 ottobre 2017 alle ore 21 presso la Sala dello Stabat Mater, Biblioteca dell'Archiginnasio di Bologna in piazza Galvani, 1 Consulta tutto il programma della Festa internazionale della Storia Visita il sito del Coro Athena   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92131 Wed, 25 Oct 2017 Wed, 25 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/immagine_6.png 92219 Sala dello Stabat Mater, Biblioteca dell'Archiginnasio Il periodo Heian (794-1185) Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92164 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/foto_3_2.jpg' /></p> Nell'ambito di: L'arte giapponese dalle origini alla fine del 12° secolo, terza e ultima conferenza dal titolo: Il periodo Heian (794-1185), a cura di Giovanni Peternolli.E' l'epoca considerata dai giapponesi come il periodo d'oro della cultura, in cui si afferma un'estetica nazionale, meno legata ai modelli cinesi, che fiorisce negli ambienti aristocratici di Kyoto, la capitale imperiale.In collaborazione con il Centro Studi d'Arte Estremo-Oriente. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92164 Wed, 25 Oct 2017 Wed, 25 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/foto_3_2.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Follie. Scappare dalla guerra, rincorrere la guerra Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92081 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mostra_ermada_follievolantino3.jpg' /></p> Visita guidata alla mostra con Otello Sangiorgi. Spesso la guerra è stata definita "follia", e la Grande Guerra non fece eccezione: milioni di morti, invalidi, vedove, orfani, portarono al crollo dell’Europa della Belle Époque e fecero traballare il mito del progresso senza fine. Nella mostra si affrontano alcuni aspetti: da una parte il volontarismo, una corsa verso un conflitto che si dimostrerà ben diverso rispetto alle aspettative; dall'altra il tema del trauma psicologico, della fuga fisica ma anche mentale dalla mostruosità quotidiana della guerra, che caratterizzò tutti i fronti del conflitto. Ingresso 5 euro, ridotto 3 euro. Non è necessaria la prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci 5, Bologna. Info 051225583 museorisorgimento@comune.bologna.it http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92081 Sun, 22 Oct 2017 Sun, 22 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mostra_ermada_follievolantino3.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Tour introduttivo alla Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92147 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0didasco02.jpg' /></p> Una passeggiata dedicata a chi non ha mai visitato il complesso monumentale oppure vuole approfondire come si è sviluppato, dai chiostri più antichi a quelli più recenti. L'ABC della nostra Certosa, dalla necropoli etrusca al monastero certosino, dall'istituzione del "cimitero moderno" ai capolavori più famosi e tante, tante curiosità. A cura di Didasco. Appuntamento ore 10.30 all’ingresso principale della Certosa (Cortile chiesa), via della Certosa 18. Prenotazione obbligatoria al numero 3481431230 (pom-sera). Didasco chiede un contributo di 10€ per adulti e 5€ per bambini sotto i 12 anni. Per ogni ingresso saranno devoluti 2€ per il restauro della Certosa. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92147 Sun, 22 Oct 2017 Sun, 22 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0didasco02.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Budrio nell'età di Arturo Orsoni (1867-1928) Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91392 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/p1210034.jpg' /></p> Analisi storico artistica di una cittadina bolognese, Budrio, tra '800 e '900: un periodo di grandi trasformazioni. Interventi e letture animate tratte da libri storici. Interventi di Lorenza Servetti, Ferruccio Melloni, Roberto Martorelli. Non è richiesta prenotazione, ingresso gratuito. Sala del Consiglio Comunale di Budrio, Piazza Quirico Filopanti, 11. Info 0516928281 cultura@comune.budrio.bo.it Appuntamento realizzato in collaborazione con il Comune di Budrio. L'appuntamento rientra nel programma della Festa Internazionale della Storia 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91392 Sat, 21 Oct 2017 Sat, 21 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/p1210034.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Sumeri, Assiri e Babilonesi a Bologna I reperti mesopotamici della Collezione Ancarani Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92097 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/imgpersitoanca_1_1.jpg' /></p> Conferenza di Gianni Marchesi, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Gian Pietro Basello Università "L'Orientale" di Napoliian Pietro Ba   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92097 Sat, 21 Oct 2017 Sat, 21 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/imgpersitoanca_1_1.jpg 48349 Sala Risorgimento Gesti allo specchio Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91878 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/download_2.jpg' /></p> Gesti allo specchiolaboratorio di movimento espressivo in 3 incontri per bambini da 3 a 5 anni e genitori con Alice Ruggero e Gaia Germanàin collaborazione con l’Associazione QB Quanto Basta Prendersi il tempo di osservare il proprio corpo, il suo movimento, i dettagli inattesi, le somiglianze con l'altro e le differenze. Rispecchiarsi e trasformare il riflesso in una immagine nuova di sé con l'altro. Due danzatrici condurranno genitori e bambini a sviluppare un dialogo a più voci, fatto di suoni, gesti e movimenti, in un gioco di risonanze e sintonie musicali e motorie. Si richiede la presenza dello stesso genitore in tutti gli incontri.Consigliato l'uso dei calzini antiscivolo. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91878 Sat, 21 Oct 2017 Sat, 21 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/download_2.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Rock Insight | Musica e Misticismo Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92031 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bob_marley.jpg' /></p> Rock Insight | Musica e MisticismoExodus di Bob Marley e il trip indiano dei Beatles incontri musicali con Valerio Corzani Quattro incontri che mettono in fila (per affinità o antitesi) una serie di temi nevralgici dell’immaginario e della storia del rock: la psichedelia, l’utilizzo dell’elettronica, l’esotismo e il carisma scenico.Nel settimo anno degli ultimi quattro decenni del secolo scorso - 1967, 1977, 1987, 1997 – succedevano infatti cose molto importanti che hanno segnato, illuminato e fatto deflagrare la storia del rock…Un percorso sorprendente che sovrappone escursioni cronologiche, analisi musicologiche, accenni alla tecnica strumentale e a quella produttiva. Il tutto mantenendo ben saldo lo zoom sul profilo dei musicisti e sul tema che li lega ed esplorando traiettorie che riportano puntualmente gli astanti ad una serie di anniversari. Valerio Corzani è autore, giornalista, conduttore radiofonico, musicista, fotografo e scrittore. Attualmente collabora con Il Manifesto, Alias e Blogfoolk, mentre in passato è stato la firma di riviste e magazine come XL e D di Repubblica, Il Giornale della Musica, Slowfood, Velvet, World Music Magazine, Suono, Muz, Il Turismo Culturale, Fahrenheit 451, Jack, Diario. Presenta programmi radiofonici per la seconda rete della Radio Svizzera Italiana ed è conduttore, autore e regista di Radio3 Rai.Con RadioRai collabora dal 1986 e ha firmato centinaia di programmi, sia nelle vesti di conduttore che in quelle di autore, di consulente musicale e di regista.Attualmente è uno dei conduttori e autori de "L’idealista”, ideatore e redattore di "Sei Gradi", ideatore e conduttore di "File Urbani" e "Alza il volume consulente musicale di "Pagina3", "Ad alta voce", "Passioni", "Fahrenheit", "Radio3Mondo", “Wikiradio”, "Radio3 Scienza", “A3”, “Pantagruel”, “Museo Nazionale”, tutte trasmissioni di Radio3.All’attività giornalistica alterna quella di musicista. Ha suonato quattro anni con i torinesi Mau Mau e guidato il gruppo Mazapegul, perlustrando l’Europa e il medio oriente con entrambi. Ha registrato due album con i Mau Mau e tre con i Mazapegul, ottenendo anche il riconoscimento del “Premio Tenco” e del “Premio Ciampi”. Oggi porta in giro il progetto elettronico Interiors, insieme ad Erica Scherl (Liquid è il titolo del loro album d’esordio uscito per Minus Habens). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92031 Sat, 21 Oct 2017 Sat, 21 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bob_marley.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna L'arte decorativa Rinpa, fra tradizione e innovazione Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92161 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/foto_2_4.jpg' /></p> Nell'ambito di: L'arte giapponese dalle origini alla fine del 12° secolo, seconda conferenza dal titolo: L'arte decorativa Rinpa, fra tradizione e innovazione, a cura di Alessandro Guidi.L'8° secolo, che coincide più o meno con il periodo storico-artistico dai giapponesi chiamato Nara, vede sopratutto la splendida fioritura dell'arte buddistha, con una produzione di opere di grande bellezza, particolarmente nella scultura e nell'architettura.In collaborazione con il Centro Studi d'Arte Estremo-Oriente. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92161 Thu, 19 Oct 2017 Thu, 19 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/foto_2_4.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna In punta di bulino. Francesco Francia e gli incisori italiani del Rinascimento Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92200 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bannerganganelli.jpg' /></p> In occasione del cinquecentenario della morte di Fracesco Raibolini, detto “il Francia”, uno dei massimi esponenti dell’arte italiana del XV e dell’inizio del XVI secolo, l’Accademia Italiana di Studi Numismatici organizza per sabato 14 ottobre dalle 9 alle 13, presso il Museo Civico Archeologico di Bologna un convegno di studi. Il Francia, infatti, oltre che eccellente nell'arte della pittura, fin dal 1485 iniziò ad avvicinarsi all'arte dell’oreficeria, dell’incisione di conii e della realizzazione di medaglie divenendo, anche in questo campo, un esponente di primo piano nel panorama italiano. Un panorama, quello dell’arte della moneta e della medaglia nella Penisola tra la seconda metà del XV e la prima metà del XVI vede un vero e proprio proliferare di talenti e di capolavori. Moderatrice della giornata di studi sarà Paola Giovetti, responsabile del Museo Civico Archeologico di Bologna. Questo il programma degli interventi: 9.00-9.30 | Roberto Ganganelli | Saluto del presidente dell’Accademia Italiana di Studi Numismatici 9.30-9.50 | Mark Gregory D’Apuzzo | “Ars aemula naturae: Francesca Francia fra pittura e oreficeria”. 9.50-10.10 | Michele Chimienti | Francesco Francia incisore e i medaglisti bolognesi del periodo 10.10-10.30 | Franco Saetti | Incisori rinascimentali nelle corti padane 10.30-10.50 | Giancarlo Alteri | Committenti e artisti in Lombardia dal Medagliere della Veneranda Biblioteca Ambrosiana 10.50-11.10 | Leonardo Mezzaroba | Gli incisori rinascimentali di area veneta tra classicismo e modernità Discussione 11.30-11.50 | Adolfo Modesti e Stefano Bertuzzi | Le prime medaglie papali, dalle origini al tempo del Francia 11.50-12.10 | Roberto Ganganelli  e Andrea Cavicchi | Tra Pisanello e Cellini: incisori e medaglie in Centro Italia 12.10-12.30 | Alberto D’Andrea | Alfonso I e Ferdinando I d’Aragona: monete, medaglie e arte nel Meridione Discussione e conclusioni   Seguirà aperitivo in collaborazione in collaborazione con Tenute Silvio Nardi – Montalcino. Ingresso libero.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92200 Sat, 14 Oct 2017 Sat, 14 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/bannerganganelli.jpg 48349 Sala Risorgimento Veleni e contravveleni Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92203 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/spettacolo_1.jpg' /></p> Nell'ambito della FESTA DELLA STORIA, spettacolo dal titolo: Veleni e contravveleni. La grande illusione della panacea universale, a cura dell'Associazione Culturale Teatro - Storia, introduce Elena Lorenzini.Testo di Mara Vapori in collaborazione con Silvia Stagni. Interpreti: Massimiliano Buldrini, Silvia Bruni, Luca Comastri, Alessandra Cortesi, Claudio Frascari, Mara Vapori e Hendry Proni. Musiche a cura di Mirko Mungari. Introduzione di Elena Lorenzini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92203 Sat, 14 Oct 2017 Sat, 14 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/spettacolo_1.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Rock Insight | Elettronica fredda ed elettronica calda Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92030 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sign_o_the_times.jpg' /></p> Rock Insight | Elettronica fredda ed elettronica caldaTrans Europe Express dei Kraftwerk e Sign 'O' the Times di Prince incontri musicali con Valerio Corzani Quattro incontri che mettono in fila (per affinità o antitesi) una serie di temi nevralgici dell’immaginario e della storia del rock: la psichedelia, l’utilizzo dell’elettronica, l’esotismo e il carisma scenico.Nel settimo anno degli ultimi quattro decenni del secolo scorso - 1967, 1977, 1987, 1997 – succedevano infatti cose molto importanti che hanno segnato, illuminato e fatto deflagrare la storia del rock…Un percorso sorprendente che sovrappone escursioni cronologiche, analisi musicologiche, accenni alla tecnica strumentale e a quella produttiva. Il tutto mantenendo ben saldo lo zoom sul profilo dei musicisti e sul tema che li lega ed esplorando traiettorie che riportano puntualmente gli astanti ad una serie di anniversari. Valerio Corzani è autore, giornalista, conduttore radiofonico, musicista, fotografo e scrittore. Attualmente collabora con Il Manifesto, Alias e Blogfoolk, mentre in passato è stato la firma di riviste e magazine come XL e D di Repubblica, Il Giornale della Musica, Slowfood, Velvet, World Music Magazine, Suono, Muz, Il Turismo Culturale, Fahrenheit 451, Jack, Diario. Presenta programmi radiofonici per la seconda rete della Radio Svizzera Italiana ed è conduttore, autore e regista di Radio3 Rai.Con RadioRai collabora dal 1986 e ha firmato centinaia di programmi, sia nelle vesti di conduttore che in quelle di autore, di consulente musicale e di regista.Attualmente è uno dei conduttori e autori de "L’idealista”, ideatore e redattore di "Sei Gradi", ideatore e conduttore di "File Urbani" e "Alza il volume consulente musicale di "Pagina3", "Ad alta voce", "Passioni", "Fahrenheit", "Radio3Mondo", “Wikiradio”, "Radio3 Scienza", “A3”, “Pantagruel”, “Museo Nazionale”, tutte trasmissioni di Radio3.All’attività giornalistica alterna quella di musicista. Ha suonato quattro anni con i torinesi Mau Mau e guidato il gruppo Mazapegul, perlustrando l’Europa e il medio oriente con entrambi. Ha registrato due album con i Mau Mau e tre con i Mazapegul, ottenendo anche il riconoscimento del “Premio Tenco” e del “Premio Ciampi”. Oggi porta in giro il progetto elettronico Interiors, insieme ad Erica Scherl (Liquid è il titolo del loro album d’esordio uscito per Minus Habens). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92030 Sat, 14 Oct 2017 Sat, 14 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sign_o_the_times.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Follie. Scappare dalla guerra, rincorrere la guerra Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92080 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mostra_ermada_follievolantino2.jpg' /></p> Visita guidata alla mostra con Otello Sangiorgi. Spesso la guerra è stata definita "follia", e la Grande Guerra non fece eccezione: milioni di morti, invalidi, vedove, orfani, portarono al crollo dell’Europa della Belle Époque e fecero traballare il mito del progresso senza fine. Nella mostra si affrontano alcuni aspetti: da una parte il volontarismo, una corsa verso un conflitto che si dimostrerà ben diverso rispetto alle aspettative; dall'altra il tema del trauma psicologico, della fuga fisica ma anche mentale dalla mostruosità quotidiana della guerra, che caratterizzò tutti i fronti del conflitto. Ingresso 5 euro, ridotto 3 euro. Non è necessaria la prenotazione. Museo del Risorgimento, Piazza Carducci 5, Bologna. Info 051225583 museorisorgimento@comune.bologna.it http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92080 Sun, 08 Oct 2017 Sun, 08 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mostra_ermada_follievolantino2.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Chiostri inesplorati e angoli nascosti: percorso insolito alla Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92146 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0didasco01.jpg' /></p> Partendo dal Chiostro VI, recentemente riaperto dopo un lungo restauro, andremo alla scoperta dei luoghi meno conosciuti e meno frequentati della Certosa, mostrandovi gallerie, sotterranei e angoli suggestivi, tra il biancore del marmo, la ricchezza del bronzo, il colore del mosaico, in un percorso alla scoperta del Cimitero Monumentale più... insolito. A cura di Didasco. Appuntamento ore 10.30 e 14.30 all’ingresso principale della Certosa (Cortile chiesa), via della Certosa 18. Prenotazione obbligatoria al numero 3481431230 (pom-sera). Didasco chiede un contributo di 10€ per adulti e 5€ per bambini sotto i 12 anni. Per ogni ingresso saranno devoluti 2€ per il restauro della Certosa.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92146 Sun, 08 Oct 2017 Sun, 08 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/0didasco01.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Arte e natura alle Collezioni Comunali d'Arte Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92196 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/elena_8_ottobre.jpg' /></p> Nell'ambito della FESTA DELLA STORIA 2017, Arte e natura alle Collezioni Comunali d'ArteLa natura come ispirazione artistica arricchisce i dipinti gli affreschi e le decorazioni delle Collezioni Comunali. I visitatori saranno accompagnati alla scoperta dei fiori, dei frutti e delle verzure che valorizzano le opere, visita guidata a cura di Elena Lorenzini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92196 Sun, 08 Oct 2017 Sun, 08 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/elena_8_ottobre.jpg 36144 Collezioni Comunali d'Arte Piazza Maggiore 6, 40121 Bologna Gli affreschi più antichi di Bologna Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92199 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sangiovanni_2.jpg' /></p> Nell'ambito di "Impara l'arte...La domenica dei Musei Civici d'Arte Antica", visita guidata alla Madonna del Monte dal titolo: Gli affreschi più antichi di Bologna, a cura di Giacomo Alberto Calogero (RTI Senza Titolo s.r.l. e ASTER s.r.l.)Quel che resta oggi della Rotonda sono le immagini della Madonna e gli affreschi degli Apostoli, che risalgono probabilmente alla seconda metà del XII secolo, esempio prezioso e raro di arte romanica bolognese. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92199 Sun, 08 Oct 2017 Sun, 08 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/sangiovanni_2.jpg 53244 Madonna del Monte via dell'Osservanza, 35/a, 40136, Bologna Essi scrivevano sull'argilla. La scrittura cuneiforme dell'antica Mesopotamia Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92096 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/imgpersitoanca_1.jpg' /></p> Conferenza di Gian Pietro Basello, Università "L'Orientale" di Napoli Gian Pietro Basello Università "L'Orientale" di Napoliian Pietro Ba   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92096 Sat, 07 Oct 2017 Sat, 07 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/imgpersitoanca_1.jpg 48349 Sala Risorgimento Rock Insight | Psichedelia, old & new dreams Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92028 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pink_floyd_the_piper.jpg' /></p> Rock Insight | Psichedelia, old &amp; new dreamsPink Floyd e Radiohead incontri musicali con Valerio Corzani Quattro incontri che mettono in fila (per affinità o antitesi) una serie di temi nevralgici dell’immaginario e della storia del rock: la psichedelia, l’utilizzo dell’elettronica, l’esotismo e il carisma scenico.Nel settimo anno degli ultimi quattro decenni del secolo scorso - 1967, 1977, 1987, 1997 – succedevano infatti cose molto importanti che hanno segnato, illuminato e fatto deflagrare la storia del rock…Un percorso sorprendente che sovrappone escursioni cronologiche, analisi musicologiche, accenni alla tecnica strumentale e a quella produttiva. Il tutto mantenendo ben saldo lo zoom sul profilo dei musicisti e sul tema che li lega ed esplorando traiettorie che riportano puntualmente gli astanti ad una serie di anniversari. Valerio Corzani è autore, giornalista, conduttore radiofonico, musicista, fotografo e scrittore. Attualmente collabora con Il Manifesto, Alias e Blogfoolk, mentre in passato è stato la firma di riviste e magazine come XL e D di Repubblica, Il Giornale della Musica, Slowfood, Velvet, World Music Magazine, Suono, Muz, Il Turismo Culturale, Fahrenheit 451, Jack, Diario. Presenta programmi radiofonici per la seconda rete della Radio Svizzera Italiana ed è conduttore, autore e regista di Radio3 Rai.Con RadioRai collabora dal 1986 e ha firmato centinaia di programmi, sia nelle vesti di conduttore che in quelle di autore, di consulente musicale e di regista.Attualmente è uno dei conduttori e autori de "L’idealista”, ideatore e redattore di "Sei Gradi", ideatore e conduttore di "File Urbani" e "Alza il volume consulente musicale di "Pagina3", "Ad alta voce", "Passioni", "Fahrenheit", "Radio3Mondo", “Wikiradio”, "Radio3 Scienza", “A3”, “Pantagruel”, “Museo Nazionale”, tutte trasmissioni di Radio3.All’attività giornalistica alterna quella di musicista. Ha suonato quattro anni con i torinesi Mau Mau e guidato il gruppo Mazapegul, perlustrando l’Europa e il medio oriente con entrambi. Ha registrato due album con i Mau Mau e tre con i Mazapegul, ottenendo anche il riconoscimento del “Premio Tenco” e del “Premio Ciampi”. Oggi porta in giro il progetto elettronico Interiors, insieme ad Erica Scherl (Liquid è il titolo del loro album d’esordio uscito per Minus Habens). http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92028 Sat, 07 Oct 2017 Sat, 07 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/pink_floyd_the_piper.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna Dalla preistoria al periodo Asuka (7° secolo) Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92160 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/foto_1_7.jpg' /></p> Nell'ambito di: L'arte giapponese dalle origini alla fine del 12° secolo, prima conferenza dal titolo: Dalla preistoria al periodo Asuka (7° secolo), a cura di Alessandro Guidi.Dalle vigorose terrecotte preistoriche (tra le più antiche al mondo), la nostra storia passa per le arti dell'età del ferro, per le misteriose tombe a tumulo, fino ad approdare alle prime, grandi manifestazioni dell'arte buddistha in Giappone, nel 6° e nel 7° secolo.In collaborazione con il Centro Studi d'Arte Estremo-Oriente. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92160 Thu, 05 Oct 2017 Thu, 05 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/foto_1_7.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Luigi Crespi ritrattista nell’età di papa Lambertini Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92171 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/6_24.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra: Luigi Crespi ritrattista nell’età di papa Lambertini, visita guidata a cura di Giacomo Alberto Calogero (RTI Senza Titolo s.r.l. e ASTER s.r.l.).Figura poliedrica fra le più interessanti del panorama artistico e letterario di Bologna durante l’episcopato del cardinale Prospero Lambertini (1731-1754), e dunque nel periodo di apertura della città alle istanze di rinnovamento culturale sostenute dal vescovo e poi papa Benedetto XIV (1740-1758), Luigi Crespi è protagonista della mostra realizzata grazie alla collaborazione di importanti Istituzioni museali cittadine e collezionisti privati. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92171 Wed, 04 Oct 2017 Wed, 04 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/6_24.jpg 53174 Museo Davia Bargellini 1143: la croce ritrovata di Santa Maria Maggiore Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92170 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_15.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra: 1143: la croce ritrovata di Santa Maria Maggiore, visita guidata a cura di Ilaria Negretti (RTI Senza Titolo s.r.l. e ASTER s.r.l.)La mostra dedicata alla croce di Santa Maria Maggiore, ritrovata nell'ottobre 2013, durante i lavori di pavimentazione del portico della chiesa, essa rientra nella tipologia di croci poste su colonne che venivano collocate nei punti focali della città a segnalare spazi sacri come chiese e cimiteri, o di particolare aggregazione come i trivi o i crocicchi e le piazze. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92170 Sun, 01 Oct 2017 Sun, 01 Oct 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/5_15.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Un altro Orfeo ovvero il ritorno di Euridice Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91379 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/trenodia27.jpg' /></p> Una inedita pièce musicale e teatrale ideata e scritta da Pier Paolo Scattolin appositamente per la Certosa, che conduce attraverso i meandri del mito, anche con interventi coreografici. Un tracciato musicale inframezzato da composizioni musicali ispirate ai testi aggiunti dall'autore rispetto all'originale di Monteverdi. Per il finale è stata scelta la versione originale del 1607, in cui Orfeo è drammaticamente alla mercede della vendetta delle Baccanti. Questo finale è stato musicato appositamente per quest’occasione, poiché l’originale monteverdiano è andato perduto. Direzione artistica Pier Paolo Scattolin. Coro Euridice di Bologna e Ensemble strumentale Circe. A cura di Coro Euridice. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria tel. 3296150164 (dalle 17 alle 19) info@coroeuridice.it Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. Tutti i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91379 Sat, 30 Sep 2017 Sat, 30 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/trenodia27.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Piccoli artisti al Collegio Venturoli Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91230 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_piccoli_artisti1a.jpg' /></p> Visita guidata al Collegio con balli e recite dei danzatori dodicenni dell'Associazione 8cento che interpretano gli allievi del Collegio. Sceneggiatura tratta dai diari dell’800 dei giovani artisti. Visita guidata con Roberto Martorelli. A cura di Fondazione Collegio Artistico Venturoli in collaborazione con Associazione 8cento. Prenotazione obbligatoria 051 234866 (lun-ven 9.30-15.00). Ingresso gratuito con offerta libera, il ricavato sarà destinato ai restauri del Collegio. Fondazione Collegio Artistico Venturoli, via Centotrecento 4 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91230 Sat, 30 Sep 2017 Sat, 30 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/diurno_piccoli_artisti1a.jpg 70969 Collegio Artistico Venturoli Presentazione delle antichità mesopotamiche della Collezione Ancarani Museo Civico Archeologico di Bologna http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92095 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/imgpersitoanca.jpg' /></p> Presentazione e apertura al pubblico della Collezione Ancarani Monsignor Nevio Ancarani, del Capitolo Metropolitano di San Pietro, ha donato generosamente al Museo Civico Archeologico di Bologna una prestigiosa collezione di 196 reperti archeologici, databili tra il IV e il I millennio a.C., la cui area di provenienza si estende dall’Egitto alla Mesopotamia. Dalla Mesopotamia e dal Levante proviene il nucleo più significativo della raccolta, che annovera figurine fittili databili dal Calcolitico (fine del IV millennio a.C.) all’Età del Ferro (I millennio a.C.), sigilli cilindrici e a stampo, coni, chiodi e tavolette d’argilla iscritti con testi sumerici o accadici in scrittura cuneiforme. All'apertura al pubblico farà seguito un ciclo di conferenze (scarica il programma a fianco)   Il progetto scientifico è  a cura del Museo Civico Archeologico e del Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell'Unibo ha visto la collaborazione e l'impegno di MCA: Paola Giovetti, Daniela Picchi, Marinella Marchesi, Laura Bentini, Elena Cané, Rocco Ciardo, Angelo Febbraro Unibo, DiSCi: Nicolò Marchetti, Gianni Marchesi, Giacomo Benati, Massimo Bozzoli, Jacopo Monastero, Flavia Pettorini, Federico Zaina Unibo, DiCAM: Gabriele Bitelli, Mirko Dellapasqua, Chiara Francolini,Valentina Alena Girelli,Maria Alessandra Tini Università "L'Orientale" di Napoli: Gian Pietro Basello, Simonetta Graziani Università di Pavia:Giulia Scazzosi SABAP-BO: Mauro Ricci Studiosi/tecnici indipendenti:Nadia Barbi,Laura Benucci, Silvia Bernardoni, Dennys Frenez, Sergio Angelo Picchioni, Carlo Zaccagnini Villa Toniolo, Radiologia Prof. Carlo Monti Amici del Museo Civico Archeologico di Bologna - Associazione Esagono Rotary Club, Bologna Sud Eclettica     http://informa.comune.bologna.it/iperbole/archeologico/eventi/47655/id/92095 Sat, 30 Sep 2017 Sat, 30 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/imgpersitoanca.jpg 47835 Collezione egiziana 1143: la croce ritrovata di Santa Maria Maggiore Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92044 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/1_56.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra: 1143: la croce ritrovata di Santa Maria Maggiore, visita guidata a cura di Angela Lezzi (RTI Senza Titolo s.r.l. e ASTER s.r.l.) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92044 Sat, 30 Sep 2017 Sat, 30 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/1_56.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Mamamusica II Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91869 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mamamusica_2_1_1.jpg' /></p> Mamamusica IIlaboratorio in 4 incontri per bambini da 19-36 mesi e genitori un progetto del Museo della musicain collaborazione con Associazione Musica e nuvole con Chiara Bartolotta, Luca Bernard, Linda Tesauro Uno spazio musicale speciale, emozionante ed inclusivo per grandi e piccolissimi in cui l'attenzione si concentra esclusivamente sui suoni.Canti e ritmi provenienti da repertori molto diversi, un avvolgente abbraccio di suoni scandito anche da intensi silenzi, in cui adulti e bambini costruiscono una relazione comunicativa unica, per scoprire e riscoprire l' incanto di esprimersi attraverso la musica. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/91869 Sat, 30 Sep 2017 Sat, 30 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mamamusica_2_1_1.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna ultimamusica | Sospeso d'incanto Museo Internazionale e Biblioteca della Musica http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92033 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/malferrari_stefano.jpg' /></p> ultimamusica | contemporanea di un altro secoloSospeso d'incantopresentazione live del CD Pianoforte vol. I (EMAVinci records, 2017) Stefano Malferrari pianoforte | Tempo Reale live electronics con Adriano Guarnieri, Francesco Giomi, Giuseppe Scali, Piero Mioli musiche di A.Guarnieri,  Sospeso d’Incanto n° 3 per pianoforte e Live electronics (Francesco Giorni e Damiano Meacci – Tempo Reale) L.Nono, …sofferte onde serene… per pianoforte e nastro magnetico (dal cd allegato alla partitura, pianoforte Maurizio Pollini) M.Foresi, Glifo per pianoforte e Live electronics (Michele Foresi) A.Ratoci, East Saint Louis Blues per pianoforte e Live electronics (Alessandro Ratoci) Stefano Malferrari ha studiato con Franco Scala, Jörg Demus e Gyorgy Sandor. Ha tenuto concerti sia in recital che come solista con orchestra, in formazioni da camera e in ensembles di musica contemporanea in alcune delle più prestigiose sale da concerto italiane e straniere. Ha partecipato a diversi festival internazionali: Rossini Opera Festival di Pesaro, Festival dei Due Mondi di Spoleto, MilanoMusica, Settembre Musica di Torino, Biennale Musica di Venezia, Festival Internazionale di Bergen, Ravenna Festival. Oltre alla docenza presso il Conservatorio G.B.Martini di Bologna, tiene corsi e conferenze-concerto presso istituzioni musicali italiane ed estere. Sue esecuzioni sono state trasmesse dalla RAI, da radio estere e da network privati e ha all'attivo incisioni in CD per la NLM, Nuova Era, Nuova Carish, Agenda, Tactus, Vermeer e Emavinci.www.stefanomalferrari.com Tempo Reale Centro di ricerca produzione e didattica musicale, fondato da Luciano Berio nel 1987, è oggi uno dei principali punti di riferimento per la ricerca, la produzione e la formazione nel campo delle nuove tecnologie musicali. Dalla sua costituzione il Centro è stato impegnato nella realizzazione delle opere di Berio, opere che lo hanno portato a lavorare nei più prestigiosi contesti concertistici di tutto il mondo. Lo sviluppo di criteri di qualità e creatività derivati da queste esperienze si è riverberato nel lavoro condotto continuativamente tanto con compositori e artisti affermati quanto con giovani musicisti emergenti. I temi principali della ricerca riflettono un'idea di poliedricità che da sempre caratterizza le scelte e le iniziative di Tempo Reale: l'ideazione di eventi musicali di grande spessore, lo studio sull'elaborazione del suono dal vivo, le esperienze di interazione tra suono e spazio, la sinergia tra creatività, competenza scientifica, rigore esecutivo e didattico. Nel 2008 è stato fondato il Tempo Reale Festival, una regolare iniziativa di concerti, performance e spettacoli dedicati alla musica di ricerca. Dal 2013 Tempo Reale è Ente di Rilevanza per lo Spettacolo dal Vivo della Regione Toscana.www.temporeale.it http://informa.comune.bologna.it/iperbole/musica/eventi/51899/id/92033 Sat, 30 Sep 2017 Sat, 30 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/malferrari_stefano.jpg 53241 Museo internazionale e biblioteca della musica Strada Maggiore, 34 40125 Bologna La Goccia scava la pietra... oppure no? Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92165 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dscf0984.jpg' /></p> Nuove possibilità di conservazione di marmi storici: visita guidata al Cimitero Monumentale della Certosa con Enrico Sassoni ed Elisa Franzoni dell'Università di Bologna. Visita guidata con illustrazione di casi di marmi soggetti a degrado e descrizione di un nuovo prodotto per la conservazione dei marmi stessi, basato sul minerale che costituisce i nostri denti e le nostre ossa, sul quale stanno lavorando i ricercatori del DICAM-UNIBO. Ritrovo all'ingresso principale, via della Certosa 18 (Cortile Chiesa). Visita gratuita con prenotazione obbligatoria cliccando qui. L'iniziativa si svolge nell'ambito della Notte dei Ricercatori - Progetto SOCIETY. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/92165 Fri, 29 Sep 2017 Fri, 29 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/dscf0984.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Luigi Crespi ritrattista nell’età di papa Lambertini Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92043 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_36.jpg' /></p> Nell'ambito della mostra: Luigi Crespi ritrattista nell’età di papa Lambertini, a cura di Ilaria Negretti (RTI Senza Titolo s.r.l. e ASTER s.r.l.) http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/92043 Fri, 29 Sep 2017 Fri, 29 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/2_36.jpg 53174 Museo Davia Bargellini Confronti di Bruno Raspanti e 1143: la croce ritrovata di Santa Maria Maggiore a Bologna Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91959 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/il_teatro__1.jpg' /></p>     Nell'ambito delle mostre: Confronti di Bruno Raspanti e 1143: la croce ritrovata di Santa Maria Maggiore a Bologna, il Museo Medievale organizza un ciclo di visite guidate e aperture straordinarie dal titolo: Tra Medioevo e contemporaneo: dalla Croce romanica al bolognese Bruno Raspanti. All'interno dell'iniziativa Paolo Cova (Senza Titolo s.r.l. e ASTER s.r.l.) condurrà una visita guidata in un percorso che attraversa le due mostre.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91959 Thu, 28 Sep 2017 Thu, 28 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/il_teatro__1.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Splendida Certosa: due secoli d'arte e storia Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91253 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_splendida_certosa1a.jpg' /></p> Ultimo percorso dell'estate tra capolavori d'arte dal neoclassico al liberty, insieme ad una selezione di ricordi letterari e aneddoti. Tra i chiostri e le gallerie della Certosa sono avvenuti fatti curiosi e tragici e furono scenario e fonte di ispirazione per poeti e scrittori. A cura di Didasco. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 348 1431230 (pom-sera). Iniziative rivolte ai soci Didasco, con possibilità di associarsi al momento della visita. Quota associativa € 10, prima visita in omaggio. Ritrovo all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91253 Wed, 27 Sep 2017 Wed, 27 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/didasco_splendida_certosa1a.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Zanardi: pane, alfabeto e socialismo - spettacolo itinerante in Certosa Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91261 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_zanardi2aa_3.jpg' /></p> Il drastico risveglio della Bologna di primo novecento detta “bella addormentata sopra un cumulo di letame” grazie all’opera del Sindaco Francesco Zanardi e della sua giunta che dal 15 luglio 1914 diede avvio a radicali riforme incidendo sullo spirito della città. Lo spettacolo ripercorrerà le tappe della vita di Zanardi raccontando le lotte sindacali, il ruolo di Sindaco, l'esilio dalla città voluto dal fascismo, terminando con il contributo dato nel dopoguerra alla ricostruzione e alla Costituente. Di e con Simona Sagone – attrice cantante, accompagnamento alla fisarmonica Salvatore Panu. A cura di Youkali, in collaborazione con AICS Bologna. Ingresso € 10, due euro devoluti per la Certosa. Prenotazione obbligatoria 333 4774139 (matt-pom) info@youkali.it Ritrovo 30 minuti prima all'ingresso principale (cortile Chiesa), via della Certosa 18. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso. Lo spettacolo avrà luogo anche in caso di maltempo. La drammaturgia prevede 5 stazioni durante le quali verrà rappresentata la vita e il progetto politico del socialista Zanardi a cominciare dal sostegno alle lotte contadine nel mantovano, da cui proveniva, per arrivare al suo impegno come assessore all’igiene a Bologna nella giunta Golinelli (1902- 1905) e alla sua elezione coincidente con gli spari sull’Arciduca Ferdinando e la sua consorte Sofia, a Sarajevo, il 28 giugno del 1914. Verranno evocate le tappe che portarono alla nascita del fascismo bolognese: la costituzione del Fasci di Combattimento di Leandro Arpinati, i terribili momenti della strage del 21 novembre 1920, che metterà fine alla appena nominata giunta di Ennio Gnudi, successore di Francesco Zanardi, come anche la tragica morte di Libero Zanardi nel giugno del ’22 a seguito di un pestaggio dei fascisti. Il racconto citerà l’elezione del Sindaco Dozza che volle accanto Zanardi sul balcone di Palazzo D’Accursio il 24 marzo del ’46, mentre il popolo nella piazza inneggiava ad una fusione delle forze di sinistra. Lo spettacolo si chiuderà con un ricordo dell’entusiasmante discorso del Sindaco Zanardi tenuto il 14 aprile del 1919 al Teatro Comunale di Bologna per la prima di quattro rappresentazioni teatrali gratuite di istruzione popolare da lui volute, a sottolineare l’impegno di quello straordinario uomo politico per l’elevazione spirituale del popolo attraverso l’arte. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91261 Tue, 26 Sep 2017 Tue, 26 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/evento_zanardi2aa_3.jpg 49221 Complesso monumentale della Certosa Via della Certosa, 18 40133 Bologna Follie. Scappare dalla guerra, rincorrere la guerra Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91921 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/fogg_1878_01.jpg' /></p> Al via il 23 settembre la mostra realizzata dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis di Duino Aurisina nell'ambito del progetto pluriennale "Voci di guerra in tempo di pace", che ha ottenuto il patrocinio e la collaborazione di diverse regioni italiane ed è rientrato nel programma ufficiale delle commemorazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale del Governo Italiano. Spesso la guerra è stata definita "follia", e la Grande Guerra non fece eccezione: milioni di morti, invalidi, vedove, orfani, portarono al crollo dell’Europa della Belle Époque e fecero traballare il mito del progresso senza fine che le conquiste scientifiche e culturali avevano eretto a mito, dall'età dei lumi in poi. Nella mostra si affrontano alcuni aspetti di questa follia: da una parte il "volontarismo", una corsa esaltata, incosciente e folle, appunto, verso un conflitto che si dimostrerà ben diverso rispetto alle aspettative; dall'altra il tema del trauma psicologico, della fuga fisica ma anche mentale dalla mostruosità quotidiana della guerra, che caratterizzò tutti i fronti del conflitto. Nell’intento di scandagliare questi aspetti della realtà del conflitto, la mostra intende offrire una chiave attuale per affrontare un discorso di valore internazionale, fatto di memoria del passato e consapevolezza del presente. La mostra è frutto del lavoro del team coordinato da Mauro Depetroni, responsabile scientifico del Gruppo Ermada Flavio Vidonis, ideazione e ricerca scientifica di Francesco Zardini, impaginazione e studio grafico di Sara Sossi e collaborazione storica di numerose enti, tra cui il Museo civico del Risorgimento di Bologna e l'Associazione Emilia Romagna al Fronte. L'approfondimento dedicato a Bologna è stato realizzato da Giacomo Bollini. Inaugurazione e presentazione della mostra sabato 23 settembre, ore 10Visite guidate domenica 8 e domenica 22 ottobre, domenica 5 novembre alle ore 11     http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91921 Sat, 23 Sep 2017 Sat, 23 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/fogg_1878_01.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Metodo Simoncini Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91870 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/disegnatori.jpg' /></p> Venerdì 22 Settembre 2017 alle ore 17:30 si inaugura al Museo del Patrimonio Industriale la mostra: "Metodo Simoncini: ricerca di un'estetica dell'insieme".La mostra è dedicata a Francesco Simoncini, grande innovatore nel campo del design di caratteri tipografici, creatore di celebri font che sono passati sotto gli occhi di milioni di lettori per oltre quarant'anni e sono tutt'ora apprezzati in tutto il mondo: dal Garamond Simoncini, utilizzato dalla Einaudi e divenuto un carattere iconico nell’editoria italiana al Delia, progettato per gli elenchi telefonici.L'esposizione è stata ideata da Griffo, La Grande Festa delle Lettere, progetto multidisciplinare che narra e celebra la storia dell’inventore bolognese e delle lettere, strumento prezioso che ci accompagna ogni giorno. Nato nel 2014, con un Comitato Scientifico composto dai massimi esperti nella storia del libro a livello internazionale e già presieduto da Umberto Eco, in collaborazione con Comune e Università di Bologna e altri partner istituzionali e privati italiani e internazionali, il progetto culminerà nel 2018 negli eventi celebrativi dei 500 anni dalla morte di Francesco Griffo.Metodo Simoncini delinea la vicenda imprenditoriale e la carica innovativa espresse da Francesco Simoncini (1912-1975), dal 1954 Amministratore unico delle Officine Simoncini, azienda fondata da suo padre nel 1953 a Bologna, poi trasferitasi in un grande stabilimento a Rastignano, destinata ad affermarsi come una delle realtà più all'avanguardia del settore della progettazione e produzione di matrici per macchine Linotype.Il percorso espositivo, che propone un'esperienza immersiva e multimediale con un allestimento ispirato alla disposizione del reparto disegno caratteri Officine Simoncini, accoglie il visitatore con filmati, fotografie e strumenti originali dell’epoca, introducendolo nell’affascinante processo di ideazione e realizzazione di una matrice per Linotype. Si prosegue con la presentazione del brevetto internazionale “Metodo Simoncini”, insieme a documenti, disegni dei caratteri e rare edizioni che ricostruiscono il contributo di Francesco Simoncini come progettista e offrono una panoramica su impatto e diffusione dei suoi alfabeti più importanti, come i già citati Garamond Simoncini creato per Einaudi e il Delia progettato per gli elenchi telefonici. Molti suoi caratteri hanno avuto larga diffusione anche in quotidiani e periodici in Italia e all'estero: tra quelli italiani figurano Stadio, La Nazione, Il Tempo, Guerin Sportivo, Il Resto del Carlino, La Domenica del Corriere. Metodo Simoncini. Ricerca di un'estetica dell’insiemeProgetto creato e prodotto da Griffo, La Grande Festa delle LettereCuratori Elisa Rebellato, Antonio CavedoniDesign mostra e catalogoDina&amp;Solomon(Mirit Wissotzky, Manuel Dall’Olio)Coordinamento del progetto Manuel Dall’OlioCon il patrocinio diComune di BolognaIn collaborazione conIstituzione Bologna Musei | Museo del Patrimonio IndustrialeLa mostra è realizzata grazie a Associazione Amici del Museo del Patrimonio Industriale Poligrafici il Borgo Fondazione Aldini Valeriani Associazione CNOSFAP BolognaL'esposizione può essere visitata negli orari di apertura del Museo previo pagamento del biglietto di accesso al Museo sino al 12 Novembre 2017.Per informazioni: telefono 051.6356611.ORARI:Martedì, mercoledì, giovedì, venerdì dalle 9 alle 13; sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18; domenica dalle 15 alle 18 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91870 Fri, 22 Sep 2017 Fri, 22 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/disegnatori.jpg 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Gianni Turin. Diffusa 17. Sacrificio e Memoria Museo Civico del Risorgimento http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91978 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/turin_nero_assoluto_def_low1.jpg' /></p> E' visitabile dal 16 settembre al 7 novembre la mostra Gianni Turin. Diffusa 17. Sacrificio e Memoria a cura di Sandro Gazzola. L'esposizione, diffusa su diverse sedi cittadine, si presenta come commemorazione degli eventi storici che caratterizzano il Novecento e la storia di Bologna; per tale ragione Turin ha pensato di legare le diverse sedi nel filo conduttore del suo linguaggio artistico, per creare un percorso di riflessione che consenta al visitatore di ritrovare ragioni, cause e conseguenze di gesti e avvenimenti che in alcuni casi oggi appaiono ancora incomprensibili. I periodi storici colti dall'artista sono la Grande Guerra, la Guerra di Resistenza, la Deportazione ebraica, gli Anni di Piombo per concludere con i drammi nati come conseguenza delle politiche del Novecento: le guerre religioso-politiche e la migrazione di massa nel Mediterraneo. I materiali usati, oltre alla tela tradizionale dipinta ad olio, sono il legno spesso procurato dall'antico podere di famiglia a Bagnoli di Sopra, il ferro dei profilati grezzi da carpentiere fuso e montato in metafisiche architetture, gli elementi tecnologici come il laser capaci di segnare il tempo ed evidenziare la differenza fra passato e futuro, le consistenze cromatiche nate dall'intreccio di paste di colore diverse che permettono all'artista di creare degli spessori e degli effetti su tela inattesi. La presenza di materiali così diversi rende non immediata la lettura dell'opera d'arte, perché impongono allo spettatore una visita lunga e meditata per poter osservare bene ogni presenza materica sul piano del tutto tondo. Per tali ragioni Turin riesce a fondere l'antica competitività fra l'arte pittorica, scultorea e architettonica, essendo tutte ormai fuse in un unico concetto. Sul piano iconografico l'artista appare molto diverso da opera a opera, totalmente inaspettato. Unico elemento che collega tutto il suo lavoro sono le "Teste", in principio - negli anni Ottanta - pittoriche, nel nuovo secolo sculture realizzate in vari materiali, di legno all'inizio, polimateriche in seguito. Al Museo civico del Risorgimento è visibile l'opera Nero assoluto (2008), polimaterico su tela. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/risorgimento/eventi/47755/id/91978 Sat, 16 Sep 2017 Sat, 16 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/turin_nero_assoluto_def_low1.jpg 47752 Museo Civico del Risorgimento Piazza Giosuè Carducci 5, 40125 Bologna Luigi Crespi ritrattista nell’età di papa Lambertini Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91866 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/crespi_eventi.jpg' /></p> I Musei Civici d’Arte Antica in collaborazione con il Dipartimento delle Arti - Università di Bologna promuovono una mostra dedicata a Luigi Crespi (1708-1779), figlio del grande pittore Giuseppe Maria (1665-1747). La mostra, a cura di Mark Gregory D'Apuzzo e Irene Graziani, è la prima dedicata al pittore, molte opere del quale sono esposte presso il Museo Davia Bargellini e le Collezioni Comunali d'Arte. Figura poliedrica fra le più interessanti del panorama artistico e letterario di Bologna durante l’episcopato del cardinale Prospero Lambertini (1731-1754), e dunque nel periodo di apertura della città alle istanze di rinnovamento culturale sostenute dal vescovo e poi papa Benedetto XIV (1740-1758), Luigi Crespi è protagonista della mostra realizzata grazie alla collaborazione di importanti Istituzioni museali cittadine e collezionisti privati. Luigi, pur essendo soprattutto celebre come letterato e autore del terzo tomo della Felsina Pittrice, edita nel 1769, ha percorso con successo anche la carriera artistica, intrapresa sotto la guida del padre fra la fine degli anni venti e gli inizi degli anni trenta del Settecento. Un’attività che egli stesso, molti anni più tardi, nella biografia del padre (1769), sosterrà di aver svolto «per divertimento», per significare il privilegio accordato al prestigioso ruolo, assunto a partire dagli anni cinquanta, di scrittore e critico d’arte, che gli frutterà infatti l’aggregazione alle Accademie di Firenze (1770), di Parma (1774) e di Venezia (1776). La sua produzione figurativa tuttavia, in particolar modo quella rappresentata dal più congeniale genere del ritratto, lo rivela sensibile al dialogo con la scienza moderna e con la libera circolazione delle idee dell’Europa cosmopolita. Nonostante l’impegno applicato anche all’ambito dell’arte sacra, cui Luigi si dedica almeno fino agli inizi degli anni sessanta, è soprattutto nella ritrattistica che raggiunge esiti di grande efficacia, molto apprezzati dalla committenza. «Ebbe un particolare dono di ritrarre le fisionomie degli Uomini, e ne fece una serie di Ritratti di Cavaglieri e Damme», scrive infatti Marcello Oretti (1760-1780), celebrandone l’abilità nell’adattare la formula del codice ritrattistico alle esigenze della clientela. Come dimostrano il Ritratto di giovane dama con il cagnolino, o i tre ritratti dei Principi Argonauti in origine nel collegio gesuitico di San Francesco Saverio, la pittura di Crespi junior, già addestrato dal genitore Giuseppe Maria ad un fare schietto, attento al naturale e al «vero», evolve verso un nitore della visione che risalta i dettagli, in un’analitica investigazione della realtà, memore di certi esempi (Balthasar Denner e Martin van Meytens) osservati durante un viaggio di sette mesi fra Austria e Germania, dove visita le Gallerie delle corti di Dresda e Vienna (1752). Così li commenterà infatti Gian Pietro Zanotti in una nota manoscritta: «Bisogna dire il vero che ora fa ritratti bellissimi, e di ottimo gusto, in un certo stile oltramontano». Dal confronto con il «grande mondo» – per utilizzare un’espressione di Prospero Lambertini, che fu in stretti rapporti con Giuseppe Maria Crespi e fu in gran parte il responsabile della carriera ecclesiastica del figlio, conferendogli la carica di «segretario generale della visita della città e della diocesi», il canonicato di Santa Maria Maggiore (1748) ed ancora nominandolo suo cappellano segreto – Luigi deriva dunque la conferma della validità del codice del ritratto ufficiale, che gli consente di rappresentare i personaggi, qualificandone i gusti sofisticati, le abitudini raffinate, i comportamenti eleganti e disinvolti da assumere nella vita di società, dove si praticano i rituali di quella “civiltà della conversazione” che nella moderna Europa riunisce aristocratici e intellettuali in un dialogo paritario, dettato dalla condivisione di regole e valori comuni. Ma la prossimità con la cultura lambertiniana lo conduce anche a sperimentare, dapprima ancora con il sostegno del padre, poi autonomamente (Ritratto di fanciulla), nuove tipologie di ritratto, in cui lo sguardo incrocia i volti di individui del ceto borghese: talvolta sono gli oggetti a raccontare con la loro perspicuità di definizione la dignità del lavoro (Ritratto di Antonio Cartolari), altre volte sono invece i gesti caratteristici, l’inquadratura priva di infingimenti (Ritratto di fanciulla), la resa confidenziale del modello, quasi al limite della caricatura (Ritratto di Padre Corsini), a fare emergere il valore umano di quella parte della società, cui papa Lambertini riconosceva un ruolo fondamentale nel rinnovamento.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91866 Fri, 15 Sep 2017 Fri, 15 Sep 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/crespi_eventi.jpg 53174 Museo Davia Bargellini Anime. Di luogo in luogo. Christian Boltanski Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91426 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_christian_boltanski_low.jpg' /></p> È dedicato a Christian Boltanski il progetto speciale che la città di Bologna promuove in ambito culturale per l'anno 2017. L'autore francese, uno dei massimi artisti internazionali viventi, è protagonista di un articolato programma di eventi riuniti sotto il titolo Anime. Di luogo in luogo, promosso da Comune di Bologna (Area Cultura e Rapporti con l'Università e Istituzione Bologna Musei), e Emilia-Romagna Teatro Fondazione, in collaborazione con Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica e Regione Emilia-Romagna. Nucleo centrale dell'intero progetto, la mostra antologica allestita al MAMbo dal 26 giugno al 12 novembre, la più ampia mai organizzata in Italia con 25 opere, tra installazioni e video di cui 2 esposte per la prima volta in Europa. L’allestimento delle opere ripercorre la poetica di Boltanski da metà anni Ottanta fino gli anni più recenti e si articola in sale che affrontano i temi su cui si è concentrata con intensa continuità la sua ricerca: la scomparsa, il rapporto dialettico fra vita e morte, la fragilità della memoria e del ricordo, la scommessa contro l'ineluttabilità dell'oblio, il senso di tragicità intrinseco alla storia. L'imponente Sala delle Ciminiere è occupata dalla struttura labirintica dell’installazione ambientale Regards: immagini sfocate di volti anonimi stampate in bianco e nero su un tessuto trasparente di grande formato provenienti dall'archivio fotografico personale dell’artista, che il visitatore è invitato ad attraversare abbandonandosi al flusso del tempo e della memoria. Al centro della sala appare la straniante preziosità di Volver, una forma piramidale alta circa 7 metri interamente ricoperta da coperte isotermiche dorate, materiali che richiamano le drammatiche immagini dei primi soccorsi prestati ai migranti. Visite guidate alla mostra a cura del Dipartimento educativo MAMbo:- giovedì 7, 14, 21 e 28 settembre h 17.30- sabato 2, 9, 16, 23 e 30 settembre h 17.30- domenica 3, 10, 17 e 24 settembre h 16.30 Percorso speciale "Anime. Di luogo in luogo. Christian Boltanski":- domenica 3, 10, 17 e 24 settembre h 10Percorso guidato della durata di 3 ore nei luoghi del progetto speciale Anime. Di luogo in luogo. Si parte dal Museo per la Memoria di Ustica (via di Saliceto 3/22), in cui dal 2007 è visibile l'installazione permanente creata dall'artista in ricordo delle 81 vittime. A seguire, si visita il Sacrario dei partigiani in piazza Nettuno, che ha ispirato Les Regards (visibile nella Collezione Permanente MAMbo) dalla quale sono stati tratti gli sguardi di Billboards, la serie di manifesti di grandi dimensioni visibili in zone periferiche della città. Infine, visita guidata alla mostra antologica visibile al MAMbo fino al 12 novembre.Il percorso si svolgerà soltanto al raggiungimento di minimo sei partecipanti. Per tutti gli appuntamenti, prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (martedì e giovedì dalle 9 alle 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it.Ingresso visite guidate alla mostra: € 4,00 + biglietto mostra (€ 6,00 intero / € 4,00 ridotto)Per i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna € 3,00 per la visita guidata + € 3,00 per l'ingresso in mostra Ingresso percorso speciale: intero € 14,00 (€ 4,00 a partecipante per visita guidata Museo per la Memoria di Ustica + € 4,00 a partecipante per visita guidata mostra MAMbo + € 6,00 ingresso mostra MAMbo). Costi per trasporti non inclusi.Per i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna € 9,00 (€ 3,00 per visita guidata Museo per la Memoria di Ustica + € 3,00 per visita guidata mostra MAMbo + € 3,00 per ingresso mostra MAMbo)   http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/91426 Mon, 26 Jun 2017 Mon, 26 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mambo_christian_boltanski_low.jpg 36485 MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna 1143: la croce ritrovata di Santa Maria Maggiore Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91544 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/manifesto_croci.jpg' /></p> I Musei Civici d’Arte Antica, in collaborazione con l'Arcidiocesi di Bologna, organizzano presso il Museo Civico Medievale una mostra dedicata alla croce di Santa Maria Maggiore, ritrovata nell'ottobre 2013, durante i lavori di pavimentazione del portico della chiesa. L'esposizione, curata da Massimo Medica, nasce dall'occasione di esporre per la prima volta al pubblico la croce viaria dopo il restauro eseguito da Giovanni Giannelli (Laboratorio di restauro Ottorino Nonfarmale S.r.l.). L'opera rientra nella tipologia di croci poste su colonne che venivano collocate nei punti focali della città a segnalare spazi sacri come chiese e cimiteri, o di particolare aggregazione come i trivi o i crocicchi e le piazze. Stando alla tradizione tale uso si diffuse già in epoca tardo antica a partire dalle "leggendarie" quattro croci poste a protezione della città retratta romana da sant'Ambrogio o san Petronio e oggi conservate nella basilica petroniana. È però soprattutto a paritre della nascita del Comune (1116) e con l'espansione urbanistica della città del XII e XIII secolo che si venne a sviluppare tale fenomeno. Talvolta le croci venivano protette da piccole cappelle e corredate di reliquie, di altari per la preghiera, e di tutto il necessario per la celebrazione della messa. Segno distintivo e identificativo per la città le croci segnarono lo spazio urbano fino al 1796, quando l’arrivo delle truppe napoleoniche e l’instaurazione della nuova Repubbilica, trasformarono la città e suoi simboli. La croce ritrovata di Santa Maria Maggiore è di notevole interesse sia perché rientra tra i molti esemplari andati dispersi, sia perchè è possibile datarla grazie all’iscrizione 1143, presente nel braccio destro. L’opera si viene così a collocare tra i più antichi modelli a noi pervenuti, come quella di poco successiva degli Apostoli ed Evangelisti, detta anche di piazza di Porta Ravegnana, la quale risale al 1159. Scolpita su entrambe le facce, la croce ritrovata presenta sul recto la figura del Cristo dal modellato assai contenuto, caratterizzato da incisivi grafismi che rilevano le fisionomie del volto e il gioco delle pieghe del panneggio. Sul verso invece la scultura è mpreziosita da sinuosi ed eleganti tralci d’acanto, intervallati da fiori e da elementi vitinei posti a cornice della mano di Dio benedicente, ormai non più leggibile. Tali motivi decorativi richiamano modelli antichi o tardoantichi, reinterpretati con una verve esecutiva che trova un suo riscontro in certi repertori decorativi della coeva miniatura come dimostrano i codici miniati dell'XI e XII secolo, esposti in mostra accanto a tavolette d'avorio E preziose opere di oreficeria cesempi della cultura artistica diffusa nella città felsinea.   http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91544 Thu, 22 Jun 2017 Thu, 22 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/manifesto_croci.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Attività estive al Museo per Centri sociali Museo del Patrimonio Industriale http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91387 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mulino_seta1_6_1.gif' /></p> Da Giugno a Settembre 2017, dal martedì al giovedì mattina, il Museo del Patrimonio Industriale propone diversi appuntamenti gratuiti, su prenotazione, dedicati ai gruppi dei centri sociali per approfondire la storia produttiva ed economica di Bologna dall'età moderna a quella contemporanea, dall'antica città dell'acqua e della seta sino all'automazione e all'odierno comparto motoristico.In allegato l'elenco delle attività proposte.La visita guidata gratuita con ingresso al Museo a pagamento (3 euro).Per informazioni e prenotazione obbligatoria: telefono 051.6356611. http://informa.comune.bologna.it/iperbole/patrimonioindustriale/eventi/51897/id/91387 Thu, 01 Jun 2017 Thu, 01 Jun 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/mulino_seta1_6_1.gif 52993 Museo del Patrimonio Industriale Via della Beverara, 123 40131 Bologna Bruno Raspanti Confronti Museo Civico Medievale-Collezioni Comunali d’Arte-Museo Davia Bargellini http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91053 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/raspanti__muro.jpg' /></p> Nelle sale del Museo Civico Medievale sarà ospitata, nell’ambito delle iniziative culturali rivolte alla città, la mostra dello scultore Bruno Raspanti Confronti curata da Graziano Campanini. Le opere verranno collocate nei prestigiosi ambienti del Palazzo Ghisilardi per mettere a colloquio l’espressione più avanzata dell’arte contemporanea con i capolavori che fanno parte della raccolta del museo. Nel 1974 alla Galleria De Foscherari di Bologna Bruno Raspanti espose per la prima volta una serie di tavoli in marmo con ciotole di minestra in ceramica. La mostra suscitò un notevole interesse intorno alla sua figura e alle provocazioni che andava proponendo. Provocazioni che sono continuate nel corso degli anni in molte mostre significative in Italia e all’estero sino all’esposizione di una selezione antologica di sue opere nell’Oratorio del Museo della Sanità e dell’Assistenza presso il celebre complesso monumentale di Santa Maria della Vita nel 2011. E’ stato lì, nel vedere le sue opere inserite quasi a colloquio con un apparato decorativo ed artistico che risale al ‘500, culminante nello straordinario Transito della Vergine di Alfonso Lombardi, che è nata l’idea di riproporre in modo ancora più perentorio un confronto non solo tra antico e moderno ma tra così diverse concezioni dell’arte e della rappresentazione: è dunque il Museo Civico Medievale il teatro di questo confronto che può apparire spiazzante ma al tempo stesso mette in luce un filo assai resistente che collega i diversi momenti della storia dell’arte, divertendosi a unire la contemporaneità con la storia. Nel suo studio-officina Bruno Raspanti, alle prese con materiali di ogni genere (bronzo, terracotta, pezzi di legno, tegole, vetro, sedie, plastica ecc.) dà vita a visioni stupefacenti che si propongono non come copia del mondo ma come uso del mondo. Un uso derisorio e impossibile: nascono così i baccelli, i carrioli, le zolle, ma anche i teatrini, tutti parte di una rappresentazione ironica e teneramente inattuale, in cui lo spazio, le proporzioni e le prospettive si mischiano e si confondono. Oggetti fragili e precari la cui esibita vocazione artistica viene messa in causa e contraddetta dallo stesso autore che pure, dando vita a questo confronto così improbabile, riafferma e sancisce quella continuità nella differenza in cui ogni artista ama collocarsi. La carica spettacolare e scenografica delle opere di Bruno Raspanti avrà modo di risaltare ancora di più nelle sale austere e cariche di storia del museo. Inaugurazione sabato 6 maggio alle ore 18.00 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/arteantica/eventi/51895/id/91053 Sun, 07 May 2017 Sun, 07 May 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/raspanti__muro.jpg 36155 Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 40121 Bologna Catherine Wagner. In Situ: Traces of Morandi Istituzione Bologna Musei http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90677 <p><img src='http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/morandi_wagner_low.jpg' /></p> Il Museo Morandi prosegue nell'intento di valorizzare la propria collezione anche grazie a un programma di mostre temporanee tese ad accostare il lavoro di Giorgio Morandi all’opera di artisti che a vario titolo si sono a lui ispirati.Dopo Alexandre Hollan, Wayne Thiebaud, Tacita Dean, Rachel Whiteread e Brigitte March Niedermair, è Catherine Wagner a confrontarsi con l'opera del maestro bolognese. Due sale del museo ospitano la mostra In Situ: Traces of Morandi, a cura di Giusi Vecchi, che propone 21 lavori dell'artista americana, realizzati tra il 2015 e il 2016. Nel corso della sua più che trentennale carriera, Catherine Wagner ha studiato l’ambiente costruito come metafora del modo in cui creiamo le nostre identità culturali, usando la fotografia per analizzare le diverse modalità in cui l’uomo ha plasmato il mondo. L'artista ha soggiornato a Bologna per diverso tempo durante gli anni scorsi per lavorare nello studio di Casa Morandi, in quella che fu l'abitazione di Giorgio Morandi per gran parte della sua vita. Wagner ha inoltre operato nello studio della casa di Grizzana per studiare la rigorosa logica strutturale e la poesia delle nature morte morandiane. Wagner ha immaginato nuove nature morte con gli oggetti che l’artista bolognese rappresentava nelle sue opere, astraendo da questi modelli, sia formalmente che concettualmente, nuove composizioni. L'esposizione si avvale della collaborazione della Anglim Gilbert Gallery di San Francisco e della Gallery Luisotti di Los Angeles, così come dell'University of California Education Abroad program, Bologna. Incontro con il pubblico e inaugurazione della mostra venerdì 24 marzo, ore 17 e ore 18 http://www.museibologna.it/eventi/49900/id/90677 Sat, 25 Mar 2017 Sat, 25 Mar 2017 http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/12/morandi_wagner_low.jpg 76460 Museo Morandi Via Don Minzoni 14, 40121 Bologna