Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Sulla via della seta

Musica

Sulla via della seta

Musae migrantes - i viaggi della musica

Sulla via della seta
musiche migranti tra oriente ed occidente

nell’ambito di Terre promesse. Migrazioni e appartenenze
festival promosso da Specialmente in biblioteca - rete delle biblioteche specializzate di Bologna

Pejman Tadayon ensemble
Pejman Tadayon oud, ney, canto
Barbara Eramo canto, percussioni
Luigi Polsini viola da gamba, viella
Massimiliano Barbaliscia santur

Pejman Tadayon, musicista e compositore persiano, uno dei più importanti esponenti di musica persiana e sufi in italia, porta in scena un progetto musicale che mette in rapporto le radici comuni tra la musica arabo-persiana e quella medievale italiana ed europea. Al centro del programma un ricco ed inconsueto repertorio che racconta l'incontro e le relazioni tra popoli e viaggiatori attraverso le vie della seta e della storia, indagando le radici comuni e i legami sorprendenti tra la tradizione musicale occidentale e orientale e tra musica colta e popolare: dai canti sufi, persiani e arabi dell’età classica alla musica mediterranea, dai canti della tradizione medievale dei pellegrinaggi europei a quella sefardita ed arabo-andalusa. Un repertorio che approfondisce e racconta l'incontro e le relazioni tra popoli: le melodie viaggiavano, gli strumenti viaggiavano, i ritmi viaggiavano.

Pejman Tadayon nasce a Esfahan (Iran) nel 1977.
Inizia a studiare il Radif (repertorio antico di musica classica Persiana) e gli strumenti persiani (târ e setâr) in giovane età con i maestri Kamran Keyvan, Mohammed Reza Lotfi e Behrooz Hemmati.
Nel 2003 si trasferisce a Firenze, dove studia composizione presso la Scuola di Musica di Fiesole e pittura all’Accademia di Belle Arti. Nel 2005 si trasferisce a Roma, dove studia all’Accademia di Belle Arti e collabora con il gruppo di musica tradizionale persiana Sarawan – Tamburi d’Iran e con diversi musicisti tra i quali Mauro Pagani, Massimo Ranieri, Patty Pravo, Andrea Moricone, Andrea Parodi, Paolo Vivaldi (con cui ha pubblicato l’album Chador).
Nel 2006 fonda il gruppo di musica tradizionale persiana Navà.
Nel 2008 partecipa come attore e musicista al film L’ultimo Pulcinella opera del M° Maurizio Scaparro con attore protagonista Massimo Ranieri. Nel 2009 collabora di nuovo con il M° Maurizio Scaparro come musicista e attore, portando in scena la commedia teatrale Polvere di Baghdad con Massimo Ranieri e Eleonora Abbagnato.
Collabora con Moni Ovadia e l’Esquilino Young Orchestra come insegnante di oud e percussioni.
Nel 2015 fonda il Pejman Tadayon ensemble, un progetto dedicato alla spiritualità e al Sufismo e insegna oud, târ e setâr e teoria della musica orientale.
Nel 2016 il cd del progetto Cafè Loti, fondato con Stefano Saletti e Nando Citarella, è tra i primi 10 finalisti del Premio Tenco.

Quando

22 Febbraio 2019
ore 18.30

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
fax 051 2757728
email

ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

Prenotazioni on line
fino alle ore 12 del giorno dell'evento (salvo esaurimento anticipato dei posti disponibili) è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell'evento) da questo link [http://bit.ly/2Dh8YCF]

I biglietti prenotati devono essere ritirati entro 15 minuti dall’inizio dell’evento presso la biglietteria, oltre i quali la prenotazione non sarà più ritenuta valida e i biglietti saranno rimessi in vendita.

In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (dal martedì alla domenica ore 10>18).

Rassegna

#wunderkammer il museo delle meraviglie - 2019

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna