Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / ANNULLATO | ultimamusica | Racconti di ombra e luce

Musica

ANNULLATO | ultimamusica | Racconti di ombra e luce

ultimamusica #2
musiche “inaudite” di questo (e altri) secoli

Racconti di ombra e luce
narrazione musicale con Giulia Biffi e Clara Cocco (flauto), Federico Urso (compositore), Diego Tripodi (voce narrante)

Soffi, fruscii, suoni trasparenti e rumori ineffabili che coprono l’intera gamma delle sensazioni: il Novecento ha eletto il flauto, il più lirico degli strumenti, a protagonista dei suoi esperimenti, spingendolo al limite delle sue possibilità.
Le flautiste Giulia Biffi e Clara Cocco e il compositore Federico Urso ci porteranno nel “backstage” di un concerto alla scoperta delle luci e (soprattutto) delle ombre della “contemporanea” che tanto fanno paura!

musiche di D. Rotaru, G. Taglietti, G. Coral e F. Urso (prima esecuzione assoluta)

Diego Tripodi (1993) si diploma in pianoforte nel luglio 2013, e, in seguito, consegue la laurea di secondo livello nel febbraio 2016, entrambi con il massimo dei voti, presso il Conservatorio “A. Corelli” di Messina.
In veste di pianista e compositore ha partecipato più volte alle rassegne del Conservatorio e nate in collaborazione tra questo ed altri enti culturali del territorio.
Coltiva la passione divulgativa e ha tenuto incontri di storia della musica e presentato concerti, anche nelle scuole.
È inoltre tra i fondatori e i redattori di “Chorus, note dal Martini”, un blog di giornalismo e critica musicali.
È socio fondatore e presidente della associazione bolognese In.Nova Fert, impegnata nella valorizzazione della musica contemporanea, per la quale opera anche come pianista e membro dell’omonimo Collettivo di composizione, le cui opere sono state eseguite presso prestigiosi spazi quali Bologna Festival, AngelicA Festival, EstOvest Festival e Biennale di Venezia.

Giulia Biffi si è diplomata e laureata in flauto, col massimo dei voti e menzione d’onore, nel 2014 e nel 2019 al Conservatorio di musica G. B. Martini di Bologna sotto la guida del Maestro Annamaria Morini.
Ha partecipato a numerose Masterclass con Annamaria Morini e con Mario Caroli.
Nel 2015 ha presenziato ad Expo 2015, con un programma di autori italiani del '900 per due flauti.
A Bologna ha un’intensa attività artistica: per alcuni anni ha ricoperto il ruolo di ottavino e terzo flauto presso l’orchestra “Senzaspine” e di flauto, ottavino, flauto in sol o flauto basso (a rotazione) all'interno di un quartetto di musica contemporanea creatosi all'interno del Conservatorio con cui sono stati eseguiti numerosi concerti ed alcune prime esecuzioni. Attualmente ricopre il ruolo di flauto/flauto in sol/flauto basso/ottavino nell’ensemble “Zerocrediti” e nell’ensemble di “In.Nova Fert”.
L’interesse principale è rivolto allo studio del repertorio moderno e contemporaneo, prediligendo quello per flauto solo o per piccolo ensemble.
Parallelamente all’attività artistica, Giulia Biffi si è laureata in Fotochimica e Materiali Molecolari all’Università di Bologna nel 2017 con il massimo dei voti e attualmente sta completando il proprio dottorato di ricerca in Nanochemistry presso l’Università di Genova e l’Istituto Italiano di Tecnologia.

Clara Cocco, nata a Cagliari nel 1993, inizia lo studio della musica giovanissima presso la scuola civica del suo paese, Sinnai, partecipando alla Banda Giuseppe Verdi.
Successivamente, l’ingresso al Conservatorio di Cagliari, dove frequenta vari maestri di flauto, Francesco Loi, Michel Bellavance, Riccardo Ghiani e attività quali l’orchestra Giovanile del M° Elisabetta Maschio e il Coro delle Voci Bianche del Teatro Lirico di Cagliari diretto dal M° Enrico Di Maira.
Conseguiti il diploma di maturità scientifica e di flauto tradizionale nell’anno 2012, si trasferisce a Bologna per studiare al Conservatorio Martini sotto la guida di Annamaria Morini. In questo periodo avrà modo di collaborare con l’orchestra Dalla Classica e con l’orchestra del Collegium Musicum Almae Matris.
Dopo il conseguimento del Diploma di Secondo livello nell’anno 2015, l’iscrizione all’università di Bologna in Discipline della Musica e del Teatro. Parallelamente segue il corso tenuto da Annamaria Morini sulle tecniche del Novecento all’Accademia Filarmonica di Bologna. Dopo il conseguimento della Laurea magistrale, prosegue il suo impegno musicale collaborando con varie ensemble del territorio, quali Compagnia Inoltre, Zerocrediti Ensemble, Istantanea Ensemble, In.Nova Fert.
Parte di questo impegno viene spartito con l’insegnamento che attualmente esercita presso l’Istituto San Giuseppe e la Ricordi Music School di Bologna.

Federico Urso è nato nel 1996 a Verona.
Studia al conservatorio G.B. Martini di Bologna dal 2012 Composizione e Pianoforte. Ha ottenuto il Diploma di Merito presso l’Accademia Chigiana nel corso di perfezionamento del Maestro Salvatore Sciarrino.
Ha composto lavori strumentali e vocali per diverse rassegne musicali quali Suoni entro le mura, Settimana organistica, Domenica al Comunale, Musica in fiore e Livorno Music Festival.
Ha partecipato come Maestro collaboratore e assistente alla Regia alla realizzazione dell’opera “Elisir d’Amore” di G. Donizetti con l’orchestra Senzaspine nella stagione 2017-18. Dopo il diploma di liceo scientifico consegue nel 2018 la laurea triennale al Dams a indirizzo musicale presso l’Università di Bologna, curando la presentazione dei concerti per Musica Insieme in Ateneo.

_________________________________________

ultimamusica musiche “inaudite” di questo (e altri) secoli
un progetto di In.Nova Fert per il Museo della musica

Il “secolo breve” a ben vedere non lo è stato poi così tanto, se al suo interno è riuscito a contenere espressioni artistiche lontane, diversissime tra loro e a volte addirittura contraddittorie, in ogni caso segnanti.
E a distanza di vent’anni, il Novecento in musica si porge così ai nostri occhi, ma soprattutto alle nostre orecchie: un’epoca a tratti problematica e avvolta in una mitologia tutta da conoscere.
Il collettivo In.Nova Fert dedica questi tre appuntamenti ai linguaggi, ai protagonisti, alle idee, alle curiosità e agli strumenti che hanno contraddistinto il secolo appena passato, ricercando nelle “contemporanee di altri secoli” radici, analogie e possibili sviluppi del nostro stato presente.

Il collettivo In.Nova Fert nasce nell'ottobre 2018 all'interno del Conservatorio G.B. Martini di Bologna come formazione studentesca autogestita e dedita allo studio e alla esecuzione dei nuovi linguaggi musicali. La formazione cambia a seconda delle esigenze di volta in volta presentate dalla sperimentazione e dai progetti e riunisce giovani, spesso giovanissimi, interpreti.
Nonostante la recente formazione, l’ensemble ha al suo attivo diverse partecipazioni: Bologna Modern 2018 e 2019, Teatro dell’Abc di Bologna (in collaborazione con FontanaMIX), Festival Echi di Arezzo, Amici della Musica di Modena (dove sono attesi anche per il 2021). Hanno inoltre collaborato con il Teatro Comunale e il Conservatorio G.B Martini di Bologna e il Centro di poesia contemporanea dell'Università di Bologna.
Sono stati ospiti quest’anno della 64a edizione della Biennale Musica di Venezia.

ATTENZIONE: in seguito alle disposizioni del D.P.C.M. del 24 ottobre 2020 relative alle misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 l'evento è annullato.

Quando

13 Novembre 2020
ore 18.00

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
fax 051 2757728
email

BIGLIETTI:
€ 6
€ 5

minori di 18 anni | studenti universitari con tesserino | Card Cultura da presentare in biglietteria il giorno del concerto

L’ingresso è consentito fino ad esaurimento posti
A causa delle disposizioni relative all’emergenza COVID-19 i posti disponibili in sala sono limitati a 48

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO IN PREVENDITA
da mercoledì 7 ottobre:

- presso il bookshop del Museo della musica (strada Maggiore 34) nei giorni di apertura

- on line (con una maggiorazione di € 1) su midaticket.it

NB: i biglietti acquistati non sono rimborsabili

Rassegna

#novecento 2020 - i musicisti raccontano i musicisti

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna

Documenti